USA, 62enne positivo ad Epo Anfetamine e Steroidi

martedì 31 dicembre 2013 0 commenti

L’Usada (United States Antidoping Agency) ha annunciato oggi che David LeDuc, di Willow Springs, NC, un atleta nello sport del ciclismo, è risultato positivo per sostanze vietate ed ha accettato una squalifica di due anni per la violazione del regolamento antidoping.
LeDuc, 62 anni, è risultato positivo per la presenza di tre diverse sostanze (uno steroide di origine esogena, eritropoietina umana ricombinante ("rhEPO") e anfetamina, uno stimolante proibito), in seguito all’esame di un campione di urina raccolte in gara il 6 settembre 2013 ai Campionati Nazionali Strada Master di Bend (Oregon).

Per fortuna, qui in Italia, a partire da domani, gente come questa verrà bandita a vita da qualsiasi competizione sportiva. 

Share/Bookmark

Tre massesi alla conquista della Patagonia

Dall’Atlantico, Mar del Plata (Argentina), al Pacifico Puerto Montt (Cile) in mountain bike. È l’impresa che si promettono di realizzare i tre componenti del CicloTeam Parco Sportivo Sant’Anna di Massalubrense.
Cesare Staiano, Luca Maria Scolari e Antonino Cacace, sono partiti lunedì da Massalubrense per imbarcarsi su un aereo diretto da Roma a Buenos Aires in Argentina. Giunti in Argentina si trasferiranno a Mar del Plata dove aspetteranno il nuovo anno. Da lì il 2 gennaio inizieranno a pedalare per realizzare la loro impresa: scambiare dopo 1460 chilometri e 10 giorni in sella alle loro biciclette una goccia dell’Oceano Atlantico con un'altra dell’Oceano Pacifico.
Ecco come descrivono l’impresa sulla loro pagina facebook  https://www.facebook.com/cicloteam.santanna
Il CicloTeam Parco Sportivo Sant’Anna nasce nel 2009 dall'idea di tre amici amanti delle passeggiate in bicicletta e delle lunghe camminate a piedi in quei posti bellissimi che solo la nostra splendida terra offre.
Ma il nostro sogno è sempre stato quello di girare il mondo in bicicletta, di vedere posti nuovi, lontani dal caos cittadino, ed è così che nasce la pazza idea di organizzare una spedizione nella selvaggia ed incontaminata Patagonia.
Prendere una goccia d’acqua dall’oceano Atlantico e portarla nell’oceano Pacifico e poi fare l’inverso, così, giusto per il gusto di farlo, perché nella vita c'è anche il bisogno di fare delle cose che possano sembrare banali ma che ti fanno sentire vivo e che hanno un significato profondo di unione e di vera amicizia. Certo che per realizzarle bisogna fare una fatica immane, superare i propri limiti, andare oltre, fare affidamento su se stessi, e su quei pochi, ma veri amici che condividono le stesse passioni, perché fare 1.460 Km in bicicletta non è una cosa semplice ma ci vuole tanta forza interiore e tanto, tanto coraggio !!
Partiremo il 2 Gennaio 2014 da Mar del Plata (Oceano Atlantico), per arrivare valicando le Ande, a Puerto Montt in Cile (Oceano Pacifico) dopo aver passato "speriamo soltanto" nove dieci giorni a pedalare.
Attraverseremo le province di: Buenos Aires, La Pampa, Rio Negro e Neuquén, supereremo città come Necochea, Bahia Blanca, Rio Colorado, Piedra de Aguila, Dina Huapi, Bariloche e tante altre; costeggeremo laghi, lagune, attraverseremo fiumi, ammireremo canyon e tutta la fauna e la flora che incontreremo lungo il percorso, mangeremo tutto ciò’ che la natura ci offre e che saremo in grado di conquistare con le nostre forze, e la notte al confort di una camera d’albergo sceglieremo un vecchio rifugio abbandonato, o una tenda da campeggio.
Questo è quello che cercheremo di fare e credeteci ci metteremo tutta la nostra passione e tutto il nostro coraggio per portare a termine questa nostra avventura e quando torneremo saremo molto più consapevoli della nostra tenacia e della nostra forza.

Share/Bookmark

Sorrento di nuovo al lavoro

domenica 29 dicembre 2013 0 commenti

Prima giornata di lavoro per il Sorrento dopo le feste natalizie. Marcos Miranda unico assente. Vistosa fasciatura per Benci. Lavoro senza sosta fino a venerdì quando ci sarà la partenza per Lamezia, domani doppia seduta.

Questo pomeriggio il Sorrento di mister Simonelli è tornato al lavoro sul sintetico del Campo Italia, riprendendo la preparazione, dopo la lunga pausa natalizia. Prima dell’allenamento lungo incontro al chiuso degli spogliatoi, presenti l’amministratore delegato D’Angelo, mister Simonelli, il Team Manager Prete, e l’ex DS Pitino. Molto probabile che si sia parlato di mercato.
Poco dopo le 16 la squadra è scesa i campo iniziando la seduta di allenamento con il classico riscaldamento per poi proseguire con una partitella su campo ridotto. Alla sessione non era presente il portiere Marcos Miranda, che secondo quanto appreso ha avuto il permesso della società per rientrare con un giorno di ritardo. Il difensore Rocco Benci è sceso in campo con una vistosa fasciatura alla mano destra. Dal nostro punto di osservazione ci è sembrato che avesse un tutore in metallo di quelli che si usano per immobilizzare le dita fratturate. Purtroppo non siamo riusciti a contattare il medico sociale per chiedere cosa fosse successo al giocatore.
Domani, la truppa rossonera si ritroverà nuovamente al Campo Italia per una doppia sessione di lavoro.

Share/Bookmark

Simonelli vuole Caturano

sabato 28 dicembre 2013 0 commenti

Tra i giocatori che potrebbero approdare in costiera nei prossimi giorni non c’è solo il beneventano Mamadou Kanoutè, ma anche l’attaccante della Casertana Salvatore Caturano.
Con il passare dei giorni si affievoliscono infatti le piste che conducono a Francesco Ripa e Riccardo Innocenti, e il nome nuovo, sul taccuino degli operatori di mercato rossoneri, è quello del napoletano Caturano, 23 anni ma già tante stagioni sui campi della Prima Divisione, con un totale di 91 presenze e 19 reti. Al suo attivo anche una presenza in A con la maglia dell’Empoli nel lontano 2006/07 e quattro in B (una con l'Empoli, tre con la Nocerina.
A detta del nostro informatore - che è molto ben addentro alle cose rossonere, ma desidera rimanere anonimo - Caturano, che finora ha trovato poco spazio alla Casertana, piace molto a mister Simonelli, che lo ha messo in cima alla lista della spesa, giudicandolo il partner ideale per Pasquale Maiorino. Un tandem con molte analogie con quello composto da Paulinho e Carlini, che tanto bene fece nel Sorrento di tre anni fa a guida Simonelli, sfiorando la B.
Innocenti e Ripa potrebbero tornare in auge solo se fallisse la trattativa per portare in costiera Caturano. Contatti con i due ci sono già stati nei giorni scorsi, ma in entrambi i casi le cifre richieste erano molto superiori a quanto era disposto a spendere il Sorrento.
Da registrare anche che è stato offerto al Sorrento l’attaccante Angelo Scalzone, che in questa stagione ha indossato per un breve periodo la maglia dell’Arzanese. Ingaggiato ad ottobre, ha rescisso agli inizi di dicembre, dopo due brevi apparizioni in campo, una delle quali proprio al Campo Italia.  

