Visualizzazione post con etichetta CALCIO. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta CALCIO. Mostra tutti i post

Longobardi gol al 120’ Atletico Sorrento promosso in Prima Categoria

lunedì 21 maggio 2018 0 commenti


Atletico Sorrento-Lavorate 1-0 (DTS)

Atletico Sorrento: Miccio; Arcucci, Veropalumbo, Schiazzano; De Simone (98’ Ruocco), Verde, De Maria (107’ Satariano), Russo; Di Gregorio (35’ Ferrara); Solimene (59’ Longobardi), Mantice (113’ Bisogno). A disposizione: Armano, Rega. Allenatore: Marcello Ferrara.
Lavorate: Adiletta, Piscoquito, Peluso. De Biase C., Rainone, Savino (80’ Corrado), De Biase A. (64’ Fezza), Sabatino (88’ Aufiero), Liguori (105’ Albero), Gigi, Squillante (91’ Squitieri). A disposizione: De Filippo, Guastafierro. Allenatore: Maurizio Manna.
Arbitro: Diego De Gisi di Avellino
Rete: 120’ Longobardi (S)
Ammoniti: Veropalumbo, Di Gregorio, De Maria, Longobardi (S); Adiletta, Peluso, De Biase C., De Biase A., Aufiero, Squitieri (L). Espulsi: 75’ Manna allenatore Lavorate; 92’ Peluso (L) per doppia ammonizione; 114’ Adiletta per proteste.

Al termine di 120 minuti carichi di tensione che hanno impedito alle due squadre di esprimersi al meglio delle proprie possibilità (e con i recuperi si è arrivati quasi a 130) l’Atletico Sorrento ottiene MERITATAMENTE il pass per la Prima Categoria. La rete di Luigi Longobardi che ha deciso la finalissima dei playoff del girone G della Seconda Categoria tra Atletico Sorrento e Lavorate è stata messa ha segno un attimo prima del fischio di chiusura del match. L’ottimo direttore di gara il signor De Gisi di Avellino ha prima convalidato la rete e subito dopo sancito la conclusione dell’incontro con i rituali tre fischi, un attimo prima di essere costretto a mostrare al Longobardi il secondo cartellino giallo che gli sarebbe costata l’espulsione per essersi tolto la maglia nell’intento di festeggiare la storica segnatura.
Prima di passare alla cronaca dell’intero incontro, dobbiamo innanzitutto rendere merito alla squadra avversaria il Lavorate che per quello che ha fatto durante l’intera stagione avrebbe meritata anche essa la promozione alla Prima Categoria ma che purtroppo ha avuto la sfortuna di trovarsi a competere con due autentiche corazzate quali l’Olimpia Capri e l’Atletico Sorrento. Ieri durante l’incontro il comportamento del Lavorate non è stato esemplare, lo attestano le tre espulsioni comminate dall’arbitro, ma una volta smaltita la tensione della gara, giocatori e tifosi della squadra ospite hanno reso sportivamente il giusto omaggio ai vincitori complimentandosi con loro, per cui ritengo di poter affermare da queste pagine a nome di tutti i sostenitori rossoneri che gli stessi sarebbero molto contenti di poterli riaffrontare nuovamente nella prossima stagione in Prima Categoria.
Veniamo dunque al match. Marcello Ferrara ha riproposto la stessa formazione iniziale vista all’opera domenica scorsa con la sola eccezione di Antonio De Maria al posto di Gian Mario Rega in mediana, adottando il consueto 3-4-1-2 con Di Gregorio alle spalle di Solimene e Mantice e i due esterni di centrocampo De Simone e Russo che svolgevano compiti prettamente offensivi. Una disposizione a mia avviso troppo sbilanciata che consentiva agli sguscianti attaccanti del Lavorate, Gigi e Liguori, di affrontare la difesa rossonera uno contro uno. Al 21’ Sabatino riusciva a battere Miccio con un colpo di testa su cross dalla bandierina ma l’arbitro annullava per un fallo precedente di Gigi su Arcucci. Alla mezzora Marcello Ferrara decideva finalmente di rivedere la disposizione in campo dei rossoneri entrando in prima persona a sostituire l’incolpevole Di Gregorio e sistemandosi nel ruolo di esterno destro di difesa passando al 4-4-2. La mossa si rivelava azzeccata e da quel momento, approfittando anche del fisiologico calo fisico degli avversari che avevano speso tantissimo nella prima mezzora i rossoneri assumevano il comando delle operazioni evitando ulteriori pericoli per la porta difesa da Miccio. Pericoli che aumentavano esponenzialmente con il passare del tempo per il dirimpettaio Adiletta che riusciva comunque ad opporsi positivamente alle conclusioni di Solimene, Mantice e Russo. Al 59’ i rossoneri perdevano per infortunio Solimene sostituito da Longobardi. Poco dopo veniva allontanato dal campo Manna allenatore del Lavorate.
Il risultato non si schiodava dallo 0-0 iniziale e si rendeva quindi necessario disputare i tempi supplementari. Al 2’ del primo tempo supplementare veniva espulso Peluso del Lavorate per doppia ammonizione. Sebbene in inferiorità numerica gli ospiti si riversavano in avanti alla ricerca del gol non riuscendo comunque mai ad avvicinarsi all’area di rigore rossonera. Le migliori occasioni erano ancora a vantaggio dei rossoneri ma prima Russo e successivamente Ruocco non riuscivano a battere Adiletta. Al 114’ fallo su Longobardi in area sarnese e conseguente calcio di rigore. Adiletta perdeva la testa e protestava vivacemente nei confronti dell’arbitro rimediando il cartellino rosso. Lo sostituiva  tra i pali l’attaccante Gigi che riusciva ad intercettare di piede la conclusione di Longobardi deviandola in corner. Negli ultimi minuti di gioco il Lavorate sebbene in 9 contro 11 tentava il tutto per tutto ma era costretto ad arrendersi definitivamente alla controfuga del claudicante Longobardi che vinto un contrasto a metà campo riusciva ad impossessarsi nuovamente del pallone e lo andava a depositare nella porta sguarnita vanamente inseguito da un paio di avversari, rivalutando la propria prestazione dopo la macchia del rigore precedentemente sbagliato e dando il via ai festeggiamenti per la meritata promozione in Prima Categoria dell’Atletico Sorrento.


