Fiocco azzurro in casa Atletico Sorrento

domenica 25 giugno 2017 0 commenti

Ieri sera, 24 giugno 2017, alle ore 23.17 presso il reparto Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Buon Consiglio Fatebenefratelli di Napoli è nato Luigi figlio di Agata Spasiano e Antonino Schisano rispettivamente vicepresidente e presidente dell’Atletico Sorrento.

Penisola Sport, a nome di tutti gli sportivi della penisola sorrentina esprime un caloroso il BENVENUTO TRA NOI al piccolo Luigi e sentiti e profondi AUGURI alla mamma e al papà.

La nascita di Luigi ci ha riempito di gioia. Alla vostra felicità sembrava non mancare nulla: siete belli, giovani, innamorati e perfetti... Luigi sarà una stella in più nel vostro firmamento. Con affetto.

Share/Bookmark

Celebrate a Sant’Agnello le nozze tra Monica De Gennaro e Daniele Santarelli

sabato 24 giugno 2017 0 commenti

Oggi pomeriggio, nella chiesa parrocchiale dei Santi Prisco ed Agnello sono state celebrate le nozze tra il  libero della Imoco Volley Conegliano e della nazionale femminile di pallavolo Monica De Gennaro e Daniele Santarelli, suo fidanzato da ben nove anni e prossimo coach dello stesso team veneto. Alla cerimonia oltre ai parenti e gli amici degli sposi erano presenti anche i dirigenti e le giocatrici del Conegliano più quelle della nazionale italiana con in testa il tecnico Daniele Mazzanti che fino allo scorso mese era anche il tecnico del Conegliano. Presenti anche un gruppo di tifosi del Conegliano che pur di non mancare alle nozze tra il loro allenatore e la giocatrice più rappresentativa hanno affrontato un viaggio in auto di oltre ottocento chilometri. Prima della cerimonia abbiamo avuto modo di parlare con loro ed abbiamo ricevuto in regalo una delle loro sciarpe.
Tra le giocatrice presenti abbiamo riconosciuto Valentina Diouf, Cristina Chirichella, Serena Ortolani, Antonella Del Core, Raphaela Folie, Nadia Centoni, Anna Danesi, Caterina Bosetti, Paola Egonu, Ofelia Malinov, Alessia Orro, Miriam Sylla, Anna Nicoletti, Cristina Barcellini, Marta Bechis, Silvia Fiori, Elisa Cella e Alice Santini.
Monica è arrivata in chiesa accompagnata dal padre Marcello con pochi minuti di ritardo sull’orario stabilita a bordo di un'auto scoperta. A farle da testimone le sorelle Giusy e Maria, gemella di Monica entrambe ex pallavoliste. Ad accompagnare Daniele all'altare, invece, sono stati il fratello Massimo e l’amico di sempre Mirco Giappesi, anch’egli tecnico di pallavolo. 
Terminata la cerimonia sposi ed invitati si sono fermati lungamente sul sagrato della chiesa per un primo scambio di auguri e per le foto di rito, proseguendo poi per l’hotel Capodimonte di Sorrento dove si è tenuto il ricevimento. 
Come già riportato da altre testate gli sposi dovranno rimandare il viaggio di nozze a data da destinarsi in quanto a partire da lunedì la nazionale italiana di cui Monica fa parte sarà in ritiro presso il Centro Pavesi di Milano per preparare il World Grand Prix.




Share/Bookmark

Folgore Massa, il nuovo centrale è Michele Deserio

venerdì 23 giugno 2017 0 commenti

Primo colpo di mercato per la Folgore Massa che dopo poco più di 24 ore dall’annuncio della partenza verso altri lidi di Luca Testagrossa ha già fatto conoscere ai propri tifosi il nome del giocatore che ne prenderà il posto: il centrale pugliese Michele Deserio, un metro e 95 centimetri di altezza, nativo di Terlizzi, che compirà 21 anni il prossimo 30 settembre, ma che può già vantare 40 presenze in A2 con la maglia del Materdominivollei.it Castellana Grotte ed è reduce da un ottima stagione in B in Sardegna al VBA Olimpia Sant’Antioco. Deserio arriva alla corte di mister Nicola Esposito con tanta fame di vittorie. "Sono qui per migliorare e vincere, ho accettato con entusiasmo la chiamata del DS Ruggiero", queste le sue prime parole.  

Scheda tecnica
Michele Deserio, nato a Terlizzi (BA) il 30 settembre 1996 altezza 1,95 m. Cresciuto nella ASD Grumo Appula. Dal 2012 al Castellana Grotte

2012-13 Castellana Grotte (giovanili)
2013-14 Castellana Grotte (giovanili)
2014-15 Materdominivollei.it Castellana Grotte A2
2015-16 Materdominivollei.it Castellana Grotte A2
2016-17 VBA Olimpia Sant’Antioco B

2017-18 Folgore Massa B

Share/Bookmark

Monica De Gennaro si sposa. Sant’Agnello capitale del volley

giovedì 22 giugno 2017 0 commenti

Sarà celebrato sabato pomeriggio, 24 giugno, alle ore 16.30, nella chiesa parrocchiale di Sant’Agnello il matrimonio tra Monica De Gennaro, libero dell’Imoco Volley Conegliano e della Nazionale Italiana femminile, e Daniele Santarelli che per chi non lo sapesse fa parte pure lui del mondo della pallavolo. Nelle ultime due stagioni era l’allenatore in seconda dell’Imoco e dopo il passaggio di Daniele Mazzanti alla guida della nazionale è stato promosso a primo allenatore per cui nella prossima stagione, oltre che marito, sarà anche l’allenatore di Monica.
Il matrimonio di Monica De Gennaro richiamerà a Sant’Agnello molti volti noti del’ambiente della pallavolo italiana femminile. Oltre ai dirigenti e alle giocatrici dell’Imoco Conegliano ci saranno pure alcune giocatrici della nazionale italiana del presente e del passato ed altre ex compagne di squadre di Monica. Per alcune ore, grazie alle nozze della sua più illustre concittadina, la piccola Sant’Agnello diventerà la capitale del volley femminile italiano.
Ai novelli sposi gli AUGURI di Penisola Sport

Share/Bookmark

Folgore Massa, due conferme e un addio

Comincia a prender forma la “rosa” della Folgore Massa che parteciperà al campionato di serie B nazionale di pallavolo maschile 2017/18. Dalla pagina facebook della Folgore si apprende che alla guida tecnica della squadra è stato riconfermato Nicola Esposito l’allenatore carottese che ha traghettato la Folgore dalla serie C alla B Unica mancando di pochissimo l’accesso ai playoff promozione per la A2.
Altro riconfermato il regista e capitano della squadra Gianpio Aprea, pure lui carottese, che nelle ultime due stagioni in maglia biancoverde ha confermato tutto il proprio valore dimostrando di essere uno dei migliori palleggiatori del campionato. In casa Folgore ci si rammarica ancora per quell’infortunio alla mano che lo ha costretto a saltare diverse partite del girone di andata dell’ultimo campionato. Proprio in quel periodo sono arrivate quelle sconfitte che hanno allontanato la Folgore dalle posizioni di vertice. Quando finalmente Gianpio si è rimesso in forma la Folgore ha vinto tutte le partite che le rimanevano da giocare tranne quella in trasferta ad Ottaviano (sconfitta al tiebreak dopo essere passati in vantaggio sul 2-0). Se esiste un punto fermo da cui ripartite questo è senz’altro il capitano e bene ha fatto la società a riconfermarlo.
Lascerà invece la Folgore Massa dopo una sola stagione di permanenza in costiera il centrale siciliano Luca Testagrossa. Buon campionato il suo. Si era subito inserito nella squadra ripagando pienamente la fiducia di chi lo aveva scelto. Ha avuto un piccolo calo di rendimento solo in un paio di partite nel finale di stagione ma in quelle successive era stato tra i migliori in campo. Nel comunicato che ne annuncia la partenza sta scritto che … è giusto rendere merito a chi ha onorato la maglia nella scorsa stagione e ci ha arricchito con la sua presenza umana e sportiva. Luca Testagrossa non vestirà i nostri colori l'anno prossimo ma lascia sicuramente alla Folgore il segno di un professionista serio e sempre al servizio del gruppo. Ciao Luca, ad maiora semper! Con la speranza – aggiungiamo noi – che possano entrambi trovare di meglio per la prossima stagione. 

Share/Bookmark

Folgore Massa: "Pronti a scrivere una nuova stori...A!"

mercoledì 14 giugno 2017 0 commenti

Da quando è terminato il campionato, era il 6 maggio scorso, vittoria per 3-0 contro la capolista Latina, non abbiamo avuto più occasione di parlare della Snav Folgore Massa. Nel frattempo si sono giocati i playoff promozione in A2 e le due squadre del nostro girone, Hydra Latina e Gis Ottaviano sono state entrambe eliminate e anche nella prossima stagione giocheranno in serie B. Nel frattempo, stando a quel che si dice in giro, la dirigenza della Folgore Massa non è rimasta a guardare, ma si è data parecchio da fare per rafforzare ulteriormente la squadra … e se i nomi circolati saranno ufficializzati nella prossima stagione ne vedremo delle belle. In questo periodo siamo caduti più volte nella tentazione di scrivere qualcosa ma poi si è preferito soprassedere per evitare di mettere a rischio le trattative in corso.
Alla fine il silenzio è stato rotto dal direttore sportivo della Snav Folgore Massa, Fabrizio Ruggiero che ha pubblicato il seguente post sulla pagina facebook della Folgore Massa:

…. al lavoro per costruire una squadra che possa ancora stupire una piazza che comincia a sognare la serie A: "Questa foto rappresenta bene la mia indole, in quello che faccio ci metto la faccia ed il coraggio delle scelte perché chi non osa, non sogna e non fa sognare. Ma allo stesso tempo non mi piace apparire, preferisco dare le spalle alle fotocamere e ringraziare chi ci segue e ci sostiene. La Folgore è un'alchimia formata da dirigenti operai, tecnici, tifosi e tantissimi piccoli e grandi finanziatori senza i quali nulla si potrebbe e si potrà fare. Io sono solo uno degli operai al servizio di questa grande famiglia e sento di ringraziare tutti loro con particolare riferimento alla Polsport Sorrento che quest'anno ci ha fatto sentire a casa nostra in uno spirito di sana e costruttiva collaborazione. Oggi siamo alle prese con il più difficile dei mercati da quando la società milita in serie B Nazionale. Dalla serie C alle soglie della serie A in due anni e sempre con progetti vincenti, migliorarsi ora non sarà facile ma ci proveremo. La città di Sorrento che oggi ci ospita è terra di grande tradizione sportiva e portare qui la serie A sarebbe un sogno. In una terra a vocazione turistica, la pallavolo è lo sport ideale per dare grande risalto nazionale ed entusiasmare il movimento sportivo locale senza alcun intralcio ai flussi ed all'immagine turistica della città. In quanto alla squadra a breve cominceremo gli annunci e posso già dire con certezza che ci sono tanti grandi atleti che considerano la nostra piazza e la nostra società una meta di prestigio. L'obiettivo? Questa volta lo dovremo costruire insieme nel vero senso della parola. Posso solo dire che se istituzioni e sponsor saranno al nostro fianco, noi abbiamo competenze, passione, capacità e forza di portare qui la serie A!". #spallaaspalla #snavfolgoremassa #roadtoserieA #volleymercato #ilbellodeveancoravenire

Share/Bookmark

Atletico Sorrento in rampa di lancio per un'altra entusiasmante stagione

venerdì 9 giugno 2017 0 commenti

Non si sono ancora spenti gli echi dei successi ottenuti nella stagione appena conclusa in cui l’Atletico Sorrento è riuscito a timbrare un eccezionale “triplete” frutto dei successi in Campionato, Supercoppa e Coppa Disciplina ma il presidente Antonino Schisano si è già rimesso al lavoro per programmare la prossima con l’obiettivo di approntare una squadra in grado di lottare nuovamente per il salto di categoria. Tutto ciò nonostante non si conosca ancora la categoria in cui militeranno i rossoneri. Vincendo il campionato l’Atletico Sorrento si è guadagnato il diritto ad iscriversi alla Seconda Categoria. La successiva affermazione nella Coppa Disciplina gli permette di scalare numerose posizioni nella graduatoria per i ripescaggi in Prima Categoria rendendo abbastanza probabile il doppio salto di categoria. C’è da aggiungere anche che negli ultimi giorni al presidente Schisano sono giunte diverse voci e rumors riguardanti titoli sportivi di squadre di categoria superiore, finanche di Promozione ed Eccellenza in vendita, ma un ipotesi del genere non viene presa nemmeno in considerazione dalla dirigenza rossonera che appare fermamente intenzionata a scalare la piramide calcistica con le proprie forze e la propria matricola senza ricorrere a scorciatoie poco “sportive” e - aggiungiamo noi - talvolta nemmeno tanto eticamente presentabili.
La pietra angolare da cui far partire la nuova scalata alla categoria superiore è stata la riconferma dell’allenatore Marcello Ferrara che nella scorsa stagione si è fatto apprezzare oltre che per le proprie doti tecniche anche per quelle umane diventando un vero e proprio fratello maggiore di tutti i ragazzi che hanno vestito la maglia dell’Atletico Sorrento.
Subito dopo è iniziata la campagna di rafforzamento della squadra. A riguardo il presidente Schisano ha tenuto a precisare che verrà data ancora una volta massima priorità ai ragazzi della penisola sorrentina cercando quindi di assemblare una rosa composta quasi completamente da ragazzi del posto in modo da cementare il più possibile lo spirito di appartenenza. Per il momento il presidente Schisano ha preferito mantenere il massimo riserbo sui nomi in modo da evitare qualsiasi manovra di disturbo, e noi per assecondare la sua volontà abbiamo desistito immediatamente dal proposito di venirne a conoscenza per altre vie. Sapremo di chi si tratta quando lui lo riterrà opportuno. 
Tuttavia, anche senza conoscere i nomi, siamo sicuri di poter affermare che verrà formato un gruppo di cui ogni sorrentino potrà dirsi fiero di esserne rappresentato.
In alto foto dell’intervista video realizzata da Nino Lauro con Antonino Schisano e Agata Spasiano sulla splendida terrazza dell’Hotel President di Sorrento, da cui è tratto parte del testo di questo articolo.

Share/Bookmark

2° Trofeo Memorial Antonino Ruggiero

mercoledì 7 giugno 2017 0 commenti

Si svolgerà giovedì 8 giugno presso il Palasport di Vico Equense la seconda edizione del Trofeo Memorial Antonino Ruggiero di pallavolo riservato alla categoria Under 13 femminile (anno 2004 e successivi).
Come si evince dal nome il torneo vuole ricordare il compianto Antonino Ruggiero l’allenatore di pallavolo nativo di Piano di Sorrento scomparso prematuramente nel 2007. La carriera da allenatore di Tonino è costellata di numerosi successi: 22 titoli provinciali giovanili, 17 titoli regionali giovanili, 15 promozioni con squadre di categoria. 
Tutti in penisola sorrentina, ma anche nel resto della regione conoscono l'abnegazione, la passione e la professionalità di quello che oggi é considerato il papà di tutti gli allenatori. I suoi successi, come si evidenzia dal ricco palmares, spaziano dalle giovanili alle prime squadre. È ancora viva nella nostra memoria la scalata alla promozione in serie B degli anni 80 e i successivi anni d'oro, della Libertas Piano dove Tonino con ineguagliabile sapienza ha saputo plasmare ragazze del territorio, fino a renderle atlete di caratura nazionale. In Campania è stato un punto di riferimento per la crescita del settore giovanile ed è grazie a lui che il movimento pallavolistico peninsulare è aumentato toccando risultati record. 
Al torneo parteciperanno 6 squadre: Arzano Volley, Ester Molinari Napoli, Volley Word Napoli, Irpinia Sannio, Rappresentativa Ruggiero e Rappresentativa Tonino.
Le sei squadre sono state divise in due gironi di tre. Le tre squadre di ogni girone si affronteranno tra di loro  in gare di sola andata. Ogni incontro verrà disputato con due set a 25 e verrà assegnato un punto per ogni set vinto. Al termine degli incontri della fase eliminatoria verranno stilate le classifiche dei due gironi. In caso di parità di punti nel girone si terrà conto di: a) gare vinte - b) differenza punti - c) in caso di ulteriore parità si disputerà un golden set a 15. 
Le prime classificate disputeranno la finale per il primo e secondo posto: Le seconde classificate la finale per il terzo e quarto posto. Le terze classificate la finale per il quinto e sesto posto. Le finali si giocheranno 2 set su 3 con eventuale 3° set a 15. 

PROGRAMMA GARE: 

GIOVEDÌ 8 Giugno 2017 

CAMPO 1: ore 9.30 Rapp. Ruggiero vs Ester Molinari Napoli, ore 10.30 Rapp. Ruggiero vs Irpinia Sannio, ore 11.30 Irpinia Sannio vs Ester Molinari Napoli

CAMPO 2: ore 9.30 Rapp. Tonino vs Volley World Napoli, ore 10.30 Rapp. Tonino vs Arzano Volley, ore 11.30 Arzano Volley vs Volley World Napoli

Ore 16.00 Finale 5° - 6° Posto (CAMPO 1) Finale 3° - 4° Posto (CAMPO 2)

Ore 17.30 Finale 1° - 2° Posto 

Ore 18.30 Premiazione e saluti 

Share/Bookmark

LA SUPERCOPPA È ROSSONERA

lunedì 29 maggio 2017 0 commenti

Atletico Sorrento-Montecalvario 5-2

Atletico Sorrento: Miccio, Ferrara, D’Esposito, Rega, Prestigiovanni C. (80’ Starace), Ruocco, Contino, Verde, Di Leva ( 107’ Astarita), Di Gregorio (107’ Campos), Prestigiovanni F. A disposizione: Galano, Cioffi. Allenatore: Ferrara.
Montecalvario: Bile, Grillo, Tramontana, Romano A., Imperatrice, Farina, De Chiara, Cioffi, Bagnoli, Cascella, Panfili. A disposizione: Manna, Romano, Bausilio, Rizzo, Prudele, De Chiara F., Troise. Allenatore: Pistola.
Arbitro: Lorenzo Corrado di Napoli
Reti: 55’ Prestigiovanni F. (S), 70’ Di Gregorio (S), 89’ Panfili (M), 90’+3 Bagnoli (M), 95’ Prestigiovanni F. (S), 101’ Di Leva (S), 112’ Prestigiovanni F. (S).