La carriera di Caturano:


STAGIONESQUADRASERIEPRESENZEGOAL
2006-2007F.C. EMPOLIA1-
2007-2008F.C. EMPOLIB1-
2008-2009TARANTO F.C.C1295
2009-2010F.C. EMPOLIB0-
01/2010F.C. ESPERIA VIAREGGIOC1122
2010-2011RAVENNA CALCIOC1173
01/2011A.S. ANDRIA BATC13-
2011-2012A.G. NOCERINAB3-
01/2012FOLIGNO CALCIOC1163
2012-2013PAGANESE CALCIOC1216
2013-2014CASERTANA CALCIOC2142

Share/Bookmark

Sorrento, parte l'assalto a Kanoutè

In attesa del ritorno in campo del Sorrento di Simonelli dopo la pausa natalizia previsto per domani pomeriggio, registriamo un'altra voce di mercato con buone probabilità di andare.
Secondo alcuni organi di informazione del Sannio il Sorrento avrebbe richiesto al Benevento il giovane esterno offensivo senegalese Mamadou Kanoutè, che finora ha trovato poco spazio in giallorosso anche per via di problemi muscolari e di un operazione alla spalla.
Kanoutè è nato a Dakar (Senegal) il 7 ottobre 1993, vanta 13 presenze in Prima Divisione e 24 in Seconda, ed è già stato allenato dall’attuale tecnico rossonero. Fu proprio Simonelli infatti a dare il via libera al suo tesseramento da parte del Benevento nell’estate del 2011 quando il giovane senegalese arrivò in prova nel ritiro giallorosso del Lago Ampollino sulla Sila. Il professore di Saviano, si innamorò immediatamente delle giocate dell’esterno senegalese ma dovette aspettare che il ragazzo compisse 18 anni prima di poterlo schierare in campo. L’esterno di colore fece il suo debutto in Prima Divisione il 23 ottobre 2011 in Pisa-Benevento 2-0. Poco dopo Simonelli andò via ma Kanoutè trovò ancora spazio con la coppia Imbriani-Martinez. Dopo una discreta esperienza alla Valle D’Aosta (Seconda Divisione), l'attaccante romano d'adozione, questa estate, è tornato alla casa madre, ma prima dei fastidi muscolari e, poi, una operazione alla spalla, ne hanno compromesso la disponibilità.
Il feeling tra Simonelli e il giovane senegalese non è però venuto meno nemmeno a distanza  e quando il professore è ritornato sulla panchina del Sorrento e si è accorto di essere a corto di esterni si è ricordato immediatamente di Kanoutè che non trova spazio a Benevento ma che potrebbe essere utilissimo al suo Sorrento, tappando la bocca a tanti denigratori che asseriscono che Simonelli non vuole ragazzi in squadra.

Questa la carriera di Kanoutè:

STAGIONESQUADRASERIEPRESENZEGOAL
2010-2011TOR DI QUINTOPrond-
2011-2012BENEVENTO CALCIOC113-
2012-2013VALLEE D'AOSTE SAINT CHRISTOPHEC2241
2013-2014BENEVENTO CALCIOC10-

Share/Bookmark

Sorrento, per l’attacco spunta il "giovane" …. Innocenti

giovedì 26 dicembre 2013 0 commenti

Pochi giorni all’apertura della sessione invernale del calciomercato. Il Sorrento è alla disperata ricerca di elementi che possano risollevarlo da una classifica che al momento è a dir poco deficitaria. Nel giorno di Santo Stefano, quando i tifosi sono ancora intenti a festeggiare il Natale, spunta una indiscrezione di mercato che di sicuro susciterà parecchi commenti.
Sembra infatti che nelle scorse ore ci siano stati dei contatti tra la dirigenza rossonera e l’attaccante Riccardo Innocenti. Innocenti è un giovincello di appena 39 anni con alle spalle una lunga carriera sui campi della serie C. Senza andare troppo indietro nel tempo, ricordiamo che la scorsa stagione fu l’autore della rete che condannò il Sorrento alla sconfitta sul campo dell’Andria. Negli ultimi mesi Innocenti ha vestito la maglia del Qormi (serie A Maltese).
Chi pensa che possa trattarsi della solita bufala di mercato è fuori strada. La persona che ci ha messo al corrente della trattativa, il giornalista salernitano Luca Esposito, già in passato ha dato prova di essere molto bene informato sui movimenti della dirigenza del Sorrento, e crediamo che anche in questa occasione abbia colto nel segno. Se non è stato il Sorrento a cercare Innocenti, è molto probabile che qualcuno lo abbia proposto alla dirigenza rossonera, che sembra stia valutando attentamente la possibilità di ingaggiarlo. L’età avanzata farà sicuramente storcere il naso a molti sostenitori rossoneri. Un attaccante meno attempato sarebbe sicuramente più gradito.

Qui sotto li riassunto della carriera di Innocenti

Riccardo Innocenti, nato ad Alfonsine (Ravenna) il 15 ottobre 1974
Altezza: cm. 185, Peso: Kg. 78

STAGIONESQUADRASERIEPRESENZEGOAL
1993-1994ARGENTANA CAPCAD18-
1994-1995BARACCA LUGOC22-
1995-1996BARACCA LUGOC20-
1996-1997MASSALOMBARDAEcc2711
1997-1998MASSALOMBARDAEcc52
01/1998RUSSIEcc2912
1998-1999RUSSID101
11/1998ROVIGOD2310
1999-2000REAL MONTECCHIOEcc3017
2000-2001REAL MONTECCHIOD3320
2001-2002S.S. GUALDOC2314
2002-2003S.S. GUALDOC2294
2003-2004F.C. PRO VASTOD3420
2004-2005GALLIPOLI CALCIOD3423
2005-2006GALLIPOLI CALCIOC2329
2006-2007POLISPORTIVA VAL DI SANGROC23417
2007-2008MARCIANISE CALCIOC23416
2008-2009MARCIANISE CALCIOC13316
2009-2010TARANTO F.C.C1182
2010-2011TARANTO F.C.C1199
01/2011S.S. BARLETTAC1146
2011-2012A.S. ANDRIA BATC1172
01/2012ALMA JUVENTUS FANOC2192
2012-2013A.S. ANDRIA BATC1297
2013-2014QORMI (MAL)A0-

Share/Bookmark

Niente Lamezia per Raffaele Imparato

lunedì 23 dicembre 2013 0 commenti

Il difensore del Sorrento, Raffaele Imparato, non potrà prender parte all’incontro della prima giornata del girone di ritorno del campionato di Seconda Divisione girone B, tra Vigor Lamezia e Sorrento, in programma domenica 5 gennaio 2014. Imparato dovrà infatti scontare un turno di squalifica per recidività in ammonizioni.

Share/Bookmark

Sorrento-Castel Rigone 0-1 (Highlights)

Ecco a voi gli Highlights dell'incontro tra Sorrento e Castel Rigone. Il filato è quello pubblicato da Repubblica.Tv

Share/Bookmark

Sorrento-Castel Rigone 0-1 parla Coppola

domenica 22 dicembre 2013 0 commenti

Qui sotto il player per ascoltare le dichiarazioni rese in sala stampa dal centrocampista del Sorrento, Mario Coppola, al termine della partita con il Castel Rigone.

Embed Music Files - Audio File Hosting - Sorrento-Castel Rigone 0-1 p...

Share/Bookmark

Sorrento-Castel Rigone 0-1 parla Fusi

Qui sotto il player per ascoltare le dichiarazioni rese in sala stampa dall'allenatore del Castel Rigone, Luca Fusi, al termine della partita con il Sorrento.
Listen Music Files - Free Audio - Sorrento-Castel Rigone 0-1 p...

Share/Bookmark

Sorrento-Castel Rigone 0-1 parla Simonelli

Qui sotto il player per ascoltare le dichiarazioni rese in sala stampa dall'allenatore del  Sorrento, Gianni Simonelli,  al termine della partita con il Castel Rigone
Free Music - Download Audio - Sorrento-Castel Rigone 1-2 p...

Share/Bookmark

Campo Italia ancora maledetto

Sorrento sconfitto dal Castel Rigone.
Sorrento-Castel Rigone 0-1

SORRENTO (3-5-2): Miranda; Benci, Villagatti, Pisani; Imparato (78’ Pantano), Coppola, Danucci, Margarita (73’ Lalli), Canotto; Maiorino, Improta (52’ Chinellato). A disposizione: Polizzi, Cavallaro, Coulibaly, Lettieri. Allenatore: Simonelli.
CASTEL RIGONE (4-2-3-1): Franzese; Santarelli, Gimmelli, Moraci, Mattelli; Montanari, Coresi; Bontà (61’ Redi), Vicedomini, Ubaldi; Agostinelli, Bontà. A disposizone: Zucconi, Sbaraglia, Luna, Battistelli, Liurni, Tranchitella. Allenatore: Fusi.
Arbitro: Mirko Olivieri di Palermo. Assistenti: Cipressa e Di Stefano.
 Reti 69’ Agostinelli
Ammoniti: Mattelli (C), Imparato (S).

Continua la maledizione del Campo. Anche oggi, all’avversario di turno, il Castel Rigone è bastata una sola giocata per portare a casa l’intera posta. Tranne che nell’azione che ha portato al gol di Agostinelli non si registrano infatti altri pericoli seri per la porta difesa da Miranda.

