Simonelli pronto a rilanciare Musetti

sabato 7 dicembre 2013 0 commenti

In casa Sorrento, in vista dell’incontro di domani pomeriggio con il Messina al Campo Italia (inizio ore 14.30), il tecnico Gianni Simonelli avrà disposizione tutti gli uomini della rosa eccetto gli squalificati Catania e Danucci e il lungodegente Esposito.
Proprio a causa delle assenze di Catania e Danucci è probabile l’adozione in partita del 3-5-2 a lungo sperimentato in allenamento venga rimandato alla settimana prossima. Possibile quindi che si vada avanti con il 4-4-2 schieramento già utilizzato con successo nella vittoriosa trasferta con il Tuttocuoio. Riguardo agli interpreti dovrebbero esserci poche variazioni rispetto a sette giorni fa. La prima potrebbe riguardare il reparto arretrato dove ad un Imparato in progresso di condizione si contrappone un Pisani che approda all’incontro con il Messina ancora mezzo acciaccato. Possibile quindi che Rocco Benci possa ritornare a far coppia con Villagatti al centro della difesa restituendo la maglia numero due ad Imparato. Sul versante sinistro sicura la conferma di Caldore, così come quella di Polizzi tra i pali.
Invariato anche il quartetto di centrocampo con Margarita e Lettieri centrali  e con Canotto e Coppola sugli esterni. Altra possibile variazione in attacco, dove l’esperto Musetti pare essersi messo definitivamente alle spalle i guai fisici che lo tormentano dal primo giorno di ritiro, e può legittimamente aspirare al ruolo di prima punta. In tal caso a fargli compagnia ci sarebbe Pasquale Maiorino, con Improta che partirebbe dalla panchina.


Share/Bookmark

Sorrento-Messina i convocati di Simonelli

Subito dopo l’allenamento di rifinitura che si è tenuto questa mattina sul sintetico del Campo Italia, il tecnico del Sorrento ha diramato la lista dei convocati per l’incontro di domani pomeriggio con il Messina (inizio ore 14.30). Oltre al lungodegente Alessio Esposito e agli squalificati Manuele Catania e Ciro Danucci, non sono stati convocati l’attaccante Andrea Parodi e il terzo portiere Valentino Russo. Rientra tra i convocati l’attaccante Matteo Chinellato. Sono venti quindi gli uomi convocati.

Questa la lista completa completa:

Portieri: Miranda, Polizzi.
Difensori: Benci, Caldore, Cavallaro, Coulibaly, Imparato, Pantano, Pisani, Villagatti.
Centrocampisti: Coppola, Lalli, Lettieri, Margarita.
Attaccanti: Canotto, Chinellato, Improta, Maiorino, Musetti, Soudant.

Share/Bookmark

Sorrento-Messina: Grassadonia riconferma il 3-5-2

In dubbio l’ex rossonero Maiorano 

Per l’incontro di domani pomeriggio tra Sorrento e Messina sul sintetico del Campo Italia (inizio ore 14.30) il neo allenatore dei peloritani, Gianluca Grassadonia, è intenzionato a riconfermare il 3-5-2, stesso modulo fin qui adottato dal suo predecessore.
Per quanto riguarda gli uomini che lo interpreteranno, sembra essenzialmente uno il dubbio che l’allenatore salernitano si trascinerà fino all’ultimo: l’uomo che completerà il terzetto di centrocampo al fianco dei riconfermati Bucolo e Costa Ferreira. Per questa maglia sono in ballottaggio il 22enne napoletano Francesco Simonetti (ex Milazzo) e l’ex rossonero Stefano Maiorano. Il biondo mediano di Battipaglia, è reduce da un infortunio. Domenica scorsa, ha giocato un tempo. In settimana, poi, ha lavorato con continuità, ma logicamente non è apparso molto nel migliore stato di forma. Probabile quindi che Grassadonia decida di affidarsi al più giovane Simonetti in modo da lucrare un contributo maggiore. 
L’undici di partenza dovrebbe quindi essere il seguente: Lagomarsini in porta. De Bode, Ignoffo e Silvestri centrali difensivi. Guerriera e Quintoni a presidiare le fasce con Bucolo, Simonetti e Costa Ferreira, in mediana. Guadalupi e Chiaria attaccanti.