L’Atletico Sorrento chiude nel migliore dei modi una annata già di per se trionfale aggiudicandosi anche la Coppa Partenope. L’incontro che metteva a confronto le squadre che si sono classificate al primo posto nei due gironi della terza Categoria napoletana (l’FCD Montecalvario, formazione vincente del girone A e l’ASD Atletico Sorrento che si è aggiudicato il girone B) si è giocato ieri mattina sotto un sole cocente sul sintetico dello Stadio Alberto di Mugnano di Napoli. 
Nonostante  il caldo asfissiante le due squadre hanno dato vita ad un incontro piacevole, combattuto e di buon livello tecnico. Grande partenza dei bianchi napoletani, che al 7’ del primo tempo ottenevano un calcio di rigore a loro favore in seguito ad un fallo di Carlo Prestigiovanni ai danni dello sgusciante Cascella. Il tiro di Panfili veniva neutralizzato in tuffo da Miccio. Sventato il pericolo, i rossoneri riuscivano ad assestare il proprio schieramento ed assumevano progressivamente il comando delle operazioni ma la squadra avversaria dimostrava a sua volta tutto il proprio valore inducendo Ferrara e compagni a non scoprirsi troppo. I primi 45 minuti di gioco si chiudevano così a reti inviolate. 
Ad inizio ripresa i rossoneri provavano ad alzare ulteriormente il proprio baricentro e riuscivano ad andare a bersaglio grazie ad una rete di Francesco Prestigiovanni su assist di Verde. Puntuale arrivava la reazione del Montecalvario che era ben arginata dalla difesa sorrentina. I rossoneri approfittavano dei maggiori spazi a loro disposizione per colpire nuovamente al 70’ con Giuseppe Di Gregorio ben servito da Francesco Prestigiovanni innescato a sua volta dal sempre ottimo Giancarlo Contino. Sotto di due reti il Montecalvario non si demoralizzava nemmeno quando vedeva che il tempo a disposizione per recuperare stava quasi per terminare riuscendo a dimezzare lo svantaggio al minuto 89 con un calcio di punizione dal limite di Panfili che batteva prima sulla faccia inferiore della traversa e poi a terra ritornando successivamente in campo. L’arbitro concedeva la rete nonostante le moderate proteste dei rossoneri che sostenevano che il pallone non era entrato interamente in rete prima di ritornare in campo. 
Rimesso in gioco il pallone il Montecalvario si proiettava ulteriormente all’attacco con tutti i suoi uomini e riusciva ad ottenere a pareggiare il conto delle reti pochi secondi prima dello scadere dei minuti di recupero con una conclusione in mischia di Bagnoli sugli sviluppi di un cross dalla bandierina. Per assegnare il trofeo si rendeva così necessario la disputa dei tempi supplementari. Alla ripresa del gioco i rossoneri mostravano subito di avere maggiori energie da spendere rispetto agli avversari e si portavano all’attacco riuscendo a passare nuovamente in vantaggio al 5’ del primo tempo supplementare con Francesco Prestigiovanni su assist di Giuseppe Di Gregorio. Pochi minuti dopo era ancora Di Gregorio ad innescare Di Leva che metteva a segno la rete del 4-2. A metà del secondo tempo supplementare era ancora Francesco Prestigiovanni a completare l’opera depositando in fondo alla rete il pallone del 5-2 con un tocco di piatto su assist di Campos. A quel punto il Montecalvario deponeva definitivamente le armi ed al fischio di chiusura dell’arbitro Lorenzo Corrado di Napoli il presidente il presidente del Comitato Provinciale di Napoli della FIGC Tonino Montesano consegnava la coppa nelle mani del capitano rossonero Eduardo Miccio.

Share/Bookmark

De Gennaro: “prima l’Italia poi il matrimonio”

venerdì 26 maggio 2017 0 commenti

Di seguito il testo dell’articolo pubblicato dalla Gazzetta dello Sport di oggi e scritto dal libero della nazionale femminile di pallavolo Monica De Gennaro, santanellese di nascita, alla vigilia della partenza per il Belgio dove dal 31 maggio al 4 giugno si svolgerà il torneo di qualificazione ai mondiali giapponesi del 2018.   

Ed eccomi qua… Dopo una intensa stagione con Conegliano, comincia un’altra estate azzurra, ma soprattutto inizia un nuovo ciclo per la nostra Nazionale, perché mai come questa volta c’è stato un ricambio generazionale.
Mazzanti, il nuovo allenatore ci guiderà nei prossimi anni e devo dire che mi ritengo fortunata, perché ho lavorato con lui per due stagioni nel club. Ha la capacità di tirare fuori il meglio da ogni atleta. Da parte mia, cercherò di essere un buon punto di riferimento per le mie compagne, condividendo un po’ con loro quella che è la mia filosofia, ovvero non sentirsi mai arrivati, andare in palestra e lavorare sodo.
Il gruppo che si sta formando mi piace molto, c’è tanta voglia di lavorare, di mettersi in gioco, ma soprattutto disponibilità e comunicazione tra di noi, una buona base di partenza nell’attesa di creare gli automatismi di squadra. Ci aspettano diverse competizioni, penseremo ad un obiettivo alla volta, iniziando dalla qualificazione mondiale, dove dovremmo essere brave a crescere in ogni partita per poter affrontare l’ultima gara contro il Belgio, che gioca in casa ed è sicuramente una delle formazioni più ostiche nel nostro girone. Si torna in Italia, anzi a Surriento, perché lì, il 24 giugno… Mi sposo con Daniele!
L’organizzazione non è stata semplice vista la lontananza, ma averlo pianificato con un anno d’anticipo ci ha permesso di preparare tutto al meglio; sarà un giorno speciale per noi e spero possa essere una giornata indimenticabile che segnerà l’inizio di un percorso di vita insieme.

Share/Bookmark

Atletico Sorrento vs Montecalvario in palio la Coppa Partenope

giovedì 25 maggio 2017 0 commenti

Si giocherà domenica 28 maggio, allo stadio Alberto Vallefuoco di Mugnano di Napoli, con inizio alle ore 11 l’incontro che stabilirà il vincitore della prima edizione della Coppa Partenope una sorta di Supercoppa che mette di fronte le squadre che si sono classificate al primo posto nei due gironi della terza Categoria napoletana, l’FCD Montecalvario, formazione vincente del girone A e l’ASD Atletico Sorrento che si è aggiudicato il girone B.
Una manifestazione che non era prevista dal calendario federale ma che è stata fortemente voluta dai presidenti del Montecalvario e dell’Atletico Sorrento che hanno tanto insistito presso il comitato napoletano della FIGC, inizialmente titubante, ma che in seguito ha saputo cogliere il senso sportivo delle due formazioni e si è lasciato coinvolgere pienamente nell’iniziativa concedendo il proprio patrocinio. 
Il presidente dell’Atletico Sorrento, Antonino Schisano e quello del Montecalvario, Vincenzo Condemi, hanno accolto con molto entusiasmo la decisione della federazione e sono pronti a scendere in campo con le loro squadre per disputarsi questo trofeo.
Una prima edizione per quel che riguarda la storia recente ma che in passato ha fatto registrare numerose repliche in tutte le categorie allora esistenti. Il ricordo va subito al titolo di campione campano/molisano di seconda divisione conquistato dal Flos Carmeli di Padre Sorrentino nella stagione 1952-53 battendo per 6-2 l’Aurora Ururi nella finale di Campobasso, dopo che lo stesso Flos Carmeli aveva vinto il titolo campano battendo il Pizzofalcone.
Almeno per questa stagione ben venga la Coppa Partenope. L’importante è aver rimesso in moto il meccanismo che in un futuro molto prossimo potrebbe estendersi anche agli altri comitati della regione creando una vera è propria Supercoppa di terza categoria.

Share/Bookmark

Rossoneri chiusura record, 16-0 al Capri San Costanzo

sabato 13 maggio 2017 0 commenti


Chiusura di campionato col botto per l’Atletico Sorrento che oggi pomeriggio nel recupero dell’ultima giornata di campionato col Capri San Costanzo che, per indisponibilità del Campo Italia, si è giocata al Marellino Cerulli di Massa Lubrense, ha rifilato ben 16 reti alla malcapitata squadra isolana. Un bottino che costituisce il record assoluto nella storia del calcio sorrentino. Prima di oggi la più larga vittoria dei rossoneri era 9-0 verificatasi in due occasioni; nel 52-53 col Portici, e nel 63-64 con la Gelbison (tutte e nove di Carletto Cuomo).
Il Capri San Costanzo venuto al Cerulli per onor di firma (leggi per non dover pagare la salata ammenda pecuniaria che viene inflitta a chi non si presenta) ha fatto ben poco per opporsi allo strapotere dei rossoneri. C’è da dire anzi che se i rossoneri avessero giocata con la stessa determinazione mostrata in altre occasioni il risultato finale sarebbe stato ancora più mortificante per il Capri che è sceso in campo con solo nove giocatori. 
Il portiere del Capri Scarpato è capitolato dopo appena 5 minuti su un rinvio di un proprio difensore murato da Starace che è finito col trasformarsi in un tiro dalla traiettoria beffarda che ha concluso la propria parabola in fondo alla rete. In rapida successione sono arrivate la rete di Contino su cross dalla sinistra di Verde, quella di Giuseppe Di Gregorio su assist di D’Esposito, quella di Astarita su assist di Contino e quella di Verde su azione personale. Prima dello scoccare del 20’ il risultato era già di 5-0. Da quel momento in avanti è calata sensibilmente l’intensità e la precisione dell’azione offensiva dei rossoneri che hanno sciupato diverse conclusioni a tu per tu col povero Scarpato. Poco prima dello scadere era Di Leva a mettere nuovamente in funzione il pallottoliere realizzando la sesta rete su azione personale.
La ripresa si apriva con un gol di Contino che ribadiva in rete un traversone basso di Astarita dall’out destro. Nemmeno il tempo di rimettere in gioco il pallone e Verde si impadroniva dello stesso effettuava uno slalom degno del miglior Alberto Tomba e realizzava l’8-0. Poco dopo era Di Leva a fare nove su assist di Fausto. Visto l’andazzo venivano avanti anche Cioffi ed Ascione, gli unici tra i rossoneri in campo mai andati a segno nel corso della stagione e grazie a due assist di bomber Di Gregorio riuscivano pure loro a cancellare lo zero dalla casella dei gol segnati. Risolto pure questo problema riprendevano a segnare i soliti noti: Di Leva, Di Gregorio, Astarita, Contino e Fuasto, tutti con azioni personali che evitiamo di descrivere nei particolari per non dilungarci troppo. Ad un certo punto il direttore di gara decideva di mettere fine al triste supplizio cui erano sottoposti i capresi e mandava tutti sotto la doccia con qualche minuto di anticipo sul dovuto senza che nessuno se ne lamentasse.
Finita l’abbuffata sul campo, e fatta una rapida doccia per rimettersi in ordine, squadra, dirigenti e tifosi si trasferivano al centro di Sorrento per festeggiare l’avvenuta promozione presso la Gelateria Primavera di Antonio Cafiero.