Il Sorrento avrebbe sicuramente meritato di raccogliere almeno un punto. La squadra di Simonelli è andata al tiro in diverse occasioni, ma non è riuscita a bucare la porta difesa da Franzese. Improta prima, e Chinellato poi, hanno lottato con tanta abnegazione, ma con poco profitto. Clamorosa la palla gol fallita dal primo a tu per tu con Franzese al 25’ del primo tempo. Maiorino ben controllato dalla difesa ospite ha avuto poche occasioni per andare al tiro. Altre conclusioni sono venute da Benci, Canotto, Margarita, Coppola e Villagatti, ma nessuno di questi è riuscito a centrare il bersaglio. Sembra quasi che sul Campo Italia gravi una maledizione. Simonelli per sdrammatizzare la situazione ha detto che ci converrebbe giocare da un'altra parte, e a ben pensarci converrebbe quasi dargli ascolto. Poi però il mister rossonero è tornato serio, ammettendo per la prima volta che c’è bisogno di parecchi rinforzi, non fosse altro che per cercare di ovviare a questo empasse psicologico che attanaglia la squadra nelle sfide casalinghe. Richieste che pochi minuti dopo probabilmente ha rivolto anche alla dirigenza riunitasi nel suo spogliatoio.

Share/Bookmark

Così il Castel Rigone anti Sorrento

sabato 21 dicembre 2013 0 commenti

L’attuale allenatore del Castel Rigone, Luca Fusi, che da calciatore ha vestito pure la maglia del Napoli, per l’incontro di domani pomeriggio con il Sorrento al Campo Italia (inizio ore 14.30) è orientato a riproporre stessa formazione e stessi schemi che gli hanno permesso di raccogliere tre vittorie nelle ultime tre domenica. Unica eccezione quella di Mattelli sulla corsia mancina di difesa al posto dello squalificato Bianco.
In porta ci sarà l’ex Nocerina e Hellas Verona, Francesco Franzese. La linea difensiva a quattro sarà composta da Gimmelli e Moracci centrali, con Santarelli e Mattelli sulle fasce. I quattro di centrocampo dovrebbero disporsi a rombo, con l’ex rossonero Mattia Coresi nell’inedita veste di regista basso davanti alla difesa, Ubaldi e Montanari sugli esterni, Vicedomini vertice alto. In attacco Agostinelli e Tranchitella.



Share/Bookmark

Così il Sorrento anti Castel Rigone

Domani pomeriggio, il Sorrento chiuderà il 2013 e il girone di andata, affrontando la compagine umbra del Castel Rigone sul terreno amico, ma fin qui avaro di punti, del Campo Italia.
Purtroppo, ancora una volta, mister Simonelli non potrà avere a propria disposizione l’undici migliore causa le assenze di diversi elementi. Oltre al lungodegente Alessio Esposito, mancheranno infatti lo squalificato Emanuele Catania, e gli infortunati Riccardo Musetti e Luca Caldore. Non è al meglio della condizione anche il portiere Giuseppe Polizzi, che però, in mancanza di un terzo portiere affidabile sarà costretto a stringere i denti ed ad accomodarsi in panchina, lasciando i guantoni di titolare al brasiliano Carlos Miranda.
Rispetto a domenica scorsa ci sarà comunque il rientro del difensore Andrea Pisani che a Melfi era squalificato e dovrebbe essere della partita anche Marco Villagatti che però è riuscito ad allenarsi bene solo negli ultimi due giorni della settimana. Ad ogni modo i tre centrali dovrebbero essere Benci, Villagatti e Pisani. Sugli esterni, non disponendo la rosa attuale del Sorrento di due giocatori di ruolo, saranno gioco forza riconfermati Imparato e Canotto. Ciro Danucci ricoprirà il consueto ruolo di regista davanti alla difesa, mentre i due intermedi dovrebbero essere Lettieri e Coppola.
Ancora incerta la composizione della coppia di attacco. L’unico che dovrebbe quasi sicuramente scendere in campo è Pasquale Maiorino. L’altra maglia se la giocano ancora una volta Gianluca Improta e Matteo Chinellato. Visti in settimana, il secondo è sembrato molto più in palla del primo. Simonelli lo ha seguito con molta attenzione, consigliandone spesso i movimenti in campo. Potrebbe quindi essere proprio Chinellato l’uomo adatto per scardinare la munita difesa del Castel Rigone.



Share/Bookmark

Sorrento, sei giorni di festa per il Natale

In coda alla conferenza stampa di presentazione del match di domani pomeriggio con il Castel Rigone, il mister rossonero Gianni Simonelli ha reso noto il calendario degli allenamenti delle prossime due settimane.
Domani sera, terminato l’incontro con il Castel Rigone, ci sarà il rompete le righe per le festività natalizie. Diversamente da quanto fatto negli ultimi anni, si è deciso di lasciare tutti in libertà fino al pomeriggio di domenica 29 dicembre. Gli allenamenti infatti riprenderanno il 29 pomeriggio. Lunedì 30 il Sorrento si allenerà al mattino e al pomeriggio. Squadra al lavoro anche a Santo Stefano e a Capodanno. A partire da giovedì 2 gennaio si ritornerà ad allenarsi come di consueto.
Venerdì 3 gennaio, allenamento mattutino e dopo aver pranzato si partirà per Lamezia Terme dove domenica 5 gennaio è in programma la prima giornata del girone di ritorno.

Share/Bookmark

Sorrento-Castel Rigone i convocati di Simonelli

Subito dopo l’allenamento di rifinitura che si è tenuto questa mattina sul sintetico del Campo Italia, il tecnico del Sorrento, Gianni Simonelli, ha diramato la lista dei convocati per l’incontro di domani pomeriggio con il Castel Rigone (inizio ore 14.30).
Oltre al lungodegente Alessio Esposito, all’infortunato Riccardo Musetti e allo squalificato Emanuele Catania, non è stato convocato nemmeno il difensore Luca Caldore (problemi muscolari). Rientrano tra i convocati Reyza Soudant e Andrea Pisani. Prima convocazione per il portiere Varchetta.
Questa la lista completa completa:
Portieri: Miranda, Polizzi, Varchetta.
Difensori: Benci, Cavallaro, Coulibaly, Imparato, Pantano, Pisani, Villagatti.
Centrocampisti: Coppola, Danucci, Lalli, Lettieri, Margarita.
Attaccanti: Canotto, Chinellato, Improta, Maiorino, Parodi, Soudant.

Share/Bookmark

Simonelli: mi aspetto un Sorrento cattivo e determinato


Stamattina, presso la sala stampa del Campo Italia, l'allenatore del Sorrento, Gianni Simonelli, ha incontrato i rappresentanti degli organi di informazione per fare il punto della situazione alla vigilia dell'importante incontro interno con il Castel Rigone.
Pochi ma chiari i concetti espressi da Simonelli. "mi aspetto un Sorrento cattivo e determinato" … “andiamo avanti un passo alla volta senza guardare la classifica”…“penseremo al mercato quando sarà il momento”.
Qui sotto il player per ascoltare la registrazione integrale della conferenza stampa.
Free Music - Download Audio - Sorrento-Castel Rigone: parl...

Share/Bookmark

Il Sorrento a Casa Miriam

venerdì 20 dicembre 2013 0 commenti

Anche quest’anno il Sorrento calcio è stato ospite della casa famiglia Miriam di Meta, dove suor Paola e i suoi bambini hanno ricevuto una delegazione della squadra con il capitano Danucci, che ha voluto così rinnovare una piacevole tradizione natalizia rossonera. Dopo la visita presso il ristorante "Lo Stuzzichino" a Sant'Agata sui due Golfi, c'è stato il consueto scambio di auguri con la cena sociale del sodalizio costiero. Inoltre sabato pomeriggio la squadra visiterà a Sant'Agnello il nuovo centro sportivo della Msc, voluto dall'armatore Gianluigi Aponte.

