Ruotolo “se giochiamo come dico io ci divertiremo”

sabato 28 gennaio 2012 0 commenti


Più settimane passano più Gennaro Ruotolo acquisisce sicurezza. La partita di Taranto é senza alcun dubbio la più difficile di quelle che restano da giocare da qui al termine del campionato. Il Sorrento ci arriva con gli uomini contati a centrocampo e dovendo far fronte all’assenza dello squalificato Camillucci ma Ruotolo va dritto per la sua strada ed esprime il suo pensiero senza peli sulla lingua. Qui di seguito sono state trascritte alcune delle sue affermazioni. Per il resto rimandiamo alla registrazione integrale della conferenza stampa che è presente in fondo al testo.
“Per la partita con il Taranto c’è una grande attesa perché ci sarà la TV e si giocherà in uno stadio importante davanti a tanta gente ma noi non dobbiamo lasciarci condizionare dall’ambiente e dalle circostanze e prepararla come abbiamo fatto nelle altre occasioni”.
“Ringrazio Dionisi per i complimenti che mi ha rivolto ma in questo momento la squadra da battere quella che sta mettendo pensieri a tutti è il Taranto. Credo poco alle notizie che si leggono sui siti circa le possibili defezioni della difesa tarantina. Stiamo preparando la partita con serenità e concentrazione convinti che andiamo a giocare contro la migliore formazione del campionato con tutti i suoi effettivi. In settimana abbiamo provato diverse soluzioni di gioco, ma al momento non ho ancora deciso quale attuare. Più che gli uomini e gli schemi sarà fondamentale lo spirito con il quale affronteremo l’incontro”.
“La squadra sta bene si esprime bene ma deve continuare a crescere. In settimana abbiamo riflettuto molto sul fatto che manca ancora la giusta determinazione e cattiveria in fase realizzativa, e siamo giunti alla conclusione che dobbiamo essere più spietati. Il Taranto è una squadra che concede pochissimo e se capita l’occasione dovremo essere determinati e cattivi per coglierla”.
“Ho molto rispetto dei pugliesi ma non li temo. Andremo a giocarci la nostra partita e se riusciremo ad affrontarla come dico io ci divertiremo”.

Ascolta mister Ruotolo

Share/Bookmark

Armellino allarme rientrato

venerdì 27 gennaio 2012 0 commenti


Ieri l’improvvisa scomparsa di Marco Armellino durante l’allenamento aveva destato preoccupazione tra i tifosi rossoneri. Con Tognozzi e Greco che sono andati via e la squalifica di Camillucci, Ruotolo può contare su due soli mediani, Armellino e Niang: se uno di questi viene meno il problema è grosso.
Fortunatamente oggi Armellino è tornato ad allenarsi con i compagni e si è scoperto il motivo che lo aveva indotto ad interrompere l’allenamento era stato un banale mal di pancia.
Nulla di grave anche per la botta al ginocchio accusata da Gegè Rossi. Oggi pomeriggio erano nuovamente tutti presenti e in gran forma come si è potuto costatare dalla partitella 10 contro 10 disputata su metà campo sotto la tribuna nord.

Share/Bookmark

Dionigi: “Con il Sorrento sarà una partita aperta”


(Fonte: Blunote.it) - È uno stato di bisogno per mancanza del necessario. L'emergenza infortuni è un problema fondamentale per il Taranto che si appresta ad affrontare nel serale di lunedì il Sorrento. Coly, Di Bari e Prosperi: tre pedine fondamentali rischiano di saltare una gara importante per il cammino rossoblù. Dionigi non potrà avere a disposizione il senegalese, ma spera di recuperare gli altri due. “Siamo in emergenza. Per fortuna Di Bari è meno grave del previsto, mentre Coly e Prosperi al momento sono out. Per Fabio valuteremo nella giornata di sabato. Comunque, ho fiducia in tutti anche se bisogna considerare lo stato di forma di un giocatore che non scende in campo da parecchio tempo. L'ipotesi della difesa a quattro non è da escludere se nessuno dovesse farcela”.
Pochi in difesa e molti in avanti. L'argomento ricade sul neo-acquisto Mendicino, un giocatore che amplia il parco delle punte centrali. “Sono andati via tre attaccanti e dovevamo pareggiare il conto. Volevamo completare la rosa con un calciatore con caratteristiche differenti da Guazzo e Girardi". Per Dionigi Mendicino è solo una punta, per il ruolo di esterno non sembra idoneo al gioco del Taranto. "Per me è solo una prima punta. È bravo ad attaccare la profondità, con un ottimo tiro e vede la porta. Per il nostro gioco, basato sulla velocità delle fasce, non mi sembra adatto al ruolo di esterno. Deve recuperare perché arriva da un periodo di non gioco e ricordiamo che lo scorso anno Sy debuttò solo dopo cinque partite”.
Intanto, sembrano crescere le quotazioni del giovane Alessandro ai danni di un appannato Rantier. “Sto valutando l'ipotesi – conferma il tecnico -, anche se nel mio credo non ci sarà mai un nuovo che gioca dall'inizio a meno che non sia al massimo. La squadra gioca a memoria e deve capire i movimenti”.
Lunedì allo 'Iacovone' arriva il rigenerato Sorrento di Ruotolo: una sfida che all'inizio del campionato sembrava impossibile si rivela nel tempo più che fattibile. “La partita sembra proibitiva. Sulla carta, insieme al Benevento, ha l'organico più competitivo – commenta Dionigi -, ma sapete benissimo che ce la giochiamo con tutti per vincere. Ci proveremo confidando nel supporto del pubblico amico. È una squadra forte che cercherà di fare la partita e, allo stesso tempo, lascerà molti spazi. Di certo, non avrà lo stesso atteggiamento delle altre formazioni, che si sono chiuse impedendoci di ragionare. È un periodo in cui affrontiamo le squadre più in forma, tranne il Pavia, ma per noi è uno stimolo per mantenere alta la concentrazione”.
Uno sguardo alla classifica, alle insidie e ai propositi futuri. “Ho ripetuto più volte che dobbiamo cercare di arrivare allo scontro diretto con la Ternana con meno punti possibili di svantaggio. Ambedue le formazioni stanno facendo un campionato strepitoso, ma quella sfida non sarà decisiva perché non ci sono mai partite scontate e spesso gli episodi risolvono la diatriba”.
 Un grazie ai tifosi sempre presenti ovunque il Taranto giochi. Dionigi fa una distinzione. “I fuorisede domenica a Pavia ci hanno trascinato affinché raggiungessimo la vittoria. Abbiamo due tipi di sostenitori: i fuorisede e quelli locali. Un mix che ha un solo obiettivo: il Taranto. Sarebbe bello vederne sempre di più...”.