Share/Bookmark

Atletico Sorrento-Levorate, finalissima dei playoff della Prima Categoria

venerdì 18 maggio 2018 0 commenti

Domenica 20 maggio, con fischio di inizio fissato alle ore 17.30, al Campo Italia di Sorrento si giocherà la finalissima dei playoff promozione del girone G della Prima Categoria campana tra l’Atletico Sorrento e il Levorate. Le due squadre che unitamente all’Olimpia Capri hanno dato vita, come direbbe il popolare Riccardo Magrini, ad un emozionante “triello” risoltosi a favore della squadra isolana, solo nelle ultime battute del torneo. 
Le due squadre approdano alla partita decisiva dopo essersi sbarazzate rispettivamente del Victoria Marra (3-0) e dello Stabia Friends (1-0). Quello di domenica sarà il terzo scontro diretto tra le due formazioni che non si erano mai affrontate prima della stagione in corso. Nell’incontro di andata giocato al Campo Italia il 7 gennaio scorso prevalse l’Atletico Sorrento per 1-0 (gol realizzato un minuto prima del novantesimo da Gian Maria Russo) mentre quello di ritorno giocato a Sarno il 15 aprile si è concluso a reti inviolate. 
Il regolamento della finalissima prevede che sarà promossa in Prima Categoria la squadra che avrà segnato il maggior numero di gol al termine dei due tempi regolamentari di 45 minuti l’uno. In caso di parità al termine dei tempi regolamentari, si procederà con due tempi supplementari da 15 minuti l’uno. Se il pareggio persiste anche al termine dei tempi supplementari sarà promossa in Prima Categoria la squadra con il miglior piazzamento ottenuto al termine della stagione regolare vale a dire l’Atletico Sorrento.
Doveroso segnalare la bella iniziativa che sarà attuata dai ragazzi dell’Atletico Sorrento che scenderanno in campo indossando un nastro rosso contro la violenza sulle donne. 
«La violenza non ha genere sostiene il Vice Presidente Agata Spasiano e il messaggio che vogliamo lanciare non deve durare solo 90 minuti, deve arrivare anche ai nostri figli attraverso l’educazione allo sport. Saremo tutti uniti per gridare: stop alla violenza contro le donne. Mi auguro che allo Stadio ci saranno tanti giovani, perché la NON violenza si deve insegnare sin da bambini»... 
L’incontro sarà diretto dal signor Diego De Gisi della sezione AIA di Avellino. Questa volta il designatore ha fatto le cose per bene affidando l’incontro ad un arbitro esperto e maturo che saprà sicuramente dirigere le due squadre con la dovuta fermezza, requisito che è spesso venuto a mancare nel corso dell’annata. Diego De Gisi tra l’altro ricopre la carica di Delegato sezionale della sezione AIA di Avellino.

Share/Bookmark

L’Atletico Sorrento batte 3-0 il Victoria Marra e artiglia la finale playoff

domenica 13 maggio 2018 0 commenti

Atletico Sorrento-Victoria Marra 3-0

Atletico Sorrento: Miccio; Schiazzano, Veropalumbo, Arcucci; De Simone (78’ Palomba), Verde, Rega (68’ Ferrara), Russo; Di Gregorio (50’ De Maria); Mantice (67’ Bisogno), Solimene (72’ Longobardi). A disposizione: Armano, Ruocco. Allenatore: Ferrara.
Victoria Marra: Battaglia, Cascata, Librera, Palladino, Casillo (50’ Collaro), Balzano, Cirillo I (46’ Notangelo), Ferraioli (64’ Russo II), Russo I (90’ Cirillo II), Victor, De Martino (87’ Ascolese). A disposizione: Meniuk, Cavallaro. Allenatore: Aquino.
Arbitro: De Pascale di Salerno.
Reti: 28’ Russo (S) rigore, 62’ Solimene (S), 75’ Longobardi (S).
Ammoniti: Russo GM, Verde (S), Palladino, Cirillo I (VM). Espulsi all’80’ Cascata (VM) e Palomba (S).

Sontuosa prestazione dell’Atletico Sorrento che supera con un netto 3-0 il Victoria Marra Scafati e conquista il diritto a disputare sul proprio campo la finale dei playoff promozione in Prima Categoria dove avrà come avversario il Levorate che si è qualificato battendo per 1-0 la Stabia Friends.
Un incontro dominato nettamente dai rossoneri che scesi in campo con il consueto 3-4-1-2 partono subito forte costringendo il Victoria marra a rintanarsi nella propria trequarti e impegnando più volte il portiere ospite Battaglia che deve compiere miracoli a ripetizione per impedire a Solimene (due volte) Russo e Mantice di violare la rete da lui difesa. Al 28’ l’Atletico Sorrento ottiene un calcio di rigore in seguito ad ingenuo fallo in area di Victor su Solimene. Gian Maria Russo spiazza Battaglia dal dischetto e porta in vantaggio i suoi.
Subita la rete il Victoria Marra è costretto a mutare strategia spostando alcuni uomini in avanti nel vano tentativo di recuperare lo svantaggio, aprendo varchi enormi per le ripartenze dei rossoneri che vanno più volte vicini al raddoppio fallendolo per le parate di Battaglia e per alcuni errori di mira invero madornali. Raddoppio che arriva al 62’ a completamento di una splendida azione in velocità iniziata da Mantice, proseguita da  Verde e finalizzata da Solimene che deve solo appoggiare in rete l’assist al bacio del proprio regista. Dopo aver subito la seconda rete il Victoria Marra scopre ulteriormente la propria retroguardia ottenendo come unico risultato di facilitare ulteriormente gli attaccanti rossoneri che realizzano il 3-0 con il neo entrato Longobardi bravo a ribadire in rete la respinta miracolosa di Battaglia su un suo colpo di testa a botta sicura.
A risultato ormai deciso lo scafatese Cascata commette un inutile fallo di frustrazione su Palomba e viene espulso, seguito immediatamente dallo stesso Palomba per fallo di reazione. L’episodio rischia di scatenare una vera e propria faida tra le due formazioni in una partita fino a quel punto abbastanza tranquilla dal punto di vista disciplinare, ma l’arbitro è bravo a riportare la calma in campo e l’incontro può così concludersi senza ulteriori screzi.
La finale dei playoff promozione in Prima Categoria si disputerà domenica prossima tra l’Atletico Sorrento e il Levorate. Anche in questo incontro, in caso di parità al termine dei tempi regolamentari, si procederà con i tempi supplementari. Se il pareggio persiste sarà promossa in Prima Categoria la squadra con il miglior piazzamento ottenuto al termine della stagione regolare vale a dire l’Atletico Sorrento.