Share/Bookmark

Villagatti ancora ai box. Si rivede Pitino

giovedì 19 dicembre 2013 0 commenti

Continua la preparazione del Sorrento in vista dell’incontro di domenica prossima con la compagine umbra del Castel Rigone. Dall’infermeria purtroppo non giungono notizie confortanti. Il difensore Villagatti infortunatosi domenica scorsa a Melfi, non è ancora rientrato in gruppo e lo stesso vale per l’attaccante Musetti fermo già dalla settimana precedente. Come se non bastasse oggi si è allenato in disparte anche Coulibaly che proprio domenica scorsa era entrato in sostituzione di Villagatti ed si era reso protagonista di una prestazione tutto sommato positiva. Non ancora al meglio anche il portiere Polizzi, ancora sofferente ad una spalla sicché, per domenica, appare probabile la riconferma tra i pali di Marcos Miranda.  
La situazione dei portieri è un campanello d’allarme che squilla sempre più forte. Non è la prima volta che Polizzi, estremo difensore titolare, lamenta problemi alla spalla che poi lo costringono ad alzare bandiera bianca per l’incontro domenicale. Finora, mancando un terzo portiere affidabile, Polizzi ha dovuto stringere i denti andando comunque in panchina. Da questa settimana è rientrato in gruppo Varchetta, ma non è credibile che questa possa essere una soluzione affidabile. Cosa accadrebbe se, malauguratamente (siete autorizzati a fare tutti gli scongiuri che credete opportuni), Miranda dovesse avere qualche problema durante la partita?
Tornando all’allenamento dobbiamo dire che Simonelli ha preferito rinunciare alla consueta amichevole del giovedì limitandosi a far svolgere una partitella su campo ridotto cambiando più volte la composizione delle due squadre in campo. C’è da dire il tecnico rossonero è stato costretto più volte ad interrompere il gioco per correggere questo o quell’errore di impostazione, non lesinando ulteriori “consigli” anche a gioco in corso. Si intuisce chiaramente che per raggiungere una situazione accettabile al mister c’è ancora molto da lavorare e probabilmente saranno necessari parecchi ritocchi in sede di mercato.
A proposito di mercato oggi si è rivisto al Campo Italia Marcello Pitino.  L’ex diesse rossonero è però andato via insieme all’avvocato D’Angelo prima della conclusione dell’allenamento.

Share/Bookmark

Calcioscomesse, nessun rischio per il Sorrento

mercoledì 18 dicembre 2013 0 commenti

Come promesso ieri, subito dopo essere venuti a conoscenza che l'incontro Perugia-Sorrento del 14 aprile 2013 (2-1) era tra quelli sotto inchiesta per la vicenda del calcioscommesse, abbiamo cercato di approfondire la vicenda e tramite Stefano Sica abbiamo contattato un giornalista di Perugia che ci ha fornito ulteriori informazioni sulla stessa.

La situazione sta più o meno così: la partita  è stata attenzionata dagli inquirenti perché alla vigilia dell’incontro c'era stato un flusso anomalo di puntate sulla vittoria del Perugia.

Francamente, detto tra noi, sarebbe stato molto più “anormale” puntare sul pareggio o sulla vittoria dei rossoneri. L’unico elemento a nostro favore era la cabala, ma purtroppo, come ebbe a dire Papagni alla vigilia dell’incontro, i precedenti favorevoli non potevano esserci di nessun aiuto e avremmo dovuto fare affidamento solo sulle nostre forze, e quelle ahinoi erano alquanto misere.

Tornando all’inchiesta di Cremona, sembra che gli inquirenti abbiano accertato che la partita sia tra quelle che gli arrestati avevano inserito nel loro "pacchetto" di incontri dall’esito certo ed era quindi stata proposta agli scommettitori. Per il momento dalle indagini non è venuto fuori alcun coinvolgimento da parte di tesserati delle due società e non c'è nulla nell'informativa dei Pm. Questo vuol dire che il Sorrento non corre alcun rischio di penalizzazioni. Prima di dichiarare il cessato pericolo è ben comunque attendere gli interrogatori.    

Share/Bookmark

Sorrento alla ripresa assente Villagatti

martedì 17 dicembre 2013 0 commenti

Oggi pomeriggio il Sorrento di Gianni Simonelli si è ritrovato sul sintetico del Campo Italia per la ripresa della preparazione in vista dell’incontro di domenica prossima con la compagine umbra del Castel Rigone (Perugia).
Due le assenze di rilievo. Quella dell’attaccante Riccardo Musetti, alle prese con le ormai consuete noie muscolari e quella del difensore Marco Villagatti che non si è ancora ristabilito dall’infortunio che lo ha costretto a lasciare il campo durante l’incontro con il Melfi. Il difensore toscano era comunque presente a bordo campo e dovrebbe riaggregarsi ai compagni già a partire da domani mattina.
La seduta è stata dedicata quasi completamente ad esercitazioni miranti ad accrescere gli automatismi di gioco, e si è prolungata oltre il consueto concludendosi alla luce dei riflettori.

Share/Bookmark

Niente Castel Rigone per Emanuele Catania

L’attaccante rossonero Emanuele Catania non potrà prendere parte all’incontro di domenica prossima del Sorrento contro la compagine umbra del Castel Rigone in quanto, a seguito del cartellino giallo ricevuto durante l’incontro di domenica scorsa con il Melfi, il giudice sportivo della Lega Pro gli ha inflitto un turno di squalifica per recidività in ammonizioni.
Quella con il Melfi era la prima partita che giocava dopo aver scontato un'altra squalifica di tre turni inflittagli in seguito all’espulsione rimediata nel corso dell’incontro con il Foggia del 16 novembre. Catania era stato già squalificato in seguito all’espulsione per doppia ammonizione rimediata alla settima giornata nell’incontro con l’Ischia. Questo vuol dire che ha potuto prender parte solo a 12 dei 17 incontri giocati dal Sorrento nel girone di andata.  
Nelle fila del Castel Rigone è stato squalificato, anche in questo caso per recidività in ammonizioni, il difensore Gianluigi Bianco. 

Share/Bookmark

Indagini su Perugia-Sorrento

Tra le 85 partite del nuovo filone del calcioscommesse su cui sta indagando la Procura di Cremona c’è anche un incontro del Sorrento del campionato di Prima Divisione 2012-13.
Si tratta di Perugia-Sorrento del 14 aprile scorso.  Incontro terminato con la vittoria degli umbri per due reti ad una. Questa la successione delle reti: 31’ Dettori (P), 76’ Salvi (S), 82’ Fabinho (P).   

Share/Bookmark

Sorrento-Castel Rigone a Mirko Olivieri di Palermo

L’incontro della sedicesima giornata del girone B della Seconda Divisione in programma domenica prossima 22 dicembre al Campo Italia (inizio ore 14.30) tra il Sorrento e la squadra umbra del Castel Rigone sarà diretto dal signor Mirko Olivieri della sezione AIA di Palermo. Gli assistenti saranno Alessandro Cipressa di Lecce e Gianluigi Di Stefano di Brindisi.
Mirko Oliveri è nato a Carini (Palermo) il 23 marzo 1981 e svolge la professione di avvocato. È uno degli arbitri con maggiore esperienza in Can Pro, essendo ormai alla quinta stagione in categoria, dove ha esordito il 23 agosto 2009, arbitrando l’incontro della prima giornata del girone A della seconda divisione tra Legnano e Villacidrese (1-2). L’esordio in Prima Divisione è avvenuto il 24 gennaio 2010 in Foligno-Lumezzane (0-1).
Il fischietto palermitano, finora ha diretto ben 56 incontri. Le sue direzioni hanno fatto registrare 20 vittorie delle ospitanti (35,71%), 17 pareggi (30,361%) e 19 vittorie delle viaggianti (33,93%). Olivieri è un arbitro che ricorre molto spesso al cartellino rosso: finora lo ha estratto 44 volte, vale a dire una volta ogni 115 minuti. Meno severo per quanto riguarda i calci di rigore concessi: 23, uno ogni 219 minuti.
In questa stagione ha diretto solo 3 incontri Arzanese-Casertana 2-2, Feralpi Salò-Pro Patria 1-1, e Vigor Lamezia-Teramo 0-2.
L’arbitro palermitano è alla terza direzione con i rossoneri. Il primo precedente è quello relativo al 15 gennaio 2012 quando diresse l’incontro Pavia-Sorrento vinto dai rossoneri per due reti a zero (19’ Carlini, 88’ Scappini su rigore), il secondo all’incontro Pisa-Sorrento del 18 novembre 2012 terminato con la vittoria dei toscani per 2-0 (17’ Scappini, 80’ Favasuli).
Mirko Olivieri non ha mai diretto incontri del Castel Rigone.