Share/Bookmark

Taranto, mezza difesa a rischio stop

giovedì 26 gennaio 2012 0 commenti


Se Gennaro Ruotolo non dorme sonni tranquilli per l’esiguo numero di centrocampisti a disposizione per la delicata sfida di lunedì sera contro il Taranto, il collega  Davide Dionigi è alle prese con gli infortuni e i malanni che affliggono i suoi difensori e potrebbe essere costretto a rinunciare a tre elementi della sua retroguardia titolare la meno battuta dei campionati professionistici
Capitan Prosperi, out già domenica a Pavia, è alle prese con un'infiammazione al polpaccio e sta tentando di recuperare, ma il suo impiego non appare così scontato.
Il portiere spagnolo Nicolas Bremec oggi ha saltato entrambi gli allenamenti per una fastidiosa influenza.  e Problemi anche per il senegalese Coly, che si è fermato prima della fine della seduta mattutina per un risentimento all'adduttore. Il forte centrale dovrebbe essere sottoposto ad una ecografia di controllo già in serata. 

Share/Bookmark

Sorrento, per Ruotolo problemi in mediana


Giovedì di intenso lavoro per il Sorrento che ha sostenuto due sedute di allenamento. Senza avere più a disposizione Daniele Greco che è stato trasferito in prestito al Melfi in Seconda Divisione e con Cristiano Camillucci squalificato, Gennaro Ruotolo si ritrova con gli uomini contati a centrocampo.   
Desta quindi parecchia preoccupazione la notizia che Marco Armellino ha terminato anzitempo la seduta pomeridiana. Al momento in cui scriviamo non siamo a conoscenza dei motivi che hanno spinto il centrocampista di Seiano ad interrompere l’allenamento.
Sul finire della seduta lieve allarme anche per il portiere Rossi che è stato colpito al ginocchio sinistro durante la partitella. A scopo precauzionale ha interrotto anche lui l’allenamento, ma dopo aver applicando una borsa di ghiaccio sul ginocchio si è avvicinato alla rete tranquillizzando i tifosi sulle sue condizioni.

Share/Bookmark

Greco in prestito al Melfi

mercoledì 25 gennaio 2012 0 commenti


Si è conclusa, almeno temporaneamente, la permanenza di Daniele Greco al Sorrento. Il centrocampista romano che in questa stagione era riuscito a racimolare solo brevi apparizioni in prima squadra va in prestito al Melfi in seconda divisione. La trattativa tra i due club si è conclusa nel primo pomeriggio di oggi.
All’oscuro dell’operazione ci eravamo meravigliati che il giocatore, apparso in ottime condizioni fisiche, non avesse preso parte alla partitella finale dell’allenamento odierno. Poco fa ci è giunto il comunicato della società che annuncia il passaggio del giocatore al Melfi  
Eccolo:
 "Il Sorrento calcio srl comunica di aver sottoscritto con l'A.S. Melfi S.r.l., il contratto per la cessione a titolo temporaneo, con diritto di opzione per l’acquisizione a titolo definitivo, dei diritti alle prestazioni sportive del calciatore Daniele Greco, classe '88. La società rossonera ringrazia il calciatore per l'impegno e la professionalità profusi e formula un in bocca al lupo per la nuova avventura".

A questo punto è molto probabile che nelle prossime ore possa essere annunciato anche qualche ingaggio altrimenti il Sorrento, vista anche la contemporanea squalifica di Camillucci, si troverebbe a dover affrontare il Taranto senza nessun centrocampista in panchina. 

