Sorrento, il nuovo proprietario è Massimo Chiappini

[ mercoledì 23 luglio 2014 | 0 commenti ]

Ieri pomeriggio Dionisio e Turco hanno svelato ufficialmente l’identità del dominus che starà a capo del nuovo Sorrento. Come era già stato anticipato da quasi tutti gli organi di informazione si tratta del milionario romano Massimo Chiappini.
Massimo Chiappini, nato a Roma l’8 maggio 1942, è un architetto, insegna urbanistica all’università e non ha figli. Alla morte del padre Vittorio ha ereditato insieme al gemello le Proprietà Immobiliari della famiglia Borghese i cui terreni coprono un’area di 7,5 milioni di metri quadratiche si estendono tra la Nomentana e la Tiburtina, a Nord-Est di Roma, arrivando fino alla provincia di Rieti. Terre agricole, in gran parte, ma anche edifici e cave. Persino l’aeroporto di Guidonia fa parte del tesoro.
Adesso che si conosce chi è il proprietario resta da conoscere quali sono i suoi progetti. Da quel che ci risulta Chiappini - che non dimentichiamolo ha 72 anni - finora era totalmente sconosciuto al mondo del calcio, per cui risultano alquanto incomprensibili le motivazioni che lo hanno spinto ad acquistare il Sorrento.
Dopo due anni di sciagure e tradimenti i tifosi rossoneri non si fidano più di nessuno per cui hanno accolto con molta diffidenza i nuovi proprietari, per cui la prima operazione che dovranno compiere Turco e Dionisio sarà proprio quella di riacquistare il sostegno dei tifosi con fatti concreti.

Chi c’è dietro Dionisio?

[ lunedì 21 luglio 2014 | 0 commenti ]

Ci siamo, nella giornata di oggi la cordata (?) che fa capo a Nicola Dionisio e Francesco Turco dovrebbe - il condizionale è ancora d’obbligo sebbene a darne la conferma siano stati gli stessi soggetti appena nominati a tutti quelli che li hanno interpellati telefonicamente - regolarizzare l’iscrizione del Sorrento alla Serie D. Subito dopo - sempre secondo quanto affermato da Dionisio - si comincerà a curare l’aspetto tecnico dando ampio spazio alla valorizzazione dei giovani. 
Lo stesso Dionisio ha confermato che della nuova società farà ancora parte anche l’albergatore sorrentino Diodato Scala che ha mantenuto il 3% delle quote societarie e dovrebbe rimanere al suo posto come direttore generale.
Al momento, le uniche notizie “certe” circa il Sorrento sono solo queste. Finora infatti non è stato ancora rivelato chi c’è dietro Dionisio e Turco. Secondo alcuni potrebbe esserci l’immobiliarista romano Massimo Chiappini, avvistato più volte in penisola negli ultimi giorni. Secondo altri ci sarebbe un gruppo di imprenditori partenopei non meglio identificati. Una ipotesi questa che trova poche conferme, non fosse altro perché finora non si è riuscito ad associare nessun volto noto a queste persone. La terza ipotesi, quella più volte ventilata da alcuni tifosi molto addentri alle cose rossonere, vuole che dietro Dionisio e Turco non ci sai nessuno, o meglio ci sia ancora Francesco D’Angelo. Le informazioni in nostro possesso non ci consentono di propendere per nessuna delle tre ipotesi appena enunciate. Non ci resta quindi che sperare che queste persone vengano allo scoperto il più presto possibile.
Solo allora si potrà capire quali sono le reali intensioni del “nuovo” Sorrento e formulare qualche previsione sulle possibilità di riuscita degli stessi. Solo allora si potrà capire se la nottata rossonera sta per passare o se il peggio deve ancora venire. Tutto dipende da chi c’è dietro Dionisio e Turco. Se si trattasse di persone affidabili e competenti potrebbe addirittura ipotizzarsi un ritorno al fianco della società dei vari Durante e Ronzi. Se invece si dovesse capire che è stato tutto un bluff, o che i nuovi arrivati hanno scarse possibilità di successo, si potrebbero addirittura prevedere ulteriori colpi di scena, quali ad esempio quello del ritorno in campo di Franco Giglio che potrebbe decidere di affiancare la dirigenza del Sant’Agnello per dar vita ad un altro Sorrento. Una ipotesi questa che raccoglie già adesso i consensi della stragrande maggioranza dei sostenitori costieri, stanchi di essere guidati da persone che non hanno alcuna passione per i colori rossoneri.

