Ufficiale, Costantino Napoletano ha firmato con il Sorrento

mercoledì 30 dicembre 2015 0 commenti

Costantino Napolitano è a tutti gli effetti un giocatore del Sorrento. Oggi pomeriggio, il giovane centrocampista (22 anni) che per la prima parte della stagione in corso ha vestito la maglia del Mondragone  ha apposto il proprio autografo sul modulo di tesseramento che lo lega al Sorrento fino al termine della stagione.
La notizia è stata ufficializzata pochi minuti fa dal direttore sportivo del Sorrento, avvocato Salvatore Napolitano che ha anche postato un foto che lo ritrae in compagnia del quasi omonimo Costantino Napolitano.

Share/Bookmark

Sorrento vicino l’accordo con Costantino Napoletano

martedì 29 dicembre 2015 1 commenti

Stando a quanto pubblicato in serata da diversi siti web il Sorrento è vicinissimo all’ingaggio dell’ex centrocampista del Mondragone Costantino Napoletano.
Napoletano che ha da poco compiuto 22 anni (è nato il 24 novembre 1993) ha giocato la prima parte del campionato con la maglia del Mondragone (Eccellenza, girone A) con cui è sceso in campo in 12 occasioni (1 rete). Il 18 dicembre scorso è stato svincolato dalla società insieme ad altri quattro compagni di squadra e pochi giorni dopo ha raggiunto un accordo verbale con lo Stasia, squadra con la quale ha sostenuto alcuni allenamenti, partecipando anche ad un triangolare con Turris e Sant’Antonio Abate (24 dicembre). 
Sembrava tutto fatto ma al momento di apporre la firma sul modulo di tesseramento l’accordo è saltato e Costantino Napoletano si è ritrovato nuovamente senza squadra. Una condizione in cui è rimasto solo per poche ore. Infatti come lui stesso ha dichiarato ad un giornalista casertano: 
“Da due giorni mi sono aggregato al Sorrento. A Natale ho avuto il piacere di parlare con mister Antonio De Stefano che mi ha convinto subito ad accettare il nuovo progetto. Domani firmerò il contratto che mi legherà ai rossoneri fino al termine della stagione. Sono felicissimo di poter giocare in una squadra che non merita assolutamente certi palcoscenici. Farò di tutto per ripagare la fiducia che mi è stata data”. 

Share/Bookmark

70 anni fa nasceva la Società Sportiva Sorrento

mercoledì 23 dicembre 2015 0 commenti

70 anni fa, la sera del 23 dicembre 1945, in un terraneo situato in piazza Sant'Antonino, sede della formazione politica dell’Uomo Qualunque, veniva redatto l’atto costitutivo della Società Sportiva Sorrento. Nella stessa riunione  venero nominati il presidente Torquato Ercolano, il vice-presidente Federico Cuomo, e il cassiere Vincenzo Rinaldi. 
Nasceva così quella società che è stata sempre considerata come la prima antenata dell’attuale Sorrento Calcio. Una continuità riconosciuta anche dal CONI che nel 2003 assegnò all’allora presidente Antonino Castellano una benemerenza per gli oltre 50 anni di attività continuata in ambito calcistico. 
Gli storici del calcio sono tuttavia concordi nel ritenere che il Sorrento abbia una anzianità maggiore di quella che gli viene attribuita. Per questi infatti, società quali la “Fascio Giovanile di Combattimento Sorrento” e la “Gioventù Italiana del Littorio Sorrento” possono a buon diritto essere considerare come vere progenitrici del Sorrento attuale. Entrambe queste società vennero infatti affiliate alla FIGC e disputarono campionati federali nel corso degli anni trenta. Dando per buono questa affermazione (che proviene da autorevoli esperti della materia) il Sorrento sarebbe più anziano di almeno dieci anni. Infatti, la FGC Sorrento risulta attiva già nella stagione 1935-36 ed è molto probabile che si sia trasformata in GIL Sorrento il 29 ottobre 1937 giorno in cui fu deciso l’accorpamento dei Fasci Giovanili di Combattimento e dell’Opera Nazionale Balilla nella Gioventù Italiana del Littorio. 
Al momento purtroppo non si conosce ancora la data di fondazione della “Fascio Giovanile di Combattimento Sorrento” e quindi non è possibile stabilire la reale età del Sorrento.
Non sarebbero invece da considerare tra le antenate del Sorrento attuale ne il Nazario Sauro Sorrento (1929) ne le altre società precedenti (di cui non si conosce nemmeno l’esatta denominazione) in quanto nessuna di queste risulta mai affiliata alla FIGC. 
Da quel che precede si può giustamente affermare che oggi 23 dicembre 2015 ricorre solamente il settantesimo anniversario di fondazione della Società Sportiva Sorrento, ma questa è soltanto una delle tante denominazioni assunte dal Sorrento negli oltre ottanta anni di vita. 

Share/Bookmark

Folgore Massa sconfitta ad Andria (3-1)

sabato 19 dicembre 2015 0 commenti

La SNAV Folgore Massa torna a mani vuote dalla trasferta di Andria. Il risultato finale di 3-1 (25-20, 17-25, 25-23, 27-25) che consegna tutti e tre i punti in palio alla Pallavolo Andria premia oltre misura i padroni di casa che nel computo totale dei punti prevalgono per appena tre lunghezze (94 a 91). 
C’è da dire subito che la Folgore deve recriminare ad alta voce per almeno un paio di decisioni arbitrali sfavorevoli che le hanno tarpato le ali nel momento decisivo del quarto set, condotto quasi sempre in testa e poi perso 27 a 25. Senza quelle decisioni arbitrali il set sarebbe stato quasi sicuramente conquistato dalla Folgore. Sul 2-2 la partita si sarebbe riaperta e ci si sarebbe giocato la vittoria al tye break. Invece, grazie al duplice regalo ricevuto dal secondo arbitro l’Andria è riuscita a recuperare lo svantaggio ed ha chiuso il match a suo favore conquistando l’intera posta. Cosa che, almeno per il momento le permette di scavalcare la Folgore in classifica in virtù di un quoziente set leggermente migliore (1,06 contro 1,00).
Detto questo bisogna anche aggiungere che la Folgore Massa non ha affatto giocato al meglio delle proprie possibilità. La miglior Folgore sarebbe tornata a casa con i tre punti in saccoccia. Forse ha pesato il turno di riposo forzato. C’è da aggiungere che era la prima volta che la Folgore scendeva in campo senza Matteo Granito. Dopo la sua partenza si è deciso di non tornare immediatamente sul mercato ed oggi a sostituirlo c’era Carmine Lauro che di suo non ha demeritato. È venuta però a mancare la possibilità di operare ulteriori cambi in quel settore e questo può sicuramente aver pesato nell’economia dell’incontro.
Adesso ci sarà la pausa natalizia e il campionato si fermerà per due settimane. La Folgore tornerà in campo il 10 gennaio 2016 quando è in programma l’incontro casalingo con l’Elisa Volley Pomigliano. Questo vuol dire che ci sarà tempo a sufficienza per amalgamare al meglio il nuovo sestetto titolare. Un periodo di tempo che va sfruttato adeguatamente e durante il quale non sono ammessi rilassamenti.

Di seguito i risultati della giornata, la classifica e il prossimo turno

Share/Bookmark

Sorrento-Scafatese 1-2 sala stampa De Stefano

Mastica amaro Antonio De Stefano, tecnico del Sorrento, dopo l'ennesimo ko casalingo ad opera della US Scafatese. Un risultato ingeneroso e beffardo vista la prestazione della sua squadra, che in campo presentava tanti innesti dell'ultim'ora. "Questo stop è l'emblema dell'anno assurdo del Sorrento - esordisce -. Le due sconfitte con Massa Lubrense ed Ebolitana ci stavano tutte, ma questa brucia tantissimo. Non poteva esserci risultato più bugiardo. C'è da salvare il secondo tempo disputato ad altissima intensità, con una reazione davvero importante della mia squadra. Non posso che complimentarmi coi ragazzi che si sono aggregati solo negli ultimi giorni, tipo Manco, Arenella e Cuomo. Ci vorrà del tempo anche se, dopo una partita del genere, il morale non può non essere a terra. La mancanza di un ariete di area di rigore? Ho parlato spesso con la società: avere un attaccante forte fisicamente, e capace di fare a spallate con la difesa avversaria, poteva essere importante. Ma in organico non ce l'abbiamo. Tolto Di Pietro, abbiamo solo Ciabatta che è un '97 oltre ad Improta che si è aggregato da poco. Abbiamo tanti giocatori bravi dal punto di vista tecnico, tipo Manco, Spina o Arenella, ma manca la punta che ci possa creare la superiorità numerica per gli inserimenti senza palla dei compagni, a parte Di Pietro che è bravo ad attaccare gli spazi. Tuttavia a dicembre è difficile trovare un attaccante di peso, quindi andiamo avanti con quelli che ci stanno. Loro hanno avuto un impatto col match migliore del nostro, vuoi per la nostra classifica vuoi per un gruppo rinnovato che deve imparare a conoscersi. Noi siamo costretti sempre a fare risultato e così si finisce per giocare coi nervi a fior di pelle. Sul rigore non posso pronunciarmi, ero lontano. Ma mi dicono che il braccio di Cuomo fosse attaccato al corpo. Il problema è che gli arbitri, vedendoci ultimi in classifica, possono pensare che siamo già condannati. Ma noi siamo vivi e vogliamo tentare l'impresa. Comunque adesso archiviamo questa gara e ripartiamo dai secondi 45 minuti. Io mi assumo ogni responsabilità perché, sull'1-1, ho fatto tutto il possibile per vincere la partita. Magari ci siamo sbilanciati troppo, ma sentivo che potevamo farcela. Poi abbiamo subìto questa ripartenza, il portiere e il difensore non si sono capiti e abbiamo preso gol. Questo, però, conta relativamente perché, l'avessimo buttata dentro col forcing che avevamo prodotto, ora staremmo qui a parlare di un'altra partita. Il mio allontanamento dalla panchina? Non mi piace parlare degli arbitri. Tuttavia il direttore di gara si era avvicinato chiedendo che il mio collaboratore si sedesse altrimenti lo avrebbe mandato fuori. Poi ho protestato io con grande educazione per una ammonizione a mio avviso sacrosanta ma che non è stata data ad un giocatore avversario. Da parte degli arbitri ci vorrebbe anche un po' di elasticità e di buon senso, soprattutto alla luce dei nostri problemi di classifica".