Share/Bookmark

Sorrento attento all’arbitro


Giuseppe Diego Cifelli da Campobasso, l’arbitro designato per dirigere il big mach del girone A della Prima Divisione tra Taranto e Sorrento viene descritto come un fischietto molto presuntuoso, poco portato al dialogo e dal cartellino facile, come testimoniano le statistiche: nelle 11 presenze di questa stagione ha ammonito 63 giocatori, espellendone 7.
Uno, tanto per intenderci, che somiglia molto al collega Luca Pairetto da Nichelino che diresse Lumezzane-Sorrento, con un metro tutto suo ed allontanò dal campo prima Sarri e poi Calzona che avevano osato chiede spiegazioni.
Per avere informazioni su Cifelli basta chiedere a Simonelli che quando era ancora sulla panchina del Benevento se lo è trovato tra i piedi a Foligno dove a detta di molti concesse un rigore inesistente ai padroni di casa e ne negò due evidentissimi agli stregoni.
Cifelli ha fama di essere un arbitro “casalingo”: il 50% delle partite che ha diretto fin qui sono terminate con la vittoria della squadra di casa.
Saremo felici di essere smentiti, ma a prima vista la sua designazione sembra inadeguata ad un match dell’importanza di Taranto-Sorrento.
È nostra opinione che tra le cause che determinarono la sconfitta del Sorrento con il Lumezzane ebbe molto peso il non essere riusciti ad adeguarsi al metro di giudizio dell’arbitro. Non sarebbe male che questa volta nel preparare l’incontro si tenesse in debito conto anche la personalità dell’arbitro designato a dirigerlo. 

Share/Bookmark

Sorrento iniziata la preparazione al big match col Taranto


Con un giorno di ritardo rispetto al solito, è ripresa questo pomeriggio, al Campo Italia, la preparazione del Sorrento, in vista dell’incontro con il Taranto, che si giocherà lunedì sera, 30 gennaio, all’Erasmo Iacovone (inizio ore 20.45 diretta Raiport Uno).
La rosa al completo è scesa in campo agli ordini  di Gennaro Ruotolo e del preparatore atletico La Penna per sostenere una breve seduta atletica a cui ha fatto seguito una partitella su un campo dalle dimensioni ridotte allestito sotto la tribuna nord. Alla partitella non ha preso parte il centrocampista Daniele Greco che ha continuato a correre in disparte.
Lo spostamento a lunedì dell’incontro con il Taranto ha determinato lo slittamento di un giorno del calendario settimanale degli allenamenti. Domani giovedì, doppia seduta, mentre venerdì, sabato e domenica la squadra si allenerà in tarda mattinata. La partenza per Taranto dovrebbe avvenire domenica, dopo pranzo.
Come già anticipato domenica sera, a Taranto non ci sarà il centrocampista Cristiano Camillucci appiedato da un turno di squalifica per cumulo di cartellini gialli (quarta infrazione). Rientreranno a disposizione Samuele Romeo e Daniele Croce.

Ecco al proposito il computo delle ammonizioni a carico dei rossoneri   
5: Bonomi, Di Nunzio.
4: Camillucci, Croce.
3: Armellino, Nocentini, Sabato, Vanin.
2: Basso, Carlini, Corsetti, Ginestra, Terra.
1: Rossi.

Share/Bookmark

Taranto-Sorrento a Cifelli di Campobasso


Il posticipo della ventunesima giornata del campionato di Prima Divisione girone A tra Taranto e Sorrento in programma allo Stadio Erasmo Iacovone di Taranto lunedì 30 gennaio 2012 con inizio alle ore 20.45 sarà diretto dal signor Giuseppe Diego Cifelli della sezione di Campobasso. Gli assistenti saranno Emanuele Bellagamba e Leonardo Camillucci entrambi di Macerata.
31 anni, geometra di professione, nato a Campobasso il 2 febbraio 1981, Giuseppe Cifelli è alla seconda stagione in Lega Pro. Il suo esordio in Seconda Divisione è avvenuto il 5 settembre 2010 dirigendo l’incontro Gavorrano-Giacomense (1-1), quello in Prima il 17 ottobre 2010 con Foligno-Siracusa (1-1). Al termine della prima stagione in Lega Pro aveva collezionato 15 gettoni di presenza (5 in Prima Divisione e 10 in Seconda). In questa stagione ha già diretto 11 incontri (8 in Prima Divisione e 3 in Seconda).
Nei 26 incontri fin qui diretti in Lega Pro si sono registrate 13 successi delle ospitanti (50%), 8 pareggi (30,77%) e 5 vittorie delle viaggianti (19,23%). 12 i rigori concessi, (0,46 a partita). 20 gli espulsi (0,77 a partita).
Quello tra Taranto e Sorrento è il primo incontro di cartello affidato a Cifelli. L’arbitro molisano in precedenza non ha diretto nessun incontro in cui era impegnata una delle due squadre.

Di seguito le altre designazioni arbitrali della ventunesima giornata di campionato del girone A.