Share/Bookmark

Sabato sera Sorrento festeggia la promozione

venerdì 12 maggio 2017 0 commenti


Sabato pomeriggio l’Atletico Sorrento, che ha già guadagnato la promozione alla serie superiore con largo anticipo sulla fine del torneo disputerà l’ultimo incontro della regular season affrontando il Capri San Costanzo al Marcellino Cerulli di Massa Lubrense (fischio di inizio alle ore 15.00).
Subito dopo la conclusione del match, squadra, dirigenti e tifosi faranno subito ritorno a Sorrento dove a partire dalle ore 18.30 avranno inizio i festeggiamenti per la promozione. Per l’occasione Antonio Cafiero della Gelateria Primavera offrirà un gelato rossonero a tutti i presenti.
La dirigenza dell’Atletico Sorrento invita tutti gli sportivi sorrentini a festeggiare la squadra, composta quasi interamente da ragazzi della penisola, che dopo annidi delusioni ha riportato nuovamente la città di Sorrento a trionfare in ambito calcistico.  

Per l'incontro il Capri San Costanzo il tecnico rossonero Marcello Ferrara ha convocato tutti i giocatori in organico, compreso gli infortunati.

L'incontro sarà diretto dal signor Francesco Colamatteo di Napoli un vero è proprio portafortuna per i rossoneri che sono stati diretti dal fischietto napoletano in altre tre occasioni uscendo dal campo sempre da vincitori.

Share/Bookmark

Playoff B maschile promozione 2016/17: ecco come funzionano

lunedì 8 maggio 2017 0 commenti

Sabato scorso si sono conclusi i campionati dei 9 gironi della serie B maschile di pallavolo. A partire a sabato prossimo, 13 maggio avranno inizio i playoff a cui parteciperanno le squadre 1ª e 2ª classificate di ciascun girone della regular season del Campionato di Serie B 2016/17 per un totale di 18 squadre per stabilire 6 promozione nella serie A2 2017/18.
I Playoff si svolgeranno con la formula delle Semifinali e Finali. Il sistema degli accoppiamenti delle semifinali e finali prevede che non debbano incontrarsi squadre dello stesso girone della regular season.
Questi Play Off verranno disputati in tre sezioni ciascuno di 3 gironi della regular season:
Alla prima sezione accedono le 1ª e 2ª classificate dei gironi A-B-C per 2 promozione in A2/M; alla seconda sezione accedono le 1ª e 2ª classificate dei gironi D-E-F per 2 promozione in A2/M; alla terza sezione accedono le 1ª e 2ª classificate dei gironi G-H-I per 2 promozione in A2/M.

Formula di svolgimento di ogni sezione

Viene formato un ranking dal N. 1 al N. 6 delle 6 squadre partecipanti in base alla classifica avulsa redatta secondo i seguenti criteri in ordine prioritario: 1. miglior posizione in classifica; 2. maggior punti in classifica; 3. maggior numero di gare vinte; 4. miglior quoziente set; 5. miglior quoziente punti.
Le squadre N. 1 e 2 del ranking si qualificano direttamente alle Finali. Le squadre N. 3-4-5 e 6 del ranking disputano due incontri con partite di andata/ritorno ed eventuale spareggio. Le due squadre vincenti questi incontri si qualificano per le Finali; le due squadre perdenti partecipano alla serie B 2017/18.

Questi gli accoppiamenti:
A. 3 - 6 o 5 (*)
B. 4 - 5 o 6 (**)
DATE: 13-20-24 maggio 2017
(*) - sarà la squadra N.5 nel caso la N.6 fosse dello stesso girone di regular season della N.3.
(**) - sarà la N.6 se la N.5 fosse abbinata nell’incontro A.

Le 2 squadre vincenti le semifinali insieme alle squadre N. 1 e 2 del ranking disputano due incontri con partite di andata-ritorno ed eventuale spareggio.
Le due squadre vincenti questi incontri sono promosse nella serie A2 2017/18; le due squadre perdenti partecipano alla serie B 2017/2018.

Questi gli accoppiamenti:
1 - vincente B o A (*)
2 - vincente A o B (**)
DATE: 27 maggio – 3-7 giugno 2017
(*) - sarà la squadra vincente A nel caso la vincente B fosse dello stesso girone di regular season della N.1.
(**) - sarà la squadra vincente B nel caso la vincente A fosse dello stesso girone di regular season della N.2.

Prima sezione

Semifinali 
Canottieri Ongina V.Pc (girone A) - Avs Mosca Bruno Bolzano (girone C)
Pallavolo Saronno Va (girone B)-Volley Parella Torino (girone A)

Accedono direttamente alle finali:
Tipiesse Mokamore Bg (girone B) e Gori Wines Prata Pn (girone C)

Seconda sezione

Semifinali  
Krifi Caffe' 4 Torri Fe (girone D) - Fanton Modena Est (girone E)
Lorini Montichiari Bs  (girone D) - Città di Castello Pallavolo Pg (girone F)

Accedono direttamente alle finali:
Pallavolo Massa (girone E) e Medea Montalbano Mc (girone F)

Terza sezione

Semifinali   
CIS Reti TLC Hydra Lt (girone G) - Siciliana Maceri Letojanni Me (girone I)
Pag Volley Taviano Le (girone H) - GIS Pallavolo Ottaviano Na (girone G)

Accedono direttamente alle finali:
New Real Volley Gioia Ba (girone H) e Messaggerie Volley Catania (girone I)

Share/Bookmark

A Michela Balducci il Giro della Campania in Rosa, ultima tappa a Claudia Cretti

domenica 7 maggio 2017 0 commenti

È la toscana Michela Balducci la vincitrice della terza edizione del Giro della Campania in Rosa, gara Open curata dalla regia organizzativa della “BIESSE Promotion” di patron Salvatore Belardo. L’atleta del Team Giusfredi – Bianchi, grazie al secondo posto nella terza ed ultima frazione, ha strappato la maglia blu di leader assoluta dalle spalle dell’ex campionessa italiana Dalia Muccioli, prima nella tappa di ieri.
L’ultima frazione, corsa sulla distanza di 84,7 chilometri, a Caivano, sul circuito della famosa Coppa Caivano, si è decisa con uno sprint a ranghi compatti, che ha premiato la bergamasca Claudia Cretti. La bella giornata per la Valcar – PBM di patron Valentino Villa è stata completata dalla terza piazza della sorella d’arte Chiara Consonni e dal quinto posto di Marta Cavalli.
La Cretti, oltre ad aver alzato al cielo la storica 82/a Coppa Caivano abbinata con il 37° Trofeo V. Fusco e con la 26/a Medaglia d’Oro Ninì Maramaldi, ha indossato anche la maglia ciclamino della speciale classifica a punti. La trevigiana di Cimadolmo Asja Paladin (Gs Top Girls – Fassa Bortolo), grande protagonista della tappa di ieri, si è aggiudicata la maglia verde di miglior scalatrice, mentre la campionessa del mondo su pista 2016 Letizia Paternoster (Sc Vecchia Fontana), quarta assoluta al traguardo, ha strappato la maglia bianca di leader della graduatoria junior dalle spalle di Martina Fidanza (Eurotarget – Still Bike Team), vincitrice del prologo inaugurale e della prima frazione.

Alla festosa cerimonia di premiazione, tra sponsor ed illustri autorità, erano presenti anche il Senatore della Repubblica Italiana Giacinto Russo, il presidente della “Coppa Caivano” Gabriele D’Onofrio, il consigliere regionale della F.C.I. Campania Raffale Salzillo ed il patron del “Giro Rosa U.C.I. WWT” Giuseppe Rivolta.

Share/Bookmark

Giro della Campania in Rosa: a San Nicola la Strada trionfa Dalia Muccioli

sabato 6 maggio 2017 0 commenti


Sulle strade del Giro delle Campania in Rosa torna al successo la campionessa italiana del 2013 Dalia Muccioli che quest’anno veste i colori della Valcar PBM. Nella tappa con partenza e arrivo a San Nicola la Strada, la 23enne nativa di Cesenatico (lo stesso paese di Marco Pantani) è uscita dal gruppo lungo la discesa che è seguita al GPM di Cervino. Dopo la salita di Valle di Maddaloni è stata raggiunta in testa alla corsa da Asja Paladin. La coppia ha proseguito di comune accordo fino al traguardo di San Nicola la Strada Nello sprint a due si è imposta abbastanza agevolmente la portacolori del team Valcar PBM.
A 19″ dalla coppia di battistrada, Marta Cavalli si è presa la terza posizione con Elena Franchi e Anna Ceolini rispettivamente quarta e quinta a 22″. Nicole D’Agostin è stata la prima delle junior al traguardo chiudendo in sesta posizione staccata di 1’13”.
Domani gran chiusura a Caiavano, sul circuito della celebre Coppa Caiavano.