Share/Bookmark

Ci lascia Secondo Rossi il più anziano ex rossonero ancora vivente


Nel giorno in cui l’Atletico Sorrento scende in campo per disputare la semifinale playoff con il Victoria Marra Scafati per la promozione in Prima Categoria (oggi pomeriggio al Campo Italia, fischi di inizio alle ore 17.30) apprendiamo della scomparsa del più anziano giocatore che abbia vestito la maglia rossonera del Sorrento ancora vivente.
Ieri mattina a Torre Annunziata alla veneranda età di 98 anni è venuto a mancare Secondo Rossi attaccante e allenatore del Flos Carmeli Sorrento nella stagione 1955-56.
Nativo di Oviglio, cittadina in provincia di Alessandria il 17 agosto 1920  un bel giorno parte da Oviglio e si reca ad Alessandria per sostenere un provino coi grigi. Bastano pochi minuti, per convincere i mandrogni a scritturarlo. Fa tutta la trafila delle minori e arriva in prima squadra, in serie B. Poi, però, va al Derthona e ci rimane a lungo, sino all'immediato dopoguerra, quando discende la penisola per accasarsi alla Torrese, con cui disputa un torneo di serie B strepitoso (31 presenze e 17 reti). E' un interno che accoppia tenacia e fantasia, tecnica e corsa e, soprattutto, ha un tiro devastante. Lo chiama la Salernitana nella massima serie e lui disputa un buon campionato, impreziosito da cinque segnature. Ancora una volta, però, la sua fortuna dura poco: alla fine della stagione si ritrova allo Stabia, in terza serie e dal calcio minore non riemerge più. Diventa un piccolo idolo del calcio campano. A Torre Annunziata e a Caserta continua a segnare tante reti e a giocare con inossidabile continuità sino alla metà degli anni '50. 
Dopo il fallimento della Torrese alla fine della stagione 1954-55 accetta la proposta di Gennaro Maresca e Ugo De Angelis e si trasferisce a Sorrento per guidare il Flos Carmeli dove svolge la duplice figura di allenatore e giocatore collezionando 17 presenze e 10 reti, guidando la squadra ad un tranquillo centro classifica. A fine stagione decide però di lasciare definitivamente il calcio giocato e dopo aver sposato una ragazza torrese, si stabilisce definitivamente a Torre Annunziata dove ha gestito per molti unni una conosciuta tabaccheria.
Dobbiamo costatare che nonostante il suo indiscusso valore i numerosi anni trascorsi dal suo passaggio a Sorrento hanno fatto sbiadire inesorabilmente il suo ricordo tra i tifosi rossoneri. Si tratta pur sempre del secondo giocatore in ordine di tempo ad aver indossato la maglia del Sorrento dopo essere passato per la serie A. Preceduto in questo solo da Saverio Salvioli. Nella foto sopra Secondo Rossi è il primo in piedi da sinistra.
Alla sua famiglia indirizziamo comunque le nostre condoglianze a nome di tutti gli sportivi sorrentini.

Share/Bookmark

Atletico Sorrento domani al Campo Italia la semifinale playoff

sabato 12 maggio 2018 0 commenti

Si avvicina un grande appuntamento per l’Atletico Sorrento che domenica 13 maggio al Campo Italia di Sorrento con fischio di inizio fissato per le ore 17.30 affronterà il Victoria Marra Scafati nell’incontro di semifinale dei playoff promozione in Prima Divisione.
I rossoneri allenati da mister Marcello Ferrara arrivano a questo importante appuntamento in ottima forma e con tutti gli effettivi arruolabili per la sfida. 
Ricordiamo che l’Atletico Sorrento approda ai playoff da testa di serie avendo terminato la regular season al secondo posto. In semifinale incontra il Victoria Marra (quinta classificata). Nell’altra semifinale si affrontano Levorate e Stabia Friends (Giocata oggi ha vinto il Levorate 1-0). 
In caso di pareggio al termine del match e di equilibrio anche dopo i tempi supplementari per il passaggio in finale si terrà conto della posizione acquisita al termine della regular season.
La finale si disputerà domenica prossima. Anche in questo incontro, in caso di parità al termine dei tempi regolamentari, si procederà con i tempi supplementari. Se il pareggio persiste sarà promossa in Prima Categoria la squadra con il miglior piazzamento ottenuto al termine della stagione regolare.
L’incontro sarà diretto dal signor Simone De Pascale della sezione AIA di Salerno

Share/Bookmark

Vittoria a tavolino per l’Atletico Sorrento. Semifinale playoff col Victoria Marra

domenica 6 maggio 2018 0 commenti


L’incontro dell’ultima giornata del campionato di Seconda Categoria girone G tra Atletico Sorrento e Bracigliano in programma oggi pomeriggio non si è disputato per la rinuncia della squadra ospite che non si è presentata al Campo Italia di Sorrento costringendo tutti i presenti a tornarsene a casa senza aver potuto assistere. 
Un comportamento inqualificabile e antisportivo quello tenuto dalla compagine del Bracigliano che andrebbe sanzionato in maniera molto più pesante di quello che prevedono le norme federali, che falsa pesantemente l’andamento del torneo privando per l’ennesima volta l’Atletico Sorrento di un successo casalingo che avrebbe potuto essere molto più largo del 3-0 che le sarà assegnato a tavolino dal giudice sportivo. 
Purtroppo non è la prima volta che capita una cosa del genere. In questo campionato si era già verificato con l’AFFE Nocera 100, partita sospesa dopo soli 26 minuti sul 2-0 per i rossoneri inseguito ad un aggressione all’arbitro da parte di un giocatore ospite, e con l’Evergreen Sant’Agnello che si era ritirato dal campionato giusto alla vigilia dell’incontro con i rossoneri. 
Al tirar delle somme i rossoneri hanno disputato tre partite in meno rispetto a parecchie squadre avversarie e questa circostanza ha pregiudicato soprattutto Michele Solimene a cui sono venuti a mancare 270 minuti di gioco per poter migliorare il proprio bottino nelle classifica cannonieri del girone.
Adesso però è ufficiale l’Atletico Sorrento ha terminato il torneo in seconda posizione guadagnando il diritto a poter disputare i playoff sul proprio campo. Al momento in cui scriviamo non si conosce ancora il calendario degli stessi. L’unica cosa certa è che in semifinale l’Atletico Sorrento se la vedrà con il Victoria Marra Scafati mentre nell’altro incontro si affronteranno Levorate Calcio e Stabia Friends.

Share/Bookmark

Domani pomeriggio ultima di campionato per l’Atletico Sorrento

sabato 5 maggio 2018 0 commenti

Domani pomeriggio al Campo Italia di Sorrento con inizio alle ore 16.30 l’Atletico Sorrento ormai già qualificato per i playoff promozione in Prima Categoria disputerà l’ultimo incontro della regular season ospitando il Bracigliano. Per i ragazzi allenati da Marcello Ferrara ci sarà da badare soprattutto a non farsi male e non subire provvedimenti disciplinari che potrebbero inibirgli la partecipazione ai playoff.
L’incontro sarà diretto dal signor Ercole D’Antonio della sezione AIA di Castellamare di Stabia.

