Andrea Rolla ancora piazzato

sabato 17 dicembre 2011 0 commenti


Dopo il settimo posto conquistato ieri nei 100 lasciandosi alle spalle il campione olimpico Ian Thorpe, oggi Andrea Rolla ha ottenuto altri due piazzamenti.
In mattinata ha partecipato alla 4x100 mista con il suo club (Team Lombardia) nuotando la sua frazione lanciata in 49.29 concludendo al quarto posto.
Al pomeriggio è sceso nuovamente in vasca nella sua gara preferita quella dei 50 stile libero partecipando alla prima serie con tutti i migliori del lotto classificandosi al sesto posto assoluto.
La gara è stata vinta del napoletano Lucio Spadaro (22.20) davanti a Luca Dotto (22.37). Terzo George Bovell (22.44), quarto Marco Orsi (22.46) quinto Federico Bocchia (22.48) e sesto Andrea Rolla (22.53). Come si vede tra il tempo di Andrea e quello del secondo arrivato ci sono solo 16 centesimi di differenza, vale a dire circa 30 centimetri.
La corsa al posto in staffetta alle Olimpiadi di Londra è già cominciata.

Share/Bookmark

Il primo Sorrento di Ruotolo


Chi si aspettava una rivoluzione molto probabilmente rimarrà deluso. Il primo Sorrento di Ruotolo somiglierà infatti all’ultimo di Sarri. Assenti Croce e Tognozzi, l’unica differenza rispetto alla formazione che è stata bastonata dalla Pro Vercelli dovrebbe essere quella dell’ingresso del recuperato Bondi al posto di Corsetti per il resto rivedremo in campo gli stessi uomini.
Sicuramente però lo spirito sarà diverso. Ruotolo nei quattro giorni che ha avuto a disposizione ha lavorato molto sulla testa cercando di restituire al gruppo la sicurezza smarrita.
Di cambiare schemi o interpreti per il momento non se ne parla, sono mancati sia il tempo che gli uomini per poterlo fare. Di questo se ne riparlerà durante la pausa. Il vero Sorrento di Ruotolo lo vedremo solo alla ripresa per adesso accontentiamoci di questo sperando che basti.
La formazione che scenderà in campo dovrebbe quindi essere la seguente (4-2-3-1): Rossi; Vanin, Romeo, Di Nunzio, Sabato; Camillucci, Armellino; Bondi, Carlini, Basso; Ginestra.
In panca: Chiodini, Terra, Bonomi, Niang, Corsetti, Scappini e Galabinov.

Share/Bookmark

Pagliari recupera Perna


Il forte vento che soffiava sul campo sportivo di San Piero a Grado ha costretto Dino Pagliari ad interrompere  per una mezz'oretta l'ultimo allenamento del Pisa prima della partenza per Sorrento dove domani i nerazzurri, affronteranno la formazione rossonera guidata da Gennaro Ruotolo.
Ancora assenti Ilari, Scampini, Raimondi e Carparelli, il tecnico Pagliari dovrà risolvere alcuni problemi in difesa dove  mancherà l’esterno sinistro Benedetti squalificato per la cui sostituzione sono in ballottaggio Ton e Benvenga con il primo leggermente favorito sul secondo.
In forse anche il centrale Nicola Bizzotto, alle prese con un affaticamento muscolare. Se non dovesse farcela a recuperare, il suo posto accanto a Fabio Buscaroli potrebbe essere preso da Sodano o da Lanzolla.
A centrocampo e in attacco dovrebbero essere riproposti gli stessi uomini scesi in campo domenica scorsa nel match con il Monza compreso l’attaccante napoletano Raffaele Perna che ha recuperato dall'attacco influenzale che l'aveva colpito domenica.
Questa la probabile formazione (4-4-2): Pugliesi; Audel, Buscaroli, Bizzotto, Ton; Nicastro, Tremolada, Obodo, Favasuli; Perna, Perez. A disposizone: Sepe, Benvenga, Berardocco, Gatto, Lanzolla, Sodano e Strizzolo.