Share/Bookmark

FOLGORE MONUMENTALE, annientata la capolista, scavalcata la Roma, è terzo posto finale


La SNAV Folgore Massa chiude in bellezza il primo campionato di serie B Unica della sua storia sfoderando l'ennesima prestazione monumentale che le permette di rifilare un secco 3-0 (25-19, 25-20, 25-20) alla capolista CIS Hydra Latina scesa in costiera con solo otto giocatori iscritti a referto.
Mister Nicola Esposito rinuncia inizialmente a mandare in campo il regista titolare Giampio Aprea non al meglio della condizione dopo l’infortunio alla caviglia di due settimane fa rimpiazzandolo con Marcello Miccio. Per il resto la formazione è quella consueta con Palmeri opposto, Russo e Sette schiacciatori di banda, Cuccaro e Testagrossa centrali, Di Nucci libero. Il tecnico del Latina, Alberto Gatto si affida a Rossi in regia, Di Coste opposto, Bacca e De Fabritiis di banda, Porcello e Yuri Testagrossa (il fratello di Luca) centrali, Sorgente libero.
Il primo break del primo set è del Latina, ma la Folgore sospinta dall’incessante incitamento dei propri sostenitori, - che anche stasera hanno gremito il Palatigliana nonostante la concomitante partita di calcio tra Napoli e Cagliari - resta agganciata e annulla lo svantaggio sul 9 pari, per poi passare per la prima volta a condurre nel cambio palla successivo (11-10). Latina di nuovo avanti sul 13-14, ma subito dopo la Folgore piazza un terrificante parziale di 6-1 e scappa via (19-15). La capolista colpita nell’orgoglio abbozza una reazione che le permette di riportarsi a -1 (20-19), ma nel finale di set la Folgore con Aprea e Laganà in campo al posto di Palmeri e Miccio, piazza un altro filotto di punti e si aggiudica il primo parziale per 25-19.
Nel secondo set la Folgore parte subito forte e si porta sul 4-0 mantenendo un buon vantaggio fino al 10-5. Un paio di errori in attacco dei padroni ci casa consentono al Latina di riavvicinarsi (10-8), e di rimanere in scia fino al secondo time out tecnico (16-14). Al rientro in campo mister Esposito effettua nuovamente il doppio cambio palleggiatore-opposto e analogamente al primo set la Folgore piazza subito un parziale di 6 punti ad 1 portandosi a condurre per 22-15 per poi chiudere il set sul 25-20.
Terzo set quasi in fotocopia. Folgore subito avanti 6-1. Segue rimonta del Latina dal 9-4 al 9-9. Ancora una volta però la Folgore piazza l’ennesimo parziale micidiale e si riporta avanti 17-11. Latina tenta ancora una volta di rimontare riuscendo solo a dimezzare il passivo (19-16) ma poi molla definitivamente. L’ultimo punto, quella della vittoria, lo ottiene, come nei due campionati precedenti, Gianluca Amitrano. 25-20 e 3-0 alla capolista e terzo posto nella classifica finale agganciato in extremis grazie alla sconfitta per 3-2 della Roma Volley nel derby con la Roma 7.
Come primo anno in serie B Unica il verdetto finale è più che soddisfacente. Nel girone di ritorno la Folgore è stata quasi perfetta conquistando 36 dei 39 punti a disposizione. Peccato per i troppi punti persi nel girone di andata (ben 15) a causa dei troppi infortuni e di una mentalità di squadra non ancora vincente come al ritorno. 
Si chiude con l’ennesimo geyser sound intonato da tutto il pubblico presente con la squadra ad applaudire dal campo.
Arrivederci ad ottobre per l’inizio di un altro campionato che si spera possa avere un epilogo ancora più festoso di questo.

Share/Bookmark

Folgore, ... goditi la tua «finale»

Dulcis in fundo … "il dolce (viene) in fondo".
Un affermazione che calza a pennello per descrivere l’attuale situazione della Folgore Massa che stasera alle ore 18.00, al Palatigliana, nell’ultima partita casalinga e assoluta della regular season dovrà vedersela con la capolista Hydra Latina una squadra composta, in buona parte, da giocatori che non sfigurerebbero nemmeno in A2, e che fin dalla scorsa estate era stata indicata come la logica favorita del girone campano/laziale della B maschile di pallavolo.
Da parte sua la Folgore è stata in corsa per l’accesso ai playoff promozione fino alla penultima giornata mancando l’obiettivo solo a causa dei numerosi infortuni che ne hanno pregiudicato il cammino nel corso del girone di andata. Con la squadra al completo, nel girone di ritorno, la Folgore ha fin qui conquistato 33 dei 36 punti a disposizione. Sei in più del Latina che si è fermato a 27, cinque in più della Roma che si è fermata a 28. L’unica squadra che, purtroppo per noi, è riuscita a tenere il passo della Folgore è stata la Gis Ottaviano, e sarà proprio lei ad accompagnare il Latina ai playoff.    
Quella di stasera per la Folgore rappresenta una vera e propria finale di consolazione. Un incontro in cui avrà la possibilità di dimostrare, ancora una volta se ce ne fosse bisogno, di non essere inferiore, di poter lottare ad armi pari con la migliore squadra del girone e probabilmente di tutta la serie B meridionale.
Un incontro per salutare degnamente i propri sostenitori, che si sono guadagnati pure loro, sul campo, o per meglio dire in tribuna il titolo di migliore tifoseria del girone, e dargli appuntamento al prossimo mese di ottobre.
Una squadra e un pubblico che meriterebbero un impianto di gioco all’altezza delle proprie ambizioni e del proprio valore. Ambizioni che non sono solo della Folgore Massa ma di tutto il complesso della pallavolo peninsulare, l’unico sport che da decenni si è dimostrato capace nonostante i pochi mezzi a disposizione di conquistare numerosi allori a livello nazionale e sfornare atleti di valore assoluto come il libero della nazionale femminile Monica De Gennaro o il centrale della nazionale under 19 Giovanni Gargiulo. A cui vanno aggiunti tantissimi altri atleti e atlete che hanno militato a lungo in serie A.
DATECI UN PALAZZETTO E VI SOLLEVEREMO IL MONDO

Share/Bookmark

Giro della Campania in Rosa, a Napoli vince Martina Fidanza

venerdì 5 maggio 2017 0 commenti

Arrivo allo sprint per l'epilogo della prima tappa del Giro della Campania in Rosa. Una ventina di atlete si sono contese la vittoria lungo il suggestivo lungomare di Via Caracciolo a Napoli, a spuntarla è stata ancora una volta la portacolori della Eurotarget-Still Bike Martina Fidanza (figlia dell’ex professionista Giovanni Fidanza) che ha bissato la vittoria di ieri sera nel prologo. 
La giovanissima bergamasca ha preceduto nell'ordine Letizia Paternoster (Vecchia Fontana) e Michela Balducci (Giusfredi Bianchi), Allegra Maria Arzuffi, Anastasia Carbonari, Vittoria Guazzini, Marta Cavalli, Elena Franchi, Francesca Pattaro e Daria Egorova. 
Domani ci sarà la seconda tappa con partenza e arrivo a San Nicola la Strada per un totale di 85.9 chilometri.

Share/Bookmark

Atletico Sorrento-Capri San Costanzo il 13 maggio al Cerulli

Si giocherà al Marcellino Cerulli di Massa Lubrense (sabato 13 maggio – ore 15.00) l’incontro dell’ultima giornata del girone B della Terza Categoria Napoletana tra l’Atletico Sorrento e il Capri San Costanzo.
Lo spostamento di luogo e di data si è reso necessario perché questa domenica il Campo Italia non era disponibile e forse potrebbe non esserlo nemmeno la domenica seguente. D’accordo con il comitato federale campano e con la dirigenza del Capri San Costanzo si è deciso di spostare l’incontro al Cerulli di Massa Lubrense in data sabato 15 maggio, ore 15.00 

Share/Bookmark

Vesuvio Cup, ecco il programma ufficiale

martedì 2 maggio 2017 0 commenti

È ufficialmente iniziato il countdown di avvicinamento alla Vesuvio Cup. Il C.R. della Fipav Campania è già proiettato a fine maggio quando dal 27 al 29 le nazionali maschili di Italia, Giappone ed Argentina daranno vita ad un triangolare internazionale di grande interesse sportivo e mediatico. L’Italia tornerà a Napoli a 10 anni di distanza dall’ultimo passaggio e lo farà calcando nuovamente il parquet del PalaBarbuto (come nella World League 2007) un motivo in più per spiegare il grande interesse che sta montando attorno ad un evento che coinvolgerà tutti gli appassionati di volley campani.
Intanto sono state ufficializzate date e orari delle sfide in programma al PalaBarbuto di Napoli. L’Italia del CT Chicco Blengini aprirà le danze sabato 27 maggio alle ore 19 contro l’Argentina del maestro Julio Velasco e del campionissimo Luciano De Cecco. Il giorno seguente,domenica 28 maggio, al PalaBarbuto soffierà il vento del Sol Levante, con la sfida tra Italia e Giappone (ore 19). A chiudere la Vesuvio Cup sarà la sfida tra Giappone e Argentina, in programma lunedì (29 maggio) alle ore 20. Il C.R. della Fipav Campania ricorda che è in corso la prevendita di biglietti e abbonamenti (alla tre giorni) per questo grande evento e che è possibile acquistare i titoli d’ingresso alla Vesuvio Cup attraverso il circuito Azzurro Service (www.azzurroservice.net).
Inoltre il C.R. della Fipav Campania ha aperto un bando per reclutare collaboratori volontari per la Vesuvio Cup. I curricula potranno essere inviati all’indirizzo vesuviocup@crfipavcampania.it

«Napoli e la Campania si stanno preparando nel migliore dei modi a questo grande evento – ha dichiarato il presidente del C.R. della Fipav Campania, Ernesto Boccia – la macchina organizzativa è in moto da diversi giorni per fornire tutto il supporto necessario alle tre nazionali che arriveranno a fine maggio a Napoli. Ospitare Giappone ed Argentina oltre a riabbracciare la maglia azzurra, è motivo d’orgoglio per tutta la grande famiglia del volley campano che certamente parteciperà a questa manifestazione con il calore che da sempre contraddistingue la nostra terra. Calore e voglia di grande volley ampiamente dimostrati da una prima settimana di prevendita che ha confermato il nostro pensiero a riguardo: Napoli merita i grandi eventi, Napoli e la Campania hanno fame di grande pallavolo. La Vesuvio Cup in programma dal 27 al 29 maggio al PalaBarbuto sarà una festa a cui tutta la grande famiglia del volley campano prenderà parte».