Di seguito le designazioni per le altre partite della quindicesima giornata del girone B della Seconda Divisione:

Aprilia-Arzanese: Carlo Amoroso di Paola (Mercante-Diomaiuta)      
Casertana-Tuttocuoio: Andrea Giuseppe Zanonato di Vicenza (Pellegrini-Petrone)
Foggia-Chieti: Gianni Bichisecchi di Livorno (Della Dora-Grieco)      
Gavorrano-Aversa Normanna: Federico Fanton di Lodi (Pancioni-Scatragli)      
Ischia Isolaverde-Poggibonsi: Daniele Martinelli di Roma 2 (Menicacci-Agostini)      
Martina Franca-Messina: Pasquale Boggi di Salerno (De Filippis-Vitiello)      
Teramo-Cosenza: Mirko Mangialardi di Pistoia (Baccini-Galetto)      
Vigor Lamezia-Melfi: Luigi Pillitteri di Palermo (Tudisco-Pancaldo)

Share/Bookmark

Vanin torna a Sorrento

domenica 15 dicembre 2013 0 commenti

Oggi pomeriggio, mentre il Sorrento strappava un prezioso punto sul campo dell’ostico Melfi, ha fatto la sua comparsa in città l’ex capitano rossonero Ronaldo Vanin.
Vanin, che dopo l’esperienza della passata stagione al Lecce, quest’anno gioca nella serie A slovena al Nova Gorica (Gorizia), è tornato a Sorrento per salutare alcuni vecchi amici, ma la sua presenza non è passata inosservata ed a qualcuno è subito venuto in mente che lui potrebbe essere l’elemento giusto per risollevare le sorti della squadra rossonera. 
Al momento questa ipotesi è stata smentita, ma … mai mettere limiti alla provvidenza.  
La prossima volta il titolo potrebbe essere VANIN TORNA AL SORRENTO

Share/Bookmark

Melfi-Sorrento 0-0 (Highlights)

Eco a voi le immagini salienti dell'incontro tra il Melfi e il Sorrento.
Il filmato è quello pubblicato dal sito Repubblica.TV

Share/Bookmark

Melfi-Sorrento 0-0 (Tabellino)

MELFI (4-3-3): Giordano; Montenegro; Dermaku, Annoni, Pinna; Cuomo, Cardore (72’ Russo), Rinaldi, Tortori (46’ Neglia), Ricciardo, Cruz. A disposizione: Perina, Arzeo, Esposito, Marotta, Muro. Allenatore: Bitetto.
SORRENTO (4-4-2): Miranda; Imparato, Benci, Villagatti (60’ Coulibaly), Caldore; Lettieri (68’ Coppola), Danucci, Catania, Canotto; Improta, Maiorino. A disposizione: Polizzi, Cavallaro, Margarita, Lalli, Chinellato. Allenatore: Simonelli.
ARBITRO: Stefano Casaluci di Lecce. Assistenti: Veronica Vettorel e Simone Zanella, entrambi di Latina.
AMMONITI: Montenegro, Pinna, Ricciardi, Villagatti e Catania.

Share/Bookmark

Melfi-Sorrento 0-0

Il Sorrento di Simonelli conquista un punto sull’ostico campo del Melfi. Il prof. già orfano degli infortunati Esposito, Musetti e Pantano e dello squalificato Pisani, è costretto a rinunciare pure al portiere Polizzi alle prese con le solite noie muscolari. Questa la formazione di partenza (4-4-2): Miranda; Imparato, Benci, Villagatti, Caldore; Lettieri, Danucci, Catania, Canotto; Improta, Maiorino. A disposizione: Polizzi, Coulibaly, Cavallaro, Coppola, Margarita, Lalli, Chinellato.
Nel primo tempo annullato un gol al Melfi per fuorigioco. Nel secondo tempo, dopo che Simonelli è stato costretto a sostituire l’infortunato Villagatti con Coulibaly e l’esausto Lettieri con Coppola, arrivano le emozioni maggiori. Dapprima Improta si divora una rete già fatta. Subito dopo è Miranda a salvare il risultato con una parata prodigiosa.

A breve tabellino e cronaca completa

Share/Bookmark

Coast to Coast da Sorrento ad Amalfi

sabato 14 dicembre 2013 0 commenti

Si corre domani, domenica 15 dicembre, l'edizione numero cinque della Maratona della Costiera, la Coast to Coast. La corsa partirà alle ore 9.00 dall'elegante salotto di Piazza Tasso a Sorrento per concludersi nella suggestiva piazza del porto dell'antica Repubblica Marinara di Amalfi (SA).
Un viaggio ed un avventura irripetibili, da vivere lungo i 31,3km del tracciato previsto, transitando dalla Costiera Sorrentina e quella Amalfitana, attraverso i comuni di Sant'Agnello, Piano di Sorrento, Positano, Praiano, Conca dei Marini e Furore, scortati dallo staff dell'ASD Napoli Nord Marathon e da tutte le forze messe in campo dalle varie amministrazioni comunali interessate, desiderose di promuovere ed amplificare il proprio richiamo turistico con le peculiarità dell'area.

Share/Bookmark

Così il Sorrento a Melfi

L’incontro di domani pomeriggio con il Melfi potrebbe essere l’occasione buona per il passaggio al 5-3-2. Questa almeno la sensazione che abbiamo avuto dopo aver assistito alla rifinitura dei rossoneri sul sintetico del Campo Italia.
Da quel che si è visto il Sorrento potrebbe difendersi a 5 per passare alla difesa a 4 in fase d’attacco. L’esterno sinistro dovrebbe infatti essere Canotto, che tutto è tranne che un terzino, mentre il ruolo di centrale di sinistra dovrebbe essere ricoperto da Caldore. Gli altri due centrali saranno Benci sul centrodestra e Villagatti in mezzo. Imparato, dopo l’esperimento della passata settimana a sinistra, dovrebbe ritornare a destra.
A centrocampo, dopo le tre giornate di squalifica, sarà il ritorno di Danucci in regia e la novità di Emanuele Catania che dovrebbe essere impiegato nella posizione di intermedio a sinistra. Per l’intermedio destro sono in ballottaggio Lettieri e Coppola.
In attacco, inamovibile Maiorino, resta da decidere il partner. La sensazione è quella che Simonelli sia intenzionato a buttare nella mischia Chinellato, preferendolo ad Improta che ultimamente attraversa un periodo di forma calante.
Resta da decidere il portiere. In settimana Polizzi si è allenato a singhiozzo. Si presume quindi che abbia qualche piccolo problemino. Il titolare è lui e non si discute, ma se non è al 100% potrebbe esserci qualche chance per il ritorno tra i pali di Miranda.

Share/Bookmark

Melfi-Sorrento i convocati di Simonelli


Subito dopo l’allenamento di rifinitura che si è tenuto questa mattina sul sintetico del Campo Italia, il tecnico del Sorrento, Gianni Simonelli, ha diramato la lista dei convocati per l’incontro di domani pomeriggio con il Melfi (inizio ore 14.30).
Oltre al lungodegente Alessio Esposito, all’infortunato Riccardo Musetti e allo squalificato Andrea Pisani, non sono stati convocati il difensore Giordano Pantano (problemi muscolari), l’attaccante Reyza Soudant e il terzo portiere Valentino Russo. Rientrano tra i convocati Ciro Danucci ed Emanuele Catania.
Questa la lista completa completa:
Portieri: Miranda, Polizzi.
Difensori: Benci, Caldore, Cavallaro, Coulibaly, Imparato, Villagatti.
Centrocampisti: Catania, Coppola, Danucci, Lalli, Lettieri, Margarita.
Attaccanti: Canotto, Chinellato, Improta, Maiorino, Parodi.

Share/Bookmark

Di Nunzio-Sorrento, si può fare

giovedì 12 dicembre 2013 0 commenti

Oggi pomeriggio al Campo Italia girava voce che uno dei primi rinforzi in arrivo dal mercato di gennaio potrebbe essere il difensore centrale Francesco Di Nunzio già al Sorrento nelle ultime tre stagioni, accasatosi alla Juve Stabia da luglio dopo aver rescisso il contratto che lo legava ai rossoneri. 
La notizia che era stata già riportata in mattinata da Metropolis ha ricevuto immediata conferma dai conoscitori delle cose rossonere. D’altra parte lunedì eravamo stati i primi a scrivere che al Sorrento serviva un centrale bravo nel gioco di testa, ma non conoscevamo ancora chi potesse essere. Da quel che si è appreso, il Sorrento avrebbe avanzato una proposta alla dirigenza stabiese basata sul trasferimento in prestito fino al termine della stagione. Il giocatore, che fin qui è stato poco utilizzato, sarebbe ben felice di ritornare a Sorrento, e ci sarebbe anche il gradimento di Simonelli. Prospettiva non avversata anche dai tifosi presenti oggi al'allenamento.

