Visualizzazione post con etichetta VELA. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta VELA. Mostra tutti i post

Antonello Venditti a Marina di Cassano

martedì 22 settembre 2015 0 commenti

Guarda un po’ chi ti capita di incontrare in una tarda mattina di settembre alla Marina di Cassano: il noto cantautore romano Antonello Venditti, in porto col suo catamarano Shida che ha mollato gli ormeggi poco dopo mezzogiorno per una destinazione sconosciuta.

Share/Bookmark

Vele in Piazza a Massa Lubrense

martedì 19 novembre 2013 0 commenti

Dal 7 al 14 dicembre prossimo la Piazza Vescovado a Massa Lubrense (Napoli) ospiterà Vele in Piazza un evento che si propone di portare l'arte marinaresca e le tradizioni del mare nelle piazze di Massa Lubrense per renderle fruibile ai più. 
Osservando da vicino barche di valore storico, fasciami, vele, acquari e attraverso percorsi degustativi ci si propone di far conoscere il valore del mare attraverso emozioni autentiche. Conoscere il mare è conoscere la storia della nostra terra.
Vele in Piazza è organizzato dalla Lega Navale Italiana sezione di Sorrento in collaborazione con il Comune di Massa Lubrense, la Pro Loco Massa Lubrense, l’Archeoclub, l’UniTre  la A. M. P. Punta Campanella, l’EcoAcquario e la Associazione Pasticcieri Napoli
Questo il programma della manifestazione  

Sabato 7
Apertura Esposizioni 16:30 – 20:00
16:30 INAUGURAZIONE presso la Sala delle Sirene del Comune di Massa Lubrense
Moderatore: Carlo Franco
Presentazione della manifestazione: Guido Gargiulo e Luciano Cheruseo
Premiazioni:
- Capitaneria
- Pescatori più anziani
19:30 DEGUSTAZIONI e SPETTACOLO MUSICALE in Piazza Vescovado

Domenica 8
Apertura Esposizioni 10:00 – 13:00 | 16:00 – 20:00
CONCORSO DI PASTICCERIApresso la Sala delle Sirene del Comune di Massa Lubrense
14:00 - 16:00 Presentazione alla giuria e valutazione torte
16:00 Presentazione e distribuzione al pubblico

Da lunedì 9 a venerdì 13
Apertura Esposizioni 16:30 – 20:00
VISITE GUIDATE SCUOLE

Sabato 14
Apertura Esposizioni 16:30 – 20:00
10:00 – 12:30 Presentazione libro Sen. Lauro
16:30 – 18:30 CONVEGNO Ernesto Mollo "Il Mar Mediterraneo e il suo cambiamento"
19:39 Serata “Il Battito”: degustazioni e spettacolo

Share/Bookmark

XII Trofeo Peppe Cappiello dal 21 al 23 giugno

mercoledì 5 giugno 2013 0 commenti


Quest’anno quelli della Lega Navale di Sorrento hanno fatto le cose in grande. E per la dodicesima edizione del Trofeo Peppe Cappiello hanno allestito una tre giorni indimenticabili per gli amanti della Vela.
Si comincia venerdì 21 giugno alle ore 19.00 presso Hilton Sorrento Palace con l’evento "Passaggio a Nord Ovest". Nel 2012, la Best Explorer è stata la prima barca italiana, con equipaggio interamente italiano a completare il famoso passaggio a Nord Ovest, la traversata artica sulla rotta seguita per la prima volta dall'esploratore norvegese Roald Amundsen (1906-1909). Roberto Oberti, uno dei protagonisti, racconterà la sua esperienza.
Il giorno seguente sabato 22 giugno alle ore 12.00 si svolgerà il “Peppe Cappiello Match Race Meteor”. Quattro imbarcazioni Meteor si sfideranno in avvincenti Match Race nelle acque antistanti gli stabilimenti balneari di Sorrento. Sarà possibile assistere alle regate, oltre che dalle scogliere degli stabilimenti, anche da terra affacciandosi alla terrazza della Villa Comunale di Sorrento o da Piazza Vittorio Veneto.
La sera del sabato alle ore 20.30 al Borgo di Marina Grande ci sarà la "Festa della Vela" dove si potranno gustare le migliori pietanze dei Ristoranti di Sorrento e le Birre Artigianali offerte dal Birrificio Sorrento. Ingresso libero e gratuito per i regatanti.
Domenica 23 giugno gran finale con disputa della Regata di Flotta del Trofeo Peppe Cappiello che quest'anno prevederà anche la Classe Meteor. La gara avrà inizio alle ore 12.00 esi svolgerà nelle acque antistanti Marina Grande.

Fonte: Lega Navale Sorrento

Share/Bookmark

Napoli incorona Luna Rossa Swordfish

lunedì 22 aprile 2013 0 commenti



Guidata da Francesco Bruni, Luna Rossa Swordfish ha fatto suo il successo nella serie di flotta delle America's Cup World Series di Napoli. Il team italiano ha trionfato grazie alla vittoria conquistata nell'ultima regata di flotta, una prova caratterizzata da almeno tre cambi di leadership e da una grande rimonta posta in essere proprio dall'equipaggio del timoniere palermitano.   
Una vittoria che ha ripagato Luna Rossa Swordfish per la sconfitta subita nella finale di match race per mano di ORACLE TEAM USA SLINGSBY, abile nel rientrare in gara nel corso della seconda bolina, dopo che aveva girato il cancello di poppa con un distacco di quasi duecento metri.   
"Vincere la serie di flotta era l'unica maniera per dimenticare gli errori fatti nella finale di match race - ha commentato Francesco Bruni, che sarà tattico a bordo dell'AC72 di Luna Rossa Challenge 2013 durante la prossima Louis Vuitton Cup, in programma a San Francisco tra il 4 luglio e il 30 agosto - La vittoria nella serie di flotta rappresenta un grande risultato per me. Avremmo potuto festeggiare una doppietta, ma non ce l'abbiamo fatta. Non ringrazierò mai abbastanza il mio equipaggio, composto da Paul Campbell-James, Max Sirena, Xabi Fernandez e Manuel Modena: hanno fatto tutti un grandissimo lavoro".   
Slingsby, invece, ha raggiunto l'obiettivo della vigilia: conquistare con ORACLE TEAM USA la vittoria assoluta nelle America's Cup World Series 2012-2013. Una soddisfazione amplificata dal successo nella finale dell'uno contro uno e nella classifica assoluta del match race.   
"Sono davvero orgoglioso di aver contribuito al nuovo successo di ORACLE TEAM USA nelle America's Cup World Series - ha detto Slingsby - James Spithill e il suo team ci avevano messo in una posizione di forza e a noi è bastato venire qui e fare del nostro meglio per portare a casa il trofeo".  
A chiudere al secondo posto della classifica overall del circuito 2012-2013 è stato l'equipaggio di Luna Rossa Piranha; l'equipaggio di Chris Draper, già vincitore nelle acque di Napoli lo scorso anno, ha finito la serie di flotta partenopea in quarta posizione: "Visti i risultati della vigilia ci aspettavamo qualcosa di più - ha detto Draper, nominato timoniere dell'AC72 di Luna Rossa - Ma siamo comunque contenti di essere saliti sul podio delle America's Cup World Series 2012-2013: gli avversari erano davvero fortissimi".   
La seconda edizione dell'America's Cup World Series di Napoli ha superato i già ottimi numeri della passata edizione. Gli organizzatori locali hanno stimato in più di un milione le presenze complessive del pubblico che nel corso della settimana ha frequentato il Race Village.   