Share/Bookmark

Sorrento sciupone, beffato dalla Scafatese

Sorrento-US Scafatese 1-2

Sorrento: Cinque M., Carezza, Genovese, Volpe, Cuomo, D’Auria, Micalizzi (70’ Cimmino), Spina (46’ Ciabatta), Di Pietro, Manco, Arenella. A disposizione: D’Onofrio, Cocozza, Mormone, Cinque A., , Improta. Alleantore: De Stefano.
US Scafatese: Gallo, Matrone, Ferrauto (46’ Varriale, 80’ Vitiello), Avino, Ammendola, Terlino, Siano, Della Femina, Maione, Ferrentino, Romano. A disposizione: Francavilla, D’Alessio, Manzo, Cavallaro, Librera. Alleantore: Amarante.
Arbitro: Domenico Mirabella di Napoli
Reti: 40’ Ferrentino (Sc) rigore, 53’ Di Pietro (S), 91’ Della Femina (Sc).
Ammoniti: Carezza, Volpe, Cimmino, Cuomo, Arenella (S); Avino (Sc). Espulsi: 42’ De Stefano (allenatore Sorrento) per proteste; 76' Matrone (Sc) per doppia ammonizione.

Va male al Sorrento la "prima" al Kennedy contro la US Scafatese. Rossoneri sconfitti immeritatamente (1-2) ma protagonisti di una gara generosa e intensa, condita da una ripresa disputata con tanto orgoglio e furore agonistico. Tatticamente gli schieramenti sono speculari, con la Scafatese che presenta un 4-3-1-2 e il Sorrento che risponde con Di Pietro e il nuovo acquisto Arenella in avanti, supportato alle spalle da un altro neo rossonero, Alessandro Manco, con Roberto Volpe in regia. L'inizio dei canarini è però devastante: il cross dalla destra di Matrone trova la testa di Ferrauto che, da pochi passi, fallisce il bersaglio. Ancora Maione si divora un gol abbastanza agevole con il numero uno rossonero Cinque uscito disperatamente sui suoi piedi, quindi lo stesso Matrone manda alto una conclusione potente. In campo c'è solo la Scafatese, col Sorrento che fatica a trovare le contromisure e raramente mette il naso fuori la propria metà campo. Tuttavia Di Pietro avrebbe la palla buona per il vantaggio, ben imbeccato in profondità, ma il suo mancino da buona posizione finisce alto sulla traversa. Di nuovo Maione trova un Cinque strepitoso da distanza ravvicinata, prima di sfiorare il palo alla sinistra del pipelet costiero con un'abile girata. Nei rossoneri il più attivo è Di Pietro: un traversone dalla destra trova la sua inzuccata a pochi passi da Gallo che però non ha difficoltà nella presa diretta. Quindi, al 40', il vantaggio canarino: Romano si beve Cuomo che però, del tutto involontariamente, tocca il pallone con un braccio nel contrasto con l'avversario. Dal dischetto trasforma Ferrentino. Gli animi si iniziano comprensibilmente a scaldare, tanto che il tecnico costiero De Stefano viene allontanato dal direttore di gara, il napoletano Mirabella, per proteste dopo aver reclamato una ammonizione per un fallo duro, e non sanzionato disciplinarmente, su un rossonero. Il primo tempo si chiude quindi con una punizione di Genovese che non crea problemi a Gallo. 
Nel secondo tempo si vede un altro Sorrento. Più tonico, arrabbiato e determinato a rimettere in sesto la gara. Gli attacchi rossoneri sono furiosi e arriva il pari griffato Di Pietro (53') che beffa Gallo uscito in netto ritardo dai pali. In questo caso, non funziona il meccanismo del fuorigioco utilizzato spesso in partita dalla retroguardia gialloblù. La verticalizzazione pregevole era stata di Manco. Il Sorrento affonda, vuole i tre punti e cinge d'assedio gli avversari: Siano cincischia in area e Arenella ne approfitta lasciandosi però neutralizzare da Gallo la fiondata a colpo sicuro. Sulla ripartenza, Ferrentino spedisce alto una sassata da distanza siderale. E' solo in questo frangente che la Scafatese prova ad uscire dal guscio: Siano pesca Romano, il cui tiro a giro fa la barba all'incrocio dei pali. Il duetto si ripete qualche secondo dopo, con Romano che, nell'area piccola, manda incredibilmente il proprio piattone alto di una spanna sulla traversa. Tuttavia il monologo rossonero riprende senza soluzione di continuità e, da quel momento, diventa ancora più arrembante. Volpe serve Manco che converge con rapidità e scarica un tiro a giro che non trova il bersaglio per una questione di centimetri, quindi Gallo fa il miracolo su una bordata rasoterra di Carezza, volando nell'angolino alla sua destra e scacciando il pallone in angolo. Da pochi minuti, la Scafatese era rimasta in 10 per l'espulsione di Matrone (doppia ammonizione). Il gol sembra nell'aria anche perché in campo gli schemi sono saltati da un bel po' e i rossoneri non speculano sul pari, producendo il massimo sforzo per portare a casa l'intera posta in palio. Un atteggiamento tanto generoso quanto improduttivo, in quanto l'intensità del team di De Stefano è direttamente proporzionale all'affrancamento da qualsiasi equilibrio tecnico-tattico sul sintetico del Kennedy. E così, quando scocca il 90', arriva la doccia gelata. Una beffa immeritata ed atroce: Maione porta a spasso mezza difesa costiera e trova Della Femina liberissimo a destra. Una prima conclusione a botta sicura viene respinta miracolosamente da Cinque, che poi non può nulla sulla successiva battuta a rete del mediano gialloblù che intanto si era andato a defilare sul primo palo. Per il Sorrento tempo per recuperare non ce ne è più e il risultato finale non fa giustizia di una prestazione nella quale i rossoneri hanno lanciato il cuore oltre l'ostacolo, cercando di approfittare anche del contemporaneo passo falso del Massa Lubrense nel fortino del San Tommaso. Peccato, ma si può ripartire da quanto di buono visto nel secondo tempo. Con un girone di ritorno ancora da disputare, nulla può essere precluso per un gruppo ancora affamato e non disposto ad arrendersi.

Share/Bookmark

Sorrento, a sorpresa ingaggiato anche Manco

Non solo Arenella, Cuomo e Mormone. A completare il poker di rinforzi da mettere a disposizione di Antonio De Stefano c’è pure Alessandro Manco (seconda punta classe 87) fratello minore di Nino ex fantasista del Sorrento di Simonelli che sfiorò la promozione in B venendo sconfitto ai playoff dal Verona di Mandorlini.
Alessandro Manco, al contrario del fratello che ha sempre giocato a sinistra predilige la fascia destra del campo.  Ha militato per anni in serie D con Isernia, Palmese e Pomigliano. L’anno scorso ingaggiato dal Ponticelliha subito un brutto infortunio che lo ha tenuto lontano dal campo per parecchio tempo. Nella prima parte della stagione in corso ha militato nel San Giorgio. 

Share/Bookmark

Altri tre rinforzi per il Sorrento

venerdì 18 dicembre 2015 0 commenti

Nell’ultimo giorno di mercato il Sorrento ha rinforzato ulteriormente la rosa a disposizione del tecnico Antonio De Stefano ingaggiando i difensori Alessandro Cuomo e Vincenzo Mormone entrambi provenienti dallo Stasia e il centrocampista esterno Giuseppe Arenella proveniente dal San Giorgio (foto a fianco).

Share/Bookmark

Sorrento-US Scafatese, i convocati di De Stefano

Al termine dell’allenamento di rifinitura il tecnico del Sorrento Antonio De Stefano ha reso noto la lista dei 20 convocati per l’incontro con la US Scafatese che si giocherà domani pomeriggio, sabato 19 dicembre, con inizio alle ore 14.30 al Campo Kennedy A di Napoli (Camaldoli). 

Questa la lista completa:

Portieri: Cinque, D’Onofrio;
Difensori: Carezza, Cuomo, D’Auria, Genovese, Mormone, Cocozza; 
Centrocampisti: Volpe, Micalizzi, Cimmino, Giordano, Cinque; 
Attaccanti: Arenella, Manco, Di Pietro, Spina L., Ciabatta, Improta, Borriello.