Share/Bookmark

L’Atletico Sorrento batte 5-2 il Real e fa suo il secondo posto in classifica

domenica 29 aprile 2018 0 commenti

Real Vesuvio-Atletico Sorrento 2-5

Real Vesuvio: Accadia, Di Gioia A., Di Gioia N., Cozzolino G., Fiengo, Esposito, Intinghero, Crisano (70’ Mazza), De Angelis, Cozzolino F. (60’ Romano), Scarciello (50’ Formisano). Allenatore: Iacone.  
Atletico Sorrento: Armano; Arcucci (46’ De Maria), Veropalumbo, Schiazzano; Palomba (46’ De Simone), Rega, Verde, Russo; Bisogno (46’ Di Gregorio); Mantice (56’ Ferrara), Solimene. A disposizione: Di Leva, Satariano. Allenatore: Ferrara.
Arbitro: Nosenzio di Salerno.
Reti: 12’ Mantice (S), 34’ Mantice (S), 40’ Esposito (R), 46’ Solimene (S), 56’ Formisano (R), 62’ Solimene (S), 84’ Russo (S).
Ammoniti: Accadia (R), Cozzolino G. (R), Veropalumbo (S), Schiazzano (S). Espulso: 65’ Rega (S).

L’Atletico Sorrento prosegue la sua marcia di avvicinamento ai playoff promozione in Prima Categoria battendo al Solaro di Ercolano per 5 reti a 2 un generoso e pugnace Real Vesuvio. In virtù di questo successo i rossoneri si assicurano matematicamente il secondo posto in classifica alle spalle dell’Olimpia Capri ottenendo così di poter disputare gli incontri dei playoff con il vantaggio del fattore campo.
Grande protagonista di giornata l’ex attaccante del Real Vesuvio Pasquale Mantice autore dei primi due gol rossoneri, sostituito al 56’, dopo la seconda rete del Real Vesuvio, da Marcello Ferrara per irrobustire la difesa. Mantice che lo ricordiamo che giocato anche nel settore giovanile del Sorrento Calcio esordendo anche in prima squadra il 7 ottobre 2009 nell’incontro di Coppa Italia con il Cosenza. 
Dopo le prime due rete di Mantice al 12’ e al 34’ del primo tempo, il Real Vesuvio accorciava le distanze poco prima dell’intervallo con Esposito. Ad inizio ripresa Michele Solimene realizzava la rete del 3-1 per i rossoneri. Nove minuti dopo Formisano riportava il Real Vesuvio a -1 ma pochi minuti più tardi Solimene ristabiliva il doppio vantaggio, portando a 15 reti il proprio bottino stagionale. A pochi minuti dal termine Gian Maria Russo andava a segno pure lui mettendo il sigillo sul risultato finale di 5-2 per i rossoneri.
Rossoneri che la prossima settimana chiuderanno la regular season ospitando il Bracigliano al Campo Italia con un occhio rivolto agli altri campi per sapere chi tra Levorate, Victoria Marra e Stabia Friends sarà la loro prima avversaria nei playoff.

Share/Bookmark

L’Atletico Sorrento vince senza giocare. Olimpia Capri in Prima Categoria

sabato 21 aprile 2018 0 commenti

Causa il ritiro dal campionato dell’Evergreen Sant’Agnello, l’Atletico Sorrento si aggiudica l’incontro col risultato di 3-0 a tavolino sale a 54 punti e consolida la seconda posizione in classifica alle spalle dell’Olimpia Capri che grazie al 3-0 casalingo sul Real Vesuvio sale a 61 punti e conquista matematicamente la promozione in Prima Categoria (foto a fianco). 
Perde terreno il Lavorate che pareggia 2-2 al Cerulli con il Piano Pizzeria Lucia e vede aumentare a quattro i punti di svantaggio dai rossoneri. Al 19’ il Levorate perdeva 2-0 (reti di Beato e Cicchiello per i carottesi) ma è riuscito a recuperare grazie alle reti di Liguori e Squillante.
Vincono  anche lo Stabia Friends, 4-2 con l’AFFE Nocera 100, e il Victoria Marra Scafati, 2-0 con il Santa Maria Assunta Pompei. Entrambe le squadre salgono a 48 punti e conquistano matematicamente l’accesso ai playoff promozione.
Per conoscere gli accoppiamenti delle semifinali playoff bisognerà tuttavia attendere la disputa delle ultime due giornate della regular season.

Share/Bookmark

L’Atletico Sorrento pareggia 0-0 col Levorate e consolida il secondo posto in classifica

domenica 15 aprile 2018 0 commenti


Levorate-Atletico Sorrento 0-0

Levorate: Adiletta, Rainone, Corrado (70’ Fezza), De Biase, Peluso, Giordano, Gigi (87’ Squitieri), Liguori, Squillante I (80’ Guastafierro), Savino, Sabatino (83’ De Biase). A disposizione: De Filippo, Squillante II, Crescenzo. Allenatore: Manna. 
Atletico Sorrento: Armano; Arcucci, Veropalumbo, Schiazzano; De Simone (46’ Ruocco), Verde, Rega, Russo; Di Gregorio (68’ Di Leva); Mantice (65’ De Maria), Solimene. A disposizione: Longobardi, Palomba. Allenatore: Ferrara. 
Arbitro: Precenzano di Castellamare di Stabia.
Ammoniti: De Biase, Savino, Adiletta (L); Veropalumbo, Verde, Di Gregorio, De Maria (S). Espulso: 80’ De Filippo (L) dalla panchina per proteste.

L’Atletico Sorrento, nonostante alcune assenze importanti, e qualche giocatore non al meglio della condizione pareggia 0-0 sul difficile campo in terra battuta del Levorate e consolida il secondo posto in classifica, mantenendo due punti di vantaggio sullo stesso Levorate a tre giornate dal termine della regular season. Un risultato che sta abbastanza stretto ai rossoneri che nel corso dell’incontro hanno creato un numero maggiore di occasioni da gol rispetto ai padroni di casa, ma tutto sommato va più che bene ai ragazzi allenati da Marcello Ferrara che nei tre incontri che restano da disputare incontreranno le ultime tre della classifica e di queste ne giocheranno due sul terreno amico del Campo Italia.
A trarre i maggiori benefici dal pareggio tra Atletico Sorrento e Levorate è la capolista Olimpia Capri che vede aumentare a sette i punti di vantaggio sulla seconda e potrà festeggiare la promozione in Prima Categoria già la prossima settimana affrontando in casa il Real Vesuvio, mentre Atletico Sorrento e Levorate cercheranno di ottenere la promozione alla serie superiore attraverso i playoff dove saranno accompagnate quasi certamente dal Victoria Marra e dallo Stabia Friends.