America’s Cup World Series Napoli - Classifica finale serie di flotta 
1. Luna Rossa Swordfish (Francesco Bruni) – 80 punti
2. ORACLE TEAM USA (Tom Slingsby) – 80
3. Emirates Team New Zealand (Dean Barker) – 71
4. Luna Rossa Piranha (Chris Draper) – 70
5. J.P. Morgan BAR (Ben Ainslie) – 65
6. Energy Team (Yann Guichard) – 58
7. Artemis Racing White (Charlie Ekberg) – 40
8. HS Racing (R. Hagara/H.S. Steinacher) – 36
9. China Team (Mitch Booth) – 30
 
America’s Cup World Series Napoli - Match race 
1. ORACLE TEAM USA SLINGSBY,
2. Luna Rossa Swordfish,
3. J.P. Morgan BAR,
4. Luna Rossa Piranha,
5. Emirates Team New Zealand,
6. Artemis Racing White,
7. Energy Team,
8. HS Racing,
9. China Team
 
America's Cup World Series 2012-2013 - Serie di flotta 
1. ORACLE TEAM USA SPITHILL/SLINGSBY – 245 punti
2. Luna Rossa Piranha – 191
3. J.P. Morgan BAR – 181
4. Emirates Team New Zealand – 171
5. Energy Team – 160
6. Artemis Racing White – 160
7. Luna Rossa Swordfish – 151
8. Team Korea – 105
9. ORACLE TEAM USA COUTTS – 98
10. Artemis Racing Red – 90
11. China Team – 73
12. HS Racing – 36
 
America’s Cup World Series 2012-2013 - Match race 
1. ORACLE TEAM USA SPITHILL/SLINGSBY 29 punti,
2. Emirates Team New Zealand – 22,
3. Artemis Racing White – 21,
4. ORACLE TEAM USA COUTTS – 16,
5. J.P. Morgan BAR – 15,
6. Energy Team – 15,
7. Luna Rossa Swordfish – 14,
8. Luna Rossa Piranha – 13,
9. Artemis Racing Red – 8,
10. China Team – 5,
11. Team Korea – 5,
12. HS Racing – 3

Share/Bookmark

Giornata di grande vela alla America’s Cup Napoli

venerdì 19 aprile 2013 0 commenti


Un grande ORACLE TEAM USA Slingsby, un solido Energy Team e una violenta collisione tra Emirates Team New Zealand e Luna Rossa Swordfish sono gli highlights della seconda giornata dell’AC World Series Napoli.



Tom Slingsby ha guidato ORACLE TEAM USA in testa alla classifica provvisoria della serie di regate di flotta grazie a un primo e un secondo di giornata: piazzamenti che, unitamente alla vittoria ottenuta nel quarto di finale dell’evento di match race contro HS Racing, non hanno fatto sentire la mancanza di James Spithill, rimasto negli Stati Uniti per sovraintendere al varo del nuovo AC72 del team statunitense. 
“È stata una giornata perfetta: siamo davvero contenti - ha dichiarato Slingsby, campione olimpico in carica della classe Laser – Il vento era più stabile di ieri: la termica ha subito solo piccole oscillazioni e a bordo ci siamo dovuti preoccupare solo di partire bene e di condurre la barca al meglio”.   
La performance di Slingsby ha colpito l’ambasciatore statunitense, David Thorne, che ha preso parte a una delle regate come ospite di ORACLE TEAM USA.   
Guidato da Yann Guichard, Energy Team ha raccolto un secondo e un primo al termine di un serrato duello con Tom Slingbsy: superato nel corso della seconda bolina della prima regata, lo skipper francese ha fatto sua la seguente prova di flotta con un margine di 26 secondi.   
“Ieri era davvero difficile leggere il campo di regata: le condizioni erano molto instabili. Oggi il vento era più stabile e ci siamo potuti concentrare sulla velocità della barca - ha spiegato Guichard, che con il suo team occupa la quarta piazza della graduatoria provvisoria – Tutto comunque si deciderà domenica, ma è importante essere costanti per tenere il morale alto in vista della prova decisiva”. 
Momenti di tensione agonistica si sono vissuti durante il match tra Luna Rossa Swordfish e Emirates Team New Zealand. Nel corso del primo quarto di finale disputato a inizio pomeriggio, mentre approcciavano la boa al vento, i due AC45 si sono speronati in piena velocità: Luna Rossa Swordfish era mure a sinistra, ma nel momento dell’impatto si trovava entro le tre lunghezze dalla boa, quindi con diritto di rotta rispetto all’avversario. 
Il sinistro è costato qualche danno a entrambe le imbarcazioni e una penalità a carico dei kiwi, che sono stati superati dall’equipaggio italiano, vincitore del duello. Il match era stato sino a quel momento favorevole ai neozelandesi, partiti molto bene dopo aver spinto oltre la linea dello start il team di Francesco Bruni.  
I postumi della collisione si sono manifestati con il procedere della giornata e Luna Rossa Swordfish è stato costretto a ritirarsi dalla seconda regata di flotta, rinunciando a un possibile terzo posto.   
“Siamo contenti di aver battuto Emirates Team New Zealand: sono uno dei team migliori e avere la meglio su di loro è sempre una soddisfazione - ha detto lo skipper di Luna Rossa Challenge, Max Sirena, trimmer su Swordfish che poi ha aggiunto – Nella seconda regata di flotta abbiamo rotto uno dei tiranti del bompresso: credo si fosse danneggiato nella collisione con i kiwi”.   
Dal canto suo Barker si è detto dispiaciuto che Luna Rossa Swordfish non sia riuscita a evitare la collisione. 
  
Entrambe le barche sono stata alate per essere sottoposte alle riparazioni del caso. 
  
Le regate riprenderanno domani alle 14.00 e saranno trasmesse in diretta sul canale YouTube dell’America’s Cup. 
  
  
America’s Cup World Series Naples – Classifica provvisoria
(Dopo 4 regate su 7)
1. ORACLE TEAM USA (Tom Slingsby) – punti 38
2. Energy Team (Yann Guichard) – 36
3. Emirates Team New Zealand (Dean Barker) – 36
4. J.P. Morgan BAR (Ben Ainslie) – 35 
5. Luna Rossa Piranha (Chris Draper) – 33
6. Luna Rossa Swordfish (Francesco Bruni) – 23
7. Artemis Racing White (Charlie Ekberg) – 21
8. HS Racing (R. Hagara/H.S. Steinacher) – 17
9. China Team (Mitch Booth) – 14