Share/Bookmark

Sorrento, provati gli schemi per Melfi

Continua la marcia di avvicinamento del Sorrento all’incontro di domenica prossima con il Melfi. Oggi pomeriggio, una ventina di tifosi del Sorrento, approfittando della giornata di sole, avevano raggiunto il Campo Italia per assistere alla consueta partitella di metà settimana ma sono rimasti delusi in quanto mister Simonelli ha preferito continuare a lavorare su alcune situazioni di gioco riservando alla partitella solo la parte finale dell’allenamento quando ormai erano già calate le prime ombre della sera e sugli spalti erano rimasti solo pochi tifosi.
Nessuna novità rispetto ai giorni scorsi. Ormai Simonelli si è fatto un idea precisa degli uomini che ha a disposizione e continua ad insistere su quella. Credevamo che l’assenza di Pisani, che a Melfi non ci sarà in quanto squalificato potesse indurlo a riportare Imparato nei tre di difesa, ed invece in quella posizione si sono alternati Coulibaly e Caldore, mentre Imparato ha continuato a giostrare da esterno sinistro di centrocampo, e nel corso dell’allenamento ha provato più volte a crossare in corsa con il piede mancino, con discreti risultati. 
In attacco la prolungata assenza di Musetti rende ormai quasi sicuro il suo forfait per l’incontro con il Melfi e più passano i giorni più aumentano le possibilità che sia sostituito da Chinellato, più volte spronato da Simonelli a darci dentro, sfruttando pienamente l’enorme potenziale fisico di cui dispone. A furia di gridare, a fine allenamento il mister era quasi afono e tra i tifosi si è affacciata l’idea di regalargli un megafono per evitargli di sforzare oltre misura le corde vocali.
Qualche apprensione per il portiere Polizzi rientrato anzitempo negli spogliatoi, e per il difensore Villagatti che rimasto a terra in seguito ad uno scontro di gioco, ma dopo il pronto intervento di Giancarlo Colonna “The Wall” si è rialzato ed ha continuato la partitella come se niente fosse accaduto.
Si apprende intanto che per l’incontro di domenica con il Melfi tra le fine dei lucani mancheranno due giocatori, entrambi squalificati a seguito del recupero di ieri con la Casertana: il centrocampista Nicola Muratore e il difensore Roberto Cardinale.
 

Share/Bookmark

Benci: "A Sorrento mi trovo benissimo"

di Stefano Sica  

Tenacia, lavoro e umiltà. Sono le credenziali con cui Rocco Benci si sta mettendo in evidenza in questa nuova esperienza a Sorrento. Un inizio altalenante e poi l'esplosione definitiva. Vincendo dubbi e diffidenze. Superato un piccolo infortunio, il centrale difensivo rossonero è già da qualche settimana a pieno regime e a disposizione di mister Simonelli. "Ho ricevuto qualche critica ma me la sono sempre lasciata scivolare addosso - premette -. Io so quello che posso dare e non sono mai stato un presuntuoso come qualcuno poteva pensare. Ho sempre accettato i consigli di tutti, perché il mio obiettivo è migliorare sempre".

Come è stato l'impatto con Simonelli?
"Buono. Lui la prima settimana non ha stravolto molto. È un allenatore molto preparato dal punto di vista tecnico e ci ha dato le giuste motivazioni. Ha parlato con tutti proprio per conoscerci e confrontarci. Sta apportando certe modifiche gradualmente".

Col Messina lei è stato impiegato da terzino destro pur essendo un centrale. Soddisfatto della sua prestazione?
" È un ruolo che posso interpretare. Anche a Melfi ho giocato spesso come esterno a destra tra i cinque di difesa. Non ho problemi a giocare da terzino".

A Melfi torna da ex: sensazioni?
"Bellissime. Ho bei ricordi di quell'annata. I tifosi mi hanno voluto bene e col patron Maglione avevo un rapporto stupendo. È una persona meravigliosa. Non sarà una partita come le altre e tornerò al "Valerio" con piacere. Potevo restare, così come Improta. Poi la società ha optato per un difensore con maggiore esperienza, Cardinale, affiancandogli, in virtù dell'età media, un '92".
Qualche errore iniziale l'ha penalizzata, poi si è ripreso alla grande.
"Con Lamezia e Poggibonsi ho provocato due rigori per due rimbalzi del pallone sbagliati. Nella circostanza che ha portato il Lamezia sul 3-1 ho fatto un fallo dopo averne subìto un altro che l'arbitro non ha visto. Io in campo do tutto, sicuramente qualche errore non è dipeso né da leggerezza né da presunzione. Sono sicuro di me ma non al punto da essere superficiale. Magari ci metto sempre troppa foga".

E la sconfitta col Messina come se la spiega?
"Noi abbiamo tenuto sempre il pallino del gioco, non abbiamo demeritato anche se in altre circostanze abbiamo giocato meglio. Avevo anche segnato ma l'arbitro ha fischiato poco prima che la palla entrasse in porta, per un fallo di mani precedente. Lo stesso arbitro ha ammesso l'errore e la precipitazione nel fischio. Noi ce la mettiamo tutta, non saprei individuare i motivi per cui i risultati non arrivano. In campo diamo l'anima per noi stessi, la società e i tifosi. È interesse di tutti salvare la Lega Pro, professionalmente ne usciremmo tutti danneggiati da una retrocessione. Poi è vero che col Messina la nostra generosità, e la voglia di riprendere subito il risultato, ci ha un po' esposti ai loro contropiedi. Ma era solo il desiderio di fare di più. Noi non meritiamo questa classifica, anche vedendo il modo con cui abbiamo perso certe gare. Quando le squadre vengono a Sorrento pensano prima di tutto a chiudersi per poi ripartire. A volte sento parlare di rinforzi, ma noi abbiamo già al nostro interno le qualità per riprenderci e dare una svolta al campionato. Con Simonelli stiamo lavorando proprio per trovare i giusti equilibri".

Le malelingue sostenevano che con Chiappino il rapporto si fosse deteriorato. Cosa c'è di vero?
"Nulla. È vero che durante un allenamento ci fu un'incomprensione, ma niente di grave. Cose di ordinaria amministrazione che succedono in qualsiasi spogliatoio. Con lui ho chiarito quasi subito. E, anzi, ci tengo a precisare che successivamente non ho giocato per un problema muscolare alla coscia, per il quale mi sono sottoposto anche ad accertamenti. Chiappino ha sempre avuto fiducia in me ed io devo solo ringraziarlo. Lui mi ha gestito sempre bene ed il rapporto che avevo instaurato col mister era ottimo".

Tutti ricordano l'abbraccio dei compagni dopo il secondo gol di Maiorino al Poggibonsi. Quanto è stato importante l'affetto dei compagni per la sua crescita?
"Tantissimo. Il nostro è un gran bel gruppo. Siamo tutti uniti e non ci sono gruppi o gruppettini. E questo è fondamentale".

Sogni per il futuro?
"Innanzitutto salvarmi col Sorrento. E poi restare. Il Catania detiene la mia comproprietà ma qui mi trovo benissimo. Sarebbe fantastico vestire ancora questa maglia in Lega Pro. Poi, dovessi tornare al Catania, sarò contento ugualmente".

Share/Bookmark

Chiappino a ‘We Are Genoa’: “Sorrento Esperienza Positiva”

Fonte: Canalegenoa.it

Ospite ieri sera a ‘We Are Genoa’ su Telenord, l’ex tecnico del Sorrento e della Primavera del Genoa Luca Chiappino ha parlato della sua esperienza al Sorrento, durata quattro mesi, spiegando inoltre le difficoltà riscontrate e la differenza tra allenare un settore giovanile e una squadra di Lega Pro.
“È stata sicuramente un’esperienza positiva. Le difficoltà? Quando si va fuori casa, così distanti dalla propria città, non è facile. Lasciare dopo vent’anni l’unica società in cui si è stati, il Genoa, la propria realtà e lo staff ha avuto il suo impatto. Però è stata un’esperienza positiva che rifarei assolutamente, anche se probabilmente avrei dovuto farla qualche anno fa”.
“Differenze tra una prima squadra e le giovanili? Ho sentito tanti discorsi in merito, come il fatto che probabilmente bisogna avere esperienza per allenare i grandi e che chi ha esperienza con il settore giovanile può trovarsi difficoltà in quei campionati. Non è assolutamente così. Penso che il gioco del calcio sia quello, lo puoi fare con i giovani o con i grandi ma il gioco del calcio è sempre quello. Cambia il rapporto che hai con le persone che lavorano con te, perché con i ragazzi hai un certo tipo di approccio e di linguaggio, mentre con gli adulti ti devi relazionare in maniera diversa. Ma in definitiva è stata un’esperienza positiva”.
“A differenza delle giovanili, le difficoltà sono legate alle responsabilità del risultato. Inoltre allenare dei giocatori di Lega Pro con anni di esperienza in quella categoria ti porta a fare un lavoro diverso, ovvero l’approccio con un giovane, anche nell’insegnamento e nella ricerca di migliorare determinate cose, deve essere fatto in una certa maniera, mentre con un adulto non può essere così, perché anche in Lega Pro ci sono giocatori con anni di esperienza. A volte in determinati calciatori subentra la presunzione di credere di saper già fare tutto, guardando la propria singola prestazione senza valutare il collettivo. Nell’arco di una gara il tecnico deve poter limare il particolare di ogni singolo giocatore per fare la prestazione collettiva, mentre nell’adulto c’è la ricerca di guardare sempre verso se stesso: se fa bene lui, hanno fatto bene tutti”.