Share/Bookmark

Sorrento-Messina: i convocati di Grassadonia

Sono solo 18 i convocati del neo tecnico giallorosso Gianluca Grassadonia  per la gara di domani pomeriggio con il Sorrento sul sintetico del Campo Italia.
L’allenatore salernitano che domani siederà per la prima volta sulla panchina dei peloritani ha attuato alcune esclusioni eccellenti. Oltre al lungodegente Bolzan e allo squalificato Cucinotta, sono infatti rimasti a casa anche Lasagna, Piovi, Guilana e Bongiorno. Desta sorprese l’esclusione di Lasagna, in quanto sembrava che l’attaccante palermitano avesse smaltito l’attacco influenzale che non gli ha consentito di partecipare al test infrasettimanale. Bocciatura anche per Piovi e Guilana, provati giovedì scorso a Mili nella formazione schierata nel primo tempo. Manca poi Buongiorno, che comunque qualche problema fisico lo ha accusato. Ci sono Siciliano e l’argentino Scoponi, unico tra gli stranieri “superstiti”.

Questi i convocati:

PORTIERI: Lagomarsini, Iuliano,
DIFENSORI: Caldore, Guerriera, Scoponi, De Bode, Ignoffo, Silvestri, Quintoni,
CENTROCAMPISTI: Simonetti, Maiorano, Bucolo, Gherardi, Costa Ferreira,
ATTACCANTI: Guadalupi, Corona, Siciliano, Chiaria.

Share/Bookmark

Simonelli: "per vincere essenziale l'atteggiamento mentale"

venerdì 6 dicembre 2013 0 commenti

Stamattina, presso la sala stampa del Campo Italia, l'allenatore del Sorrento, Gianni Simonelli, ha incontrato i rappresentanti degli organi di informazione per fare il punto della situazione alla vigilia dell'importante incontro interno con il Messina.
Pochi ma chiari i concetti espressi da Simonelli. "Ogni partita è uno spareggio". "Per vincere occorre innanzitutto un adeguato atteggiamento mentale".
Qui sotto il player per ascoltare la registrazione integrale della conferenza stampa.
Upload Music - Audio Hosting - Sorrento-Messina conferenza ...

Share/Bookmark

Test infrasettimanale per il Sorrento di Simonelli

giovedì 5 dicembre 2013 0 commenti

Oggi pomeriggio, il Sorrento allenato da Gianni Simonelli e Sossio Perfetto ha sostenuto il consueto test di metà settimana disputando un incontro su campo ridotto contro gli allievi nazionali.
Una partitina in due tempi che ha visto impegnati tutti gli uomini della rosa ad esclusione del difensore Andrea Pisani, ancora a riposo precauzionale a causa dei colpi ricevuti nell’incontro di domenica scorsa con il Tuttocuoio. Esentato dalla partitella anche il portiere Polizzi che tuttavia ha sostenuto una abbondante razione di allenamento agli ordini del preparatore Sebino Oliva prima dell’inizio della partitella in famiglia.
Due le formazioni schierate, entrambe disposte secondo il 3-5-2. Simonelli ha effettuato alcuni esperimenti, provando, Caldore come esterno sinistro della difesa a tre, Catania intermedio destro di centrocampo, Canotto esterno di centrocampo ma con compiti prettamente offensivi. Come suo solito il prof ha interrotto molto spesso il gioco per spiegare come ci si doveva muovere in determinate situazioni, prestando molta attenzione soprattutto ai calci piazzati.
Da rilevare che la squadra si è allenata anche in mattinata, sostenendo una seduta dedicata prevalentemente alla tattica.

Share/Bookmark

Di Luca squalificato a vita

Il 37enne corridore abruzzese radiato. Era già stato fermato due volte

Il Tribunale nazionale antidoping ha squalificato a vita il ciclista Danilo Di Luca per il caso di positività all'Epo del 29 aprile scorso, emerso durante il Giro d'Italia.
Il 37enne ciclista abruzzese, vincitore della Corsa rosa del 2007, in passato era già stato squalificato due volte: tre mesi per la frequentazione del dottor Carlo Santuccione e due anni (poi ridotti a 15 mesi) a causa della positività all'Epo Cera nel Giro del 2009.
In bacheca Di Luca ha anche Freccia Vallone, Liegi-Bastogne e Lombardia.