Share/Bookmark

Ben Ainslie il leader della prima tappa dell'America’s Cup Napoli

giovedì 18 aprile 2013 0 commenti


Condizioni meteo particolarmente impegnative hanno messo a dura prova i nove equipaggi protagonisti delle AC World Series Napoli. La termica, di intensità compresa tra gli 8 e i 12 nodi, ha infatti messo a dura prova l’acume dei tattici e la sensibilità dei timonieri.   
J.P. Morgan BAR di Ben Ainslie ha fatto sua la prima leadership del Fleet Racing Championship grazie a un terzo e un primo di giornata, piazzamenti valsi 21 punti. A seguirlo Dean Barker ed Emirates Team New Zealand, secondi a una sola lughezza di distacco in virtù di un quarto e un primo.  
Ma le soddisfazioni non finiscono qui per il team capitanato dal cinque volte medagliato olimpico: J.P. Morgan BAR ha vinto anche il primo quarto di finale dell’evento di match race al termine di una strepitosa rimonta messa a segno ai danni di Energy Team di Yann Guichard, protagonista di un deciso pre-partenza.   
“È stato uno di quei giorni nei quali speri di cavartela tra un salto di vento e l’altro – ha commentato Ben Ainslie, che ha ospitato a bordo l’Ambasciatore inglese in Italia, Christopher Prentice – Il vento era davvero molto instabile. È stata una sfida nella sfida”.   
I dati comunicati dal Comitato di Regata hanno effettivamente evidenziato una situazione estremamente instabile, con la termica che è saltata in alcuni momenti di oltre 35 gradi mentre passava dagli 8 ai 12 nodi di intensità.   
“Non c’è mai stato un momento nel quale ci siamo sentiti al sicuro – ha spiegato il vincitore dell’America’s Cup e della Louis Vuitton Cup, Dean Barker, skipper di Emirates Team New Zealand – In alcuni frangenti guadagnavamo moltissimo, in altri non riuscivamo a contenere gli avversari. Ce la siamo cavata come abbiamo potuto”.   
Al terzo posto della classifica provvisoria staziona Luna Rossa Piranha di Chris Draper. Il campione iridato 49er punta a ripetere le gesta dello scorso anno, quando, proprio a Napoli, ha guidato l’allora debuttante team italiano al successo.   
“È stata una buona giornata, anche se non posso dire sia stata ottima – ha detto Draper – Abbiamo perso qualche opportunità e ci siamo dovuti accontentare di un quarto e di un secondo. Cercheremo di fare meglio domani. Non mi sono affidato abbastanza al mio istinto quando avrei dovuto farlo e ho cercato di risolvere la situazione quando invece le chance erano limitate”.   
Condizioni meteo a parte, anche il campo di regata si è rivelato molto competitivo: Tom Slingsby di ORACLE TEAM USA e Roman Hagara di HS Racing sono stati penalizzati per aver superato i limiti. Nel caso di Slinsgby ha significato veder svanire la vittoria nella prima regata: “Stavamo guidando la prova con tranquillità, ma non mi sono accorto che eravamo prossimi a superare i limiti del campo di regata e secondo il sistema siamo andati lunghi. Finita la regata ho detto al mio team di ricordarmi di verificare il posizionamento dei limiti del campo di regata”.   
Negli altri duelli uno contro uno, il debuttante HS Racing ha superato China Team, in vero mai entrato in gioco a causa di un errore compiuto nelle fasi di partenza.   
Nel secondo quarto di finale, invece, Luna Rossa Piranha ha superato Artemis Racing White (Charlie Ekberg) dopo una regata in rimonta.   
I quarti di finale dell’evento di match race si concluderanno domani con i match che vedranno contrapposti HS Racing a ORACLE TEAM USA Slingsby e Emirates Team New Zealand a Luna Rossa Swordfish (Francesco Bruni), oggi due volte quinto nelle regate di flotta.   
Il programma di domani fissa l’inizio delle regate per le ore 14.05: ai due duelli di match race seguiranno due nuove prove di flotta. 
  
  
America’s Cup World Series Naples – Classifica provvisoria (Dopo due regate su sette)

1. J.P. Morgan BAR (Ben Ainslie) – punti 21
2. Emirates Team New Zealand (Dean Barker) – 20
3. Luna Rossa Piranha (Chris Draper) – 18
4. ORACLE TEAM USA (Tom Slingsby) – 16
5. Energy Team (Yann Guichard) – 14
6. Luna Rossa Swordfish (Francesco Bruni) – 14
7. Artemis Racing White (Charlie Ekberg) – 11
8. China Team (Mitch Booth) – 7
9. HS Racing (R. Hagara/H.S. Steinacher) – 7

Share/Bookmark

America’s Cup Napoli: domani si inizia

mercoledì 17 aprile 2013 0 commenti


Tutti i team iscritti alle AC World Series di Napoli hanno preso parte alla sessione di allenamento ufficiale che si è svolta nel corso della giornata odierna nelle acque del Golfo di Napoli. Domani, giovedì, avranno inizio le regate valide per le AC World Series. 
Quello che si disputerà nel tratto di mare antistante la città partenopea sarà l’evento conclusivo delle AC World Series 2012-2013. ORACLE TEAM USA è al comando della classifica e a cercare di chiudere il circuito con un trionfo sarà Tom Slingsby, chiamato a sostituire James Spithill, rimasto a San Francisco per seguire la messa a punto dell’AC72 del team statunitense. Slingsby si è detto consapevole che sostituire Spithill non sarà facile ma nonostante sappia di essere poco più che un debuttante come timoniere a bordo dell’AC45 è fiducioso di poter puntare a un buon risultato. 
“Penso che il nostro team, nonostante sia giovane, possa cavarsi qualche soddisfazione e stupire più di una persona – ha commentato – Abbiamo un buon controllo della barca: dobbiamo solo maturare esperienza tra le boe”. 
Un altro team che debutterà in quel di Napoli è HS Racing, guidato dal due volte campione olimpico Roman Hagara, che non vede l’ora di sfidare il meglio della flotta nel corso della settimana. 
“Contiamo di crescere regata dopo regata e chiudere qualche prova nelle posizioni di testa – ha spiegato – Gli altri equipaggi hanno molte più ore di navigazione, ma credo che potremmo creare più di un grattacapo agli avversari”. 
Al termine degli allenamenti odierni, gli skipper sono saliti sul palco allestito su Lungomare Caracciolo per incontrare il pubblico. La folla è stata entusiasta di poter rivolgere domande ai protagonisti della manifestazione. 
Dal momento dell’inaugurazione dell’AC Village, avvenuto lo scorso week end, sono sempre di più le persone che affollano il tratto di costa compreso tra Castel dell’Ovo e Mergellina per seguire le regate: un numero atteso in assoluto aumento nel corso dei giorni a venire. 
Le regate valide per le AC World Series Napoli saranno trasmesse in diretta tramite il canale YouTube dell’America’s Cup a partire dalle ore 14 di giovedì. 
  
La copertura televisiva sarà garantita dalla Rai sulla base del seguente palinsesto:
18 aprile - 14.00-16.00 Live su Rai Sport 1 
19 aprile - 14.00-16.00 Live su Rai Sport 1 
20 aprile - 14-16.10 Live su Rai 2  
21 aprile - 16.00 circa su Rai Sport 1 (a seguire la finale di tennis) 
  
Le regate verranno replicate su Rai Sport 2 (gli orari verranno confermati prossimamente) 
  
America’s Cup World Series Championship 2012-2013 – Classifica provvisoria
ORACLE TEAM USA (Slingsby) – 165
Luna Rossa Piranha (Draper) – 121
Artemis Racing White (Ekberg) – 120
J.P. Morgan BAR – 116
Energy Team – 102
Emirates Team New Zealand – 100
Luna Rossa Swordfish – 71
China Team – 43
HS Racing – 0

Share/Bookmark

Secondo posto per Luna Rossa Piranha

domenica 14 aprile 2013 0 commenti


Trofeo Grande Vela: Luna Rossa Piranha termina seconda e destina il suo premio in denaro alla ricostruzione della Città della Scienza di Napoli.