Avellino-Viareggio: Daniele Minelli di Varese (Raparelli-Miceli)
Benevento-Foligno: Ivano Pezzuto di Lecce (Calò-Abruzzese)
Carpi-Pavia: Daniele Rasia di Bassano del Grappa (Peraro-Dal Cin)
Como-Reggiana: Riccardo Ros di Pordenone (Servilio-Di Federico)
Monza-Foggia: Daniele Bindoni di Venezia (Di Iorio-Mosca)
Pisa-Pro Vercelli: Guido Operato di Isernia (Bevere-Balzano)
Spal-Tritium: Stefano D'Angelo di Ascoli Piceno (Bisbano-Pignone)
Ternana-Lumezzane: Fabio Maresca di Napoli (Amato-Curatoli)

Share/Bookmark

Il Foggia si aggiudica il posticipo

lunedì 23 gennaio 2012 0 commenti


Foggia-Pisa 1-0

Foggia: Ginestra; D’Orsi, Gigliotti, Toppan; Traorè (44′st Wagner), Molina, Perpetuini, Cardin; Cruz (28′st Cortesi), Agodirin, Venitucci (12′st Tomi). All. Stringara
Pisa: Pugliesi; Audel, Raimondi, Buscaroli, Bizzotto (1′st Benvenga); Tulli, Obodo, Berardocco, Tremolada (18′st Strizzolo); Perez, Carparelli (37′st Ilari). All. Tacchi (Pagliari squalificato)
Arbitro: Fabrizio Pasqua di Tivoli. Assistenti: Fabrizio Ernetti di Roma 2 e Fabrizio Tozzi di Ostia Lido
Marcatore: 25′pt Venitucci
Ammoniti: Agodirin, Gigliotti e Cardin per il Foggia; Bizzotto, Audel, Benvenga, Perez e Raimondi per il Pisa.

Il posticipo di Prima Divisione Girone A, Foggia-Pisa, è terminato con il punteggio di 1-0. La rete che ha deciso il match a favore dei satanelli è stata siglata al 25′ del primo tempo da Dario Venitucci, che si è ritrovato tutto solo in piena area e, sfruttando un preciso cross di Traorè, ha messo la sfera alle spalle di Pugliesi con un sinistro secco.
Il Foggia di Stringara raggiunge così a quota 28 punti in classifica quattro squadre, Benevento, Como, Avellino e Lumezzane, e nella prossima gara farà visita al Monza. Il Pisa di Pagliari resta invece a quota 26 in graduatoria, e domenica giocherà in casa con la Pro Vercelli.

Share/Bookmark

Lucarelli trascina il Vico alla vittoria


Baiano-Vico Equense 1-2

A.C. Baiano: Graziano, Rastiello, Fernandez, Fornaro, (51’ Garofalo), Dolgetta, Sgambati E., Vetrano (20’st D’Apolito), Ambrosino, Sgambati F. (70’ Sepe), Sgambati G., Ferrante. A disp.: Esposito, Addeo, Sgambati L., Guerriero. All.: Minichini.
Vico Equense: D’Alessandro, Arpaia (75’ Germano), Rapesta, Scala, Paragallo, Fontanella, Di Capua, Apuzzo, Dioneo (73’ Serio), Lucarelli (91’ Esposito), Piscopo. A disp.: Beluiso, Conte, Granato, Pisacane. All.: De Simone.
Arbitro: sig. Galluccio di Caserta.
Marcatori: 22’ pt Sgambati G. (B) su rigore, 33’ pt autorete di Ferrante (V), 32’st Lucarelli (V).
Ammoniti: Sgambati F., Dolgetta e Garofalo (B), Arpaia, Paragallo e Scala (V).  Espulsi: 35’pt Ferrante (B) e Di Capua (V) per reciproche scorrettezze.
Il Vico Equense ottiene un importante successo in trasferta superando il Baiano per due reti ad una. Padroni di casa in vantaggio al 21’. Rapesta atterra in area Ambrosino. Dal dischetto Sgambati spiazza D’Alessandro e firma l’uno a zero. Al 33’ gli uomini di De Simone si riportano in parità grazie ad una autorete di Ferrante che sugli sviluppi di un calcio d’angolo beffa il proprio portiere. Dopo due minuti doppia lo stesso Ferrante e il vicano Di Capua vengono mandati anzitempo negli spogliatoi per reciproche scorrettezze. Al 45’ Vico vicino al raddoppio con Apuzzo ma Graziano si oppone.
Nella ripresa le occasioni latitano, prima il solito Sgambati per il Baiano, poi Fontanella per gli ospiti vanno vicini al gol. Quando sembra che le due squadra si siano accontentate della divisione della posta arriva il gran gol di Nicola Lucarelli ottenuto con un tiro a volo che spedisce la palla all’incrocio dei pali lì dove Graziano non può arrivarci e regala la vittoria al Vico avvicinandolo al secondo posto della graduatoria.

Share/Bookmark

Tifosi del Napoli sostengono Schettino

Ieri durante allo Stadio Artemio Franchi di Siena durante l’incontro della serie A di calcio tra Siena e Napoli, nel settore occupato dai tifosi partenopei è stato appeso uno striscione a sostegno di Francesco Schettino il comandante dalla Costa Concordia finito sotto inchiesta dopo il naufragio della nave all’Isola del Giglio.

COMANDANTE SCHETTINO SIAMO CON TE. 

Gli autori dello striscione apparterrebbero al Club Napoli Meta.