Share/Bookmark

Atletico Sorrento col vento in poppa, 6-0 al Lettere

lunedì 9 aprile 2018 0 commenti

Atletico Sorrento-Lettere 6-0

Atletico Sorrento: Armano, Arcucci, Veropalumbo (70’ Siniscalchi), Schiazzano; Palomba (60’ De Simone), Verde, De Maria, Russo (75’ Ruocco); Di Gregorio (77’ Iaccarino G.); Mantice (46’ Bisogno), Solimene. A disposizione: Di Leva, Longobardi. Allenatore: Ferrara.
Lettere: Mosca II, Palomba M., Alfano, Vuolo I, Vicedomini, Mosca I, Sansone (61’ Croce), Fallone, Lanese, Coppola, Vuolo II. A disposizione: Giordano. Allenatore: Vuolo.
Arbitro: D’Amato di Salerno.
Reti: 12’ Russo (S) rigore, 22’ Solimene (S), 50’ Solimene (S), 65’ Solimene (S), 69’ Solimene (S), 80’ Solimene (S).
Ammoniti: Giordano (L) dalla panchina.

Note: Entrambe le squadre senza il secondo portiere in panchina. Prima dell’inizio dell’incontro il presidente Antonino Schisano ha regalato una maglia dell’Atletico Sorrento al piccolo Giuseppe figlio di Antonino Gargiulo meglio conosciuto come Tony DJ venuto a mancare il settimana. A fine gara lo stesso Antonino Schisano ha dedicato la vittoria all’amico scomparso: "Vittoria dedicata a TE amico di tutti".

Vittoria in scioltezza per l’Atletico Sorrento che asfalta con un rotondo 6-0 il malcapitato Lettere presentatosi al Campo Italia con gli uomini contati. La squadra ospite tenta come può di opporsi alle folate degli attaccanti rossoneri ma è costretta a capitolare dopo appena 12 minuti quando Gian Maria Russo trasforma un calcio di rigore spiazzando Mosca. Subito dopo inizia lo show personale di Michele Solimene che a fine incontro ritroverà nel proprio carniere ben cinque segnature, la prima al 22’ del primo tempo le altre quattro nel corso della ripresa tra il 50’ e l’80’. Una performance che lo fa entrare in pompa magna tra i migliori “cannonieri di un giorno” della storia rossonera, secondo solo a Carletto Cuomo che il 17 maggio 1964 ne segnò 9 in 63 minuti allo Gelbison Cilento.
Un Atletico Sorrento che, una volta recuperato alcuni dei tanti infortunati di lungo corso, sembra essere ritornato quello del girone di andata giusto in tempo per la trasferta del prossimo  week end sul campo del Levorate un autentico spareggio per la seconda posizione in classifica alle spalle della capolista Olimpia Capri.

Share/Bookmark

L’Atletico Sorrento torna a vincere in trasferta

domenica 25 marzo 2018 0 commenti

F3 Nocera-Atletico Sorrento 1-2

F3 Nocera: D’Alessio, Pierri (50’ Mamzi II), Manzi I (70’ Russo), Bellini, Fabbricatore, Salierno, Attanasio (80’ Cesaro), Di Napoli, Pecoraro (90’ Sorrentino), Pannullo, Spera. A disposizione: Gigantino, Villani, Boffardi. Allenatore: Di Napoli.
Atletico Sorrento: Armano; Arcucci, Veropalumbo, Rega; Palomba (60’ Longobardi), Verde, Di Maria, Russo; Di Gregorio; Prestigiovanni F., Solimene. A disposizione: De Simone, Siniscalchi, Satariano, Iovino, Mantice, Di Leva. Allenatore: Ferrara.
Arbitro: Di Lallo di Torre Annunziata.
Reti: 46’ Fabbricatore (N), 72’ Longobardi (S), 94’ Sorrentino (autorete a favore del Sorrento).
Ammoniti: Pecoraro, Salierno, Russo e Pannullo tutti del Nocera.

Dopo oltre un mese di astinenza l’Atletico Sorrento torna a vincere in trasferta. Lo fa sul difficile campo del Karol Wojtyla di Nocera Superiore contro un avversaria tosta e organizzata quale la F3 Nocera. Una vittoria due volte importante, perché è arrivata in rimonta, e perché è arrivata al 94’. Rossoneri bravi a non smontarsi o demotivarsi dopo aver subito il gol nocerino in apertura di secondo tempo ad opera di Fabbricatore bravo ad incunearsi nella difesa rossonera e insaccare alle spalle di Giulio Armano sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Il pareggio sorrentino arriva al 72’. A firmare il gol è Luigi Longobardi che a conclusione di una azione confusa in area nocerina devia la palla in rete alle spalle del portiere D’Alessio. 
I rossoneri potrebbero chiudere il match all'80’ quando usufruiscono di un calcio di rigore ma il portiere nocerino e bravo ad ipnotizzare Giuseppe Di Gregorio e ne blocca la conclusione. All'85’ gran parata e gesto atletico de portiere sorrentino Giulio Armano che devia in angolo un gol quasi fatto. Scampato il pericolo i rossoneri continuano ad attaccare nel tentativo di tornare a casa con i tre punti riuscendo a raggiungere il loro obiettivo al 94’ pochi secondi prima della conclusione del recupero allorché sugli sviluppi di un cross dalla bandierina d'angolo il nocerino Sorrentino (che era entrato in campo da pochi minuti in sostituzione del proprio numero nove Pecoraro) deviava la sfera di testa nella propria porta. Quando si dice “il destino nel nome”. 
Una vittoria meritatissima. Il pareggio sarebbe stato una vera ingiustizia. L’Atletico Sorrento sta tornando pian piano ad essere la squadra che ha dominato il girone di andata. C’è ancora qualcosa da limare perché tutto collimi ma ormai il traguardo è vicino. Si deciderà quasi tutto tra l’otto e il quindici aprile con gli incontri Olimpia Capri-Levorate e Levorate-Atletico Sorrento. Per i rossoneri tre settimane di tempo per risolvere alcuni problemi di salute, in primis quelli che affliggono i nostri guardaporte (anche iei su cinque ne era disponibile soltanto uno) e presentarsi alla trasferta con il Levorate con la migliore formazione possibile. 