Partenza con brezza da 230°, 10-12 nodi di vento. Tutta la flotta parte mura a dritta verso il mare mentre Swordfish cerca subito il lato destro e fa una partenza mure a sinistra verso terra.
Il bordeggio verso Bagnoli è caratterizzato dalla classica tattica del Golfo di Napoli che, con questa direzione di vento, privilegia il bordeggio verso terra.
Piranha prende molto presto il comando della flotta, seguito da Emirates Team New Zealand che, partito male, ha recuperato molto terreno sugli avversari. Seguono Oracle Team USA e BAR.
A Punta Nera, prima di Nisida, ETNZ riesce ad allungare il bordo verso terra, uscendo con una buona prua e riuscendo a portarsi in vantaggio su Luna Rossa Piranha, che però riprende la testa della flotta nel bordeggio successivo.
Alla boa di Bagnoli ETNZ e BAR riescono, beneficiando di una raffica di vento favorevole, a portarsi al comando ma successivamente Luna Rossa Piranha riprende la seconda posizione approfittando di un errore di BAR che salta una boa di percorso.
Swordfish, con un attento bordeggio, riesce a portarsi in 4° posizione.
Nel Golfo di Pozzuoli il vento cala totalmente, rallentando tutta la flotta e aumentando il distacco tra le due barche di testa, ETNZ e Luna Rossa Swordfish, dal resto del gruppo.
L’attraversamento della baia di Bagnoli, da percorrere nei due sensi (sud-nord e nord-sud), è particolarmente lungo e penoso per via del vento quasi inesistente.
ETNZ è in testa, seguito da Luna Rossa Piranha, che mantiene il contatto fino all’ultima boa, quando una leggera raffica di vento sfavorevole la costringe a effettuare due strambate supplementari. ETNZ vira così la boa con netto vantaggio e si allunga, portando il suo distacco a diverse centinaia di metri.
Il resto del gruppo è distanziato con posizioni invariate: 3° Oracle, 4° Luna Rossa Swordfish (tenuto conto che BAR non è più in gara) e 5° Energy in contatto ravvicinato tra di loro.
Una volta uscita dal Golfo di Bagnoli la flotta ritrova la brezza fresca: Luna Rossa Piranha recupera terreno su ETNZ che però è ormai lontana e imprendibile. Nel gruppo degli inseguitori Energy e Luna Rossa Swordfish battagliano fino all’ultimo bordo prima dell’arrivo, alternando le posizioni, ma alla fine Francesco Bruni  ha la meglio su Yann Guichard e mantiene la 4° posizione, dietro a Oracle Team USA.

Luna Rossa Piranha ha destinato il suo premio in denaro di 15.000 Euro alla ricostruzione della Città della Scienza di Napoli.

Classifica
1. Emirates Team New Zealand
2. Luna Rossa Piranha
3. Oracle Team USA Slingsby
4. Luna Rossa Swordfish
5. Energy Team France
6. Artemis Racing White
7. China Team
Ben Ainslie Racing DNF

Share/Bookmark

America's Cup Napoli si comincia!

sabato 13 aprile 2013 0 commenti


Il Comitato Organizzatore dell'America's Cup Napoli 2013 ha reso noto il Calendario completo di eventi e regate con i relativi orari. Eccolo

SABATO 13 APRILE
- 11:00 Inaugurazione AC World Series Village
- 12:00 Partenza Trofeo Grandevela – Velalonga
- 20:30 Cerimonia di apertura AC World Series – Piazza Plebiscito

DOMENICA 14 APRILE
- 10:00-19:30 Apertura AC World Series Village Area Espositori
- 11:30 Partenza Trofeo Grandevela – Coast Parade
- 14:00 Inizio dei programmi e degli eventi di intrattenimento
- 21:00 Acts & Concerts / Intrattenimento serale:
Solis String Quartet, Teresa Salgueiro
Dj Set: Alessandro Ippolito e Gabriele Canò (Empro Nut Academy)
Conduce: Maria Silvia Malvone – Radio Kiss Kiss Napoli

LUNEDI' 15 APRILE
- 10:00-18:30 Apertura AC World Series Village Area Espositori
- Allenamento AC45 (non obbligatorio per i team)
- 11:00 Inizio dei programmi e degli eventi di intrattenimento
- 21:00 Acts & Concerts / Intrattenimento serale:
Giovanni Block, Daby Toure’ & Enzo Avitabile
Dj Set: Alessandro Ippolito e Gabriele Canò (Empro Nut Academy)
Conduce: Janpa Serino – Radio Club 91

MARTEDI' 16 APRILE
- 10:00-18:30 Apertura AC World Series Village Area Espositori
- Allenamento AC45 (non obbligatorio per i team)
- 11:00 Inizio dei programmi e degli eventi di intrattenimento
- 21:00 Acts & Concerts / Intrattenimento serale:
Antonio Onorato e Toninho Horta
Dj Set: Maverick the deejay (Empro Nut Academy)
Conduce: Roberto Barone – Radio Capri e Radio Yacht

MERCOLEDI' 17 APRILE
- 10:00-18:30 Apertura AC World Series Village Area Espositori
- 11:00 Inizio dei programmi e degli eventi di intrattenimento
- 14:00 AC World Series Napoli – Allenamento ufficiale
- 16:00 Dock-in Show
- 16:30 Napoli incontra gli skipper dell’America’s Cup World Series
- 21:00 Acts & Concerts / Intrattenimento serale:
Enzo Gragnaniello e Ricky Montanari
Conduce: Gigio Rosa – Radio Marte

GIOVEDI' 18 APRILE
- 10:00-18:30 Apertura AC World Series Village Area Espositori
- 11:00 The America’s Cup Morning Show
- 12:00 Inizio dei programmi e degli eventi di intrattenimento
- 13:00 Dock-out Show
- 13:45 AC World Series Naples – Qualificazioni del match race e quarti di finale
- 14:50 AC World Series Naples – Regate di flotta, prima e seconda
- 16:00 Dock-in Show
- 21:00 Acts & Concerts / Intrattenimento serale:
Simona Molinari e Diego Moreno
Dj Set: Mastrantonio (Empro Nut Academy)
Conduce: Titta Masi – Radio CRC

VENERDI' 19 APRILE
- 10:00-18:30 Apertura AC World Series Village Area Espositori
- 11:00 The America’s Cup Morning Show
- 12:00 Inizio dei programmi e degli eventi di intrattenimento
- 13:00 Dock-out Show
- 14:05 AC World Series Naples – Quarti di finale del match race
- 14:50 AC World Series Naples – Regate di flotta, terza e quarta
 - 16:00 Dock-in Show
- 21:00 Acts & Concerts / Intrattenimento serale:
Compagnia di Canto Popolare e Gipsy King Family
Dj Set: Maverick the deejay (Empro Nut Academy)
Conduce: Valter De Maggio – Radio Kiss Kiss Napoli

SABATO 20 APRILE
- 10:00-18:30 Apertura AC World Series Village Area Espositori
- 11:00 The America’s Cup Morning Show
- 12:00 Inizio dei programmi e degli eventi di intrattenimento
- 13:00 Dock-out Show
- 14:05 AC World Series Naples – Semi finali di match race
- 14:50 AC World Series Naples – Regate di flotta, quinta e sesta
- 16:00 Dock-in Show
- 21:00 Acts & Concerts / Intrattenimento serale:
James Senese e Boosta (Dj set from Subsonica)
Conduce: Gigio Rosa – Radio Marte

DOMENICA 21 APRILE
- 10:00-18:30 Apertura AC World Series Village Area Espositori
- 11:00 The America’s Cup Morning Show
- 12:00 Inizio dei programmi e degli eventi di intrattenimento
- 13:30 Dock-out Show
- 14:40 AC World Series Naples – Finale di match race
- 15:15 AC World Series Naples – Settima regata di flotta
- 16:00 Premiazione dell'AC World Series Naples
- 23:00 Spettacolo pirotecnico