Share/Bookmark

Ciclista francese positivo a 12 sostanze

(Fonte: Italnews.it) - Chi analizza le urine degli sportivi difficilmente si scandalizza quando trova una sostanza vietata. Epo, Gh, magari alcune volte anche qualche diuretico vietato assunto dallo sportivo per nascondere il vero doping, ma questa volta la federazione francese s’è ritrovata davanti ad un caso che, a modo suo, è un record. 
Tracce di 12 sostanze vietate, questo il responso delle analisi su un ragazzino 19enne portacolori dell’AC Boulogne-Billancourt. Alexandre Dougnier, questo il nome del giocatore entrato nel guinnes dei primati, è stato immediatamente squalificato per tre anni dal Conseil Fédéral d’Appel de la Fédération Française in quanto risultato positivo ad un controllo a sorpresa effettuato lo scorso 17 maggio in occasione della Notturna d'Aubervilliers. 
Quando si rischia la vita a 19 anni pur di sembrare un po’ più bravo degli altri significa che che c’è veramente qualcosa che non funziona. 
Per chi si chiedesse quali sostanze abbia assunto il ragazzino, ecco a voi la lista completa: HydroxyStanozolol, 16B-HydroxyStanozolol, 4B-HydroxyStanozolol, 4-Méyhylhexaneamine, Prednisone, Prednisolone, Oxandrolone, Epioxandrolone, Tuaminoheptane, Triamcinolone Acétonide, 6B-HydroxyMéthandiénone e 17-Epiméthandiénone. 
La squalifica di Alexandre Dougnier, che decorre dalla scorsa estate, scadrà il 18 agosto 2014.

Share/Bookmark

San Vito corsaro, a Capri finisce in rissa


Anacapri-San Vito Positano 0-1

Anacapri: Chiarazzo, Cuomo, Fiorentino, Minauda, Accurso, Esposito M., D’Ambrosio, Pescina, De Biase (73’ Bratto A.), D’Esposito (46’ Borriello), Vallone (63’ Bratto T.). All.: Di Martino.
S.Vito Positano: Palombo, Stulmo, De Luca, Santaniello, D’Alesio, Guitto, Giordano (46’ De Rosa), Mugolieri, Gargiulo V., De Simone, Falanga (71’ D’Auria). All.: Foggia.
Arbitro: Halyan di Napoli
Reti: 23’ Mugolieri

Il San Vito Positano ottiene un importante successo in trasferta battendo l’Anacapri con un gol di Mugolieri al 23’ del primo tempo. Vani i tentativi di pareggiare dell’Anacapri. Nel finale di gara dopo un brutto fallo su Guitto si scatena una rissa prontamente sedata dalle forza dell’ordine (foto di Massimo Capodanno).

Share/Bookmark

Già in vendita i biglietti per Taranto-Sorrento

L’Associazione Sportiva Taranto Calcio comunica che è aperta la prevendita per AS Taranto – Sorrento di lunedì 30 gennaio con inizio alle ore 20:45
Questi i prezzi dei tagliandi per assicurarsi un posto sui gradoni dello Stadio “Erasmo Iacovone”:
Curva Nord: intero Euro 13,00 iva inclusa – ridotto Euro 7,50 iva inclusa
Gradinata: intero Euro 15,50 iva inclusa – ridotto Euro 8,50 iva inclusa
Tribuna Laterale: intero Euro 20,00 iva inclusa – ridotto Euro 15,00 iva inclusa
• Tribuna Centrale: intero Euro 35,00 iva inclusa – ridotto Euro 20,00 iva inclusa.

Curva Sud (Settore Ospiti): Euro 13,00 riservato ai possessori di Tessera del tifoso

Non saranno emessi tagliandi per singolo evento per il settore Tribuna Centralissima. I ridotti sono riservati a donne e under 14. Tutti i prezzi sono esclusi diritti di prevendita.

Share/Bookmark

Sant’Agnello sconfitto di misura dalla capolista Cicciano


Sant’Agnello-Cicciano 2-3

Sant’Agnello: Palomba G, Gargiulo ( 71’ Schiazzano), Palomba F, Inserra, Dentale, Fiodo, Coppola (60’  Cappiello), Schettino, Scelzo (46’ Iozzino), Macarone, Ferraro. A disp.: La Mura, Esposito, D’Esposito, Gaeta. Allenatore: Guarracino
Cicciano: Simonetti, Bifulco, De Riggi, Spera, Addeo, Caccavale, Martiniello, Marano (85’ Panico), Di Benedetto, Barbati. Dell’Anno (75’ Di Meo). A disp.: De Sarno, Galluccio, Aveta, Napolitano, Castellano. Allenatore: Napolitano
Arbitro: Balbo di Caserta
Reti: 15’Martiniello (C), 55’ Inserra (S), 70’ Barbati (C), 80’ Cappiello (S). 91’ Barbati (C).
Ammoniti: Spera, Palomba F, Dentale, Schettino, Ferraro. Espulsi: La Mura

Share/Bookmark

Il Massa espugna il Cerulli


Massa Lubrense - Faiano 3-1

Massa Lubrense: Fiorentino, Zapparella, D’Esposito, Cappiello, Bagnulo, Autiero, Iovino (87’ Volpe), Vinaccia, Marino (82’ De Stefano) Porzio, Esposito (78’ Cuomo). A disp.: Stinga, Celentano, Marcia, Siniscalchi. All. Palmieri
Faiano: Uliano (30’ Marino), Visco, Tedesco, Romano, Arnese, Bottiglieri, Condolucci (46’ Cannalonga), Costabile, Peluso, Vicedomini, Alfano. A disp.: Di Martino, Autori, Vitiello, Cirillo. All. Trezza
Arbitro: Rossi da Torre del Greco
Reti: 13’ Marino 28’ Marino, 51’ Porzio, 70’ Cannalonga.
Ammoniti: Zapparella e Vinaccia (M), Romano e Peluso (F)