Share/Bookmark

Recupera Maiorino, ancora out Musetti

mercoledì 11 dicembre 2013 0 commenti

Continua la preparazione del Sorrento in vista dell’incontro di domenica prossima sul campo del Melfi. La buona notizia della giornata è quella del rientro in gruppo di Maiorino, mentre continua a preoccupare l’assenza dal campo di Musetti. 
Mister Simonelli ha continuato a sperimentare anche oggi il 3-5-2. Potrebbe essere questa la maggiore novità dei rossoneri nella trasferta di Melfi. È vero, mancherà lo squalificato Pisani ma per la difesa oltre a Benci e Villagatti c’è Imparato. A centrocampo, con il rientro di Danucci e Catania c’è addirittura abbondanza di uomini, e uno tra Coppola e Lettieri potrebbe essere impiegato in posizione da esterno. Il vero problema è che nella rosa attuale non ci sono esterni di centrocampo, ma solo esterni di difesa e d’attacco, per cui se si vuole giocare con il 3-5-2 è giocoforza adattare qualcuno in quei ruoli in attesa della riapertura del mercato. Non è da scartare l’utilizzo di Lettieri a destra con Pantano a sinistra. In ribasso le quotazioni di Caldore.
Per l’attacco viste le condizioni di forma di Improta e Musetti è sempre più probabile il tandem Maiorino-Canotto o quello Maiorino-Chinellato.
Intanto oggi il Melfi ha recuperato l’incontro con la Casertana che si sarebbe dovuto giocare il primo gennaio, ma che fu rimandato causa il maltempo. Partita decisa da una rete di Cucciniello (Casertana) al 46’ del primo tempo.
Nel Melfi è stato espulso Muratore (doppia ammonizione) che quindi non potrà giocare contro il Sorrento. 

Share/Bookmark

Sorrento ripresa senza Maiorino e Musetti

martedì 10 dicembre 2013 0 commenti

A meno di 48 ore dalla deludente prestazione interna con Messina, il Sorrento di Gianni Simonelli è ritornato sul sintetico del Campo Italia per riprendere la preparazione in vista dell’incontro di domenica prossima con il Melfi.
All’allenamento odierno erano presenti tutti gli uomini della rosa ad eccezione di Pasquale Maiorino e Riccardo Musetti. La seduta è stata dedicata quasi completamente al ripasso degli schemi.
Per l’incontro con il Melfi, mister Simonelli dovrà fare ameno dell’apporto del difensore centrale Andrea Pisani,appiedato da un turno di squalifica inseguito alla doppia ammonizione rimediata nella gara con il Messina. Tornano a disposizione Emanuele Catania e Ciro Danucci.

Share/Bookmark

Melfi-Sorrento a Stefano Casaluci di Lecce

L’incontro della sedicesima giornata del girone B della Seconda Divisione in programma domenica prossima 15 dicembre allo Stadio Arturo Valerio di Melfi (inizio ore 14.30) tra la squadra di casa e il Sorrento sarà diretto dal signor Stefano Casaluci della sezione AIA di Lecce. Gli assistenti saranno Veronica Vettorel e Simone Zanella, entrambi di Latina.
Stefano Casaluci nasce a San Pietro Vernotico in provincia di Brindisi il 30dicembre 1982e vive a Lecce dove svolge la professione di Odontoiatra. Arbitra da sei stagioni ed è al terzo anno il Lega Pro dove finora ha diretto 34 partite, 8 di Prima Divisione e 26 in Seconda Divisione. Esordio in Seconda Divisione il 14 settembre 2011 con Paganese Isola Liri (). Esordio in Prima Divisione il 20 novembre 2011 con Viareggio-Fano (). Lo score è di 18 vittorie per le squadre di casa (52,94%), 10 pareggi (29,14%) e 6 vittorie per le squadre in trasferta (17,65%). 10 i rigori decretati, 17 gli espulsi.
In questa stagione ha già diretto 5 incontri, 2 di Prima Divisione e 3 di Seconda.
Casaluci non ha mai diretto incontri di campionato in cui era impegnato il Sorrento. L’arbitro pugliese ha un precedente con il Melfi risalente al 14 ottobre 2012 quando diresse l’incontro del girone B della Seconda Divisione Martina Franca-Melfi terminato con la vittoria del Martina per 1-0.

Di seguito le designazioni per le altre partite della sedicesima giornata del girone B della Seconda Divisione:

Arzanese-Ischia Isolaverde: Francesco Catona di Reggio Calabria (Bandettini-Fabbro)        
Aversa Normanna-Foggia: Domenico Rocca di Vibo Valentia (D'alberto-Di Monte)      
Castel Rigone-Vigor Lamezia: Lorenzo Illuzzi di Molfetta (Cinquini-Rugini)
Chieti-Casertana: Simone Aversano di Treviso (Favia-Di Salvo)      
Cosenza-Martina Franca: Dario Melidoni di Frattamaggiore (Sangiorgio-Allegra)      
Messina-Teramo: Andrea Morreale di Roma 1 (Manco-Margani)      
Poggibonsi-Gavorrano: Enzo Vesprini di Macerata (D'amato-Sbrescia)      
Tuttocuoio-Aprilia: Carmine Pierro di Nola (S.Cordeschi-D'albore)

Share/Bookmark

Cosa serve al Sorrento di Simonelli per salvarsi? Dite la vostra

lunedì 9 dicembre 2013 1 commenti

A mio parere la partita di ieri ha ribadito chiaramente che i problemi del Sorrento non erano dovuti a Chiappino ma ad un organico inadeguato. 
Quella di Chiappino e dei giovani era una scommessa che purtroppo non ha avuto un esito positivo.
Con l’arrivo di Simonelli si è voltato pagina, ma adesso per salvarsi bisogna assolutamente mettere mano al portafoglio e mettergli a disposizione i giocatori richiesti. 
A poco più di venti giorni dalla riapertura del mercato è bene cominciare a guardarsi intorno e ad allacciare le trattative per aggiustare l'organico nel più breve tempo possibile, senza attendere gli ultimi giorni  di Gennaio. 
Quanti giocatori servono? A mio avviso almeno quattro: un centrale possibilmente mancino e bravo sui palloni alti, un fluidificante mancino, due centrocampisti, e forse anche una punta.
Chi sono i maggiori indiziati a cambiare aria? Presto detto. Avendo una certa conoscenza del credo calcistico di Simonelli, possiamo dire che hanno già la valigia pronta almeno cinque o sei giocatori della rosa attuale. Eccoli: Cavallaro, Coulibaly, uno tra Caldore e Pantano, uno tra Lalli e Margarita, almeno un paio di attaccanti, vale a dire Soudant, Parodi e forse pure Chinellato.
Questa la mia opinione. Adesso dite la vostra. 

Share/Bookmark

Sorrento-Messina 1-3 Highlights

Come di consueto, ecco gli Highlights dell'incontro tra Sorrento e Messina, vinto dai siciliani per tre reti ad uno.
Filmato caricato su youtube da messinacalcio.org

Share/Bookmark

Sorrento-Messina 1-3 parla Simonelli

domenica 8 dicembre 2013 1 commenti

Qui sotto il player per ascoltar le dichiarazioni rese dall'allenatore del Sorrento, Gianni Simonelli, al termine dell'incontro interno con il Messina,  conclusosi con la vittoria dei peloritani per tre reti ad una. Ci scusiamo per la cattiva qualità dell'audio.
Music Hosting - Embed Audio - Sorrento-Messina 1-3 parla S...

Share/Bookmark

Sorrento ancora sconfitto in casa

Sorrento-Messina 1-3

SORRENTO (4-4-2): Polizzi; Benci, Pisani, Villagatti, Imparato; Canotto (88’ Chinellato), Margarita (46’ Musetti), Lettieri, Coppola; Maiorino, Improta (66’ Pantano). A disposizione: Santos Miranda, Cavallaro, Caldore, Lalli,. Allenatore: Simonelli.
MESSINA (3-5-2): Lagomarsini; De Bode, Ignoffo, Silvestri; Guerriera, Bucolo, Maiorano (80’ Simonetti), Costa Ferreira, Quintoni; Chiaria (63’ Corona), Guadalupi (88’ Gherardi). A disposizione: Iuliano, Caldore, Scoponi, Siciliano. Allenatore: Grassadonia.
ARBITRO: Bellotti di Verona.
MARCATORI: 12’ Silvestri, 18’ Costa Ferreira, 74’ Corona – 53’ Maiorino (rigore)
NOTE: ammoniti: Maiorano, Chiaria, Costa Ferreira (M) - Villagatti (S) Espulso: Pisani (S).