Gli ultras del Sorrento “invitano” D’Angelo a farsi da parte

[ giovedì 17 luglio 2014 | 0 commenti ]

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato degli Ultras del Sorrento:

LETTERA APERTA AI PROPRIETARI DEL SORRENTO CALCIO

A nome di gran parte della CURVA SUD SORRENTO, a nome di gran parte della tifoseria sorrentina, a nome degli appassionati tutti, vi chiediamo, almeno per questa volta, di mettere da parte il vostro egoismo, la vostra "strafottenza" verso questa terra e questa città, di dare spazio a chi il calcio veramente lo vuole fare e lo sa fare, di consegnare al sindaco di SORRENTO le quote societarie e il titolo e di allontanarvi per sempre dal calcio sorrentino. 
Sorrento  e i sorrentini non vi vogliono e non vogliono questa gente di cui state parlando, gente che ha dimostrato nel tempo che tutto fanno tranne che il calcio. Sarebbe l'ultima occasione per non farvi ricordare come quelli che hanno fatto scomparire il PALLONE a Sorrento, oltre che a quelli che hanno distrutto una società che fino a qualche anno fa era considerata un fiore all'occhiello della lega pro e che ora, a quanto si dice, è sull'orlo del fallimento.

SORRENTO MERITA ALTRI PALCOSCENICI, SORRENTO MERITA ALTRA GENTE. SORRENTO MERITA DI PIU'!!!!

ULTRAS SORRENTO

Il Sorrento di D’Angelo si è iscritto alla serie D

[ venerdì 11 luglio 2014 | 0 commenti ]

Il Sorrento dell’avvocato Francesco D’Angelo ha presentato entro le ore 19 di oggi la domanda di iscrizione alla serie D. Da fonti attendibili si apprende che è stata versata la quota di iscrizione di 19mila euro, mentre mancherebbe la fidejussione di 31mila. Per regolarizzare la pratica c’è tempo fino al 22 luglio. Si vocifera che l'amministratore unico Francesco D'Angelo e il dg Diodato Scala stanno portando avanti una trattativa per l'ingresso in società di non meglio precisati imprenditori che sono intenzionati ad affiancare l’attuale dirigenza con l’intendo di ottenere il ripescaggio in Lega Pro.
Da altre fonti si apprende che nel caso in cui il Sorrento riuscisse a presentare la domanda di ripescaggio in Lega Pro, ci sarebbero ottime possibilità che la stessa venga accolta.

Sorrento, avvistato Novelli

[ martedì 8 luglio 2014 | 0 commenti ]

Sappiamo tutti che Sorrento è una località turistica molto frequentata, dove può capitare tranquillamente di imbattersi in personaggi più o meno famosi. Rientra tra questi anche Raffaele Novelli, allenatore di calcio, che in passato è stato per un breve periodo anche sulla panchina del Sorrento.
Novelli subentrò a Simonelli dopo la sconfitta interna con il Monza per 1-2 del 18 ottobre 2009, e rimase a Sorrento per dieci giornate ottenendo 2 vittorie, 4 pareggi e 4 sconfitte. Fu esonerato dopo un'altra sconfitta interna, quella con il Novara (0-2) del 10 gennaio 2010, lasciando il posto al reintegrato Simonelli.
Stamattina Raffaele Novelli è stato avvistato da alcuni tifosi mentre gironzolava per il centro di Piano di Sorrento. Cosa ci facesse Novelli, che è nativo di Salerno, a Piano di Sorrento non è dato saperlo.

Ripescaggi Lega Pro, c’è tempo fino al 28 luglio

[ lunedì 7 luglio 2014 | 0 commenti ]

Il Presidente Federale della FIGC, Giancarlo Abete, attesa la necessità di stabilire il termine perentorio entro il quale le società interessate all’eventuale ripescaggio in Divisione Unica-Lega Pro 2014/2015, devono presentare le domande ed effettuare i relativi adempimenti previsti dal Comunicato Ufficiale n. 144/A del 6 maggio 2014, ai fini dell’ottenimento della Licenza Nazionale per la partecipazione al Campionato di Divisione Unica-Lega Pro ; preso atto dei criteri e delle procedure di ripescaggio in ambito professionistico per la stagione sportiva 2014/2015 previsti dal Comunicato Ufficiale n. 171/A del 27 maggio 2014;  visto l’art. 24, comma 3 dello Statuto federale; d’intesa con i Presidenti delle componenti delibera che le società che abbiano interesse a candidarsi per l’eventuale ripescaggio al Campionato di Divisione Unica Lega-Pro 2014/2015 dovranno documentare, entro il 28 luglio 2014, ore 19:00, di essere in possesso dei requisiti di ammissibilità a detto Campionato previsti dal Sistema delle Licenze di cui Comunicato Ufficiale n. 144/A del 6 maggio 2014 e presentare entro il suddetto termine perentorio del 28 luglio 2014, ore 19:00, apposita domanda alla Lega Italiana Calcio Professionistico ed alla F.I.G.C. corredata:

- dalla tassa d’iscrizione per il Campionato di Divisione Unica Lega-Pro;

- per le società retrocesse al Campionato di Serie D nella stagione sportiva 2013/2014, da tutta la documentazione prevista dal Titolo I, parag. I, II e III, dal Titolo II e dal Titolo III, del Comunicato Ufficiale n. 144/A del 6 maggio 2014, per l’ottenimento della Licenza Nazionale ai fini della partecipazione al Campionato di Divisione Unica-Lega Pro;