Finalmente il Massa riesce ad ottenere una vittoria sul proprio campo incamerando tre punti importantissimi che la riavvicinano al nutrito plotone della zona salvezza.
I nerazzurri sono riusciti a superare il Faiano con una prestazione molto intensa. L’undici di Palmieri è entrato in campo determinatissimo: passano solo pochi minuti e Marino ha sul piede la prima occasione da rete ma il portiere Uliano si salva in angolo. Al 13’ la prima rete dei massesi. Marino si libera con grande vigoria fisica del diretto controllore, entra in area dalla destra, gran diagonale che termina nel  sacco smorzato dal portiere ospite. Passano solo due minuti e Uliano è protagonista di una gran parata su fendente di Porzio.
Il Massa domina, Aldo Marino è incontenibile, Ciro Porzio sciorina giocate di grande tecnica, in avanti è tutto un bel vedere. Al 28’ è ancora Marino a mettere a segno la rete del 2-0. Pochi minuti dopo Esposito, ancora una volta servito da Marino,  con la porta vuota spedisce di interno di poco fuori sfiorando il terzo gol.
Il Faiano si affacia dalle parti di Fiorentino solo al 35’ con una conclusione dai 20 metri di Vicedomini deviata in corner da Bagnulo. Si va al riposo sul 2-0 per i padroni di casa.
Al 51’ il Massa ottiene il 3-0. Esposito viene atterrato in posizione centrale ai 18 metri. Si incarica della battuta Porzio piazzando la sfera all’incrocio dei pali. Sul 3-0 i nerazzurri abbassano il ritmo del gioco. I faianesi avanzano il baricentro e conquistano campo. Opportunamente, mister Palmieri manda in campo il giovane centrocampista Cuomo per Esposito bisognoso di riposo dopo il lungo stop. Al 70’ gli ospiti accorciano con Cannalonga, il bomber del Faiano è bravo a finalizzare una bella azione corale della propria squadra. Il gol da ulteriore vigoria agli ospiti mentre i massesi sembrano stanchi e fanno fatica a costruire gioco. Una grande parata di Fiorentino evita che la partita si infiamma ulteriormente, mentre proprio allo scadere, Ciro Porzio si divora la rete del 4 a 1. 

Share/Bookmark

Folgore bottino pieno

domenica 22 gennaio 2012 0 commenti


La Folgore Massa chiude il girone di andata conquistando la dodicesima vittoria liquidando con un secco 3 a 0 la Pallavolo 2000. Netti pure i parziali dei tre set: 25-10, 25-18, 25-13. La Pallavolo 2000 ha impensierito i ragazzi di Paolo Russo solo all’inizio del secondo parziale.
Tra le avversarie tiene il passo la Tya Marigliano che batte l’Indomita tre a zero e chiude il girone di andata in seconda posizione distanziata di quattro lunghezze.
Domenica prossima il campionato di C osserverà un turno di riposo. Per il girone di andata si ricomincia domenica 5 febbraio quando la Folgore ospiterà l’Ottavima mentre la Tya Marigliano andrà a far visita al Casalnuovo

Qui sotto la classifica alla fine del girone di andata 

Pos. Squadra P G V P S.F. S.S. Q.S. P.F. P.S. Q.P.
1 ASD FOLGORE MASSA 35 12 12 0 36 7 5,143 967 787 1,229
2 TYA MARIGLIANO 31 12 11 1 34 7 4,857 916 714 1,283
3 BLACK LIONS VOLLEY NAPOLI 28 12 9 3 29 12 2,417 955 849 1,125
4 A.S.D. VOLLEYBALL AVERSA 26 12 8 4 30 16 1,875 958 871 1,100
5 ASD PALLAVOLO 2000 21 12 7 5 24 20 1,200 940 916 1,026
6 OLIMPO NAPOLI 19 12 6 6 22 21 1,048 871 865 1,007
7 ASD PALLAVOLO BATTIPAGLIA 17 12 6 6 21 24 0,875 921 954 0,965
8 ASD VOLLEY CASALNUOVO 13 12 5 7 20 25 0,800 965 980 0,985
9 NOLA VOLLEY 1968 A.S.D 13 11 5 6 18 24 0,750 899 922 0,975
10 G.S. VV.F. D. PADULA 11 11 3 8 16 27 0,593 880 955 0,921
11 CENTRO VOLLEY S.MARCOCANC 8 12 3 9 15 31 0,484 924 1054 0,877
12 EMME REFRIGER INDOMITA SA 7 12 1 11 12 34 0,353 838 978 0,857
13 ASSD OTTAVIMA 2 12 1 11 6 35 0,171 734 923 0,795

Share/Bookmark

Sorrento-Como 2-0 (highlights)

Ecco a voi gli highlights del'incontro Sorrento-Como terminato con il successo dei rossoneri per due reti a zero.   Ha assistito all'incontro Gianmaria Cesaro il marittimo carottese che  è stato per oltre dieci mesi ostaggio dei pirati somali sulla nave petroliera Savina Caylyn.
Il servizio è quello trasmesso dal TG3 regionale della Campania.