Share/Bookmark

Coppa America: villaggio in Piazza del Plebiscito

martedì 26 marzo 2013 0 commenti

Piazza del Plebiscito potrebbe ospitare il Villaggio della Coppa America. È l’ipotesi a cui si sta lavorando senza sosta in queste ore mentre è già scattato il conto alla rovescia per le regate, in programma all’ombra del Vesuvio dal 16 al 21 aprile.
Al Comune - che sta dialogando a tal proposito con la Prefettura, l’ACN e gli altri enti locali - l’idea piace. In questo modo, osservano a Palazzo San Giacomo, si potrebbe risolvere in parte il problema dell’edificio crollato alla Riviera di Chiaia: spostando le attività di intrattenimento al Plebiscito, verrebbero dirottati anche spettatori e turisti che arriveranno in massa a Napoli. Così si potrebbero arginare caos e disagi che altrimenti rischiano di essere inevitabili.
Al tempo stesso l’operazione consentirebbe di valorizzare di nuovo la piazza che un tempo ospitava concerti e kermesse e che oggi somiglia invece a un contenitore vuoto. Per il Villaggio restano comunque in campo le altre due ipotesi, ugualmente praticabili: la Villa Comunale e il lungomare. Molto, in questo senso, dipenderà dalle valutazioni del prefetto Francesco Musolino sugli aspetti relativi all’ordine pubblico: riservare il Plebiscito per la Coppa America significa limitare eventuali sit-in e manifestazioni di protesta che normalmente durante l’anno si svolgono davanti alla Prefettura.
Di sicuro piazza del Plebiscito ospiterà, come nel 2012, la cerimonia di inaugurazione delle World Series, prevista sabato 13 aprile. Sempre sabato si terrà la prima regata (Velalonga) organizzata dai circoli velici napoletani, che replicano anche domenica, stavolta con i catamarani che si spingeranno fino a Pozzuoli e ritorno.
Dopo la pausa di lunedì, da martedì 16 a domenica 21 aprile scatteranno le World Series: il primo giorno sarà dedicato alle prove libere, il secondo alle qualificazioni, gli altri alle gare. L’appuntamento di Napoli vede al via gli stessi competitor già in azione un anno fa: nove barche in acqua, inclusi i defender di Oracle e i nemici di Artemis, forti dell’esperienza di Cayard. Oltre a loro e ai campioni americani, ci saranno i kiwi di Team New Zealand; la sorpresa Team Korea; Energy Team, i cinesi, gli inglesi di Jo Morgan e ovviamente le due Luna Rossa, Swordfish e Piranha. Un programma articolato che è stato presentato dagli organizzatori nel corso del road show appena concluso.
La prima tappa è stata la Bit di Milano, dove l’ACN ha anticipato i contenuti e le offerte della kermesse. Dal 6 al 10 marzo è stata invece la volta della fiera internazionale del turismo Itb, che si svolge ogni anno a Berlino. Infine, dal 20 al 23 marzo, l’amministratore unico Mario Hubler si è spostato a Mosca per portare la Coppa America partenopea alla Mitt.
La sfida è fare meglio dell’anno scorso, quando sul lungomare giunsero oltre 500mila persone e si registrarono numeri imponenti: 98 ore di diretta televisiva in più di 20 Paesi, 220 testate giornalistiche accreditate in rappresentanza di 13 Paesi, 60mila accessi giornalieri al sito, un aumento del 2,6 per cento delle presenze negli alberghi, un incremento del 7 per cento del traffico aereo e del 25 per cento di quello ferroviario. Ora le istituzioni locali sperano di raggiungere un milione di presenze.
La nave portacontainer «Fabienne» è intanto attraccata al molo 55 di Conateco. Trasporta 80 container americani con i materiali per l’area tecnica e le prime imbarcazioni. Nelle prossime ore inizieranno le operazioni di scarico e trasporto in via Caracciolo, che accoglierà l’area tecnica. Fino all’inizio della competizione in città sbarcheranno altre 20 navi.
E ieri a Palazzo San Giacomo sono state aperte le buste con le offerte per l’appalto di allestimento del village e di gestione della parte amministrativa. Tre le ditte che hanno presentato offerte.

Fonte: Il Mattino.it

Share/Bookmark

Luna Rossa in rotta verso Napoli

martedì 19 marzo 2013 0 commenti

Dopo sei mesi di allenamenti e regate nell’estate australe il Team Luna Rossa lascia Auckland per riprendere l’attività agonistica a Napoli, dove parteciperà all’ultima tappa delle America’s Cup World Series (16 – 21 Aprile) con i due catamarani AC 45 Luna Rossa Piranha e Luna Rossa Swordfish, che saranno timonati rispettivamente da Chris Draper e Francesco Bruni.

Nelle immagini del filmato sottostante, commentate dallo skipper di Luna Rossa, Max Sirena, sono illustrati alcuni momenti della navigazione nel Golfo di Hauraki, con l’impressionante AC 72;
è questa la classe di catamarano con cui si disputeranno le regate della Louis Vuitton Cup – Challengers’ Selection Series e dell’America’s Cup a partire da Luglio a San Francisco.

Share/Bookmark

Presentata l’America’s Cup Napoli 2013

venerdì 15 febbraio 2013 0 commenti

Questa mattina presso la Borsa Internazionale del Turismo di Milano Rho, nello stand della Regione Campania si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della tappa napoletana dell’America’s Cup World Series 2013.
Alla cerimonia di presentazione sono intervenuti, il presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, il presidente della Provincia di Napoli, Antonio Pentangelo, il presidente della Camera di Commercio di Napoli, Maurizio Maddaloni e l’amministratore unico di Acn srl, Mario Hübler.
Per partecipare all’incontro con i giornalisti, da San Francisco, è giunto a Milano Tom Ehman, vice commodoro del Golden Gate Yacht Club, il club del Defender, l’attuale detentore dell’America’s Cup, Oracle Team Usa. Ha partecipato all’evento anche Niccolò Porzio di Camporotondo, direttore commerciale e istituzionale per l’Italia del America’s Cup Event Authority.
I migliori velisti al mondo torneranno a regatare nelle acque di Napoli, dal 16 al 21 aprile, un giorno di regate in più rispetto allo scorso anno, per disputare la terza e ultima tappa delle America’s Cup World Series 2012-2013. I team si daranno battaglia a bordo dei velocissimi AC45, catamarani di ultima generazione.
Per molti equipaggi in gara la competizione sulle acque del Golfo di Napoli sarà l’occasione non soltanto per tentare di aggiudicarsi le America’s Cup World Series, ma anche per mettere a punto la preparazione per la Coppa America, in gioco a San Francisco  dal 7 al 22 settembre.
Le regate napoletane si svolgeranno anche quest’anno in uno specchio d’acqua breve e compatto, a pochi metri dal Lungomare di via Caracciolo, circostanza che permetterà al pubblico di vivere l’evento da vicino.