L’incontro di domenica scorsa con il Tuttocuoio ci aveva fatto sperare che il Sorrento affidato a Simonelli potesse ritrovare in breve tempo la strada smarrita. Purtroppo è bastato tornare a giocare tra quelle che dovrebbero essere le mura amiche del Campo Italia per far capire a tutti che le colpe del cattivo rendimento della squadra non erano addossabili esclusivamente a Chiappino. Questa volta la sconfitta è arrivata ad opera del Messina, una squadra che era data in condizioni peggiori delle nostre.
Sono bastati 18 minuti per ritrovarsi sotto di due gol. Al 12’ sul primo angolo battuto dai giallorossi con Quintoni, Silvestri ha anticipato tutti con un colpo di testa che è finito alle spalle di Polizzi. Sei minuti dopo l’ex rossonero Maiorano ha strappato un pallone dai piedi dell’evanescente Margarita innescando la ripartenza dei suoi, ed ha concluso l’opera servendo l’assist per il raddoppio a Costa Ferreira che ha battuto Polizzi con un diagonale dal limite dell’area.
Il Sorrento ha provato a reagire ed è pure riuscito ad andare a rete al 24’ con un tiro dal limite di Imparato, ma l’arbitro (lo stesso di Sorrento-Pisa di due anni fa), ha annullato la rete sostenendo di aver già fermato il gioco per concedere una punizione dal limite per fallo di mano di Costa Ferreira. Da qui fino alla fine del tempo non si è visto nulla di rilevante.
Ad inizio ripresa Simonelli ha buttato nella mischia Musetti, togliendo Margarita. Con l’ingresso dell’attaccante il Sorrento ha cambiato marcia ed è riuscito ad accorciare le distanze grazie ad un calcio di rigore concesso per fallo di Silvestri su Musetti e trasformato da Maiorino. Purtroppo poco dopo Pisani, già ammonito, si è fatto espellere per proteste, e per il Messina è diventato tutto più facile e al 74’ i giallorossi hanno messo al sicuro il risultato siglando il 3-1 con un pallonetto di Corona su Polizzi in uscita.
A questo punto dovrebbe essere chiaro a tutti che con questi uomini il Sorrento ha pochissime possibilità di salvarsi. Lo sapevamo già prima, ma oggi ne abbiamo avuto l’ennesima conferma.
La soluzione è una sola. Innanzitutto cerchiamo di fare quanto più punti possibile nelle prossime due partite. Poi la dirigenza deve assolutamente mettere mano al portafoglio e portare a Sorrento i dovuti rinforzi, almeno quattro, quanto prima possibile, senza aspettare l’ultimo giorno di mercato.

Share/Bookmark

Sorrento-Messina in diretta streaming


Messaggi importante per i tifosi del Sorrento che vivono lontano dalla costiera e che quindi no hanno la possibilità materiale di assistere agli incontri del Sorrento.
L’incontro che si giocherà oggi pomeriggio al Campo Italia con inizio alle ore 14.30 tra il Sorrento e il Messina, sarà trasmesso sarà trasmesso in diretta streaming sul sito www.rtptv.it.  Nell’intervallo previsti ulteriori collegamenti, con riproposizione degli eventuali gol segnati e aggiornamento dei risultati.
Prevista anche una radiocronaca che andrà in onda su Radio Antenna dello Stretto http://www.rtptv.it/RTPtv6/audioAdS.asp.
La storica radio messinese, proporrà anche un corposo dopo partita con le interviste ai protagonisti. 

Share/Bookmark

Simonelli pronto a rilanciare Musetti

sabato 7 dicembre 2013 0 commenti

In casa Sorrento, in vista dell’incontro di domani pomeriggio con il Messina al Campo Italia (inizio ore 14.30), il tecnico Gianni Simonelli avrà disposizione tutti gli uomini della rosa eccetto gli squalificati Catania e Danucci e il lungodegente Esposito.
Proprio a causa delle assenze di Catania e Danucci è probabile l’adozione in partita del 3-5-2 a lungo sperimentato in allenamento venga rimandato alla settimana prossima. Possibile quindi che si vada avanti con il 4-4-2 schieramento già utilizzato con successo nella vittoriosa trasferta con il Tuttocuoio. Riguardo agli interpreti dovrebbero esserci poche variazioni rispetto a sette giorni fa. La prima potrebbe riguardare il reparto arretrato dove ad un Imparato in progresso di condizione si contrappone un Pisani che approda all’incontro con il Messina ancora mezzo acciaccato. Possibile quindi che Rocco Benci possa ritornare a far coppia con Villagatti al centro della difesa restituendo la maglia numero due ad Imparato. Sul versante sinistro sicura la conferma di Caldore, così come quella di Polizzi tra i pali.
Invariato anche il quartetto di centrocampo con Margarita e Lettieri centrali  e con Canotto e Coppola sugli esterni. Altra possibile variazione in attacco, dove l’esperto Musetti pare essersi messo definitivamente alle spalle i guai fisici che lo tormentano dal primo giorno di ritiro, e può legittimamente aspirare al ruolo di prima punta. In tal caso a fargli compagnia ci sarebbe Pasquale Maiorino, con Improta che partirebbe dalla panchina.


Share/Bookmark

Sorrento-Messina i convocati di Simonelli

Subito dopo l’allenamento di rifinitura che si è tenuto questa mattina sul sintetico del Campo Italia, il tecnico del Sorrento ha diramato la lista dei convocati per l’incontro di domani pomeriggio con il Messina (inizio ore 14.30). Oltre al lungodegente Alessio Esposito e agli squalificati Manuele Catania e Ciro Danucci, non sono stati convocati l’attaccante Andrea Parodi e il terzo portiere Valentino Russo. Rientra tra i convocati l’attaccante Matteo Chinellato. Sono venti quindi gli uomi convocati.

Questa la lista completa completa:

Portieri: Miranda, Polizzi.
Difensori: Benci, Caldore, Cavallaro, Coulibaly, Imparato, Pantano, Pisani, Villagatti.
Centrocampisti: Coppola, Lalli, Lettieri, Margarita.
Attaccanti: Canotto, Chinellato, Improta, Maiorino, Musetti, Soudant.

Share/Bookmark

Sorrento-Messina: Grassadonia riconferma il 3-5-2

In dubbio l’ex rossonero Maiorano 

Per l’incontro di domani pomeriggio tra Sorrento e Messina sul sintetico del Campo Italia (inizio ore 14.30) il neo allenatore dei peloritani, Gianluca Grassadonia, è intenzionato a riconfermare il 3-5-2, stesso modulo fin qui adottato dal suo predecessore.
Per quanto riguarda gli uomini che lo interpreteranno, sembra essenzialmente uno il dubbio che l’allenatore salernitano si trascinerà fino all’ultimo: l’uomo che completerà il terzetto di centrocampo al fianco dei riconfermati Bucolo e Costa Ferreira. Per questa maglia sono in ballottaggio il 22enne napoletano Francesco Simonetti (ex Milazzo) e l’ex rossonero Stefano Maiorano. Il biondo mediano di Battipaglia, è reduce da un infortunio. Domenica scorsa, ha giocato un tempo. In settimana, poi, ha lavorato con continuità, ma logicamente non è apparso molto nel migliore stato di forma. Probabile quindi che Grassadonia decida di affidarsi al più giovane Simonetti in modo da lucrare un contributo maggiore. 
L’undici di partenza dovrebbe quindi essere il seguente: Lagomarsini in porta. De Bode, Ignoffo e Silvestri centrali difensivi. Guerriera e Quintoni a presidiare le fasce con Bucolo, Simonetti e Costa Ferreira, in mediana. Guadalupi e Chiaria attaccanti.


Share/Bookmark

DISCLAIMER - Penisola Sport è un blog d’informazione senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento. La testata ambisce ad essere una piena espressione dell'art. 21 della costituzione italiana. Pur essendo normalmente aggiornato più volte quotidianamente, non ha una periodicità predefinita e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'autore si riserva, tuttavia, la facoltà di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contrario al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.