Share/Bookmark

Agli assoluti d’inverno Rolla settimo nei 100


Settimo posto nei 100 stile libero per il carottese Andrea Rolla agli assoluti invernali open di nuoto in programma ieri ed oggi a Riccione. Andrea ha gareggiato nella prima serie (quella in cui erano presenti tutti i migliori) facendo registrare fermando il cronometro sul 50.05.   
Doveva essere il giorno di Ian Thorpe. Il 29enne australiano, cinque volte campione olimpico e undici volte campione mondiale, che a Riccione è tornato a gareggiare in vasca da 50 metri dopo cinque anni dal suo ritiro. Ha nuotato i 100 stile libero nella prima serie, la stessa di Rolla, in terza corsia, tra i due azzurri Michele Santucci in seconda e Filippo Magnini in quarta. L'australiano, che era iscritto con 49”30, ha chiuso al sedicesimo posto in 50”84. “Ho sbagliato tutto il possibile – ha ammesso sportivamente – il crono è comunque in linea con quanto mi aspettavo. Mi manca il passo gara che solo col tempo riacquisirò. Ho nuotato vicino a un grande campione e sono molto contento dell'accoglienza che mi hanno riservato l'organizzazione e la città di Riccione”.
È stata, inevece, la gara di Luca Dotto (Forestale/Larus Nuoto) che ha vinto in 48”78. Secondo Magnini in 48”82. “Non sono ancora spavaldo – dice il vicecampione dei 50 – nonostante in allenamento abbia curato prevalentemente la preparazione atletica e il fondo, ho ottenuto buone indicazioni per il lavoro futuro. Credo che sul podio ai Giochi di Londra non si potrà salire con un tempo inferiore al 47”80. I prossimi obiettivi sono il minimo sui 100 di 48”30 e agli Europei il podio individuale con un tempo più basso”.
Soddisfatto anche il due volte campione del mondo Filippo Magnini: “Sono contento perché in dieci giorni ho tirato fuori una medaglie di testa e grinta agli Europei di Stettino e stamattina il 47 e mezzo lanciato in staffetta. Mi aspettavo un tempo più basso. Nuoto sempre per vincere, ma la preparazione sui 200 in corta mi ha condizionato. Questa era una tappa di passaggio. Sono fiducioso in vista di Europei e Olimpiadi”.
Oggi pomeriggio sono in programma le serie dei 50 stile libero.

Share/Bookmark

Sorrento-Pisa in diretta TV


L’incontro della diciassettesima giornata del girone A della Prima Divisione tra Sorrento e Pisa in programma domani pomeriggio (inizio ore 14.30) allo Stadio Italia sarà trasmesso in diretta TV dall’emittente televisiva toscana 50Canale.
La partita sarà visibile anche tramite il sito web dell’emittente http://www.50canale.tv/ (occorre registrarsi).

Share/Bookmark

Pronte le nuove divise sociali del Sorrento


Lunedì mattina saranno a Sorrento le nuove divise sociali del Sorrento Calcio firmate da due nomi prestigiosi dell'abbigliamento nazionale, Isaia e Piazza Italia.

Con l'inizio del nuovo anno "nuovo look" per i calciatori e per tutto lo staff della società rossonera. "Desidero ringraziare a nome del Presidente Mario Gambardella e mio personale la famiglia Isaia e la famiglia Bernardo di Piazza Italia per avermi onorato, prima della loro amicizia, poi del loro impegno economico partecipando alla sponsorizzazione che darà la giusta immagine alla società ed alla città di Sorrento.", afferma il Vice Presidente delegato alla Comunicazione & Marketing  dott. Gaetano Mastellone.
Isaia ha fornito l'abito, le camice e le cravatte mentre Piazza Italia ha fornito il cappotto e le scarpe. "Volevo fare un bel regalo di Natale alla società ed alla squadra e così è stato. - continua Mastellone - Con il nuovo anno i nostri magnifici atleti e tutto lo staff saranno ancor di più al centro dell'attenzione".

Share/Bookmark

Il Pisa di Pagliari non teme il Sorrento


“Siamo compatti, faremo una grande gara”

Domani pomeriggio sarà il Pisa a testare il “nuovo” Sorrento di Gennaro Ruotolo nell’ultima partita del girone di andata del girone A della Prima Divisione, che chiude anche l’anno solare.
È sempre dura affrontare una squadra che cambia allenatore, e lo sa il tecnico toscano Dino Pagliari (fratello dell’allenatore del Foligno), che però chiede una degna chiusura del girone di andata ai suoi, per girare a ridosso della zona playoff. “Tutte le squadre che cambiano allenatore hanno un aspetto motivazionale più alto, e noi troviamo anche una squadra costruita per lottare per le posizioni di vertice, ma il Sorrento si troverà di fronte un gruppo con tanta energia che sta facendo ottimi risultati con una compattezza al momento a loro sconosciuta – spiega l’esperto tecnico pisano – Credo che questa squadra se la possa giocare con tutti e non dobbiamo di avere nessun tipo di preoccupazione o paura. Abbiamo un po’ di gente acciaccata, ma sono comunque sicuro che verremo a fare una grande prestazione”.