Share/Bookmark

Argento europeo per il sorrentino Giovanni Gargiulo

domenica 30 aprile 2017 0 commenti

Il sorrentino Giovanni Maria Gargiulo si è aggiudicato la medaglia di argento con la nazionale italiana under 19 di pallavolo maschile ai Campionati Europei di categoria che si sono disputati a Gyor in Ungheria.
La squadra italiana ha perso 3-2 (25-19, 14-25, 25-17, 19-25, 15-13) in finale con la Repubblica Ceca, dopo aver battuto con lo stesso risultato la Russia in semifinale.

Share/Bookmark

Apoteosi Atletico Sorrento, 6-0 alla Viribus Unitis

Viribus Unitis-Atletico Sorrento 0-6

Viribus Unitis: Di Pietro (70’ Mocerino), D’Amico, Massa, Zulli, Fortunio, Sorrentino, Alaia, De Stefano, Vecchione, Ardolino, Rocco. A disposizione: Esposito. Allenatore: Di Matteo.
Atletico Sorrento: Miccio (32’Galano), D’Esposito (60’ Cioffi), Ascione, Starace, Rega (50’ Astarita), Fausto, Verde, Di Leva, Di Gregorio, Saad, Contino (30’ Cuomo). Allenatore: Ferrara.
Arbitro: Colamatteo di Napoli.
Reti: 1’ Di Leva (S), 19’ Verde (S), 20’ Contino (S), 58’ D’Esposito (S), 61’ Astarita (S), 69’ Starace (S).
Ammonito: Fausto (S).

Per l’Atletico Sorrento quella con la Viribus Unitis doveva essere la gara del match point promozione, ma la sconfitta per 1-0 del Santa Maria Assunta Pompei nell’anticipo con il Leopardi ha fatto si che i rossoneri si assicurassero la promozione prima ancora di scendere in campo. L’incontro con la Viribus si è quindi trasformato in una vera e propria festa che ha assunto i toni del trionfo dopo pochi secondi di gioco quando Francesco Di Leva ha realizzato il gol del vantaggio su invito dell’ottimo Rega. I rossoneri hanno continuato a giocare sul velluto e senza nemmeno dannarsi troppo al 19’ sono riusciti ad ottenere la rete del 2-0 con Verde lanciato a rete da un rinvio del proprio portiere Miccio. Appena un minuto più tardi giungeva pure il 3-0 siglato da Contino su assist del solito Rega. Subito dopo mister Ferrera decideva di iniziare con largo anticipo la girandola delle sostituzioni in modo da permettere a tutti di essere pienamente protagonisti della festa che era in corso, mandando in campo Cuomo al posto di Contino e Galano al posto di Miccio. Ad inizio ripresa Astarita rilevava Rega. Al 58’ i rossoneri siglavano il 4-0 direttamente su calcio di punizione dal limite di D’Esposito che subito dopo lasciava il campo per far posto a Cioffi. Al 61’ splendida azione personale di Federico Cuomo che prima faceva ammattire la retroguardia della Viribus portandoli a spasso e poi serviva un assist al bacio per Astarita che realizzava il 5-0. Al 69’ c’era gloria anche per Starace che spintosi in avanti in licenza premio riusciva a siglare il 6-0 con un preciso colpo di testa su cross di Verde. Nei restanti minuti di gioco i rossoneri decidevano di non infierire, rimandando il seguito della festa a domenica prossima quando ospiteranno il Capri San Costanzo al Campo Italia per l’incontro conclusivo del torneo. 

Share/Bookmark

Gargiulo in finale all’Europeo Under 19

sabato 29 aprile 2017 0 commenti


Battendo per la Turchia al tiebreak (18-25, 25-23, 20-25, 25-21, 15-9) l’Italia nelle cui fila gioca il sorrentino Giovanni Maria Gargiulo si è qualificata per la finale del Campionato Europeo Under 19 dove affronterà la Repubblica Ceca che si è imposta anche essa al tiebreak nei confronti della Russia.

La finale si giocherà domenica 30 aprile alle ore 18.30 e sarà visibile in streaming su www.laiola1.tv

Share/Bookmark

L’Atletico Sorrento vince prima ancora di scendere in campo

L’Atletico Sorrento si è virtualmente aggiudicato il girone B della Terza Categoria napoletana prima ancora di scendere in campo per affrontare la Viribus Unitis nell’incontro della penultima giornata di ritorno. 
Si è verificato, infatti, che la squadra seconda in classifica, il Santa Maria Assunta Pompei, l’unica che teoricamente poteva ancora riuscire a sopravanzare i rossoneri ha perso 1-0 il derby con il Leopardi Calcio che si è giocato in serata ed è rimasto fermo a 40 punti contro i 44 dell’Atletico Sorrento.
Un successo largamente annunciato e pienamente meritato che arriva a conclusione di una stagione che ha visto l'Atletico Sorrento dominare il proprio girone fin dalle prime giornate. 
A tutta la famiglia dell’Atletico Sorrento, a partire dal presidente Antonino Schisano, alla vice presidente Agata Spasiano, all’allenatore Marcello Ferrara ed a tutti i ragazzi che sono scesi in campo le congratulazioni di Penisola Sport per aver riportato nuovamente il nome della città di Sorrento ai vertici di un torneo di calcio. 

Share/Bookmark

Match point decisivo per l’Atletico Sorrento

Domani mattina, contro la Viribus Unitis, allo Stadio Comunale di Sciciano, con calcio di inizio alle ore 10.30, l’Atletico Sorrento si gioca il primo dei due match point a disposizione per aggiudicarsi la promozione alla serie superiore. 
Un successo, peraltro quasi scontato, contro una Viribus ormai in disarmo (che domenica scorsa non è andata nemmeno a giocare in quel di Capri preferendo incassare uno 0-3 a tavolino piuttosto che rimetterci centinaia di euro per la trasferta sull’isola) permetterebbe ai rossoneri di aggiudicarsi matematicamente il primo posto nel girone B della Terza Categoria Napoletana.

Diciotto i convocati di Marcello Ferrara per questo importantissimo incontro;

Portieri: Miccio Eduardo, Galano Salvatore;
Difensori: Ascione Marco, Rega Gian Mario, Starace Andrea, Cioffi Ciro, Ferrara Marcello;
Centrocampisti: Cuomo Federico, Ruocco Roberto, Contino Giancarlo, De Rosa Francesco, Di Leva Francesco, Verde Lucio, Fausto Giuseppe;
Attaccanti: Astarita Alessandro, Di Gregorio Giuseppe, Nevez Campos Pedro Luiz, Saad Omara.

Arbitrerà l’incontro il signor Francesco Colamatteo di Napoli, che in questa stagione ha diretto i rossoneri nei due incontri con il Casalnuovo entrambi terminati con un successo. 

Share/Bookmark

FOLGORE STELLARE, ROMA DEMOLITA

Come Davide contro Golia. La Folgore, rappresentante della piccola Massa Lubrense, appena 14mila abitanti, ha prevalso sulla prima squadra della Capitale d’Italia, metropoli con più di tre milioni di abitanti. 
Una grandissima prestazione, probabilmente la più bella di tutta la storia della Folgore che ha da poco compiuto il 60mo anno di vita. Senza il regista e capitano Giampio Aprea, peraltro degnamente sostituito da Marcello Miccio, la formazione massese è riuscita ad imporsi per 3 set ad 1 (18-25, 25-21, 12-25, 23-25) sul campo della Roma Volley una squadra che era stata costruita esplicitamente per puntare alla promozione in A2 e che molto probabilmente stasera ha visto crollare il proprio castello di sogni sotto le schiacciate dei ragazzi della Folgore. 
Oltre al regista Marcello Miccio, i principali protagonisti di questa vittoria, sono stati lo schiacciatore Erminio Russo, il centrale Luca Testagrossa e il libero Antonio Di Nucci, vale a dire i tre che meno avevano brillato, sette giorni orsono, nell’incontro con il Tya Marigliano. Leggermente sotto nella scala dei valori l’altro centrale Fabio Cuccaro, l’opposto Michael Palmieri, e lo schiacciatore Felice Sette che si è reso molto utile soprattutto nella fase difensiva. Un sei più uno granitico e compatto come non mai, che oltre che agli avversari, ha dovuto tener testa anche ad una coppia arbitrale, non all’altezza della situazione, e che è calato leggermente solo nella fase finale del secondo set, permettendo alla Roma di pareggiare momentaneamente il conto dei set vinti.
Una Roma già duramente bastonata nel primo set (conclusosi 25-18 a favore della Folgore) che poi è stata letteralmente demolita nel terzo (25-12 per la Folgore). 
Grandissima tensione nel quarto set, con la Folgore subito avanti che raggiunge un vantaggio massimo di 5 punti sul 14-9, poi ridotto a 2 sul 17-15 e nuovamente risalito a +5 sul 20-15 prima di subire il perentorio ritorno dei padroni di casa che impattano 23-23. Proprio qui, quanto tutto stava per svanire, la Folgore riesce a trovare la forza per aggiudicarsi i due punti conclusivi, approfittando di due errori decisivi dei romani che evidentemente avevano esaurito prima dei nostri le loro risorse fisiche e mentali.
Un grande successo solo lievemente offuscato da quello ottenuto a pochi chilometri di distanza della Gis Ottaviano sulla Fenice Roma (3-0) che estromette definitivamente la Folgore dalla corsa ai playoff promozione in serie A2 che si ritrova a quattro punti dal secondo posto quando resta da giocare solo l’ultima giornata, quella di sabato prossimo allorquando la Folgore riceverà al Palatigliana la capolista Latina, già sicura dell’approdo ai playoff e del primo posto in graduatoria, mentre per la Folgore, che ha sette punti in più della quinta, resta solo l’incertezza del terzo o quarto posto finale.  
Comunque vada sarà una festa che concluderà degnamente una annata straordinaria che avrebbe potuto esserlo ancora di più senza i tanti infortuni che hanno decimato la Folgore durante il girone di andata durante il quale la squadra massese è riuscita a cogliere solo 24 punti, 10 in meno di quelli ottenuti nelle prime dodici giornate del girone di ritorno.