Share/Bookmark

Sorrento-US Scafatese sarà diretta da Domenico Mirabella

L’incontro Sorrento-US Scafatese valido per la quindicesima giornata del campionato regionale di Eccellenza girone B in programma domani pomeriggio sabato 19 dicembre, con inizio alle ore 14.30 presso il Campo Kennedy A. (Via Camillo Guerra 60 - Camaldoli) sarà diretto dal signor Domenico Mirabella della sezione AIA di Napoli.
Riguardo agli assistenti, al momento in cui scriviamo, si conosce solo il nome del primo che sarà Gennaro Russo di Napoli. 
Domenico Mirabella ha da poco compito 22 anni (è nato il 27 ottobre 1993). Ha iniziato la carriera arbitrale nel 1993, ha esordito in Eccellenza il 14 marzo 2015 con l’incontro Real Pontecagnano-Eclanese che è pure l’unico incontro fin qui diretto in categoria. In questo primo scorcio di stagione è stato impiegato 12 volte (2 in Coppa Italia Dilettanti, 2 nel Campionato Berretti, 8 in Promozione). Nessun precedente con entrambe le squadre.

Share/Bookmark

Sorrento-Scafatese anticipata al sabato

A rettifica di quanto pubblicato ieri l’incontro Sorrento-US Scafatese valido per la quindicesima giornata del campionato regionale di Eccellenza girone B si giocherà sabato 19 dicembre, con inizio alle ore 14.30 al Campo Kennedy A.
Il Campo Kennedy si trova a Napoli in Via Camillo Guerra 60 (Camaldoli).

Share/Bookmark

Sorrento-Scafatese si gioca al Campo Kennedy

giovedì 17 dicembre 2015 0 commenti

L’incontro Sorrento-US Scafatese valido per la quindicesima giornata del campionato regionale di Eccellenza girone B si giocherà domenica 20 dicembre, con inizio alle ore 14.30 al Campo Kennedy A. 

Il Campo Kennedy è situato in Via Camillo Guerra 60, Napoli (località Camaldoli).

Share/Bookmark

Sorrento sconfitto ad Eboli

domenica 13 dicembre 2015 0 commenti

Ebolitana-Sorrento 3-0

Ebolitana : Camara, Landolfi, De Falco, Esposito, Kouadio, D'Agostino, Compierchio (82’ Mazza), Salese, Pepe (69’ Bruno), Saani, Doto (91’ Ristallo). A disposizione: Pergamena, Doto, Viseo, Vasiu. Allenatore: Nastri 
Sorrento: Imbimbo, Carezza, Genovese (72’ Cocozza), Volpe (88’ Improta), D'Auria, Avolio, Micalizzi, Principe, Di Pietro, Ciabatta (62’ Cinque A.), Spina L. A disposizione: Cinque M., Shullazi, Cimmino, Giordano. Allenatore: De Stefano. 
Arbitro : Di Maro di Frattamaggiore.  
Reti: 18’ Saani (E), 90’ Salese (E), 94’ Saani (E).
Ammoniti: De Falco, Salese. 
Angoli : 9 - 1

Il Sorrento perde 3-0 ad Eboli ma il risultato è totalmente bugiardo. Antonio De Stefano manda in campo tre dei quattro giocatori ingaggiati in settimana e presenta una formazione dove gli unici superstiti della rivoluzione di dicembre sono il portiere Imbimbo, il difensore Genovese e Leandro Spina (un 98 dal futuro assicurato). 
La squadra rossonera regge abbastanza bene il campo dando filo da torcere ad un Ebolitana che sul proprio campo è stata capace di battere anche il Città di Nocera. La manovra dei sorrentini ben orchestrata da Roberto Volpe si sviluppa bene fin sulla trequarti avversaria ma trova un muro invalicabile nella linea difensiva dell’Ebolitana che riesce facilmente a neutralizzare i tentativi operati da Di Pietro e compagni. Dall’altro lato il protagonista è il portiere Imbimbo bravo a neutralizzare le conclusioni di Kouadio al 5’ (colpo di testa da distanza ravvicinata) e di Saani all’11’ (botta dai 25 metri). Nel momento migliore del Sorrento è l’Ebolitana a sbloccare il risultato. Siamo a 18’: calcio d’angolo per il Sorrento, la difesa respinge lungo, ne approfitta Compierchio che si invola indisturbato lungo la fascia sinistra e giunto quasi al limite dell’area sorrentina serve al centro il liberissimo Saani che a tu per tu con Imbimbo mette il pallone in fondo al sacco. 
Subita la rete il Sorrento non si demoralizza e tenta in tutti i modi di pervenire al pareggio. Di Pietro riesce ad andare al tiro in un paio di occasioni senza tuttavia riuscire ad inquadrare il bersaglio. In un'altra occasione viene fermato dalla bandierina dell’assistente. Ci prova pure Spina con un tiro da fuori area che però arriva lento tra le mani di Camara. Dall’altra parte un cross di Compierchio va a sbattere sulla faccia superiore della traversa. 
Ad inizio ripresa l’ennesimo svarione difensivo del Sorrento permette a Compierchio di trovarsi a tu per tu con Imbimbo ma questa volta l’attaccante ebolitano spara alto. Il Sorrento continua ad attaccare costringendo l’Ebolitana ad arretrare. Si viene così a creare un assembramento dove è difficile trovare gli spazi per battere a rete. Servirebbe forse un attaccante di peso ma né Di Pietro né Spina corrispondono a queste caratteristiche. Molto più ampi gli spazi a disposizione dell’Ebolitana che al 64’ va al tiro con il solito    Compierchio. Imbimbo devia in angolo. Il Sorrento ha la grande occasione per pareggiare al 72’ con Di Pietro che tira in porta da buona posizione ma Camara si supera e mette in angolo. 
Nel finale si assiste ad un vero e proprio arrembaggio da parte del Sorrento. Ad un certo punto va in avanti pure Imbimbo , ma la difesa ebolitana riesce a sventare qualsiasi pericolo ed a recupero già iniziato Salese fugge tutto solo verso la porta sorrentina e realizza il due a zero mettendo fine alle speranze rossonere. Al 49’ arriva pure il terzo gol realizzato da Saani al termine di un azione personale. 

Share/Bookmark

Quattro rinforzi per il Sorrento

sabato 12 dicembre 2015 0 commenti

Il Sorrento Calcio, tramite il proprio Team Manager, ha reso noto l’ingaggio di quattro nuovi giocatori che saranno a disposizione del tecnico Antonio De Stefano già a partire dalla gara di domani pomeriggio con l’Ebolitana.

I quattro nuovi rossoneri sono:

Micalizzi Carmelo (esterno offensivo, classe 94) proveniente dallo Stasia;
Principe Giovanni (centrocampista, classe 95);
Ciabatta Carlo (attaccante, classe 97) proveniente dallo Stasia; 
Improta Salvatore (attaccante, classe 90).

Share/Bookmark

Sorrento, i convocati di De Stefano per la gara con l’Ebolitana

Al termine dell’allenamento di rifinitura il tecnico del Sorrento Antonio De Stefano ha reso noto la lista dei 18 convocati per l’incontro con il’Ebolitana che si giocherà domani pomeriggio, domenica 13 dicembre, con inizio alle ore 14.30 allo Stadio Josè Dirceu di Eboli. 

Questa la lista completa:

Portieri: Imbimbo, Cinque;
Difensori: Avolio, Carezza, D’Auria Genovese, Cocozza, Shullazzi; 
Centrocampisti: Volpe, Micalizzi, Principe, Cimmino, Giordano, Cinque; 
Attaccanti: Di Pietro, Spina L., Ciabatta, Improta.

Share/Bookmark

Ebolitana-Sorrento a Gioacchino Di Maro di Frattamaggiore

L’incontro Ebolitana-Sorrento valido per la quattordicesima giornata del campionato regionale di Eccellenza girone B che si disputerà domani pomeriggio alle ore 14.30 allo Stadio Dirceu di Eboli sarà diretto dal signor Gioacchino Di Maro della sezione AIA di Frattamaggiore. Gli assistenti saranno Giovanni De Girolamo di Avellino e Vincenzo Pirone di Torre Annunziata.
Gioacchino Di Maro ha iniziato la carriera arbitrale nel 2011. Ha esordito in Eccellenza il 4 gennaio 2014 dirigendo l’incontro Palmese-Eclanese, ed è pertanto alla terza stagione in categoria. Finora ha collezionato 14 gettoni di presenza: 2 nella prima stagione, 7 nella seconda, e 5 in quella in corso. Quella di domani sarà la prima direzione sia con l’Ebolitana che con il Sorrento.

Share/Bookmark

Sorrento, Marano va al Positano

Alla fine Tiziano Marano ha ceduto alla corte spietata di Antonio Guarracino ed ha lasciato il Sorrento per trasferirsi nella vicina Positano dove trova una squadra lanciata verso i playoff che potrà trarre grande giovamento dalle sue giocate.
L’annuncio del trasferimento al San Vito Positano ci è arrivato dal profilo facebook di Tiziano Marano.  La trattativa andava avanti già da diversi mesi. Guarracino aveva messo gli occhi sul giocatore fin dall’incontro di andata tra Sorrento e Positano. Sembrava tutto fatto ma dopo il trasferimento del Sorrento al Centro Kennedy c’era stato un ripensamento da parte di Marano che si ritrovava il campo di allenamento vicino casa, una situazione molto più conveniente dal dover andare, tutti i giorni, avanti e indietro tra casa sua e Positano. Evidentemente negli ultimi giorni qualcosa è mutato, e stamattina accendendo abbiamo trovato l’annuncio di questo trasferimento che priva il Sorrento di un importantissima pedina nella corsa verso la salvezza.