Share/Bookmark

Sorrento si riprende mercoledì pomeriggio


Dopo il successo per due reti a zero sul Como i rossoneri godranno di due giorni di riposo anziché uno e si ritroveranno al campo Italia per riprendere la preparazione in vista dell’incontro con il Taranto mercoledì pomeriggio.
Ciò in quanto il big match dello Iacovone si giocherà in posticipo lunedì 30 gennaio alle 20.45 (diretta tv Raisport Uno).

Share/Bookmark

Frenano Ternana, Carpi e Pro Vercelli. Sorrento al quarto posto.


La ventesima giornata del girone A della Prima Divisione registra la frenata della capolista Ternana (44) raggiunta al novantesimo dal Foligno, quando Galuppo ha pareggiato la rete di Nolè permettendo al Taranto vittorioso in trasferta sul Pavia (2-0, Coly e Di Deo) di riportarsi ad un sol punto dalla vetta (43).
Frenano pure il Carpi, 1-1 a Lumezzane (reti di Inglese e Memushaj) e la Pro Vercelli, 1-1 interno con il Monza (reti di Torregrossa e Malatesta). Ne approfitta il Sorrento (35) vittorioso sul Como (2-0, Ginestra e Corsetti) per superare i piemontesi (34) e portarsi ad una sola lunghezza dal Carpi (36).      
La Tritium batte l’Avellino (1-0, Sinato) e si porta in sesta posizione a quota 29. Alle sue spalle a 28 un quartetto composto da Benevento, Avellino, Como e Lumezzane. Tra queste potrebbero inserirsi anche Foggia o Pisa che giocheranno domani sera nel posticipo.
Da segnalare la vittoria esterna del Benevento a Reggio Emilia (0-2, Altinier e Montini) che rilancia i giallorossi che senza la penalizzazione sarebbero insieme alla Pro Vercelli.
Nelle zone basse della classifica prezioso  successo del Viareggio sulla Spal (2-0, Zaza e Cesarini).

Il prossimo turno sarà caratterizzato dal posticipo dello Iacovone tra Taranto e Sorrento con i rossoneri che dovranno fare a meno di Camillucci che sarà squalificato avendo ricevuto il quarto cartellino giallo dell’annata.  


Ecco il riepilogo dei risultati con i relativi marcatori:

Foligno-Ternana  1-1  77' Nolè (T), 90' Galuppo (F)
Lumezzane-Carpi  1-1 75' Inglese (L), 95' Memushaj su rigore (C)
Pavia-Taranto  0-2  70' Coly (T), 77' Di Deo (T)
Pro Vercelli-Monza  1-1  39' Torregrossa (M), 53' Malatesta (PV)
Reggiana-Benevento 0-2 17' Altinier (B), 84' Montini (B)
Sorrento-Como  2-0 9' Ginestra (S), 86' Corsetti (S)
Tritium-Avellino  1-0 62' Sinato (T)
Viareggio-Spal  2-0 61' Zaza (V), 79' Cesarini (V)
Foggia-Pisa domani ore 20.45 Raisport UNO

Ed ecco la classifica provvisoria in attesa del posticipo

Squadra Pt G V N P GF GS
44 20 13 5 2 28 12
43 20 13 5 2 25 7
36 20 11 3 6 31 16
35 20 10 7 3 27 17
34 20 9 7 4 24 12
29 20 8 5 7 19 21
28 20 10 4 6 32 22
28 20 8 5 7 27 29
28 20 8 4 8 24 28
28 20 8 4 8 16 21
26 19 6 8 5 20 15
25 19 6 8 5 19 18
22 20 7 3 10 23 27
17 20 5 4 11 17 24
14 20 2 8 10 16 29
14 20 4 3 13 13 33
11 20 4 3 13 15 28
9 20 1 6 13 19 36

Share/Bookmark

Gianmaria Cesaro festeggiato al Campo Italia

Oggi pomeriggio ad assistere all’incontro di calcio Sorrento-Como c’era un tifoso speciale Gianmaria Cesaro, il giovane marittimo di Piano di Sorrento, che è stato per oltre dieci mesi ostaggio dei pirati somali sulla nave petroliera Savina Caylyn. 
Gianmaria è giunto al Campo accompagnato dal Sindaco di Piano di Sorrento, prof. Giovanni Ruggiero, e dal papà ed è sceso in campo per ricevere una maglia del Sorrento e il gagliardetto ufficiale della squadra rossonera dalle mani del presidente Mario Gambardella. 
Alla premiazione era presente anche il vicepresidente Gaetano Mastellone che ha consegnato a Gianmaria un soggiorno nella rinomata cittadina turistica di Rivisondoli, presso l’Hotel Dinas della catena alberghiera LHP Hotels. 
Gianmaria ha poi assistito alla vittoria dei rossoneri sul Como seduto in tribuna centrale tra il presidente Mario Gambardella e il figlio Attilio. A fine gara i tifosi rossoneri gli hanno dedicato un coro tutto per lui.