Share/Bookmark

Atletico Sorrento vittorioso nel derby col Piano

domenica 18 marzo 2018 0 commenti

Atletico Sorrento-Piano Pizzeria Lucia 2-0

Atletico Sorrento: Terminiello; Veropalumbo, Schiazzano, Arcucci; De Maria, Ferrara (62’ Verde), Ruocco (70’ Palomba), Russo (80’ Longobardi); De Gregorio; Prestigiovanni F., Mantice (63’ Iovino). A disposizione: Iaccarino, Siniscalchi, Bisogno. Allenatore: Ferrara.
Piano Pizzeria Lucia: Ferraiuolo, Coppola, Palomba, Beato, Cuccurullo, Pane G., Castellano A. (60’ Pane A,), Iaccarino (70’ Cannavale), Liguori, Cicchiello, Castellano G. A disposizione: Gargiulo, Maresca, Vanacore, Belgenio, Ciampa. Allenatore: Maresca.
Arbitro: Nosenzo di Salerno.
Reti: 63’ Iovino (S), 94’ Prestigiovanni F. (S).
Ammoniti: Ferrara e Arcucci (S); Coppola, Castellano G., Pane G., Cicchiello (P).

L’Atletico Sorrento fa suo il derby col Piano Pizzeria Lucia duplicando quasi in fotocopia andamento e risultato della gara di andata. Così come allora l’incontro è stato influenzato dalle cattive condizioni del campo di gioco che all’orario dei fischio d’inizio si presentava fortemente inzuppato per l’abbondante pioggia caduta nelle ore antecedenti. Il pallone acquistava velocità ad ogni rimbalzo diventando difficilmente addomesticabile da parte dei ventidue contendenti che trovavano molta difficoltà a creare occasioni da rete. L’Atletico Sorrento in corsa per la promozione nonostante le due battute di arresto consecutive ce la metteva tutta per rendersi propositivo riuscendo però solo a far registrare un maggior dominio territoriale rispetto al Piano Pizzeria Lucia. Il terreno di gioco diventava meno scivoloso col passare dei minuti e la manovra dei padroni di casa ne guadagnava ampiamente diventando più fluida e incisiva. Ne approfittava Pietro Iovino che al 68’ poco dopo essere subentrato ad un impreciso Mantice riusciva a battere Ferraiuolo portando in vantaggio i rossoneri. 
Il Piano, che fino a quel punto aveva badato essenzialmente a difendersi, nel tentativo di ristabilire la parità incrementava le proprie sortite offensive ma così facendo scopriva pericolosamente la retroguardia concedendo più di una occasione da rete ai rossoneri che a pochi secondi dal termine riuscivano a raddoppiare con Francesco Prestigiovanni bravo a ribadire in rete un pallone respinto dal palo su precedente conclusione di Iovino. 
L’Atletico Sorrento ha lasciato intravvedere alcuni miglioramenti rispetto alle ultime uscite, ma la qualità del gioco espressa dai rossoneri è risultata ancora parecchio al di sotto del livello a cui eravamo stati abituati nel girone di andata. 
Da rilevare l’assenza di un secondo portiere di ruolo in panchina fra i rossoneri, nonostante l’Atletico possa vantare ben cinque portieri in rosa.

Share/Bookmark

Sant'Agnello ko a testa alta in terra caudina

lunedì 12 marzo 2018 0 commenti

AUDAX CERVINARA-SANT’AGNELLO 2-1

Audax Cervinara: Bruno, Zerillo, Della Concordia (10' st Guida), Furno, Ciampi, Colarusso, Taddeo, Petrone, Saginario, Befi (38' st Pepe), Calandrelli. A disp.: Cangiano, Quattrocchi, Castiello, Cillo, Crisci. All.: Pasquale Iuliano.
Sant'Agnello: Zurino, Ferro (29' st Perna), De Stefano, Cappiello, Carrano (19' st Zarrella), Vanacore (40' st De Riso), Nocerino, Veniero, Lauro, Serrapica, Panariello (19' st Vacca). A disp.: Malafronte, D'Esposito, Aiello. All.: Francesco Nardo.
Arbitro: Angelo Pragliola della Sezione AIA di Avellino (Passaro/Gambino)
Marcatori: 10' pt Befi (C), 10' st Lauro (S), 18' st Befi (C). 
Note: Espulsi: Ciampi al 6' st per espressioni irriguardose. Ammonito: Calandrelli (C). Corner: 3-1. Recupero: 1’ pt, 5’ st.

Avanti con la linea verde, uscita a testa altissima dallo scontro sul campo della terza forza del campionato, chiudendo tutti gli spazi con personalità e giocando a viso aperto senza alcun timore reverenziale. Ben 5 gli under in campo dal primo minuto, guidati da un Lauro incontenibile: tanto movimento senza palla, lotta all’ultimo sangue con i difensori centrali caudini senza indietreggiare di un millimetro, ed un gol d’autore con incornata imperiale sovrastando ben 2 avversari costretti ad alzare bandiera bianca con la sfera che rotola dolcemente verso l’angolino basso alla destra di Bruno. L’attaccante classe 2000, santanellese doc, regge sulle proprie spalle il peso offensivo dell’intera squadra, candidandosi con sempre più maggiore forza verso l’ormai imminente Torneo delle Regioni. Esordio dal primo minuto per  Marco Carrano (1999) dopo 49 minuti raccolti in 2 spezzoni di gara contro Palmese e San Vito Positano. Torna tra i pali il classe ’99 Stefano Zurino dopo aver difeso con sicurezza la propria porta al cospetto di Picciola e Sorrento, mentre sono sempre più in rialzo le quotazioni di Eolo Ferro. Il terzino classe ’99 si sta esprimendo con grande continuità ed a partire dall’esordio a Mirabella Eclano è stato impiegato in 7 delle ultime 13 sfide partendo dall’inizio contro Palmese e Agropoli. Ciro Nocerino (1998) è ormai una certezza: tecnica e percezione del tempo fuori dal comune lo rendono tra i prospetti più interessanti dell’intero girone. 2 reti già all’attivo, in campo in tutte le 25 gare del campionato forte del più alto minutaggio complessivo raggiungendo quota 2171.
Il Sant’Agnello parte a spron battuto: Serrapica pennella dalla destra, sponda di Lauro per l’inserimento di Vanacore che non inquadra la porta da buona posizione. L’arcinota legge del calcio miete l’ennesima vittima, e sul capovolgimento di fronte l’Audax passa in vantaggio con Befi lesto a sgusciare via sul filo del fuorigioco per poi beffare Zurino con un preciso diagonale. Al 17’ i costieri sfiorano il pareggio: Serrapica in posizione più avanzata ruba palloni in quantità industriale, vince il duello con Della Concordia all’interno dell’area di rigore, assist al bacio per Lauro che si fa ipnotizzare da Bruno in uscita disperata. De Stefano è in moto perpetuo e sfiora un gol d’autore con un destro a giro che finisce sul fondo. Al 30’ i padroni di casa approfittano di un errore in uscita, e Zurino salva il risultato su Befi, quindi Cappiello calcia sulla barriera una punizione dai 20 metri leggermente spostata sulla destra. L’ultimo acuto della prima frazione di gioco porta la firma del solito Befi, che incrocia troppo il destro senza impensierire Zurino.
 Il ritorno in campo della squadra di Francesco Nardo è subito veemente, Veniero diventa il faro del gioco e subito trova il corridoio per Nocerino che sfiora il sette con un collo esterno che unisce bellezza e precisione. Zurino è ancora provvidenziale su Befi, poi la folle espulsione di Ciampi per espressioni irriguardose regala al Sant’Agnello la superiorità numerica dando quella scossa emotiva verso il meritatissimo gol del pari. Nocerino scarica di tacco per Serrapica, spiovente mancino di prima intenzione per il terzo tempo di Lauro tra due i difensori che lascia di stucco il portiere costretto a raccogliere mestamente la sfera alle proprie spalle. I caudini accusano il colpo, e sugli sviluppi di un calcio piazzato Ferro conclude dal limite oltre la traversale. Ma nel momento migliore dei costieri, l’Audax fa valere tutta la propria esperienza e Befi non perdona su una palla vagante a seguito di un duello aereo vinto da Zerillo sulla sinistra. Al 71’ Veniero imbecca Lauro, che converge da sinistra verso il centro per poi scoccare un gran tiro sul quale Bruno si oppone in due tempi. L’ultima azione della gara porta ancora la firma di un indomabile Lauro, che arriva per primo su una palla sporca in area caudina, e calcia subito d’istinto trovando i guantoni del portiere a negargli la gioia della doppietta personale.