Qui sotto il saluto di Marano a compagni e tifosi: 

“Ed oggi è ufficiale, oggi 11-12-2015 sono ufficialmente del San Vito Positano. Dopo 2 settimane ho preso questa mia decisione giusta o sbagliata che sia. Ringrazio di vero cuore i miei vecchi colleghi,ma sempre amici, lo staff, i mister che hanno creduto in me e mi hanno fatto rinascere, e ringrazio anche i tifosi, perché nonostante il cattivo andamento in campionato ci hanno sostenuto e sono sicuro che continueranno a farlo. Ci vediamo alla seconda giornata di ritorno. È stato davvero un piacere e un onore immenso indossare questi colori. Grazie ancora e Forza Sorrento”.

Share/Bookmark

Matteo Granito lascia la Folgore Massa

mercoledì 9 dicembre 2015 0 commenti

Colpo di scena in casa SNAV Folgore Massa, subito dopo la vittoriosa partita con il Tricase il centrale Matteo Granito ha lasciato il club massese per trasferirsi alla Emma Villas Siena di A2 con cui ha già esordito, ieri sera, martedì, contro la capolista Sora.
A questo punto è molto probabile che la Folgore  Massa torni sul mercato per sostituire Granito. Fortunatamente si potrà approfittare anche del calendario che per domenica prossima prevede il turno di riposo per la Folgore Massa che in tal modo avrà a disposizione una settimana in più per sostituire Granito.

Di seguito il comunicato della Folgore Massa e il filmato coni saluti di Matteo Granito a società e tifosi.

Appena tornato da Tricase il nostro super centrale è stato contattato e ingaggiato dalla prestigiosa società di serie A2 Emma Villas Siena, tra le cui fila gioca uno dei più forti palleggiatori campani di tutti i tempi: Mario Scappaticcio.
La dirigenza senese ha richiesto alla Folgore un transfer in 24 ore per consentire a Granito di essere tra i convocati contro la capolista Sora stasera (vinta alla grande 3 a1 da Siena). A 26 anni un treno così importante e prestigioso non poteva essere negato ad un ragazzo d'oro come Granito.
La società e tutti i compagni di squadra lo salutano con grande affetto, nella speranza di ritrovarsi presto, magari proprio nello stesso sogno!

"Se un nostro atleta viene chiamato in serie A - spiega il ds Fabrizio Ruggiero - vuol dire che abbiamo scelto giocatori di grande valore sul mercato ed essere contattati da società prestigiose come Siena è uno stimolo a raggiungere presto anche noi i nostri sogni. Con i nostri atleti, con i gioielli che arricchiscono il nostro roaster che sempre più spalla a spalla dimostreranno quanto valgono!"


I saluti di Matteo a tifosi, compagni e dirigenti della Snav Folgore, direttamente da Emma Villas Volley. #spallaaspalla #crustiffs #onedream #sorrento #massalubrense #siena
Posted by Folgore Massa & Friends on Mercoledì 9 dicembre 2015

Share/Bookmark

La Folgore Massa vince 3-1 a Tricase

domenica 6 dicembre 2015 0 commenti

Si è rivelata più difficile del previsto la trasferta della SNAV Folgore Massa sul campo del fanalino di coda Tricase. La squadra pugliese ha dato parecchio filo da torcere ai ragazzi allenati da Nicola Esposito che si sono fatti portar via sul filo di lana (26-24) un primo set che li aveva visti quasi sempre in vantaggio. Aprea e compagni però hanno reagito prontamente, e giocando con maggior determinazione si sono aggiudicati il secondo e il terzo set con il punteggio di 25-20 e 25-21. Ad inizio del quarto set c’è la Folgore è stata meno precisa e determinata ed i padroni di casi ne hanno approfittato per guadagnare alcuni punti di vantaggio. Tra il primo e secondo time out tecnico la Folgore ha reagito ed è riuscita ad annullare un gap di 5 punti. Nel finale di set la Folgore è riuscita a guadagnare quattro punti di vantaggio conquistando il primo match ball sul punteggio di 24-20. La squadra pugliese ha annullato i primi due, ma al terzo tentativo un muro vincente di Falaschi ha conquistato il venticinquesimo punto per la Folgore consentendole di tornare a casa con tre punti in saccoccia.

La Snav Folgore Massa è scesa in campo con la consueta formazione: Aprea alzatore, Palmieri opposto, Granito e Cuccaro centrali, Falaschi e Sette schiacciatori di banda, Provvisiero libero. Durante il match sono stati utilizzati anche Lauro, Amitrano ed Esposito.

Domenica prossima la Folgore Massa osserverà il turno di riposo (il girone G è composto da 13 squadre). La Folgore ritornerà in campo domenica 19 dicembre, ancora in trasferta, ad Andria.

Di seguito i risultati della giornata, la classifica e il prossimo turno

Share/Bookmark

Sorrento ko con il Massalubrense

Sorrento-Massalubrense 0-4

Sorrento (4-1-4-1): Imbimbo; Carezza, Avolio, Cocozza (63’ Iannelli), Genovese; Volpe; Cinque A. (51’ Spina L.), Cimmino (78’ Giordano), Marano, D’Auria; Di Pietro. A disposizione: Volpe M., Perrino, Shullazi, Spina M., Borriello. Allenatore: De Stefano.
Massalubrense (4-1-4-1): Stinga, Buonomo, Siniscalchi, Altieri (80’ De Maio), Di Donna, Esposito, Ambrosio, Vinaccia, Maggino (66’ Arcobelli), Vitiello (64’ Gargiulo), Marino. A disposizione: Iaccarino, Volpe, De Simone, Vanacore. Allenatore: Russo.
Arbitro: Claudio Giangreco di Salerno. Assistenti: Crescenzo Mazzuoccolo di Nola e Vincenzo Troise di Torre Annunziata.
Reti: 18’ Marino (M), 44’ Vitiello (M), 53’ Marino (M),  71’ Arcobelli (M).
Ammoniti: Marino (M), Cimmino (S), 

Incredibile a credersi, il nuovo Sorrento fa peggio del vecchio ed esce battuto per 4-0 nel derby salvezza con il Massalubrense.  Diciamo subito che dei nuovi arrivati, almeno un paio, Volpe e Di Pietro sono di caratura nettamente superiore a quelli che li hanno preceduti. Sugli altri, visto il risultato, riteniamo opportuno sospendere il giudizio per dargli il tempo di amalgamarsi tra di loro. Una cosa è certa: tre allenamenti sono troppo pochi per amalgamare una squadra che è scesa in campo con sette volti nuovi. 
Il Massalubrense, che finora aveva gli stessi punti del Sorrento, è stato bravo a capitalizzare al massimo gli errori dei sorrentini. I primi due gol sono scaturiti da altrettanti errori in fase di impostazione dei sorrentini. Dopo un buon inizio del Sorrento con Di Pietro che al 5’si presentava ai suoi nuovi tifosi con un azione personale su lancio di Volpe dalle retrovia conclusa con un diagonale dal limite, bloccato a terra da Stinga, il Masalubrense passava inaspettatamente in vantaggio al 18’. Mentre il Sorrento stava impostando un’azione di attacco Altieri rubava palla sulla trequarti, e serviva immediatamente Marino, che si involava in area freddando Imbimbo con un tiro in diagonale. Il Sorrento provava a reagire ma la retroguardia massese concedeva pochi spazi. Gli unici pericoli per Stinga venivano su conclusioni da fuori di Marano oggi meno preciso che in altre occasioni. Si arrivava al 44’. Genovese e Avolio scambiavano palla nel tentativo di impostare una nuova azione per il Sorrento. Tra i due si intrometteva  Ambrosio che riusciva a carpire il pallone e lo passava a Maggino, che a sua volta serviva il liberissimo Vitiello che batteva per la seconda volta Imbimbo.
Nella ripresa il Massalubrense ha incrementato ulteriormente il vantaggio approfittando dei larghi spazi concessi da un Sorrento che cercava una impossibile rimonta. Appena tornati in campo i rossoneri si lanciavano all’attacco e riuscivano ad ottenere tre corner consecutivi senza tuttavia impensierire Stinga con conclusioni  pericolose. Molto più concreto il Massalubrense che alla prima occasione otteneva la terza rete con Marino che insaccava da pochi passi su cross dalla destra di Vinaccia. Si era al 53’. Quattro minuti dopo Stinga annullava in presa un tiro a giro di Marano dal limite. Succedeva poco o niente fino al 71’ quando su un corner dalla destra di Altieri, prolungato da Esposito sul secondo palo, il Massa otteneva la quarta segnatura con un tap in vincente del neo entrato Arcobelli. 
Nei restanti minuti succedeva poco più di nulla. Unica azione degna di nota una punizione dai 25 metri di Avolio che sfiorava il palo alla sinistra di Stinga.
Non resta che registrare l’ennesima sconfitta, la sesta consecutiva, e sperare che nel prosieguo del torneo Antonio De Stefano riesca ad amalgamare al meglio il materiale a disposizione. 
Quella odierna, secondo i dati in nostro possesso, è la prima vittoria del Massa in incontri ufficiali con il Sorrento. Nei due precedenti del passato relativi alla stagione 93-94 si era imposto in entrambe le occasioni il Sorrento che vinse 1-0 al Cerulli e 4-1 al Campo Italia.