Share/Bookmark

Quella volta che il Messina fu preso a “sportellate”

Sono 22 i precedenti tra Sorrento e Messina, tutti racchiusi tra il 9 novembre 1969 e il 16 febbraio 1986. Il bilancio complessivo vede prevalere i rossoneri sia nel computo dei successi, otto a sei, che delle reti segnate, 16 a 13. Otto i pareggi, di cui sei a reti inviolate.  
Degli undici incontri giocati al Campo Italia, il Sorrento ne ha vinti sette, mentre gli altri quattro sono terminati con un risultato di parità. 14 le reti realizzate dai rossoneri. 4 quelle subite.  
Il primo incontro, quello del 9 novembre 1969, stando a quello che siamo riusciti a recuperare, fu un anonimo pareggio a reti inviolate. Il secondo, quello del 24 gennaio 1971 è passato alle cronache come uno dei più belli della cavalcata rossonera verso la serie B. Quel giorno il malcapitato Messina dovette fare i conti con uno Gennaro Sportiello in vena di prodezze. Il giovane centravanti venuto dal Napoli realizzò due reti da antologia calcistica facendo esplodere di gioia i tifosi rossoneri, che proprio in quella occasione si resero conto che il Sorrento avrebbe potuto lottare fino alla fine con la Salernitana per la promozione in serie B.
I siciliani che occupavano il terzo posto in classifica con 22 punti, in coabitazione con il Brindisi, alle spalle della Salernitana (26) e del Sorrento (24) scesero al Campo Italia con il chiaro proposito di strappare un pareggio a reti bianche, schierando una formazione imbottita di centrocampisti col chiaro scopo di fermare sul nascere l’iniziativa dei rossoneri. Il loro piano naufragò dopo solo 18 minuti. Il Sorrento partì subito forte e nonostante il vento contrario cinse d’assedio la porta difesa da Cinelli andando vicino al gol al 15’ con Sportiello divinamente liberato davanti al portiere da un lancio di Costantino. Il portiere giallorosso riuscì a sventare questa prima minaccia deviando sul fondo la conclusione di Sportiello, ma fu costretto a capitolare appena tre minuti più tardi. Azione insistita dei rossoneri con assist finale di Lorenzini per Sportiello che batteva il portiere del Messina Cinelli. Il Messina cercava di reagire ma al 28’ incassava la seconda rete. Galoppata di Nazzi sulla fascia di competenza, che tagliava al centro per l’accorrente Sportiello, che al volo di sinistro faceva secco per la seconda volta Cinelli. Rete bellissima e conto chiuso. Da quel momento in poi, infatti, i peloritani andarono completamente in barca rischiando di subire la terza rete, prima della chiusura, del tempo su un incornata di Bozza su cross di Savarese.
La ripresa fu senza storia. I sorrentini si limitarono a conservare il possesso del pallone, rinunciando ad infierire su un avversario ormai domo e badarono soprattutto a risparmiare energie in previsione dell’incontro della domenica successiva con il Brindisi.

Questo il tabellino di quell’incontro:

SORRENTO: Gridelli, Nazzi, Bruscolotti, Savarese, Mamilovich, Lorenzini, Sportiello, Furlan, Angrisani, Costantino, Bozza. A disposizione: Moscarella, Silvestri. Allenatore: Vitali.
MESSINA: Cinelli, Lo Bosco, Rossi, Giacomin (69' Bonetti) Metallo, Gori, Fazzi, Veneri, Taccetti, Polizzo, Stellone. A disposizione: Gresta. Allenatore: Colomban.
Arbitro: Prati di Parma.
Reti:18' e 28' Sportiello.
Ammoniti: Lorenzini, Rossi. Espulso: 83' Gori (M).

Di seguito l’elenco dei precedenti tra Sorrento e Messina:


09.11.1969
Sorrento-Messina
0-0
30.03.1970
Messina-Sorrento
1-0
24.01.1971
Sorrento-Messina
2-0
13.06.1971
Messina-Sorrento
1-0
29.10.1972
Sorrento-Messina
2-0
25.03.1973
Messina-Sorrento
2-1
19.01.1975
Sorrento-Messina
3-1
08.06.1975
Messina-Sorrento
0-0
30.11.1975
Messina-Sorrento
0-1
19.04.1976
Sorrento-Messina
0-0
10.10.1976
Messina-Sorrento
1-1
27.02.1977
Sorrento-Messina
1-0
16.12.1979
Sorrento-Messina
2-1
27.04.1980
Messina-Sorrento
0-0
18.01.1981
Sorrento-Messina
2-1
31.05.1981
Messina-Sorrento
1-0
27.09.1981
Messina-Sorrento
1-0
31.01.1982
Sorrento-Messina
1-0
17.10.1982
Sorrento-Messina
0-0
27.02.1983
Messina-Sorrento
2-1
13.10.1985
Sorrento-Messina
1-1
16.02.1986
Messina-Sorrento
0-0