Share/Bookmark

Il Taranto scavalca la Ternana

venerdì 16 dicembre 2011 0 commenti


Taranto-Avellino 2-0

Taranto (3-4-3) Bremec; Sosa, Di Bari, Prosperi; Antonazzo (1′  s.t. Garufo), Di Deo, Sciaudone, Rizzi; Rantier, Guazzo (38′ s.t. Girardi), De Gasperi (15′ s.t. Pensalfini). A disp.  Maraglino, Cutrupi,  Colombini, Russo.  All. Dionigi
Avellino (4-3-3) Fumagalli; Zammuto, Cardinale, Puleo, Ricci (24′ Zappacosta); D’Angelo, Malaccari (38′ s.t. Thiam), Millesi; Lasagna (18′ s.t. Falzerano), Zigoni, De Angelis. A disp. Fortunato, Labriola, Citro, Herrera. All. Bucaro.
Arbitro Peretti di Verona.
Marcatore p.t. 6′ Sciaudone; s.t. 23′ Di Deo
Ammoniti: Rantier, Malaccari, Bremec, Ricci, Puleo, De Angelis.

Termina con la vittoria per 2-0 del Taranto la sfida dello Iacovone contro l'Avellino. I pugliesi rifilano una rete per tempo: apre le marcature dopo sei minuti Sciaduone. Nella ripresa, dopo il forcing degli irpini, al 68' arriva il sigillo di Di Deo che chiude i conti.
Ionici, per ora, in vetta alla classifica del girone A di Prima Divisione, a quota 36 punti.

Share/Bookmark

È rottura tra il Livorno e Paulinho


Nella formazione del Livorno che questa sera è sceso in campo al Picchi per affrontare il Brescia nell’anticipo della ventesima giornata del campionato di serie B spicca l’assenza del brasiliano Paulinho. L’ex bomber del Sorrento non è nemmeno in panchina. Ufficialmente, l’assenza di Paulinho è dovuta a delle noie muscolari agli adduttori.
Da fonti vicine al brasiliano trapela tutta un'altra versione. Paulinho sarebbe ancora scosso dopo l’aggressione subita dagli ultras amaranto al termine dell’allenamento di martedì scorso e avrebbe rifiutato di scendere in campo chiedendo a Spinelli di lasciarlo andar via da Livorno al più presto.
D’altra parte prendono sempre più quota le voci di un possibile ritorno a Livorno di Cristiano Lucarelli che dopo l’arrivo di Pandev al Napoli ha visto ulteriormente restringersi le possibilità di scendere in campo.
I tifosi da parte loro non hanno mai amato Paulinho e sarebbero felicissimi di lasciarlo partire se al suo posto arrivasse Lucarelli da sempre nei loro cuori.
Discorso opposto per i tifosi del Sorrento che farebbero carte false pur di riprendersi il loro bomber. La notizia che Paulinho aveva chiesto a Spinelli di cederlo ha già scatenato le fantasie dei supporters rossoneri che hanno inondato i social network di richieste rivolte di poter riavere il brasiliano rivolte al presidente Gambardella e all’armatore Aponte. 

Share/Bookmark

Boom di iscritti per la Maratona Coast to Coast


La Maratona Coast to Coast, organizzata dalla Napoli Nord Marathon di Antonio Esposito, si conferma la gara ‘lunga’ con più iscritti in Campania. La terza edizione si correrà domenica 18 dicembre con partenza da Piazza Tasso a Sorrento e arrivo sul lungomare di Maiori dopo aver attraversato parte della costiera Sorrentina e la splendida Costiera Amalfitana con i suoi scenari mozzafiato.
Saranno oltre 700 i podisti al via posizionato sotto il magnifico albero di Natale che fa bella mostra di sé davanti al celebre Bar Fauno. La gara ha dei connotati tecnici molto particolari con un avvio in salita poi una pendenza favorevole in Costiera Amalfitana con continui saliscendi. 
Atteso al via in campo maschile il Campione del Mondo della 100 km Giorgio Calcaterra (nella foto a lato) che è stato anche il vincitore della prima edizione della Coast to Coast. Oltre a Calcaterra figurano tra gli iscritti Marco D’Innocenti, secondo nel 2009 e gli atleti sorrentini Andrea Maresca, campione italiano Maratona di Roma nel 2009, Alfredo Norvello, medaglia d’argento ai Mondiali Master di Maratona nel 2011 a Sacramento (California). Tra gli altri atleti campani in gara, da segnalare la presenza di Ivano Felaco, recentemente decimo classificato alla Maratona di Venezia.
Tra le donne la vincitrice dello scorso anno Monica Carlin tenterà di bissare il successo, dovrà vedersela con Monica Casiraghi e Maria Grazia Villella: sono tutte specialiste delle lunghissime distanze e fanno parte della Nazionale Italiana della 100 chilometri.
Il programma della manifestazione prenderà il via sabato pomeriggio alle 17.30 nella sala consiliare del Comune di Sorrento, con il tradizionale convegno che precede la gara. Il tema di questa terza edizione sarà ‘Sport Cuore e Salute. Postura, Alimentazione e Mente’. In programma le relazioni dei medici-atleti Giovanni Acampora, specialista in pediatria, esperto di medicina naturale, omeopata e osteopata, e Ciro Mauro, specialista in cardiologia e medicina dello sport.
Tra i relatori il presidente della Fidal Campania Prof. Sandro Del Naia e il giornalista Marco Cascone, speaker ufficiale. Durante il convegno verranno presentati gli atleti Top. Previsto un intervento di Giorgio Calcaterra. Modererà i lavori il giornalista di Telecaprisport Francesco Pezzella.