Share/Bookmark

Sorrento-Massalubrense dirige Claudio Giangreco di Salerno


L’incontro Sorrento-Massalubrense valido per la tredicesima giornata del campionato regionale di Eccellenza girone B in programma oggi pomeriggio allo Stadio San Michele di Pimonte sarà diretto dal signor Claudio Giangreco della sezione AIA di Salerno. 
Gli assistenti saranno Crescenzo Mazzuoccolo di Nola e Vincenzo Troise di Torre Annunziata.
Claudio Giangreco ha iniziato la propria attività arbitrale il 6 novembre 2011 (giusto quattro anni fa) dirigendo l’incontro del campionato allievi nazionali tra Nike e Valle Titernina. Ha esordito in Eccellenza il 16 febbraio 2014 dirigendo l’incontro Atletico Casalnuovo-Puteolana 1909 e finora ha collezionato 17 gettoni di presenza; uno nella stagione di esordio, dieci nella seconda stagione, sei nella stagione in corso. 
Ha già un precedente con il Massalubrense avendolo diretto nell’incontro di Coppa Italia Dilettanti 2014-15 con il San Vito Positano del 17 settembre 2014 (1-1 con gol di Cuomo su rigore e Fiorentino), mentre non ha mai diretto il Sorrento. 

Share/Bookmark

Sorrento, i convocati di De Stefano per la gara con il Massalubrense

sabato 5 dicembre 2015 0 commenti

Al termine dell’allenamento di rifinitura il tecnico del Sorrento Antonio De Stefano ha reso noto la lista dei 18 convocati per l’incontro con il Massalubrense che si giocherà domani pomeriggio, domenica 6 dicembre, con inizio alle ore 14.30 allo Stadio San Michele di Pimonte

Questa la lista completa:

Portieri: Imbimbo, Cinque M.;
Difensori: Perrino, Iannelli, Carezza, Avolio, Genovese, Cocozza, Shullazi, D’Auria;
Centrocampisti: Marano, Cimmino, Spina L., Spina M., Volpe, Cinque A.;
Attaccanti: Di Pietro, Giordano, Borriello.

Preparatore atletico: Omar Vecchione.

Share/Bookmark

Dieci rinforzi per il Sorrento

venerdì 4 dicembre 2015 0 commenti

Il Sorrento Calcio rende noto di aver ingaggiato i seguenti calciatori:

Cinque Mario, 21.02.96 (portiere);
Avolio Gaetano, 03.01.82 (difensore);
Carezza Ciro, 16.10.94 (difensore);
D’Auria Giuseppe (difensore);
Cocozza Andrea, 96 (difensore);
Volpe Roberto, 13.05.80 (centrocampista);
Cinque Antonio (centrocampista);
Di Pietro Bruno 24.04.91 (attaccante);
Borriello Andrea (attaccante).

Share/Bookmark

Sorrento panchina ad Antonio De Stefano. Allenamenti al Centro Sportivo Kennedy

martedì 1 dicembre 2015 0 commenti

Il Sorrento Calcio 1945 comunica che partire da oggi, Primo dicembre 2015 la guida tecnica della prima squadra è affidata ad Antonio De Stefano (35 anni) un tecnico emergente, giovane e preparato che ha maturato già diverse esperienze sulle panchine di Potenza, Puteolana e Stasia. Mister De Stefano sarà affiancato dai collaboratori tecnici Omar Vecchione e Carmine Liguori.
Il nuovo tecnico sarà presentato giovedì pomeriggio alle ore 16.00 presso i campi del Centro Sportivo Kennedy situato a Napoli in Via Camillo Guerra 60.
Il Sorrento Calcio 1945 comunica inoltre che a partire da oggi gli allenamenti della prima squadra saranno svolti presso i campi del Centro Sportivo Kennedy situato a Napoli in Via Camillo Guerra 60.

Share/Bookmark

Il Sorrento stravince la sfida del tifo con il Sant’Agnello

lunedì 30 novembre 2015 0 commenti

Accade molto raramente che una squadra, che ha appena perso per 5-0, all’uscita dal campo raccolga molto più applausi e incitamenti di quella che ha vinto. Eppure questo si è verificato ieri pomeriggio al Campo Italia di Sorrento al termine dell’incontro tra il Sant’Agnello e il Sorrento. Mentre il Sant’Agnello vincitore andava a raccogliere l’applauso di tre o quattro capiclaque prontamente imitati nelle loro gesta da un gruppetto di bambini, gli sconfitti del Sorrento venivano sommersi dagli incitamenti dei loro 150 tifosi (fonte Sant’Agnello) che occupavano la curva sud. È finita con il centrocampista Mahamadou Traorè a scattarsi un selfie sotto la sud con i tifosi festanti alle spalle come se a vincere l’incontro fosse stato il Sorrento e non il Sant'Agnello.
Ieri pomeriggio più che la vittoria sul campo, a nostro avviso mai in dubbio, considerata la differenza di valore e di risorse messa in gioco dalle due società, era in discussione quale delle due squadre continuasse a riscuotere maggior seguito presso gli sportivi della penisola. Dopo tutti i colpi bassi che ha dovuto subire il Sorrento negli ultimi mesi e che non stiamo qui a ricordare altrimenti finiremmo domani mattina; dopo tutti i ricatti le minacce e le intimidazioni subiti dai suoi tifosi nella settimana precedente la gara, nessuno avrebbe immaginato di vedere tanta gente nella curva sud. E tanti altri ne sono mancati per paura di compromettersi agli occhi dei potenti. Un amico fuori dal campo mi ha detto: “Sto con voi, ma vado nell’altra curva perché altrimenti rischio di perdere il posto lavoro”. D’altronde questo è il modo di comportarsi di certi individui.
Fortunatamente c’è ancora tanta gente che mette al di sopra di tutto la propria dignità. Che non si lascia ingannare da chi spaccia per suo un nome che non gli appartiene. Che rimane fedele alla propria fede calcistica nonostante i deludenti risultati della squadra. Che non la abbandona nel momento della difficoltà. Che non si piega ai ricatti, alle minacce o alle intimidazioni. Che vuole che il Sorrento, quello vero, continui ad esistere. Che non ha paura di far sentire la propria voce. Che durante l’incontro ha più volte riaffermato il rispetto dei propri diritti, chiedendo a gran voce al sindaco di restituire la struttura del Campo Italia al Sorrento. Quel campo che è stato tolto illegalmente Sorrento per affidarlo al Sant’Agnello.
Esemplare quello che ha scritto un vecchio tifoso su facebook: 
“IL SORRENTO NON SI DISCUTE SI AMA. Fino a che esisterà il SORRENTO non tradirò mai, come hanno fatto in molti che sono saliti sul carro dei vincitori. È una vergogna che l'amministrazione locale (votata anche dai tifosi del SORRENTO) faccia giocare il Sant'Agnello in casa nostra e faccia giocare il SORRENTO in giro x la Campania. Forza SORRENTO SEMPRE il Campo Italia è nostro e non degli ospiti”.
Quelli del Sant’Agnello temevano molto questo incontro perché sapevano già che sarebbero venute fuori molte verità finora tenute nascoste dai giornalai compiacenti. Alla prova dei fatti si è potuto constatare che molti sorrentini non si sono fatti abbindolare dalle ripetute menzogne proclamate da Giglio e dagli accattoni che gli ronzano intorno, ma sono rimasti fedeli al “vero Sorrento” decretando la sconfitta dello sciagurato progetto che porta il nome di Football Club Sorrento.
Se si vuole realmente rilanciare il Sorrento, lo si deve fare acquisendo l’originale che già esiste e non inventandone un altro che puzza di falso lontano un miglio.

Share/Bookmark

Folgore Massa sconfitta in casa dal Cerignola

domenica 29 novembre 2015 0 commenti

L’Iposea Udas Cerignola si è aggiudicata con il punteggio di tre set a zero il big match della settima giornata della B2 maschile girone G che la vedeva impegnata sul campo della Folgore Massa. 
Le due squadre sono scese in campo con i sestetti abituali. La Snav Folgore Massa, allenata dal carottese Nicola Esposito si è schierata con: Aprea alzatore, Palmieri opposto, Granito e Cuccaro centrali, Falaschi e Sette schiacciatori di banda, Provvisiero libero. L’Iposea Udas Cerignola allenata da Leo Castellaneta e Roberto Ferraro si è schierata con Leone palleggiatore, Toma opposto, Mancini e Mitidieri centrali, Durante e Garofalo schiacciatori, Bisci libero. Arbitri Roberto Aliberti e Giacomo Tartaglione entrambi di Caserta. 
Padroni di casa subito avanti 6-2 ma Cerignola riduce subito il gap. La Folgore cerca di scappare in un paio di occasioni ma viene subito riacciuffata. Il risultato rimane in equilibrio fino al 20 a 19 per il Cerignola. Poi la Folgore conquista cinque punti di fila e si porta sul 24-20. Il primo set sembra ormai acquisito, ma Cerignola riesce a reagire e se lo aggiudica con il punteggio di 26-24.
Il secondo set resta in equilibrio fino al 12 pari. Poi Cerignola piazza un break da 4 punti e si porta sul 16-12. La Folgore accorcia fino al 15-16 e resta sempre  uno o due punti sotto. Sul 18 a 17 a favore Cerignola piazza un altro break da 5 punti e vola via portandosi sul 22-17 per chiudere il set 25-22.
Il terzo set vede costantemente avanti i pugliesi. La Folgore resta in scia fino al 9-12 poi mola di botto regalando sei punti consecutivi al Cerignola (18-9). A questo punto Nicola Esposito tenta un paio di cambi per cercare di rimettere in sesto la barca ma la partita può dirsi ormai conclusa. Cerignolano si lascia sfuggire l’occasione e piazza un altro break da 4 punti portandosi 23-12 chiudendo set e match sul 25-13 in appena 81 minuti.
Una sconfitta pesante per la Folgore che non ha saputo sfruttare l’occasione capitatagli sul finire del primo set. Se si vinceva quello, forse si sarebbe assistito a tutt’altro epilogo. Alla Folgore sono mancati i punti di Granito e Sette, oggi entrambi in giornata no. Meno incisivo del solito anche il palleggiatore Aprea che ha perso il confronto con il rivale Michele Leone, che nel secondo set si è esibito anche in una schiacciata da seconda linea.
Nonostante la sconfitta la Folgore Massa conserva la quarta posizione in classifica, e cova il proposito di riscattare il passo falso andando a vincere il prossimo incontro sul campo del Caffè Cappuccini Tricase (domenica 6 dicembre, ore 18).