Share/Bookmark

Attento Sorrento vogliono portarti via Maiorino

mercoledì 4 dicembre 2013 0 commenti

Andrea Manfredonia: "Maiorino seguito da club importanti"

Meno di un mese alla riapertura del calciomercato. I tifosi del Sorrento invocano i dovuti rinforzi per conquistare la permanenza in Lega Pro, ma rischiano anche di perdere Pasquale Maiorino quello che fino a questo momento è il miglior attaccate dei rossoneri. Di oggi un articolo a firma Nicolò Schira per tuttolegapro.com in cui l’autore intervista l'agente Andrea Manfredonia, figlio dell'ex campione di Lazio e Juventus Lionello Manfedonia che cura gli interessi del giocatore.
Questa la parte dell’articolo che riguarda Maiorino

Partiamo da Maiorino: a Sorrento sta incantando tutti...

"Maiorino ha un talento incredibile. Quest'anno ha già segnato sette gol, evidenziando tutte le sue qualità. In estate è sceso di due categorie per giocare con continuità, adesso ha dimostrato le sue doti e ha attirato le attenzioni di diversi club importanti".

Cosa può accadere a gennaio?

"Ci sono già diverse richieste da squadre di categoria superiore. Ha solo bisogno di giocare con continuità per mettersi in evidenza. Anche dalla B ci sono stati dei sondaggi e nelle prossime settimane valuteremo il da farsi con il Sorrento, che detiene la metà del cartellino".

Naturalmente, da sorrentini, speriamo che Maiorino rimanga al Sorrento fino al termine del campionato contribuendo fattivamente all'approdo nelle Lega Pro unica 2014-15.

Share/Bookmark

Ciclismo Amatoriale, al via la nuova era

Fonte: Ciclocolor.com

Un amatore di 60 anni, affermato professionista, trovato positivo per uso di EPO e ormoni, retate continue dei NAS con arresti di spacciatori di doping riservato agli amatori, ciclisti amatoriali che, preavvisati dei controlli antidoping all’arrivo di una gara minore amatoriale, cambiano strada e si dileguano… Non è un film ma qualche pillola amara rappresentativa della triste realtà del settore amatoriale sportivo italiano, con particolare riferimento a ciclisti, frequentatori di palestre, corridori. 
Amatori e cioè persone che fanno (o dovrebbero fare) sport per passione, divertimento e stare bene, senza alcuna altra finalità. Chi vince a volte riceve una coppa o una medaglia ed altre un prosciutto od altri generi alimentari. Sono vietati premi in denaro. 
Chi si dopa ha tutte le età, è ricco o povero, frustrato o realizzato e quindi non catalogabile. E non lo fa per vincere ma per battere un amico che gli arriva sempre davanti, per non farsi sfottere a causa di prestazioni modeste, per sentirsi gratificato. E tutto questo genera mezzo miliardo di giro d’affari e si può tranquillamente assimilare al narcotraffico. 
La Federciclismo ha voluto essere la prima federazione a reagire in modo deciso e netto, emanando, lo scorso 28 giugno, una normativa etica votata dal Consiglio Federale all’unanimità. 
Il Corriere della Sera la ha considerata un provvedimento «unico al mondo nel suo genere ed inevitabile» (articolo di Marco Bonarrigo, ndr). 
Punto cardine di questa nuova normativa è la autocertificazione etica, che si dovrà consegnare al rappresentante della squadra da parte di chi voglia tesserarsi quale cicloamatore, che attesti la totale estraneità a fatti legati al doping, anche se oggetto di sanzione scontata, sia essa di natura sportiva che comminata dalla giustizia ordinaria. 
A chi non ha il requisito etico sarà concessa solamente la tessera di ciclo turista e non potrà partecipare a gare e manifestazioni a valenza agonistica. 
La mendace autocertificazione, ai sensi di legge, è un reato, come tale passibile di sanzione penale. 
Ma c’è un altro punto cardine di questa normativa. 
Stante la presenza nel mondo amatoriale di squadre assimilabili a quelle dei professionisti, che sono strutturate esclusivamente per vincere, al punto che arrivano a pagare i loro corridori, sotto forma di rimborsi spese e/o compensazioni varie, onde eludere il divieto di corrispondere stipendi, si è stabilito che i professionisti potranno accedere dal mondo professionistico a quello amatoriale solo decorsi 4 anni (2 per le donne ed 1 per i dilettanti). 
In tal modo si intende stemperare quanto più è possibile l’esasperazione agonistica che certi passaggi senza soluzione di continuità generavano, creando fenomeni emulativi assai pericolosi e che spesso hanno portato all’uso di sostanze illecite oltre che a pratiche contrarie all’etica sportiva che spesso portano anche a compro mettere la sicurezza delle gare. 
La situazione era divenuta insostenibile e si è resa quindi necessaria una normativa adeguata e di eccezionale portata per arginare un’emergenza, divenuta sociale. 
Purtroppo la vastità del fenomeno ci sta facendo assistere a proteste di varia natura, anche se poco consistenti nella sostanza, a tentativi di eludere la normativa, a pressioni spesso indebite, a tentativi di boicottaggio destinati a naufragare perché la normativa è stata emanata e tutti gli Enti di promozione sportiva, facenti parte della Consulta del ciclismo, hanno aderito. 
E certe pressioni confermano che stavolta si è capito bene che si sta facendo sul serio e che certe pratiche non potranno continuare ad essere esercitate. 
Ma non basta. 
È necessario lo sforzo di ogni parte sana del movimento e quindi amatori, organizzatori, sponsor, ecc., che fortunatamente ne rappresenta la stragrande maggioranza anche se molto silenziosa, perché è indispensabile un radicale salto culturale, che ristabilisca un corretto approccio al mondo del ciclismo e quindi dello sport amatoriale. 
In tal modo si potrà anche favorire l’accesso di tanti ciclisti appassionati, oggi nauseati dalla situazione descritta, che non vedono l’ora di partecipare a manifestazioni pulite, sane, goliardiche, pregne di sano spirito agonistico, che oggi pedalano tenendosi ben distanti da granfondo ed eventi analoghi. 
Già molti organizzatori, a prescindere dalle normative, hanno applicato nei loro regolamenti norme etiche che prevedevano l’inibizione a chi ha avuto a che fare con il doping. 
Tra questi pionieri sono stati i partecipanti al Consorzio Five Stars League, che raccoglie alcune tra le più importanti granfondo italiane (Maratona delle Dolomiti, Novecolli, Sportful, Pinarello e Gimondi) e Granfondo Campagnolo Roma, assieme ad altri che oggi potranno godere di una normativa che finalmente sarà applicata da tutti. 