Share/Bookmark

De Gennaro miglior libero della Champions League femminile

lunedì 24 aprile 2017 0 commenti


Ancora un riconoscimento per la santanellese Monica De Gennaro che è stata nominata miglior libero della Final Four della Champions League femminile di pallavolo che si è giocata sabato e domenica scorsa al Palasport di Treviso. 
Peccato che la sua squadra l’Imoco Conegliano allenata da Davide Mazzanti sia stata battuta in finale con un secco 3-0 (19-25, 13-25, 23-25) dal Vakifbank Istanbul allenata dal tecnico italiano Giovanni Guidetti. 
La finale per il terzo e quarto posto è stata vinta dalla Eczacibasi Istanbul che ha battuto 3-1 la Dinamo Mosca (25-19, 19-25, 25-23, 25-22) sconfitta già sabato in semifinale dalla Imoco.
Come Mvp del torneo è stata premiata la schiacciatrice cinese del Vakifbank Zhu Ting. Nella formazione ideale delle Final Four altre 4 giocatrici del Vakifbank e ben tre giocatrici Usa.
Miglior palleggiatrice: Naz Aydemir Akyol (Vakifbank); miglior opposto: Lonneke Slöetjes (Vakifbank); migliori schiacciatrici: Kimberly Hill (Vakifbank) e Kelsey Robinson (Imoco Conegliano); migliori centrali: Milena Rasic (Vakifbank), Rachael Adams (Eczacibasi); miglior libero: Monica De Gennaro (Imoco Conegliano).
Grazie al secondo posto nella Final Four l’Imoco Conegliano ha acquisito il diritto a partecipare al Mondiale per club che si giocherà a Kobe in Giappone dal 8 al 14 maggio. 

Share/Bookmark

Atletico Sorrento travolgente. 8-2 alla Giovani Afragolesi e promozione nel mirino

domenica 23 aprile 2017 0 commenti


Atletico Sorrento-Giovani Afragolesi 8-2

Atletico Sorrento (4-4-2): Miccio; Rega, Ferrara, Ascione, Prestigiovanni C. (58’ Starace); Di Leva, Contino, Verde, Ruocco; Di Gregorio (67’ Fausto), Saad (46’ Cuomo). A disposizione: De Rosa, Campos, Veropalumbo. Allenatore: Ferrara.  
Giovani Afragolesi (4-4-2): Blotto; Esposito L., Mascolo, Migliore, Illiano; Esposito B., Grandine, Iazzatta, Castaldo; Sabato, Lombardi.
Arbitro: Giuseppe Rega di Castellammare di Stabia.
Reti: 10’ Di Gregorio (S) rigore, 22’ Saad (S), 25’ Ruocco (S), 43’ Di Gregorio (S), 51’ Lombardo (A), 54’ Cuomo (S), 59’ Lombardo (A) rigore, 67’ Cuomo (S), 74’ Cuomo (S), 83’ Di Leva (S).
Note: Nessun ammonito. Atletico Sorrento senza il secondo portiere in panchina. Giovani Afragolesi senza allenatore e senza riserve in panchina. Prima dell’inizio dell’incontro è stato osservato un minuto di raccoglimento per onorare la memoria del campione di ciclismo Michele Scarponi rimasto vittima di un incidente stradale all'alba di sabato mentre si allenava sulle strade di casa in preparazione al prossimo Giro d'Italia che scatterà da Sassari il 5 maggio prossimo.

Tutto facile per l’Atletico Sorrento che travolge con un sonoro 8-2 la Giovani Afragolesi e mette nel mirino la promozione alla serie superiore avendo portato a 4 i punti di vantaggio sul Santa Maria Assunta Pompei fermato sul pareggio (2-2) dal Real Vesuvio. Adesso per poter festeggiare la promozione gli basta vincere una delle prossime due partite con Viribus Unitis e Capri San Costanzo … le ultime due della graduatoria. Più facile di così? 
La Giovani Afragolesi presentatasi al Campo Italia senza allenatore e senza riserve in panchina è riuscita ad opporre una scarsissima resistenza alla partenza a razzo dei rossoneri che dopo aver fallito un paio di facili occasioni riuscivano a passare in vantaggio al 10’ con un calcio di rigore trasformato da Di Gregorio (fallo del portiere ospite che travolge Ruocco lanciato a rete). Dopo alcune occasioni incredibilmente fallite da Di Gregorio e Saad al 22’ era lo stesso Saad, al terzo tentativo, ad andare a segno dopo aver dribblato anche il portiere per poi depositare il pallone in rete. Tre minuti dopo Ruocco approfittava di un rilancio della propria difesa e partito dalla propria metà campo si involava verso la porta avversaria, realizzando il 3-0 con un pallonetto che superava il portiere in uscita e si infilava in rete. Dopo numerose altre occasioni fallite dagli attaccanti rossoneri per eccessiva precipitazione, faciloneria o egoismo al 43’ De Gregorio realizzava il 4-0 battendo il portiere ospite con un tiro da distanza ravvicinata dopo aver superato in dribbling ben tre avversari.
Con il risultato già in cassaforte la ripresa veniva giocata da entrambe le squadre senza prestare eccesiva attenzione agli schemi e alle marcature. Era così che gli ospiti riuscivano finalmente a rendersi pericolosi con un tiro da fuori area di Illiano bloccato in tuffo da Miccio. Al 51’ gli afragolesi riuscivano addirittura ad accorciare le distanze con Lombardo che partito da una nettissima posizione di fuorigioco incredibilmente non rilevata dall’arbitro batteva Miccio in uscita. Appena tre minuti dopo il neo entrato Federico Cuomo ristabiliva le distanze con un pregevole tiro liftato che si insaccava a fil di palo. Al 58’ un fallo da rigore di Carlo Prestigiovanni ai danni di Lombardo consentiva allo stesso di accorciare nuovamente le distanze realizzando dal dischetto. Al 67’ Cuomo iscriveva nuovamente il proprio nome sul taccuino dei marcatori con un tiro alla Del Piero dal vertice destro dell’area di rigore, e poi completava la propria esibizione al 74’ con un altro colpo da biliardo dal limite dell’area mandando il pallone prima sul palo e poi in rete. All’83’, dopo diversi tentativi falliti, trovava la via della rete anche Francesco Di Leva fissando il risultato sull’8-2. 

Share/Bookmark

Atletico Sorrento-Giovani Afragolesi, i convocati di Ferrara


Al termine dell’allenamento di rifinitura sostenuto oggi pomeriggio al Campo Italia il tecnico dell’Atletico Sorrento, Marcello Ferrara ha diramato la lista dei convocati per l’incontro con la Giovani Afragolesi che si giocherà domani pomeriggio al Campo Italia di Sorrento con inizio alle ore 15.30.
Di seguito la lista completa dei convocati:
Portieri: Miccio Eduardo;
Difensori: Ascione Marco, Rega Gian Mario, Starace Andrea, Veropalumbo Francesco, Prestigiovani Carlo;
Centrocampisti: Cuomo Federico, Ruocco Roberto, Contino Giancarlo, De Rosa Francesco, Di Leva Francesco, Verde Lucio, Fausto Giuseppe;

Attaccanti: Astarita Alessandro, Di Gregorio Giuseppe, Nevez Campos Pedro Luiz, Saad Omara.

Share/Bookmark

La Folgore Massa regala un punto al Marigliano

La Folgore Massa batte per 3 set a 2 (25-10, 19-25, 15-25, 25-20, 15-6) la Tya Marigliano e continua l’inseguimento ai playoff promozione in serie A2 anche se adesso, a due giornate dalla conclusione del torneo, lo svantaggio dalle seconde (Roma Volley e GIS Ottaviano) è salito a quattro punti. 
Un punto lasciato per strada in maniera inopinata, per colpa di un evidente calo di concentrazione che si è manifestato subito dopo aver conquistato in maniera travolgente il primo set con il punteggio di 25-10. Paradossalmente la scarsa resistenza opposta dalla Tya Marigliano nel primo set ha contribuito in maniera determinante al calo di concentrazione di alcuni elementi del sestetto della Folgore che allorquando il Marigliano ha iniziato pure lui a giocare non sono più riusciti a rispondere in maniera efficace ed hanno permesso alla squadra ospite di vincere secondo e terzo set 19-25 e 15-25.
Solo allora, quando ormai il danno era stato già fatto, mister Nicola Esposito è riuscito a trovare la giusta contromisura per arrestare l’emorragia. Fuori il centrale Luca Testagrossa e lo schiacciatore Erminio Russo sostituiti rispettivamente da Marco Della Mura e Gianluca Amitrano e la Folgore ha ripreso nuovamente a macinare il proprio gioco. Sull’8-5 del quarto set si infortunava il capitano e regista della Folgore, Gianpio Aprea (distorsione alla caviglia destra) ed al suo posto entrava Marcello Miccio. Il cambio obbligato di regista si rilevava del tutto indolore e la Folgore continuava ad accumulare punti sospinta dall’incitamento incessante dei propri sostenitori mai così numerosi e rumorosi come stasera.
Si andava avanti nel punteggio quasi con lo stesso divario di rendimento del primo set, ma sul 22-14 a favore della Folgore la squadra ospite riusciva a recuperare 6 punti in un unico turno di battuta riportandosi a -2 (22-20). A quel punto Nicola Esposito chiamava due timeout consecutivi permettendo ai suoi di recuperare la concentrazione perduta. Al ritorno in campo era Gianluca Amitrano ad ottenere il 23mo punto con un attacco di astuzia degno del suo repertorio. Subito dopo venivano anche il 24mo e il 25mo punto e si andava al tiebreak
Un quinto set senza storia, che è sembrato la prosecuzione del primo, tale è stato il divario tra le due squadre in campo. Folgore subito avanti 5-0. Poi due punti per il Marigliano seguiti da altri sei per la Folgore di cui uno tecnico. Sull’ 11-2 il Marigliano infila altri tre punti di seguito ma il finale è ancora della Folgore che si aggiudica il set nettamente con il punteggio di 15-6 e poi va a festeggiare intonando il geyser sound insieme ai propri tifosi.
Da notare che è il primo tiebreak vinto dopo quattro persi.
Da lunedì tutti in palestra per preparare la madre di tutte le partite, quella che si giocherà sabato 29 alle ore 17 (in contemporanea con tutte le altre, esclusa quella del Club Italia, buona parte dei cui componenti sono impegnati nella fase finale del campionato europeo under 19) al Palatellene di Roma contro la Roma Volley. Con la Folgore che potrebbe viaggiare con parecchi tifosi al seguito. Già da stasera, in molti, hanno iniziato ad organizzarsi per seguire e sostenere la squadra in quella che è la più importante partita mai giocata. 