Qui sotto risultati e classifica aggiornati 

Share/Bookmark

Sorrento indisponibile Iannelli convocato Vangone

sabato 28 novembre 2015 1 commenti

Cambio in difesa nella lista dei convocati del Sorrento per l’incontro di domani pomeriggio con il Sant’Agnello. Al posto del centrale Antonio Iannelli, resosi indisponibile dopo che già era stato diramato il primo elenco, è stato convocato il pompeiano Saverio Vangone.

Share/Bookmark

Sale la temperatura in attesa del match tra Sant’Agnello e Sorrento

Meno di 24 ore al match di Eccellenza tra il Sant’Agnello (quelli che utilizzano il nome FC Sorrento senza l’autorizzazione della FIGC) e il vero Sorrento (quello di Bruscolotti, Nappi, Mirante, Immobile, Ruotolo e Paulinho).
Da ieri ad oggi è scorsa molta acqua sotto i ponti. Un presunto giornalista è andato addirittura ad una trasmissione televisiva per vantare i presunti meriti del presunto presidente del presunto FC Sorrento. Naturalmente dopo che era passato uno spot a pagamento che pubblicizzava una struttura alberghiera di proprietà del suddetto.
Altri si ostinano a non voler credere a quello che scrive la FIGC nei propri documenti ufficiali e continuano a sostenere la loro tesi strampalata. 
Intanto i tifosi del vero Sorrento hanno fatto sentire ancora una volta la propria voce attraverso uno striscione apposto a poche centinaia di metri dal Campo Italia invitando gli sportivi sorrentini a non sbagliare settore ed a preferire la curva sud.    

Share/Bookmark

Domenica sera big match tra Folgore Massa e Udas Cerignola (Palatigliana ore 18.00)

Domenica prossima, 29 novembre, in penisola sorrentina, l’evento sportivo più importante non sarà l’incontro di calcio tra Sant’Agnello e Sorrento che pur vede di fronte due squadre della penisola ma quello di volley tra la SNAV Folgore Massa e l’Iposea Udas Cerignola, rispettivamente quarta e seconda del girone G della B2 nazionale di pallavolo. Incontro che andrà in scena al Pala Atigliana con inizio alle ore 18.
L’elevato valore tecnico di entrambi i sestetti lascia presupporre  un match molto spettacolare. Entrambe le squadre sono alla prima stagione in assoluto in B2 ma stanno dimostrando con i fatti, sul campo, di essere tra le più serie candidate alla promozione/salvezza. 
La squadra pugliese arriva a Sorrento con un bottino di 13 punti frutto di quattro vittorie da tre punti e una sconfitta al tye break, alla prima giornata, in casa, con il Gioia del Colle, che ha significato un ulteriore punto in classifica. Il Cerignola ha già effettuato il turno di riposo. 
La Folgore Massa invece ha giocato sei incontri e ha raccolto 11 punti frutto di due vittorie da tre punti, due vittorie al tye break e una sconfitta al tye break, a cui va aggiunta la sconfitta casalinga per 0-3 con la corazzata Ottaviano. Questo vuol dire che in caso di vittoria per 3-0 o 3-1 la Folgore effettuerebbe il sorpasso in classifica. 
Dalle notizie in nostro possesso entrambe le squadre dovrebbero scendere in campo con i sestetti titolari. Per la Snav Folgore Massa, allenata dal carottese Nicola Esposito la formazione di partenza dovrebbe essere quindi la seguente: Aprea alzatore, Palmieri opposto, Granito e Cuccaro centrali, Falaschi e Sette schiacciatori di banda, Provvisiero libero. Per l’Iposea Udas Cerignola allenata da Leo Castellaneta e Roberto Ferraro il sestetto iniziale dovrebbe essere composto dal palleggiatore Michele Leone (carottese, ex MSC Sorrento) e dall'opposto Toma, i centrali Mancini e Mitidieri, i due schiacciatori Durante e Garofalo e il libero Bisci. 
La gara verrà arbitrata da Roberto Aliberti, coadiuvato dal secondo assistente Giacomo Tartaglione.
Domenica sera i tifosi della Snav Folgore Massa all'ingresso del palazzetto troveranno un tavolo con dei gadget/ foto e IN ANTEPRIMA ASSOLUTA il calendario 12 mesi di Folgore che potranno essere ritirati in cambio di un offerta a piacere: è questo il modo scelto dalla dirigenza per autofinanziarsi senza far pagare il biglietto di ingresso.
Per meglio spiegarlo ripubblichiamo quanto sta scritto sulla pagina facebook della Folgore:

La Snav Folgore Massa dice NO al pagamento del biglietto d'ingresso per seguire le partite casalinghe!
Più e più volte abbiamo ricevuto inviti a prevedere un biglietto d'ingresso ma, lasciatecelo dire, non rientra nel nostro modo di fare e faremo di tutto per evitarlo anche in futuro.
NOVITÀ: domenica sera troverete all'ingresso del palazzetto un tavolo con dei gadget/ foto e IN ANTEPRIMA ASSOLUTA il NOSTRO calendario (qui in basso in foto).
-12 mesi di Folgore (ne abbiamo stampato un centinaio, faccia presto chiunque voglia scegliere il suo preferito)! - La foto del vostro giocatore preferito (magari da far autografare al palazzetto!!!) e -Adesivi verranno proposti in cambio di un'offerta LIBERA.
È QUESTO il NOSTRO modo di crescere insieme e così chiunque voglia sostenere la squadra potrà finalmente farlo anche così, sempre all'insegna del nostro motto "SPALLA A SPALLA" 
Ringraziamo chiunque ci aiuti a diffondere questa info condividendola sui vostri profili.
Ci vediamo domenica e come sempre...  

Share/Bookmark

Sorrento: ecco i convocati per l’incontro con il Sant’Agnello

Al termine dell’allenamento di rifinitura il tecnico del Sorrento Omar Vecchione ha reso noto la lista dei 18 convocati per l’incontro con il Sant’Agnello che si giocherà domani pomeriggio, domenica 29 novembre, con inizio alle ore 14.30 al Campo Italia di Sorrento.

Questa la lista completa:

Imbimbo, Feo, D’Onofrio, Severino, Moscaritolo, Iannelli, Perrino, Shullazi, Genovese, Traorè, Musto, Marano, Cimmino, Spina L., Spina M., Tresor, Giordano, Coquin.

Share/Bookmark

S.Agnello-Sorrento sarà diretto da Orazio Crescenzi di Napoli

venerdì 27 novembre 2015 0 commenti

L’incontro Football Club S.Agnello-Sorrento valido per la dodicesima giornata del campionato regionale di Eccellenza Girone B sarà diretto dal signor Orazio Crescenzi della sezione AIA di Napoli. 
Il signor Crescenzi sarà coadiuvato dagli assistenti Gerardo Borriello e Giuseppe Fresa entrambi della sezione AIA di Battipaglia.
Orazio Crescenzi ha iniziato ad arbitrare nel 2007. L’esordito in Eccellenza risale invece al 5 gennaio 2014 quando fu chiamato a dirigere l’incontro Sibilla Soccer-Florigium  terminato con il risultato di 4-0 a favore del Florigium. Finora ha collezionato 9 gettoni di presenza (2 in questa stagione).
Il fischietto napoletano ha un precedente con il Sant’Agnello. Il 6 dicembre 2014 diresse Sant’Agnello-Faiano terminata con il risultato di 4-0 a favore dei padroni di casa.
Un precedente anche con il Sorrento, ma a livello giovanile Sorrento-Virtus Lanciano (giovanissimi) del 12 gennaio 2013.   

Share/Bookmark

Già iniziata la battaglia tra il Sorrento e il Sant’Agnello

È già iniziata, almeno a livello di comunicati stampa ed articoli vari, la battaglia tra il Sorrento Calcio e il Football Club Sant’Agnello (che adopera senza alcun autorizzazione della FIGC il nome FC Sorrento) che renderà incandescente il dodicesimo turno del girone B del’Eccellenza Campana.
Dopo la pubblicazione di un articolo sul Match Report dell’incontro Sant’Agnello-Sorrento è arrivata puntuale la risposta del Sorrento Calcio 1945 tramite un Comunicato Stampa trasmessoci per e:mail dal Team Manager rossonero Antonio Moscaritolo. 
Qui sotto il testo del comunicato
   
Comunicato Stampa Sorrento Calcio 1945

Il Sorrento Calcio 1945 in risposta all'articolo pubblicato in data odierna sul profilo ufficiale del F. C. Sant'agnello, ci tiene a precisare due punti cruciali del su indicato articolo: 
1. Il Sorrento Calcio 1945 si trova pienamente d'accordo con l'affermazione che non può definirsi derby una gara del genere, poiché parliamo di un società storica con trascorsi nei massimi campionati professionistici italiani (il Sorrento Calcio) contro un'altra (il Football Club Sant’Agnello) che non ha sede nel Comune di Sorrento ma in quello limitrofo di Sant’Agnello. Una società (il Football Club Sant’Agnello) senza alcun passato che cerca di far passare per propri le gloriose conquiste del Sorrento Calcio, ed accolla al Sorrento Calcio numerose azioni di mala gestione compiute da elementi che attualmente appoggiano il Football Club Sant’Agnello in qualità di sponsor.
2. Il Sorrento Calcio 1945 precisa che la dirigenza attuale ha contribuito a mantenere vivo il nome della storica società sorrentina sia sul piano amministrativo che sul piano tecnico, con enormi sforzi economici. Inoltre si precisa che la scrivente società è costretta a peregrinare per i campi della Campania in seguito al comportamento dell'amministrazione comunale, che contravvenendo ai regolamenti da se stessa emanati con apposita delibera nega l'utilizzo del campo Italia all'unica società con sede in Sorrento (Via Califano 7) non consentendo ai tifosi dell'intera penisola di seguire la squadra per cui hanno sempre tifato loro, i loro genitori ed i loro nonni. 
Infine si sottolinea che a livello amministrativo e legale non risulta nessuna traccia della società F.C. Sorrento, in quanto nei quadri della FIGC (Federazione Italiana Gioco Cacio) non esiste nessuna società con questo nome. 
L’unica società autorizzata a portare il nome Sorrento è il Sorrento Calcio 1945 (matricola 58895).