Share/Bookmark

Ufficiale: Giulio Russo al Massa Lubrense

Botto del Massa calcio sul mercato: arriva il bomber Russo

Diventano realtà quelle che fino a poco tempo fa erano solo voci. Dopo un'estenuante trattativa condotta dai dirigenti del Massa calcio, in primis Giovanni Volpe, e quando sembrava che tutto sfumasse per la concorrenza e la voglia di accaparrarsi il forte bomber metese Giulio Russo, già Sorrento, Juve Stabia, Catanzaro, Savoia, Campobasso, Turris Gladiator, Nola e Vico Equense, da parte di squadroni anche più forti, ieri nel primo pomeriggio la notizia ufficiale: Giulio Russo è del Massa calcio.
Russo già ieri si è allenato con i suoi nuovi compagni e sabato sarà già in campo al Cerulli contro l'Angri 1927. L'attesa di ammirarlo in campo ma soprattutto di vederlo sfondare le reti avversarie già monta tra i tifosi massesi entusiasti del nuovo acquisto portato a buon fine grazie a sacrifici non di poco della dirigenza che vuole una squadra forte all'altezza delle aspettative della città.

Fonte: Lelloacone.com

Share/Bookmark

Highlitghs Lega Pro su Mediaset

martedì 3 dicembre 2013 0 commenti

Mediaset ha raggiunto un accordo con la Lega Pro per trasmettere gli highligths di tutte le partite dei gironi di Prima e Seconda divisione.
In chiaro su Italia 1 e Mediaset Italia 2, sul canale pay Premium Calcio e sul sito Sportmediaset.it saranno dedicati degli spazi di approfondimento dove gli appassionati potranno gustarsi i gol e le azioni principali di ogni turno di campionato.