Share/Bookmark

L’America’s Cup ritorna a Napoli nell’aprile 2013

martedì 13 novembre 2012 0 commenti


I migliori velisti al mondo torneranno a regatare nelle acque del Golfo di Napoli dal 16 al 21 aprile in occasione della prima tappa delle America’s Cup World Series in programma nel 2013.
Napoli ha ospitato le AC World Series nell’aprile 2012, regalando a un pubblico di oltre 500000 spettatori grandi emozioni con regate avvincenti e con il debutto straordinario del team italiano Luna Rossa Challenge che in quell’occasione ha vinto il campionato di flotta e concluso in seconda posizione quello riservato al match race.
“Siamo molto felici di tornare a Napoli per l’unica tappa in programma in Europa nel 2013”, ha detto Stephen Barclay, il CEO della 34ma America’s Cup. “I Napoletani sono accorsi in gran numero per assistere alle regate e festeggiare Luna Rossa nel 2012; ci aspettiamo un altro grande evento per l’edizione 2013.”
“Abbiamo lavorato molto a fianco dei nostri partner per assicurare nuovamente alla città lo svolgimento delle America’s Cup World Series,” ha dichiarato Mario Hubler, Amministratore Unico di ACN, la società di scopo costituita per la gestione dell’evento. "Ora dobbiamo rimboccarci le maniche e, in collaborazione con ACEA, far sì che le regate del 2013 abbiano un successo ancor maggiore di quelle dell'aprile scorso.”
Le America’s Cup World Series vedono undici team tra i migliori al mondo darsi battaglia a bordo dei velocissimi AC45, catamarani di ultima generazione dotati di ala rigida. Le regate si svolgono su campi di regata brevi e stretti a pochi metri dalla costa, pensati per mettere alla prova gli equipaggi e per permettere al pubblico di vivere l’azione da vicino. Il team statunitense ORACLE TEAM USA, Defender dell’America’s Cup 2013, è attualmente al comando della classifica della stagione 2012-13.
In seguito alla tappa italiana a Napoli, l’America’s Cup World Series si concluderà negli Stati Uniti a fine maggio. I dettagli delle tappe americane verranno presentati prossimamente.

Share/Bookmark

Al via il V Campionato Autunnale di Vele di Levante

sabato 6 ottobre 2012 0 commenti

Domenica 7 Ottobre 2012 alle ore 11.25, scatta il V Campionato Autunnale di Vele di Levante. 35 le barche iscritte con la possibilità di partecipazione di terzi anche alle singole prove. La suddivisione della flotta prevede raggruppamenti Orc. per le barche con certificato di stazza aggiornato e due raggruppamenti per la classe libera.
La prima regata delle quattro previste, sarà il “Trofeo Terra delle Sirene” organizzata dai circoli di Vico Equense, Meta e Piano di Sorrento, che si svolgerà domenica 7 ottobre.
Il percorso di regata prevede in sostanza: la partenza posizionata tra i due porti di Meta e Piano, una boa posta al vento, una seconda da doppiare in prossimità della baia di Seiano, da dove si svilupperà un ulteriore percorso a bastone da ripetere 2/3 volte in base alle condizioni del vento, al tipo di classe di appartenenza e alla decisione finale del CdR. Circa nove le miglia da affrontare per le barche più grandi, un paio in meno per le piccole.
La premiazione della stessa, si svolgerà il venerdì successivo 12 Ottobre a Seiano alle ore 20.00 presso il locale Circolo del Tennis. Questi a grandi linee i punti salienti da ricordare insieme al classico auspicio di Buon Vento a tutti i partecipanti e a questa manifestazione che riporta la nostra flotta alla sua dimensione ideale; vivere intensamente il mare di questo meraviglioso "levante" del Golfo di Napoli. 

Share/Bookmark

Grande successo per il Trofeo De Martino

lunedì 10 settembre 2012 0 commenti


Il Trofeo Eduardo De Martino giunge con questa edizione 2012 al suo ventiquattresimo giro di boa, ma gli anni non si fanno sentire e l’entusiasmo dei partecipanti e degli organizzatori, sembrano quelli dei primi anni; ottimo successo di partecipazione in mare, con 32 imbarcazioni provenienti da tutta Italia dalla Toscana alla Sicilia, passando per la Campania tutta (dal Cilento a Monte di Procida), ed in banchina, con un pubblico di appassionati che hanno animato il porto di Sorrento lungo il molo e la spiaggia sottostante l’Hotel Vittoria.
Il grande protagonista della consueta due giorni di regate a Sorrento, è stato comunque il vento di ponente, dolce da ovest nella giornata di sabato con rafforzamenti nella regata della domenica, che ha permesso a questi “gioielli del mare” di sfilare lungo la costa sorrentina. Il Trofeo Eduardo De Martino, che si aggiudica in base ad un combinato punteggio di prestazioni agonistiche e di esame di omologia ed autenticità, è stato vinto dal gozzo sorrentino Santa Rosa, ma assegnato al secondo classificato, l’imbarcazione Giovannina, uno dei tanti capolavori vincenti dello storico cantiere del legno della famiglia Aprea; nella classe vela latina, quest’anno numerosissima con 22 imbarcazioni, ha vinto, nella sezione gozzi, il veloce Santa Rosa del comandante Giancarlo Antonetti, mentre nella classe gozzetti e lance l’ha fatta da padrone la marineria metese con le imbarcazioni Santa Filomena e Mastu Ciccio dell’associazione Amici del Mare; nella classe regate e barche da crociera vittorie per il dinghy 12een feets Sunshine dell’associazione velico/culturale “Asso vel’a tarchia” e l’imbarcazione Finimondo del circolo nautica Riviera di Massa, mentre nella prestigiosa prova di omologia ed autenticità ha primeggiato una vera e propria perla della marineria locale, Francesca Bella dell’ingegnere Gino Aiello, tipica “barchetta” utilizzata per la visita alla Grotta Azzurra di Capri. Da segnalare, quest’anno, la presenza delle migliori testimonianze della cantieristica in penisola sorrentina, con la partecipazione dei maestri d’ascia Michele Cafiero, di Meta, Antonino Aprea, del borgo di Marina Grande, Antonino Tramontano della Marina Piccola di Sorrento e di Giovanni Cammarano, proveniente da Pisciotta; le flotte più numerose, quella metese, proveniente dal “Circolo Nautico Marina di Alimuri” e dall’associazione “Amici del Mare”, e sorrentina, con l’Asso vel’a Tarchia, hanno accolto le imbarcazioni provenenti dai circoli nautici di Pisciotta e Salerno, dalle sezioni della Lega Navale di Castellammare di Stabia e Torre del Greco, dai circoli nautico Riviera Massa e Portosalvo Girolamo Vitolo, dai borghi marinari di Marina Grande e Marina della Lobra. Bella e frizzante la premiazione, in cui dopo i sentiti ringraziamenti agli enti patrocinatori, tra cui si è distinto il Comune di Sorrento da sempre vicino alla manifestazione, sono stati assegnati i riconoscimenti agli equipaggi più giovani tra la commozione del pubblico per il ricordo del compianto Tito Sole, storico partecipante alla regata; la speranza è che si continui a tenere viva la passione ed a tramandare alle nuove generazioni lo “spirito ed il cuore” degli organizzatori di questa splendida manifestazione velico-culturale sorrentina che, con sobrietà, semplicità e amore per il mare porta lustro e notorietà alla città di Sorrento, e costituisce un patrimonio da tutelare e preservare.