Ufficio Stampa  Sorrento Calcio 1945

Share/Bookmark

Sorrento, lascia Cammarota. Panchina affidata ad Omar Vecchione

mercoledì 25 novembre 2015 0 commenti

La società Sorrento Calcio 1945 comunica che in data 23/11/2015 il mister Bruno Cammarota non è più responsabile tecnico  della prima squadra  per motivi logistici.
La società ringrazia sentitamente mister Cammarota per la sua professionalità, inoltre comunica che a partire da oggi la guida tecnica della squadra è affidata all’allenatore in seconda Omar Vecchione. 
A breve ci saranno ulteriori comunicazioni inerenti al settore tecnico e logistico della prima squadra.

Comunicato Stampa Sorrento Calcio

Share/Bookmark

Ferraro nuovo allenatore del Sant’Agnello

martedì 24 novembre 2015 0 commenti

Pochi minuti fa il Football Club Sant’Agnello, prossimo avversario del Sorrento, ha emanato un comunicato stampa per annunciare la nomina a nuovo responsabile tecnico della prima squadra di Giovanni Ferraro (ex calciatore del Sorrento dal 2004 al 2006). 
Giovanni Ferraro sostituisce Mario Turi esonerato dopo il pareggio esterno con la Palmese.

Share/Bookmark

Il Football Club Sant’Agnello ha esonerato Turi

lunedì 23 novembre 2015 1 commenti

È di pochi minuti fa la notizia che il Football Club Sant’Agnello, prossimo avversario del Sorrento, ha esonerato l’allenatore Mario Turi, reo di aver pareggiato l’incontro esterno con la Palmese. Di seguito riportiamo il comunicato del club:

“Il Football Club Sant’Agnello comunica di aver sollevato, dall’incarico di allenatore della Prima Squadra, il signor Mario Turi.
Al giovane tecnico vanno i più sentiti ringraziamenti da parte di tutta la Dirigenza per il lavoro svolto ed il contributo nella crescita del club nelle ultime due stagioni, nonchè un sincero augurio per il prosieguo della propria carriera.
La ripresa degli allenamenti, fissata per martedì pomeriggio alle ore 14.30 allo stadio Italia, sarà diretta dall’allenatore in seconda Luigi Gargiulo.”

Share/Bookmark

La Folgore Massa espugna Pozzuoli (0-3) e vola al quarto posto

domenica 22 novembre 2015 0 commenti

Strepitoso successo della SNAV Folgore Massa che si aggiudica il confronto con il Rione Terra Pozzuoli con il punteggio di tre set a zero (22-25, 15-25, 22-25) e approfitta della sconfitta interna dell’Happy Network Gioia del Colle con il Tya Marigliano (0-3) per consolidare la quarta posizione in classifica in attesa del match di domenica prossima al Palatigliana con l’Iposea Udas Cerignola (seconda in classifica con 13 punti in 5 partite).

Qui sotto risultati, classifica e prossimo turno 

Share/Bookmark

Sorrento nuovamente sconfitto per un errore della difesa

Sorrento-Sant’Antonio Abate 1-2

Sorrento (4-3-1-2): Imbimbo; Shullazi, Perrino, Iannelli, Genovese; Marano, Traorè, Cimmino; Musto (Coquin); Giordano (Spina L.), Tresor. A disposizione: Feo, Moscaritolo, Vacca, Parisi, Severino. Allenatore: Cammarota.
Sant’Antonio Abate (4-3-3): Prete; Esposito, Noviello, D’Aniello, Forino; Romano (79’ Di Ruocco), Morella, Navas; Del Prete (68’ Sorriso), Napolitano, Borrelli (90’ Nastro). A disposizione: De Martino, Vallefuoco, De Mino, D’Auria. Allenatore: Cimmino (squalificato).
Arbitro: Stefano Mauro di Agropoli. Assistenti: Angelo Tesoniero (Agropoli) e Francesco Marino (Sapri).
Reti: 19’ Borrelli (SA), 50’ Marano (S), 74’ Sorriso (SA).
Ammonito: Perrino.

Il Sorrento di Cammarota paga a caro prezzo l’ennesimo errore grossolano del pacchetto difensivo e regala tre punti al Sant’Antonio Abate. Questa volta più che in passato i giovani rossoneri avrebbero meritato di conquistare almeno un pareggio e non ci sono riusciti solo a causa della minore esperienza rispetto agli avversari. Da quando in panchina c’è Bruno Cammarota la squadra rossonera scende in campo più determinata e così facendo è riuscita a ridurre il gap nei confronti degli avversari che riescono quasi sempre a metterli sotto facendo affidamento ai trucchi del mestiere. Nella partita odierna a penalizzare ulteriormente i rossoneri ci si è messa pure la pioggia che è caduta abbondante prima dell’inizio dell’incontro rendendo scivoloso il tappeto sintetico del San Michele di Pimonte. Una situazione a cui si sono adeguati meglio quelli del Sant’Antonio Abate che nei primi venti minuti sono stati padroni del campo approfittando della difficoltà a giocare il pallone evidenziata dai ragazzi in maglia rossonera. Già al 5’ Imbimbo doveva distendersi alla sua sinistra per deviare in corner un tiro di punizione dai diciotto metri di Del Prete. Al 15’ era Navas a chiamare in causa il portiere rossonero con un tiro dalla distanza. Al 18’ Imbimbo evitava ancora una volta il gol deviando in corner una conclusione ravvicinata di Borrelli. Su tiro dalla bandierina Imbimbo doveva intervenire nuovamente per ribattere un colpo di testa di Noviello. Sul nuovo tiro dalla bandierina il pallone veniva respinto fuori area da Iannelli. Navas lo ricacciava in area e Borrelli di testa indovinava una traiettoria maligna che scavalcava Imbimbo e finiva in porta vicino al palo opposto. 
Ottenuta la rete del vantaggio il Sant’Antonio Abate tirava i remi in barca limitandosi a controllare le sterili iniziative dei sorrentini. Col passare dei minuti e col tirare del vento il tappeto sintetico diventava meno scivoloso. Ad inizio ripresa la situazione era quasi tornata alla normalità ed i sorrentini grazie anche all’ingresso in campo dell’esperto Coquin riuscivano più volte ad impensierire la retroguardia ospite, che riusciva a limitare i danni facendo affidamento soprattutto sui già ricordati trucchi del mestiere. Al 50’ il Sorrento riusciva a ristabilire la parità. Su un rinvio del portiere ospite svettava di testa Traorè mettendo in azione Tiziano Marano. Il numero otto rossonero si produceva in uno slalom ubriacante ed una volta giunto al limite dell’area lasciava partire un tiro piazzato che si insaccava alla sinistra di Prete.
A questo punto salivano in cattedra Traorè Coquin e Tresor che dialogando tra di loro in francese riuscivano a mettere in seria difficoltà la difesa abatese. Il tecnico Cimmino avvertiva il pericolo e dalla tribuna si sbracciava come un ossesso richiamando ora questo ora quello ad indietreggiare. Ancora una volta il prodigarsi degli attaccanti rossoneri era vanificato da un errore della difesa.  Su un rinvio di Prete, Cimmino e Shullazi seppure in netto anticipo sugli attaccanti ospiti si ostacolavano a vicenda lasciando palla a Sorriso che si involava indisturbato verso la porta rossonero facendo secco l’incolpevole Imbimbo.
Nell’ultimo quarto d’ora di gioco il Sorrento si lanciava all’arrembaggio nel tentativo di recuperare quanto meno la parità, ma gli abatesi riuscivano con gran mestiere ad anestetizzare il gioco portando a casa i tre punti.  

Share/Bookmark

Sorrento-Sant'Antonio Abate, i convocati di Cammarota

sabato 21 novembre 2015 0 commenti

Per l’incontro Sorrento-Sant'Antonio Abate valido quale gara della undicesima giornata del girone B del campionato regionale di Eccellenza in programma domani pomeriggio con inizio alle ore 14.30 allo Stadio San Michele di Pimonte il tecnico rossonero Bruno Cammarota ha convocato i seguenti 18 giocatori:
Imbimbo, Feo, Vacca, Moscaritolo, Musto, Parisi, Iannelli, Perrino, Shullazi, Genovese, Marano, Spina L., Tresor, Cimmino, Severino, Giordano, Coquin, Traorè. 