Di seguito la programmazione settimanale rivolta alla Lega Pro:

- Italia 1: ogni martedì, all’interno dell’edizione di Sportmediaset delle ore 13.00, le immagini con il meglio del turno di campionato appena trascorso
- Mediaset Italia 2: ogni martedì, all’interno dell’edizione di Sportmediaset delle ore 19.00, spazio di approfondimento dedicato alla Lega Pro
- Premium Calcio: ogni mercoledì alle ore 19.00 gli highlights integrali di tutte le partite di tutti i gironi
- Sportmediaset: ogni domenica tutti gli highlights a poche ore dal fischio finale delle partite

Share/Bookmark

Rossoneri OK la ripresa

Si aggrega Perfetto. Simonelli ritrova la voce

Oggi pomeriggio il Sorrento si è ritrovato al Campo Italia per la ripresa degli allenamenti in vista dell’incontro di domenica prossima con il Messina.
Insieme a mister Simonelli era presente in campo anche il suo storico assistente Sossio Perfetto. Il prof che avevamo lasciato quasi completamente afono a conclusione dell’incontro con il Tuttocuoio ha già riacquistato il consueto tono vocale e se ne è servito per guidare come suo solito la squadra durante l’allenamento.
La seduta è stata dedicata quasi interamente al ripasso di alcune situazioni di gioco. Simonelli ha diviso il gruppo in due, ed ha eseguito lo stesso programma con entrambe le formazioni separatamente.  
A riposo precauzionale il difensore Pisani uscito malconcio dalla gara di domenica scorsa. Dovrebbe riaggregarsi ai compagni già a partire da domani.
Per l’incontro con il Messina, non saranno utilizzabili gli squalificati Danucci e Catania. Rientra a disposizione l’attaccante Matteo Chinellato.
Nelle fila dei siciliani mancherà per squalifica il difensore Antonio Cucinotta

Share/Bookmark

Sorrento-Messina a Marco Bellotti di Verona

Domenica prossima a dirigere il Sorrento nel match interno con il Messina (Campo Italia, ore 14.30) ci sarà un arbitro esperto. Dopo i tanti esordienti delle ultime giornate, arriva infatti Marco Bellotti della sezione di Verona un quarto anno con ben 54 direzioni alle spalle.
Marco Bellotti nasce a Negrar (in provincia di Verona) il 3 giugno 1984 e vive a Peschiera del Garda. Nella vita di tutti i giorni è un Funzionario Commerciale per un'azienda del settore Elettrico. Diciamo subito che Bellotti è una vecchia conoscenza in quanto ha diretto il Sorrento nell’incontro interno con il Pisa del 18 dicembre 2011 terminato con il risultato di 1-1, con reti di Ginestra per i rossoneri e Perna (rigore) per i nerazzurri. Una direzione che scatenò un molte polemiche. Oltre al rigore contro decretato per un fallo di mano in area di Francesco Di Nunzio apparso non volontario, al Sorrento fu annullato un gol regolare di Ginestra e fu espulso Sabato.
Il fischietto scaligero ha esordito in Can Pro il 5 settembre 2010, arbitrando l’incontro della seconda giornata del girone C della seconda divisione tra Trapani e Melfi (1-0). Quaranta giorni dopo l’esordio in Prima in Como-Sudtirol (0-0). Dei 54 incontri diretti, 25 sono di Prima Divisione i restanti 29 di Seconda con uno score di 20 vittorie per le squadre di casa (37,04%), 16 pareggi (29,63%) e 18 vittorie per le squadre in trasferta (33,33%). 17 i rigori decretati, 19 gli espulsi.

In questa stagione ha già diretto 7 incontri, 6 di Prima Divisione e 1 di Seconda.

Bellotti non ha mai diretto incontri di campionato in cui era impegnato il Messina.

Di seguito le designazioni per le altre partite della quindicesima giornata del girone B della Seconda Divisione:

Aprilia-Cosenza: Saverio Pelagatti di Arezzo (Pignone-Oliviero)      
Casertana-Aversa Normanna: Andrea Morreale di Roma 1 (Pizzagalli-Croce)    
Foggia-Arzanese: Federico Fanton di Lodi (Solazzi-Campitelli)      
Gavorrano-Tuttocuoio: Stefano D'Angelo di Ascoli Piceno (Argento-Torre)      
Ischia Isolaverde-Melfi: Gianni Bichisecchi di Livorno (Viola-Quitadamo)      
Martina Franca-Chieti: Giovanni Luciano di Lamezia Terme (Santoro-Diomaiuta)      
Teramo-Castel Rigone: Giuseppe Strippoli di Bari (Greco-Urselli)      
Vigor Lamezia-Poggibonsi: Pasquale Cangiano di Napoli (Abagnara-Annunziata)