- per le società appartenenti al Settore Dilettantistico da tutta la documentazione prevista dal Titolo I, parag. IV, dal Titolo II e dal Titolo III, del Comunicato n. 144/A del 6 maggio 2014, per l’ottenimento della Licenza Nazionale ai fini della partecipazione al Campionato di Divisione Unica-Lega Pro;

La certificazione di competenza della Lega Italiana Calcio Professionistico, prevista dal Titolo I, parag. II lett A), punto 1, lett. b) relativa all’assenza di debiti nei confronti del Fondo di Fine Carriera per i contributi dovuti fino al mese di aprile 2014 dalle società retrocesse al Campionato di Serie D nella stagione 2013/2014 deve pervenire alla Co.Vi.So.C. entro il termine del 30 luglio 2014.

Il parere e la certificazione di competenza della Lega Italiana Calcio Professionistico previsti dal Titolo II del Comunicato n. 144/A del 6 maggio 2014, devono pervenire alla Commissione Criteri Infrastrutturali entro il termine del 30 luglio 2014.

PUBBLICATO IN ROMA 3 LUGLIO 2014

IL SEGRETARIO
Antonio Di Sebastiano

IL PRESIDENTE
Giancarlo Abete



Cuomo: il Sorrento si iscriverà alla Serie D

| 0 commenti ]

Comunicato Stampa Comune di Sorrento del 07.07.2014

Il Sorrento Calcio si iscriverà al prossimo Campionato Interregionale.

A renderlo noto è il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, informato dalla dirigenza del Sorrento Calcio, attraverso una telefonata del direttore generale, Diodato Scala.
“Ho appreso attraverso il direttore Scala dell’intenzione manifestata dall’avvocato Francesco D'Angelo, nella qualità di maggiore azionista della società sportiva, di iscrivere il Sorrento Calcio al prossimo Campionato Nazionale Dilettanti - spiega il sindaco Cuomo - In questo senso sono giunte rassicurazioni sulla presenza di disponibilità economiche, necessarie ad affrontare questa nuova sfida. Da parte nostra, saremo vigili affinché gli impegni presi vengano rispettati e portati a termine. Allo stesso tempo ci faremo carico dei lavori al campo Italia, necessari per permettere lo svolgimento del futuro campionato”.

Ufficio Stampa Comune di Sorrento

Iscrizione serie D, date e adempimenti

[ lunedì 30 giugno 2014 | 0 commenti ]

Sta per partire il countdown per l'iscrizione in Serie D. Tanti i club in difficoltà che ad oggi non sono sicuri di poter espletare questo adempimento fondamentale per la sopravvivenza delle società stesse. Facciamo un po' il riepilogo su date e scadenze.
Iscrizione in Serie D - A partire dal prossimo 7 luglio e sino al giorno 11 luglio le società aventi diritto dovranno, per la prima volta esclusivamente attraverso la procedura on line, perfezionare l'iscrizione al prossimo campionato di Serie D. Ogni società dovrà versare al Dipartimento Interregionale 31 mila euro attraverso o assegno circolare non trasferibile o attraverso fideiussione esclusivamente bancaria (con proroga al 11 luglio della fideiussione giacente per le società già in organico la scorsa stagione); 19 mila euro con assegno circolare non trasferibile o bonifico bancario.
Co.Vi.So.D. - Entro il 18 luglio prossimo la Commissione di Vigilanza sulle Società sportive Dilettantistiche, dopo aver esaminato la documentazione prodotta dai club e dai vari Comitati Regionali F.I.G.C. e Lega Pro, comunicherà ufficialmente il risultato dell'istruttoria, e quindi l'esito positivo o negativo in merito alla domanda di iscrizione in Serie D, alle società, alla Lega Nazionale Dilettanti ed al Dipartimento Interregionale.
Qualora la Co.Vi.So.D. dovesse esprimere parere negativo circa la domanda di iscrizione in Serie D, le società entro il 22 luglio, tassativamente entro le ore 14:00, possono presentare ricorso. Il ricorso, pena l'inammisibilità, dovrà contenere in allegato una tassa unica di 500 euro, balzello che verrà restituito in caso di accoglimento del ricorso. La Co.Vi.So.D. si esprimerà parere motivato sui ricorsi presentati nuovamente entro il 25 luglio.
Ammissione in Serie D - Il giorno 31 luglio si riunirà il Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti che prenderà la decisione finale sull'ammissione delle società ricorrenti con espressa delega al presidente della Lega Nazionale Dilettanti di escludere, a seguito di accertamento, le società eventualmente responsabili di aver presentato documentazione amministrativa falsa e/o mendace.

Fonte: NotiziarioCalcio.com

DISCLAIMER - Penisola Sport è un blog d’informazione senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento. La testata ambisce ad essere una piena espressione dell'art. 21 della costituzione italiana. Pur essendo normalmente aggiornato più volte quotidianamente, non ha una periodicità predefinita e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'autore si riserva, tuttavia, la facoltà di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contrario al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.