Share/Bookmark

Sorrento-Sant’Antonio Abate sarà diretta da Stefano Mauro di Agropoli

L’incontro della undicesima giornata del campionato regionale di Eccellenza girone B, Sorrento-Sant’Antonio Abate, che si giocherà domenica 22 novembre, con inizio alle ore 14.30, allo Stadio San Michele di Pimonte sarà diretto dal signor Stefano Mauro della sezione AIA di Agropoli. Gli assistenti saranno i signori Angelo Tesoniero di Agropoli e Francesco Marino di Sapri
Stefano Mauro ha esordito in Eccellenza il 21 aprile 2013 con l’incontro Vis San Nicola Mari Football Club. Finora ha diretto 16 gare, di cui 5 in questa stagione. 
L’arbitro capaccese ha già diretto il Sant’Antonio Abate nella gara interna di Coppa Italia con l'Alfaterna, terminata con il risultato di 2-0 a favore della compagine abatese. 
Con il Sorrento non ci sono precedenti a livello di prima squadra. Due le direzioni a livello giovanile Nocerina-Sorrento (Berretti) del29 settembre 2012 e Scafatese-Sorrento (Juniores regionali) del 24 gennaio 2015.

Share/Bookmark

Sorrento-Sant'Antonio Abate al San Michele di Pimonte

venerdì 20 novembre 2015 0 commenti

L’incontro Sorrento-Sant'Antonio Abate, valido per l'undicesima giornata del campionato regionale di Eccellenza girone B, verrà disputato domenica 22 novembre 2015 con inizio alle ore 14.30 allo Stadio San Michele di Pimonte (NA).  

Share/Bookmark

Folgore nuovamente vittoriosa al tye break

domenica 15 novembre 2015 0 commenti

Al termine di una vera e propria maratona della durata di oltre due ore la SNAV Folgore Massa si è aggiudicata per tre set a due il confronto con la quotata formazione dell’ASEM Volley Bari (22-25, 25-23, 13-25, 25-21, 16-14). 
La  Folgore Massa è scesa con il sestetto titolare: Aprea alzatore, Palmieri opposto, Granito e Cuccaro centrali, Falaschi e Sette schiacciatori di banda, Provvisiero libero. L’ASEM Bari con Mazzarelli alzatore, Mancini opposto, De Tellis e Ruggiero centrali, Incampo e Martinelli schiacciatori di banda, Ruvolo libero. Dopo il silenzio assordante del minuto di raccoglimento in onore delle vittime degli attentati terroristici di Parigi, il folto pubblico che gremiva la tribuna del Palatigliana ha potuto dar libero sfogo al tifo per i ragazzi della Folgore ed ha assistito ad un incontro avvincente con diversi capovolgimenti di fronte. Molto belli e combattuti i primi due set che sono stati decisi in volata, il primo a favore della squadra barese (25-22), il secondo a favore della Folgore (25-23). Nel terzo parziale la formazione barese prendeva subito il largo. La Folgore accennava un timido tentativo di rimonta ma poi incappava in una lunga battuta a vuoto sprofondando a -8 in concomitanza con il secondo time out tecnico. Nel finale di set gli uomini di coach Valente incrementavano il vantaggio chiudendo il parziale sul 25-13.
Il quarto set, almeno inizialmente sembrava la continuazione del terzo. La ASEM Bari spingeva sull’acceleratore e si portava sul 5-1. A questo punto qualche tifoso massese di poco fede ha pensato che il match era perso ed è andato via. Ma gli uomini di mister Nicola Esposito, che hanno trovato nel nuovo libero Giovanni Provvisiero un vero e proprio condottiero, riuscivano a trovare forze e motivazioni per ribaltare il risultato e si aggiudicavano il quarto set con il punteggio di 25-21.
Si rendeva quindi necessaria la disputa del tye break. Un paio di decisioni cervellotiche da parte degli arbitri permettevano all’ASEM Bari di partire al comando, ma la reazioni dei locali era immediata e grazie ad un break da tre punti riuscivano a ribaltare il risultato a proprio favore andando al cambio campo in vantaggio per 8-6. La squadra barese riusciva nuovamente a recuperare raggiungendo la Folgore sull’11 pari, ma Aprea e compagni riuscivano a mantenere quel piccolo vantaggio che gli permetteva di avere sempre il match ball a proprio favore. L’incontro si chiudeva con un erroraccio del martello pugliese Giovanni Incampo che ciccava la schiacciata regalando la vittoria alla Folgore.
I due punti odierni permettono alla SNAV Folgore Massa di salire a quota 8 e mantenere la quarta posizione in classifica in coabitazione con la Happy  Network Gioia del Colle. Domenica prossima la Folgore andrà a far visita al Rione Terra Pozzuoli.

Share/Bookmark

Castel San Giorgio-Sorrento 4-2

Castel San Giorgio: Cesarano, Starita, Porzio, Squitieri (71’ Capuano), Villacaro, Trotta, Giordano (62’ Piacente), Nocerino (72’ Palumbo), Desiderio, Ferrara, Lucarelli Cesarano. A disposizione: De Luca G., Ricupito, Starita, Tortora. Allenatore:
Sorrento (4-4-2): Imbimbo, Severino (32’ Vacca), Iannelli, Perrino, Genovese; Shullazzi, Marano, Cimmino, Parisi; Spina L. (78’ Giordano), Crocetta (46’ Coquin). A disposizione: D'onofrio, Spina M., Vangone, Moscaritolo. Allenatore: Cammarota.
Arbitro: Francesco Vitale di Avellino. Assistenti: Alessandro Manna e Pasquale Russo entrambi di Nola.
Reti: 5’ Marano (S), 31’ Desiderio (CSG), 38’ Starita (CSG), 70’ Marano (S), 75’ Lucarelli Cesarano (CSG), 92’ Lucarelli Cesarano (CSG).
Ammoniti: Desiderio, Nocerino, Piacente (CSG); Perrino, Giordano (S).

Il Sorrento di Cammarota perde 4-2 sul campo del Castel San Giorgio ma resta in partita fino oltre il novantesimo. Passati in vantaggio dopo appena 5 minuti con una rete del solito Marano i rossoneri vengono riagguantati al 31’ da un gol di Desiderio su assist di Lucarelli Cesarano. Subito dopo tra le fila rossonere esce Severino ed entra Vacca. Al 38’ Starita porta in vantaggio i padroni di casa ancora su assist di Lucarelli Cesarano. 
Nella ripresa il Sorrento cerca in tutti i modi di pervenire al pareggio. Cammarota fa esordire Coquin mandandolo in campo in sostituzione di Crocetta. Il francese dimostra subito di che pasta è fatto ma è poco fortunato. Al 65’ palla gol per Parisi che manca il bersaglio di un niente. A togliere le castagne dal fuoco ci pensa ancora una volta Tiziano Marano che al 70’ sigla la rete del 2-2.
Purtroppo il vantaggio rossonero dura solo cinque minuti. Al 75’ Lucarelli Cesarano realizza la rete del 3-2 su assist di Capuano. A questo punto il Sorrento gioca il tutto per tutto e si riversa all’attacco per cercare il gol del 3-3. Coquin è bravo a procurarsi una occasione da rete ma non altrettanto a metterla dentro.  In pieno recupero con un azione di contropiede Lucarelli Cesarano batte per la quarta volta Imbimbo mettendo fine al sogno del Sorrento di conquistare il primo punto esterno del torneo. 

Share/Bookmark

Minuto di raccoglimento in tutte le competizioni sportive

Alla luce dei gravissimi accadimenti occorsi venerdì sera a Parigi, il Presidente del CONI, Giovanni Malagò, ha telefonato ieri mattina al Presidente del Comitato Olimpico Francese, Dennis Masseglia, per manifestare la vicinanza e la solidarietà dell’intero mondo sportivo italiano alla Francia e alle sue istituzioni olimpiche in questo particolare momento di dolore. Nel corso della telefonata, Malagò e Masseglia hanno convenuto che lo sport è l’unico strumento capace di unire i popoli e superare le divisioni. Malagò e Masseglia si sono dati appuntamento per un incontro giovedì 19 novembre a Praga, in occasione dell’Assemblea dei Comitati Olimpici Europei. 
Al termine della telefonata, il Presidente Malagò ha annunciato di aver invitato tutte le Federazioni Sportive Nazionale, le Discipline Sportive Associate e gli Enti di Promozione Sportiva ad osservare un minuto di raccoglimento in tutte le manifestazioni sportive che si svolgono in Italia nel fine settimana per commemorare le vittime degli attentati di Parigi.

Share/Bookmark

Castel San Giorgio-Sorrento i convocati di Cammarota

Per l’incontro Castel San Giorgio-Sorrento valido quale gara della decima giornata del girone B del campionato regionale di Eccellenza in programma oggi pomeriggio con inizio alle ore 14.30 allo Stadio Comunale Domenico Sessa di Castel San Giorgio il tecnico rossonero Bruno Cammarota ha convocato i seguenti 18 giocatori:
Imbimbo, D’Onofrio, Genovese, Vangone, Iannelli, Ghoghen, Vacca, Marano, Crocetta, Spina M., Spina L., Parisi, Moscaritolo, Cimmino, Giordano, Severino, Shullazi, Perrino.

Share/Bookmark

DISCLAIMER - Penisola Sport è un blog d’informazione senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento. La testata ambisce ad essere una piena espressione dell'art. 21 della costituzione italiana. Pur essendo normalmente aggiornato più volte quotidianamente, non ha una periodicità predefinita e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'autore si riserva, tuttavia, la facoltà di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contrario al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.