Share/Bookmark

Grassadonia nuovo allenatore del Messina

Dopo un tira e molla legato alla composizione del suo staff, al quale non ha voluto rinunciare, il Messina ha raggiunto e formalizzato l’accordo con il suo nuovo allenatore. Poco dopo le 14 l’A.C.R. Messina ha infatti ufficializzato “di aver affidato la guida tecnica della prima squadra a Gianluca Grassadonia. Il nuovo tecnico, coadiuvato dal collaboratore Sig. Vincenzo Criscuolo e dal preparatore atletico Prof. Salvatore Malafronte, sosterrà nella giornata odierna il primo allenamento. La conferenza stampa di presentazione si terrà presso la sala stampa dello Stadio “San Filippo” alle ore 12 di mercoledì 4 dicembre” si legge nella breve nota stampa pubblicata anche sul sito ufficiale.
Gianluca Grassadonia conosce molto bene il Sorrento. Era presente ad alcune delle amichevoli estive giocate dal Sorrento a Siano. Di solito si accompagnava all’ex diesse rossonero Salvatore Avallone di cui è amico. Nelle scorse settimane il suo nome era tra quelli candidati alla sostituzione di Chiappino.
Vecchia conoscenza dei sorrentini anche il suo secondo, l’ex portiere Vincenzo Criscuolo che ha giocato nel Sorrento in chiusura di carriera nella stagione 2009-10, e vi ha iniziato la carriera di tecnico come allenatore delle giovanili nella stagione seguente.

Share/Bookmark

Catalano-Messina è divorzio

lunedì 2 dicembre 2013 0 commenti

Lo avevamo anticipato nel pomeriggio, l’allenatore del Messina Gaetano Catalano, dopo l’ultima sfida persa con la Vigor Lamezia, rischiava seriamente la panchina. È di pochi minuti fa la conferma che Catalano non è più l’allenatore giallorosso. Non un esonero comunque, ma una risoluzione consensuale del contratto.
Per la sostituzione di Catalano il Messina aveva pensato a Gianluca Grassadonia, ex Salernitana, Casertana e Paganese, ma sembra che il tecnico salernitano abbia rifiutato l’incarico. Al momento, il maggior indiziato a sedere sulla panchina giallorossa è Tommaso Napoli, che ha guidato Licata, Cosenza e Taranto.

Ecco il comunicato del Messina, apparso poco fa sul sito della società:

L’A.C.R. Messina comunica di aver risolto consensualmente in data odierna il rapporto di lavoro con il Sig. Gaetano Catalano. Al tecnico messinese i ringraziamenti per le belle pagine sportive scritte nello scorso campionato e culminate  con la promozione tra i professionisti. Un grande in bocca al lupo per il proseguo della sua carriera.

Share/Bookmark

Acque agitate in casa Messina

Catalano rischia l’esonero      

Dopo l'umiliante sconfitta incassata per 1-4 al San Filippo contro la Vigor Lamezia, il Messina è sprofondato al terz'ultimo posto della classifica e, secondo Tuttolegapro.com, il patron Pietro Lo Monaco è andato su tutte le furie. 
Sotto accusa alcuni giocatori, rei di un rendimento al di sotto delle aspettative. In particolare alcuni elementi arrivati in estate con credenziali importanti e che sinora hanno disatteso le aspettative. Il summit della scorsa notte ha partorito la decisione di dare una scossa all'ambiente peloritano: inevitabile esonerare il tecnico Giuseppe Catalano. 
Lo Monaco non ama cambiare allenatore in corsa in quanto ciò rappresenta una sconfitta per tutti, dirigenti compresi. Al momento, tuttavia, l'avvicendamento in panchina rappresenta l'unica soluzione possibile per cercare di invertire la china preoccupante presa dall'undici messinese. Per la successione si stanno valutando diverse idee, fra cui Antonio Venuto apprezzato da alcuni dirigenti giallorossi sin dai tempi di Milazzo.

Share/Bookmark

Tuttocuoio-Sorrento 0-2 Azioni Salienti (VIDEO)

domenica 1 dicembre 2013 0 commenti

Navigando in rete abbiamo trovato questo video che ripropone le azioni salienti dell'incontro tra il Tuttocuoio e il Sorrento. Lo ripubblichiamo sapendo di fare cosa gradita a tutti i tifosi del Sorrento.
Il video è stato prelevato dal sito Repubblica.TV

Share/Bookmark

Tuttocuoio-Sorrento 0-2 Highlights

Finalmente abbiamo gli highlights dell'incontro giocatosi questo pomeriggio a Santa Croce sul'Arno tra il Tuttocuoio e il Sorrento. Potrete finalmente ammirare lo splendido gol realizzato da Pasquale Maiorino con un tiro da oltre 35 metri che è andato ad insaccarsi all'incrocio dei pali.
Il servizio è quello proposto dal TG3 Rai della Campania.