Share/Bookmark

Vela: week end col Trofeo De Martino

martedì 4 settembre 2012 0 commenti


L’imperdibile “classica” per vele d’epoca in Penisola Sorrentina

Ormai è una tappa obbligata per gli appassionati di mare ed i velisti di tutt’Italia; ed anche quest’anno si rinnova nel golfo di Sorrento il consueto appuntamento con il“Trofeo Eduardo De Martino”, raduno velico per scafi d’epoca organizzato dal comitato fondatore e dall’associazione velico culturale Asso vel’a tarchia, giunto quest’anno alla sua ventiquattresima edizione; la manifestazione, definita dalla rivista specializzata Yacth Digest (anno 2005, n. 3) come “..il più importante evento nazionale dedicato alle barche d’epoca del Meridione..”, patrocinata dai Comuni di Sorrento e Meta e dall’Ente “Area Marina Protetta Punta Campanella” ed inserita nel calendario eventi della “Sorrento Fondazione”, si svolgerà nel secondo week-end di settembre, nei giorni 7, 8 e 9, nelle acque del golfo di Sorrento, ed avrà il suo centro organizzativo nell’area del suo porto turistico. L’edizione 2012 ha un sapore particolare, storico, per la ricorrenza del centenario della morte del suo ispiratore, Eduardo De Martino, il pittore marinista originario della penisola sorrentina, vanto della stessa, Cavaliere dell’Ordine della Corona d’Italia nel 1892, Commander of Victorian Order (Regno Unito) nel 1902, nominato “Pittore di Marina di Ruolo” da S.M. la Regina Vittoria e, riconfermato nello stesso ruolo nel 1910, da S.M. il Re Giorgio V°. Il programma della kermesse, che ha quale unico scopo ed intento la valorizzazione delle numerose imbarcazioni d’epoca italiane, quest’anno prende il via venerdì 7 settembre, alle ore 20:30, con la conferenza che si terrà presso il centro culturale della biblioteca comunale di Piano di Sorrento, a cura della dott.ssa Luigina De Vito Puglia dal titolo “Eduardo De Martino da ufficiale di marina a pittore di corte”; nei giorni 8 (sabato) e 9 (domenica), poi il consueto doppio appuntamento agonistico con regate, prove di marineria lungo l’intera banchina e la caratteristica “cena degli equipaggi”, il tutto caratterizzato da un’ unico motivo conduttore: sobrietà, semplicità e tradizione.
Quest’anno l’evento costituirà la “tappa d’onore” del Circuito delle Sirene, kermesse campana per vele latine, composta da 7 appuntamenti che, dopo Napoli, Salerno, Pollica/Acciaroli, Sapri, Pisciotta, e Sorrento appunto, si concluderà con la regata “Santa Maria del Lauro”, nelle vicine acque di Meta nel successivo fine settimana. A contendersi l’ambito Trofeo De Martino, opera d’arte donata annualmente dalla sezione locale di Italia Nostra, sono attese oltre 40 imbarcazioni, pronte a sfidare il vincitore della scorsa edizione, lo sloop da regata Tampasia, dell’armatore Scarselli di Castellammare di Stabia che, nonostante l’ex aequo sul campo di regata risultò vincitore, per maggiore anzianità dell’anno di costruzione, sullo splendido monotipo Aquila di Rodolfo Izzo; nelle vele latine, invece, sarà una regata all’ultima virata per raggiungere il punteggio decisivo per la vittoria del Circuito delle Sirene. Ma non solo regate, saranno infatti presenti le migliori testimonianze della cantieristica del legno in Campania, con la partecipazione dei maestri d’ascia Giovanni Cammarano, proveniente da Pisciotta Michele Cafiero, di Meta, Cataldo ed Antonino Aprea, del borgo di Marina Grande a Sorrento, ed Antonino Tramontano del borgo di Marina Piccola, che aprirà per l’occasione le porte del suo storico monazero dove si potrà ammirare il “mestiere” di costruzione e restauro delle lance sorrentine. Il Trofeo Eduardo De Martino costituisce il fiore all’occhiello del “Programma vela e cultura 2012” dell’associazione Asso vel’a tarchia, presieduta dal Comandante Giancarlo Antonetti, che da anni si impegna per la tutela e valorizzazione del patrimonio marinaro della penisola sorrentina; la manifestazione, infatti, costituisce l’appendice dei “Corsi di Vela Latina” organizzati dalla stessa associazione, durante i mesi di luglio ed agosto nello specchio acqueo in concessione in Sorrento, località Marina di San Francesco, e fungerà da banco di prova per gli allievi più meritevoli. Appuntamento, quindi, a Sorrento dal 7 al 9 settembre, e buon vento a tutti gli amanti di questo modo naturale e poetico di vivere il mare.

Share/Bookmark

Vela latina, il Santa Rosa trionfa a Sapri

martedì 28 agosto 2012 0 commenti

Ancora il Cilento per la quarta tappa del circuito campano delle vele latine, che si è svolta questa volta nelle cristalline acque del golfo di Sapri; il “Trofeo La Spigolatrice”, magistralmente organizzato dal Circolo Nautico Sapri presieduto da Carolina Brandi, è stato conquistato dal gozzo sorrentino  “Santa Rosa”, dell’armatore Giancarlo Antonetti, iscritto all’associazione velico culturale “Asso vel’a tarchia” di Sorrento, già vincitore dei precedenti appuntamenti di Napoli/Bagnoli, Salerno e Pollica/Acciaroli.
L’equipaggio sorrentino, timonato dallo stesso armatore, e composto dallo skipper Renato Antonetti, dal fiocchista Giovanni Gargiulo e dal giovane prodiere Renato Amuro, ha avuto la meglio, tagliando il traguardo per primo nelle due regate della kermesse svoltasi sabato 25 e domenica 26, sulle altre imbarcazioni di casa, e sugli splendidi legni armati a vela latina di Pozzuoli, Pisciotta, Napoli, Salerno, Sapri e Meta, presente con la lancetta “Santa Filomena” dell’associazione “Amici del Mare”, classificatasi al secondo posto nella sua classe di regata; ospite d’onore l’imbarcazione “Zaira”, in rappresentanza della marineria di Siracusa ed iscritta all’associazione “Vela Latina Trapani”.
Anche il meteo ha collaborato alla riuscita dell´evento regalando condizioni ideali, con leggero vento di ponente, soprattutto nel primo giorno di regata.
La manifestazione era valida come tappa del Circuito Campano delle Vele Latine, , che ha già toccato quest´anno Napoli/Bagnoli, Salerno, Pollica/Acciaroli, con i “fuori programma” di Amalfi e Favignana, in Sicilia; e dopo la tappa conclusiva in Cilento, con la “Regata delle Tre Torri” a Pisciotta il prossimo 1° e 2 settembre, saranno proprio Sorrento e Meta, con la 24esima edizione del “Trofeo Eduardo De Martino” e con il “Santa Maria del Lauro”, rispettivamente il secondo e terzo week end di settembre, le tappe conclusive del circuito.

Share/Bookmark

Mare accessibile per i portatori di handicap

lunedì 16 aprile 2012 0 commenti


La Camera di Commercio di Latina nell’ambito della manifestazione Yacht Med Festival che si svolgerà a Gaeta dal 21 al 29 Aprile 2012 lancia una iniziativa per consentire l’accessibilità in mare a tutti i portatori di disabilità promuovendo il progetto dell’Approdo Paulus che mette a disposizione una imbarcazione accessibile a tutti i portatori di disabilità.

L’imbarcazione Sabaudia Prima, una barca a vela di 12 metri, con una passerella molto speciale che permette l’accesso a bordo a tutti i tipi di disabilità sarà messa a disposizione per tutto il periodo del Yacht Med Festival e rimarrà a disposizione anche per i circoli velici e sportivi, nonché tutte le associazioni e gli enti del territorio che ne vorranno fare richiesta.
Lo scopo è rendere normale, qualcosa che ancora normale non è. L’iniziativa di cominciare a rendere accessibile a tutti, senza alcuna barriera anche il mare, è un’esperienza che mancava e, per i cittadini che vivono sul mare, significa tanto.
Un ulteriore tassello da aggiungere alle conquiste delle pari opportunità e dell’integrazione che conta oltre duecentomila disabili in tutta Europa, con l’Italia che ha servizi e strutture accessibili capaci di coprire a malapena il fabbisogno del 10% .
È la prima volta in assoluto che, almeno sulla costa del Tirreno qualsiasi tipologia di disabilità, inclusi anche i disabili in carrozzina, potranno vivere una autentica esperienza di mare in barca lungo la costa e visitare luoghi straordinari ricchi di storia e bellezze naturali quali la Riviera di Ulisse con la possibilità di “timonare”, liberi di muoversi come in qualsiasi altro luogo prevedendo un accessibilità a 360° per i portatori  di handicap in carrozzina.
La barca Sabaudia Prima in arrivo a Gaeta è dunque preludio di un progetto più ambizioso che prevede  l’allestimento di un imbarco accessibile permanente con le sinergie delle associazioni del territorio, completamente dedicato alle iniziative sociali e didattiche e che consentirà anche alle persone con ridotta mobilità, (incluso l’uso della carrozzina), di poter svolgere, tra le varie attività, escursioni in mare, pilotare barche, fare il bagno e andare sott’acqua, al pari, di chiunque altro.