Giovanni Minieri (Area Comunicazione FC Sant'Agnello)

Share/Bookmark

Atletico Sorrento beffato dalla scirocco

domenica 11 marzo 2018 0 commenti


Atletico Sorrento-Stabia Friends 1-2 

Atletico Sorrento: Galano; Rega, Iaccarino (63’ Mantice), Schiazzano, Arcucci; Bisogno (46’ Palomba), Satariano (88’ Di Leva), Verde, Russo; Di Gregorio, Solimene (76’ De Maria). A disposizione: Terminiello, Siniscalchi, Ruocco. Allenatore: Ferrara.  
Stabia Friends: Lo Schiavo; Sicignano V., Mercurio, Esposito, Sicignano C. (88’ Assante); Cuomo, Balì, De Feo (68’ Cascone); Leone, Santonicola (84’ Calendo), Cimmino (71’ Longobardi). A disposizione: Guida, De Angelis. Allenatore: Esposito. 
Arbitro: Borriello di Torre del Greco.
Reti: 27’ Cuomo (SF), 51’ Balì (SF), 70’ Arcucci (S).
Ammoniti: Rega (S); Esposito, Cuomo, Leone, Cimmino, De Angelis, Longobardi (SF).  

Il vento di scirocco è stato il protagonista indiscusso della gara tra Atletico Sorrento e Stabia Friends. La squadra di casa è stata quella che più ha risentito delle condizioni atmosferiche non riuscendo mai a valutare l’intensità del vento ha continuato a sbagliare anche i passaggi più elementari per tutta la durata dell’incontro, creando pochissimi pericoli per la porta avversaria. La squadra stabiese è stata molto più scaltra ed ha cercato di sfruttare il vento, riuscendo a trasformare in gol le uniche due occasioni da rete che le si sono presentate. Gli ospiti sono passati in vantaggio al 27’ con Cuomo che lasciato inspiegabilmente solo al limite dell’area si è infilato tra i due centrali sorrentini battendo Galano son un preciso diagonale. Raddoppio al 51’ con Balì che si è avventato su un pallone giocato male dalla difesa, scoccando  un tiro improvviso da più di 25 metri che spinto dal vento ha assunto una traiettoria imprendibile per l’incolpevole Galano finendo in fondo al sacco. Senza esito i numerosi tentativi dei padroni di casa che sono riusciti ad accorciare le distanze solo al 70’ con un calcio di punizione dai 25 metri di Arcucci. Pochi minuti dopo Mantice si è divorato il gol del pareggio spedendo il pallone in tribuna da posizione favorevole. Per il resto solo passaggi sbagliati e nulla più, con Russo l’unico che ha dimostrato di riuscire ad addomesticare il pallone emarginato all’ala sinistra e quasi sempre dimenticato dai compagni che hanno continuato a giocare il pallone sul versante opposto finendo puntualmente per perderlo.   

Share/Bookmark

Audax Cervinara-Sant'Agnello: I convocati di Francesco Nardo

sabato 10 marzo 2018 0 commenti

Al termine dell’allenamento di rifinitura tenutosi sul sintetico di Viale dei Pini, il mister biancazzurro Francesco Nardo ha diramato la lista dei convocati per la gara tra Audax Cervinara e Sant’Agnello. Il match,  valevole per la venticinquesima giornata del Campionato Regionale di Eccellenza – Girone B, è in programma sabato 10 marzo alle ore 15:00 presso lo Stadio Canada-Cioffi di Cervinara

ELENCO CONVOCATI:

PORTIERI:  Malafronte (2000), Zurino (99).
DIFENSORI: Aiello (99), Carrano (99), De Riso (99), Ferro (99), Panariello, Perna (99).
CENTROCAMPISTI: Cappiello, D’Esposito (2000), La Via (2000), Nocerino (98), Serrapica, Vanacore.
ATTACCANTI: Lauro (2000), Santarpia (2000), Vacca (98), Veniero, Zarrella (99).

Giovanni Minieri (Area Comunicazione FC Sant'Agnello)

Share/Bookmark

Atletico Sorrento sconfitto di misura nel big match con l’Olimpia Capri

sabato 3 marzo 2018 0 commenti

Olimpia Capri-Atletico Sorrento 1-0

Olimpia Capri: De Rosa, Santarpia (61’ Mellino), Viva, Biancardi, Esposito, Notari, Galasso, Parlato, Politano (70’ Federico) , Iovino G., Vallone. A disposizione: Aversa, Palumbo,  Cipolletta, Caso, Palumbo. Allenatore: Staiano.
Atletico Sorrento: Trombetta (46’ Terminiello); Arcucci, Schiazzano, Veropalumbo, De Maria; Palomba (62’ Ruocco), Rega (70’ Di Gregorio), Satariano, Russo; Mantice, Iovino P. (60’ Solimene). A disposizione: Iaccarino, Bisogno, Di Leva. Allenatore: Ferrara.
Arbitro: Pernici di Torre del Greco
Rete: 50’ Iovino G. (C).
Ammoniti: Esposito, Parlato, Politano, Iovino G. (C); Arcucci, Schiazzano (S). Espulso 92’ Veropalumbo (S)

Big match dall’esito infausto per l’Atletico Sorrento che esce sconfitto per 1-0 al termine di un incontro molto equilibrato deciso da una prodezza dell’attaccante anacaprese Iovino G. al 5’ del secondo tempo. Senza esito la reazione dei sorrentini che purtroppo sono giunti all’incontro più importante della stagione con molti acciaccati e con due portieri freschi di ingaggio per sopperire alla contemporanea assenza degli altri tre in rosa.  
In virtù di questo risultato l’Atletico Sorrento scivola a quattro punti dalla vetta ma conserva con largo margine la seconda posizione in classifica.