Share/Bookmark

Vota il miglior rossonero in Sorrento - Como

Al Campo Italia Sorrento supera il Como per due reti a zero grazie alle segnature di Ginestra e Carlini. Partita senza storia. Rossi quasi disoccupato. Alla fine i gol potevano essere molti di più. 
A voi decidere il migliore dei rossoneri 

Rossi
Vanin
Nocentini
Di Nunzio
Bonomi
Bondi
Armellino
Camillucci
Basso
Carlini
Ginestra
Corsetti
Scappini
Niang


  
pollcode.com free polls 

Share/Bookmark

Sorrento-Como 2-0, ascolta Manari

Ascolta le dichiarazioni rilasciate in sala stampa dal mister lariano Beppe Manari al termine dell'incontro tra il Sorrento e il Como terminato con il successo dei rossoneri per 2-0

Share/Bookmark

Sorrento-Como 2-0, parla Basso

Ascolta le dichiarazioni rilasciate in sala stampa dall'attaccante Simone Basso dopo la conclusione dell'incontro Sorrento-Como vinto dai rossoneri per 2-0

Share/Bookmark

Sorrento-Como 2-0, parla Ruotolo

Ascolta le dichiarazioni rilasciate in sala stampa dal mister rossonero Gennaro Ruotolo dopo il termine dell'incontro Sorrento-Como vinto dai rossoneri per 2-0.

Share/Bookmark

Ruotolo centra il tris

Sorrento - Como 2-0

Sorrento (4-4-1-1) Rossi; Vanin, Nocentini, Di Nunzio, Bonomi; Bondi (60’Corsetti), Camillucci, Armellino (88’ Niang), Basso; Carlini; Ginestra (66’ Scappini). A disp.: Chiodini, Sabato, Terra, Greco. All. Ruotolo.
Como (4-4-2) Giambruno; Ghidotti, Urbano, Diniz, Som; Ciotola (70’ Bardelloni), Lulli, Salvi, Toledo (60’ Doumbia); Ripa, Tavares (46’ Vicente). A disp.: Twardzik, Ambrosini, Zullo, Lewandowski. All. Manari.
Arbitro Abbattista di Molfetta (Lobozzo-Trasarti). 
Marcatori: 9' Ginestra (S), 86’ Corsetti (S). 
Ammoniti: Diniz (C), Ghidotti (C), Di Nunzio (S), Camillucci (S), Bardelloni (C). Espulsi: Ghidotti (C) per doppia ammonizione, Diniz (C) per doppia ammonizione. Angoli: 5-2. Recuperi: 1’ pt, 4' st.

Il Sorrento targato Ruotolo centra il terzo successo consecutivo liquidando il Como in scioltezza con le due reti di Ginestra (dodicesimo centro per lui) e Corsetti e si porta in quarta posizione superando la Pro Vercelli fermata in casa dal Monza. La partita si è messa subito sui binari giusti. Dopo aver sfiorato la rete già alla prima incursione con Ginestra che si è visto ribattere la prima conclusione e a calciato sul fondo la ribattuta, il Sorrento è passato in vantaggio al 9’ grazie all’errore del portiere Giambruno che ha ciccato un rinvio regalando il pallone a quel volpone di Ginestra a cui non è parso vero di poter mettere la palla in rete con tanta facilità. 
 Il Como è rimasto stordito, ed è iniziato il monologo dei rossoneri che riuscivano a perforare a loro piacimento la retroguardia ospite sfiorando più volte il raddoppio. Si arriva così al 38’ quando Ghidotti becca il secondo giallo lasciando il Como in dieci. Con un uomo in più per il Sorrento diventa tutto ancora più facile. I rossoneri badano soprattutto a mantenere il possesso del pallone facendo sfiancare i lariani e chiamandoli ad uscire dalla propria area per poi cercare di colpire in campo aperto. In una di queste ripartenze Basso si accorge che Giambruno è fuori dai pali e tira in porta da centrocampo costringendo l’estremo difensore ospite riesce ad una affannosa deviazione in corner con il pallone che scheggia la traversa. Per assistere al primo tiro in porta del Como bisogna aspettare il 57’ quando Salvi ci prova da oltre 30 metri trovando Rossi pronto alla parata. 
Dall’altro lato Giambruno vede sbucare maglie rossonere da tutte le parti ma riesce a limitare il passivo grazie soprattutto agli errori di mira dei nostri che lo graziano in più di una occasione. Al 73’ viene espulso anche Diniz ed il Como resta in nove. Le occasioni da rete per i rossoneri si intensificano e Corsetti ben lanciato da Carlini riesce finalmente ad ottenere il raddoppio. Nei minuti di recupero potrebbe arrivare anche il terzo gol ma le conclusioni di Scappini, Carlini (palo) e Vanin sono poco fortunate e ci si deve accontentare del due a zero.

Share/Bookmark

DISCLAIMER - Penisola Sport è un blog d’informazione senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento. La testata ambisce ad essere una piena espressione dell'art. 21 della costituzione italiana. Pur essendo normalmente aggiornato più volte quotidianamente, non ha una periodicità predefinita e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'autore si riserva, tuttavia, la facoltà di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contrario al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.