Salvatore Siviero

Per chi fosse interessato ecco un filmato illustrativo della Sabaudia Prima

Share/Bookmark

America's Cup, tra un mese tutti a Venezia

domenica 15 aprile 2012 0 commenti

Lasciata Napoli i catamarani della America's Cup fanno rotta sulla Serenissima. Gare in programma dal 12 al 20 maggio


Conto alla rovescia per il via alle regate delle World Series dell’America’s Cup a Venezia. Con la chiusura della kermesse velica di Napoli, si apre ufficialmente la corsa all’approdo dei velocissimi AC45 all’ombra di Piazza San Marco e di Palazzo Ducale dal 12 al 20 maggio. Presentato al Salone Nautico di Venezia il programma e lo stato d’avanzamento dei lavori. A fare da quartier generale alle imbarcazioni più veloci e ai migliori skipper del mondo, sarà l’antico Arsenale di Venezia con le sue Tese, Nappe, capannoni della Novissima e bacini di carenaggio, cornice irripetibile ed unica per questo appuntamento. Venezia abbraccia l'America's Cup in un incrocio unico tra tecnologia, sostenibilità, storia, tradizione e cultura. Con la città che rilancia la sua vocazione marinara e mette in mostra nella sua laguna e nel suo litorale la sua vocazione per lo yachting con aree, spazi acquei e servizi di alta qualità. La competizione velica più antica che utilizza le barche più tecnologiche, approda nel cuore storico della città che sul mare ha le fondamenta della sua grandezza secolare e che ora proprio attraverso tecnologia e sostenibilità (dalle opere di salvaguardia della laguna al Mose per la difesa dalle acque alte, agli studi sul mare) sta guardando al futuro percorrendo un cammino di modernizzazione.
 Il sindaco di Venezia Giorgio Orsoni ha detto che «non è solo la Coppa America che viene qui a fare un evento straordinario, è anche Venezia che dà qualche cosa a Coppa America per rendere ancora più importante questo evento. La marineria, le radicate tradizioni, l’eccellenza della nautica coniugate con la tecnologia, la velocità, l’innovazione dei materiali e delle tecniche costruttive applicate al mare. Il passato che convive con il futuro: questa è l’essenza dell’America’s Cup e questa è l’anima della Città». Alberto Sonino, delegato del sindaco di Venezia all’America’s Cup World Series, ha precisato che «Venezia offre un doppio campo di regata, in mare davanti al Lido e in bacino di San Marco. C'è la possibilità di vento di bora e o della tradizionale termica presente su Venezia. Questo ci mette al riparo da possibili problemi di troppo o troppo poco vento».
L’Arsenale sarà aperto tutti i giorni dal 12 al 20 maggio per l’intera durata della manifestazione. L’ingresso è gratuito e potrà essere effettuato sia dalla fermata Actv “Bacini” che dal lato di riva Sette Martiri dalla porta del padiglione delle navi in zona Marina Militare. In occasione delle feste e degli eventi speciali che punteggeranno la giornate dell'America's Cup World Series a Venezia, sono previste anche aperture speciali alla sera. Questi i team previsti per la tappa veneziana (il tabellone di gare e squadre potrebbe subire qualche variazione dell'ultimo momento a causa di esigenze organizzative). Italia con Luna Rossa (schiera con due imbarcazioni); Nuova Zelanda; Cina con China Team; Francia con Energy Team; Corea con Team Corea; Spagna con Greeencomm Racing (da confermare); Svezia con Artemis racing; Stati Uniti con Oracle (schiera con due imbarcazioni). Le regate si svolgeranno dalle ore 14 alle 16.30 circa, su due percorsi: uno in mare aperto, davanti a San Nicolò del Lido (campo 1), e uno in laguna (campo 2), tra l’isola del Lido, il bacino di San Marco e punta della Dogana. Le gare in programma da mercoledì a venerdì saranno trasmesse in diretta da Mediaset.

Share/Bookmark

Il piranha azzanna la coppa

Luna Rossa Piranha vince la World series di Napoli, Artemis prima nei match race, Oracle in velocità




















Luna Rossa Piranha timonata dall’inglese Chris Draper ha vinto l'ultima regata delle World series a Napoli, e l'intero set di gare napoletane. Un momento indimenticabile per la squadra italiana, che ha trionfato su Oracle Racing di Spithill dopo una regata all'insegna della mancanza di vento. Ecco la classifica finale delle World series di Napoli dopo l'ultima regata:

1) Luna Rossa Piranha     92 punti
2) Oracle Racing Spithill   77 punti
3) Team New Zealand       60 punti
4) Energy Team                  54 punti
5) Team Korea                    49 punti
6) Luna Rossa Swordfish   41 punti
7) Artemis Racing               40 punti
8) Oracle Racing Bundock  37 punti
9) China Team                      15 punti

In mattinata Artemis Racing aveva trionfato nell'evento di match race. Dopo aver superato nella prima semifinale Luna Rossa Swordfish, Artemis si è ripetuta nell'ultimo atto, battendo anche l'altra imbarcazione di Luna Rossa, Piranha, che in precedenza aveva avuto la meglio su Oracle Racing Bundock.

Nel successivo AC500 Speed trial si è imposta Oracle Racing Bundock, distanziando di 0,02 centesimi Artemis e di 1,94 decimi Luna Rossa Swordfish. L'AC500 Speed Trial è una prova di velocità pura sui 500 metri, nonchè la penultima regata delle World Series a Napoli. Il catamarano dello skipper Darren Bundock ha realizzato il miglior tempo comprendo la distanza in 47"56. Al secondo posto si è piazzata la barca svedese  Artemis  (47"58) mentre terza è giunta Luna Rossa Swordfish con lo skipper Max Sirena che ha coperto la distanza in 49"50.

La gara si è svolta in due manche, in ognuna delle quali le barche sono partite lanciate, coprendo la distanza di 500 metri contro il cronometro. I tempi migliori sono stati realizzati nella seconda manche, grazie al vento più forte, che ha raggiunto i venti nodi. Oracle Biundock aveva comunque realizzato il miglior tempo anche nella prima manche, chiudendo con 53"94.

Questa la classifica finale dello Speed Trial: Orackle Racing Bundock - 47"56; 2) Artemis Racing +0"02; 3) Luna Rossa Swordfish +1"94; 4) Energy Team +3"95; 5) China Team +3"97; 6) Team Korea +5"23; 7) Luna Rossa Piranha +8"69;  8) Oracle Racing Spithill +10"89; 9) Emirates Team New Zealand  +11"50.

Share/Bookmark

DISCLAIMER - Penisola Sport è un blog d’informazione senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento. La testata ambisce ad essere una piena espressione dell'art. 21 della costituzione italiana. Pur essendo normalmente aggiornato più volte quotidianamente, non ha una periodicità predefinita e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'autore si riserva, tuttavia, la facoltà di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contrario al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.