Share/Bookmark

L’Atletico Sorrento ingaggia il portiere Gennaro Terminiello

Alla vigilia dello scontro diretto con l’Olimpia Capri, l’Atletico Sorrento mette a segno l’ennesimo colpo di mercato ingaggiando il portiere, svincolato, Gennaro Terminello che i tifosi rossoneri conoscono molto bene per averlo ammirato nel vittorioso campionato di serie D della stagione 2005/06.
Questo il comunicato dell’Atletico Sorrento:

Asd Atletico Sorrento 2016.

Rinforzi per  la  stagione calcistica in corso.

Siamo in corsa per il nostro secondo campionato ufficiale di seconda categoria girone G.
Rinforziamo alla grande con la presenza di Gennaro Terminiello dopo un brillante carriera partito dalle giovanili del Sorrento, Casale, Udinese, Juve Stabia, Barletta.
Portiere di esperienza, ha accettato l'invito di far parte di questo gruppo da subito. 
Benvenuto Gennaro..buon viaggio con l'Atletico...esserci ancora..

Share/Bookmark

Verso Sant'Agnello-Nola

Alla vigilia del ventiquattresimo turno del Campionato Regionale di Eccellenza che vedrà il Sant’Agnello affrontare il Nola sabato pomeriggio alle 15:00, queste le parole del mister Francesco Nardo in conferenza stampa pre-partita.
Dopo il buon pari conquistato nell’ultimo turno contro il Valdiano, all’orizzonte una nuova sfida ostica con il Sant’Agnello pronto a lottare al cospetto di un Nola in stato di grazia. La classifica resta deficitaria, ma finché l’aritmetica concederà ancora speranze, il gruppo è obbligato a credere fino alla fine in una rincorsa che sarebbe storica.
“Fin quando avremo opzioni per centrare l’accesso ai play-out, continueremo a dare l’anima in campo come sta accadendo da diverse partite a questa parte. Anche per essere leali e sportivi nel rispetto di tutte le squadre che partecipano al campionato. Sabato sarà una partita durissima, anche perché il Nola è la compagine che più di tutte si è rinforzata nel corso della finestra invernale di mercato, ed i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Ha tenuto testa alla corazzata Savoia in finale di Coppa Italia uscendo sconfitto soltanto dopo i calci di rigore, perciò l’ago della bilancia pende tutto dalla parte dei nostri avversari. Ci attende una salita ripidissima, e proveremo a fare tutto quanto nelle nostre possibilità per strappare un buon risultato”.
La squadra guidata da Liquidato è tra le più in forma del girone: 3 vittorie nelle ultime 4 gare segnando sempre almeno 3 reti. Quali accorgimenti ritieni necessari per mettere i bastoni tra le ruote ai bruniani?
“Il Nola è una squadra compatta, subisce poco anche se ultimamente i dati rilevano numeri in controtendenza rispetto alla media. Può contare su un ottimo portiere, ma soprattutto vanta una batteria di “under” molto importante tra i quali spicca Tagliamonte autore di una tripletta di pregevole fattura nel test amichevole dello scorso mercoledì contro la nostra formazione juniores. Zaccaro e Scielzo hanno tantissima qualità, e noi proveremo ad opporci mettendo in campo spensieratezza e cuore per tentare di ribaltare il pronostico. Sarà difficilissimo limitare i bruniani, ma proveremo ad aggredirli altissimi fin dal primo minuto sperando che tale strategia possa rivelarsi produttiva”.  
La tua filosofia, in accordo con la società, è sempre stata quella di valorizzare i tanti “under” del territorio. Proprio ritornando al test probante contro la Rappresentativa Juniores Campania, a che punto ritieni sia arrivato il loro processo di maturazione?
“Non ero mai entrato nella gestione della juniores, ma giovedì mi sono sentito in dovere di intervenire soprattutto per dare man forte al mister Serrapica. Ho visto una squadra davvero in grande spolvero fino allo svantaggio. Grandi complimenti ai ragazzi sotto l’aspetto tecnico-tattico, ma devono migliorare sotto il profilo mentale se vogliono recitare un ruolo da protagonisti nel campionato juniores”.

Di seguito la lista dei convocati per la gara tra Sant’Agnello e Nola. Il match,  valevole per la ventiquattresima giornata del Campionato Regionale di Eccellenza – Girone B, è in programma sabato 3 marzo alle ore 15:00 presso lo Stadio Comunale di Viale dei Pini.
ELENCO CONVOCATI:
PORTIERI:  Stinga, Zurino (99).
DIFENSORI: Buonomo, De Stefano, Ferro (99), Palladino, Panariello, Perna (99).
CENTROCAMPISTI: Cappiello, D’Esposito (2000), Gargiulo, La Via (2000), Nocerino (98), Serrapica, Vanacore.
ATTACCANTI: Lauro (2000), Marino (98), Vacca (98), Veniero, Zarrella (99).

Giovanni Minieri (Area Comunicazione FC Sant'Agnello)

Share/Bookmark

Atletico Sorrento ad Anacapri per conquistare i tre punti

venerdì 2 marzo 2018 0 commenti

Dopo il mezzo passo falso di domenica scorsa quando in vantaggio di 2 reti a 0 a dieci minuti dal termine della gara l’Atletico Sorrento subì in appena tre minuti la rimonta del Real Rovigliano e si vide privato in un sol colpo della vittoria e del primo posto in classifica, la squadra rossonera si è allenata efficacemente in settimana e sabato pomeriggio sbarcherà a Capri con l’intento di battere nuovamente l’Olimpia, già sconfitta in entrambi i precedenti di questa stagione - 3-2 in Coppa Italia a Capri, e 3-0 in campionato a Sorrento - e riprendersi la testa della classifica.
L’incontro sarà diretto dal signor Francescomaria Pernici della sezione AIA di Torre del Greco.

Share/Bookmark

DISCLAIMER - Penisola Sport è un blog d’informazione senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento. La testata ambisce ad essere una piena espressione dell'art. 21 della costituzione italiana. Pur essendo normalmente aggiornato più volte quotidianamente, non ha una periodicità predefinita e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'autore si riserva, tuttavia, la facoltà di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contrario al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.