Share/Bookmark

Folgore Massa-Tya Marigliano un derby che vale la A2

sabato 22 aprile 2017 0 commenti

Continua l’inseguimento della SNAV Folgore Massa ai playoff promozione in serie A2 che stasera con inizio alle ore 18.30 affronterà il Tya Marigliano al Palatigliana nel primo dei tre spareggi (a seguire Volley Roma fuori e Hydra Latina in casa) che decreteranno la squadra che andrà a far compagnia allo stesso Latina nella fase a eliminazione diretta.
Tya Marigliano che ha dilapidato buona parte delle proprie possibilità di approdare ai playoff perdendo 1-3 in casa lo scontro diretto della domenica delle palme con la GIS Ottaviano. Guardando al calendario è proprio la GIS Ottaviano la squadra che ha maggiori probabilità di aggiudicarsi il secondo posto al termine della regular season dovendo affrontare tre formazioni (Cimitile, Fenice Roma e Virtus Roma) che non hanno più nulla da chiedere al campionato in corso. Più complicato il cammino della Roma Volley che stasera va a Sabaudia, domenica prossima ospiterà la Folgore e il sabato successivo avrà il derby con la Roma 7.
La Folgore Massa che in classifica ha tre punti in meno di Roma Volley e GIS Ottaviano ha l’obbligo di vincere tutte e tre le restanti partite e sperare che Ottaviano compia un vero è proprio suicidio sportivo perdendo quattro punti per strada.
Proibitivo il compito della Tya Marigliano che può aspirare al massimo a migliorare di una o due posizioni il quinto posto attuale.
Quello di stasera sarà comunque un incontro di cartello e sarebbe bello vedere ancora una volta il Palatigliana pieno come un treno della circumvesuviana all’ora di punta.
Considerata la notevole importanza dell’incontro la FIPAV ha deciso di derogare alla consuetudine quasi sempre seguita nei precedenti derby regionali di affidare la direzione della gara a due arbitri della stessa regione ed ha designato una coppia pugliese composta da Giuseppe Mancini (primo arbitro) e Maurizio Martini (secondo arbitro) entrambi di Bari.
Prima dell'inizio della gara verrà osservato un minuto di raccoglimento per onorare la memoria del campione di ciclismo Michele Scarponi rimasto vittima di un incidente stradale all'alba di oggi mentre si allenava sulle strade di casa in preparazione al prossimo Giro d'Italia che scatterà da Sassari il 5 maggio prossimo.

Share/Bookmark

Atletico Sorrento a caccia dei tre punti con la Giovani Afragolesi

venerdì 21 aprile 2017 0 commenti

Domenica pomeriggio, al Campo Italia di Sorrento, con inizio alle ore 15.30 l’Atletico Sorrento sarà impegnato contro la Giovani Afragolesi per l’incontro della ventesima giornata del girone B della Terza Categoria Napoletana con l’imperativo categorico di conquistare tutti e tre i punti in palio per continuare la propria corsa verso la promozione alla serie superiore che improvvisamente ed inaspettatamente è diventata meno facile del previsto. 
A tre giornate dal termine del torneo, l’Atletico Sorrento vede ridotti a soli due punti il vantaggio sulla seconda, il Santa Maria Assunta Pompei in seguito ad una decisione della giustizia sportiva emessa con notevole ritardo. La settimana scorsa il giudice sportivo territoriale ha infatti regalato un bellissimo uovo di Pasqua al Santa Maria Assunta Pompei assegnandogli i tre punti a tavolino per l’incontro dell’ultima giornata di andata disputato il 12 febbraio scorso con la Giovani Afragolesi che si era concluso con il punteggio di 1-0 a favore di questi ultimi, a causa di irregolarità nel tesseramento di ben 5 giocatori della Giovani Afragolesi che avevano partecipato alla gara riaprendo, di fatto, la corsa al primato. 
Guardando la tabella sottostante il calendario dell’Atletico Sorrento sembra molto più agevole di quelle delle avversarie che la seguono in classifica ma per evitare brutte sorprese future sarà meglio mettercela tutta e cercare di vincere le tre le partite che restano da giocare, cominciando proprio da quella con la Giovani Afragolesi vera e propria mina vacante del girone che alterna risultati clamorosi sia a favore che a sfavore come se niente fosse. Basti pensare che negli ultimi due incontri ha subito un'altra sconfitta a tavolino regalando al Capri San Costanzo l’unica vittoria del torneo e la domenica successiva si è imposta con un rotondo 5-1 sulla Viribus Unitis.
Paradossalmente la decisione del giudice sportivo potrebbe rivelarsi il giusto carburate per rivitalizzare un Atletico Sorrento che rischiava di adagiarsi sulle vittorie passate. Domenica i ragazzi allenati da Marcello Ferrara, potete star certi, scenderanno in campo più determinati che mani decisi a far un solo boccone dei malcapitati avversari. Determinazione che traspare già dall’appello lanciato dalla società agli sportivi sorrentini: 

“Ultime tre gare.... 
I ragazzi ora come mai hanno bisogno di sostegno morale...un anno alla grande...un anno dedicato a questa società...da domenica inizia il vero campionato.
Forza ragazzi siete l'orgoglio di questa città”.

L'incontro tra Atletico Sorrento e Giovani Afragolesi sarà diretto dal signor Giuseppe Rega della sezione AIA di Castellammare di Stabia.


Share/Bookmark

L’Atletico Sorrento inciampa col Leopardi

domenica 9 aprile 2017 0 commenti


Leopardi Calcio-Atletico Sorrento 2-0

Leopardi Calcio: Di Donna, Tilla (70’ Borrelli), Cirillo R. (46’ Vitiello F.), Mosca, Iacomino, Sorrentino, Di Sarno, Vitiello G. (64’ Troise), Zicchinolfi (90’ Ranno), Mondola, Medio (76’ Cefariello). A disposizione: Zeno, Nocerino. Allenatore: Cirillo.
Atletico Sorrento: Miccio, Veropalumbo, D’Esposito (70’ Ascione), Starace, Contino, Ruocco (58’ Cuomo), Verde, Di Leva, Saad, Di Gregorio (53’ De Rosa), Astarita. A disposizione: Rega. Allenatore: Ferrara.
Arbitro: De Curtis di Frattamaggiore
Reti: 12’ Mondola (L), 63’ Zicchinolfi (L).
Ammonito: D’Esposito (S)
Note: Atletico Sorrento senza il secondo portiere in panchina

Un Atletico Sorrento meno concentrato e deciso del solito che è mancato soprattutto in fase conclusiva sprecando più del solito e poco attento in difesa incassa la seconda sconfitta del campionato e torna a mani vuote dalla trasferta di Leopardi. 
Il tecnico rossonero Marcello Ferrara oltre ai soliti lungodegenti ha dovuto fare a meno anche degli squalificati Fausto e Francesco Prestigiovanni a cui si sono aggiunti all’ultimo momento il secondo portiere Galano e l’attaccante Campos. Le tante assenze non possono però essere una scusante per questa sconfitta che è più facilmente addebitabile ad un calo di tensione di tutto l’ambiente rossonero. Sicuramente maggiore l’impegno profuso dai giocatori del Leopardi che stanno inseguendo l’obiettivo dei playoff. Come numero di conclusioni verso la porta avversaria i rossoneri hanno prevalso per 19 a 12 ma nessuna di queste è andata a bersaglio vuoi per errori di mira vuoi anche per le parate effettuate dal portiere Di Donna. 
Dopo alcune occasioni da ambo e parti al 12’ era Mondola a sbloccare il risultato con una conclusione dal limite. I rossoneri tentavano di reagire ma tra parate del portiere Di Donna e conclusioni che mancavano il bersaglio non riuscivano a raddrizzare il risultato finendo col beccare il secondo gol al passivo al 63’ in seguito ad  un colpo di testa di Zicchinolfi su cross dalla bandierina di Nocerino. A quel punto ci sarebbe stata ancora quasi mezzora di tempo per tentare di recuperare ma i rossoneri rinunciavano quasi a lottare e i padroni di casa riuscivano a mantenere la propria porta inviolata fino al termine dell’incontro.
Sconfitta indolore ai fini della classifica in quanto la squadra che insegue in seconda posizione il Santa Maria Assunta ha perso 3-0 col Salvana. Se l'Atletico Sorrento avesse battuto il Leopardi era quasi fatta, ma non è detta l'ultima parola dalla prossima ogni partita è buona per stappare lo spumante

Share/Bookmark

DISCLAIMER - Penisola Sport è un blog d’informazione senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento. La testata ambisce ad essere una piena espressione dell'art. 21 della costituzione italiana. Pur essendo normalmente aggiornato più volte quotidianamente, non ha una periodicità predefinita e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'autore si riserva, tuttavia, la facoltà di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contrario al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.