Share/Bookmark

Tuttocuoio-Sorrento 0-2 intervista Andrea Dolfi (Presidente Tuttocuoio)

Qui sotto il video dell'intervista al presidente del Tuttocuoio, Andrea Dolfi, subito dopo la conclusione del match tra la sua squadra ed il Sorrento. Incontro vinto con pieno merito dai costieri per due reti a zero.

Share/Bookmark

Tuttocuoio-Sorrento 0-2 intervista dopogara Simonelli

Ecco a voi una breve intervista all'allenatore del Sorrento, Gianni Simonelli pochi minuti dopo la conclusione dell'incontro con il Tuttocuoio vinto dai rossoneri per due reti a zero.

Share/Bookmark

Il Sorrento di Simonelli riparte col vento in poppa 2-0 al Tuttocuoio


Tuttocuoio – Sorrento 0-2

Tuttocuoio (4-3-1-2): Bacci; Arvia (77’ Mariani), Falivena, Colombini F. (I) Cacelli; Pane, Balde, Salzano; Matteini; Ferretti, Cherillo (15'Akrapovic, 70’ Giannatasio). A disposizione: Morandi, Cardarelli, Colombini F. (II), Mariani, Carroccio. Allenatore: Alvini.
Sorrento (4-4-2): Polizzi; Benci, Villagatti, Pisani, Caldore; Canotto (86’ Pantano), Lettieri, Margarita (68’ Imperato), Coppola; Improta (75’ Musetti), Maiorino. A disposizione: Miranda, Coulibaly, Lalli, Soudant. Allenatore: Simonelli.
Arbitro: sig. Prontera di Bologna ( Squarcia/Benedettino)
Reti. Maiorino Canotto
Ammoniti: Pane, Caldore, Coppola, Pisani.

Dopo quattro sconfitte a dire il vero non tutte meritate il Sorrento riprende la marcia andando a vincere per 2-0 sul campo del Tuttocuoio quarto in classifica. I toscani che fin qui sul loro campo avevano lasciato pochissimi punti alle avversarie si sono dovuti inchinare di fronte ad un Sorrento che è apparso fin dall’inizio accorto e determinato. Il Tuttocuoio non è stato quasi mai pericoloso. I rossoneri privi degli squalificati Danucci, Catania e Chinellato e dell’acciaccato Imperato si sono disposti in campo con il 4-4-2. In difesa Pisani e Vilagatti  centrali, Benci e Caldore esterni. A centrocampo Margarita e Lettieri con Canotto e Coppola esterni. In attacco Improta e Maiorino.
Proprio Maiorino è stata la spina nel fianco della difesa neroverde andando al tiro da ogni posizione e riuscendo a segnare il primo gol con un tiro da 40 metri che è andato ad insaccarsi all’incrocio dei pali. Un tiro che ha lasciato di stucco Bacci. Una rete che è arrivata nel momento migliore dei toscani, e li ha letteralmente tramortiti rendendoli inoffensivi nel prosieguo dell’incontro. Lo stesso Maiorino ha poi servito l’assist per il raddoppio di Canotto.
A fine gara la superiorità dei rossoneri è stata riconosciuta sia dal presidente che dall’allenatore del Tuttocuoio.
Ala fine quindi tutto e bene quel che finisce bene. Meglio di così non poteva andare. Il Sorrento di Simoneli riparte con il vento il poppa. Ma questa è anche la squadra di Chiappino e a lui rivolgiamo un saluto affettuoso rinnovandogli l’auspicio di vederlo presto su una panchina importante.

Adesso però il nostro allenatore è Gianni Simonelli, “uno di quelli che hanno fatto la storia di questa categoria” direbbe lui. Non possiamo negarlo, fa di tutto per rendersi antipatico, ma è bravo e preparato. Se non ci credete venite a vedere come allena la squadra. Un vero lusso per la Seconda Divisione. Teniamocelo stretto e non ci deluderà.

Share/Bookmark

DISCLAIMER - Penisola Sport è un blog d’informazione senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento. La testata ambisce ad essere una piena espressione dell'art. 21 della costituzione italiana. Pur essendo normalmente aggiornato più volte quotidianamente, non ha una periodicità predefinita e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'autore si riserva, tuttavia, la facoltà di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contrario al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.