Share/Bookmark

La cura Ruotolo da i primi frutti


Gennaro Ruotolo continua a marce forzate l’opera di rivitalizzazione del Sorrento. Il neo tecnico rossonero non è rimasto molto soddisfatto dell’amichevole di ieri con il Sant’Agnello (promozione) e per la giornata odierna ha fatto allenare la squadra sia al mattino che al pomeriggio lavorando prevalentemente sulla tattica e dispensando consigli a valanga. L’obiettivo è quello di inculcare nel più breve tempo possibile la propria mentalità di combattente alla squadra in modo da offrire una convincente prestazione con il Pisa che restituirebbe serenità all’ambiente e permetterebbe di trascorrere le feste natalizie con meno assili per la testa.
Parecchia attenzione è stata dedicata ai calci piazzati e alle ripartenze. A tutti è stata chiesta maggiore rapidità, maggiore attenzione, più decisione negli interventi. Continui i richiami per chi non seguiva alla lettera le disposizioni ricevute.
Lo schema di partenza è ancora il 4-2-3-1 ereditato da Sarri, ma ai giocatori viene chiesto di mettere da parte il fioretto e sfoderare la scimitarra. Per dirla alla Auriemma, Ruotolo vuole trasformare il Sorrento in un branco di cannibali affamati che non devono sentirsi sazi in nessuna occasioni.
Dopo lo smacco di Vercelli, la squadra deve fare definitivamente pace con i propri sostenitori, e l’unica possibilità per farlo è quello di restituire il 4-0 a qualcuno quanto prima possibile. Proviamo a farlo con il Pisa e togliamoci il pensiero.
Per il momento la cura di Gennarino è riuscita a riportare in campo Tognozzi, il giocatore che sarà maggiormente sotto esame da qui all’apertura del mercato. Il centrocampista fiorentino, reduce dalla frattura all’ulna del braccio destro, deve dimostrare al più presto di poter essere utile alla causa di questa squadra. Finora la sua mancanza è quella che maggiormente si è sentita e se non si riuscirà a recuperarlo bisognerà guardarsi in torno per trovare un valido sostituto.
Ieri alcuni siti hanno scritto che il Sorrento è interessato ad acquisire le prestazioni del livornese Schiattarella. Tutto è possibile, ma trattandosi di un esterno e visto che in rosa in quel ruolo ci sono già Bondi, Croce, Basso e Corsetti, crediamo che il suo arrivo sarebbe possibile solo dopo la partenza di qualcuno di questi.

Share/Bookmark

Taranto-Sorrento si gioca di lunedì


L’incontro della ventunesima giornata (quarta di ritorno) del girone A della Prima Divisione tra Taranto e Sorrento è stato posticipato a lunedì 30 gennaio 2012 con inizio alle ore 20.45 e sarà trasmesso in diretta TV da Raisport Uno.
Lo ha reso noto la Lega Pro con il comunicato odierno in cui sono elencati tutti i posticipi del lunedì fino al 27 febbraio 2012.
Per il girone A si giocheranno di lunedì anche Foggia - Pisa (terza di ritorno lunedì 23 gennaio 2012 - Stadio Comunale “P. Zaccheria”, Foggia ore 20,45) e Benevento - Ternana (sesta di ritorno, lunedì 13 Febbraio 2012 - Stadio Comunale “Ciro Vigorito” , Benevento ore 20,45).

Share/Bookmark

Il Benevento espugna Monza e si avvicina alla zona playoff


MONZA-BENEVENTO 1-2

Monza (5-2-3): Castelli, Anghileri, Uggè, Cattaneo, Boscaro (86' Nappello), Bugno, Palumbo (73' Rosseti), Valagussa, Iacopino, Colacone, Ferrario (80' Cusaro). A disp.: Marcandalli, Campinoti, Senou, Torregrossa. All. Motta.
Benevento (4-2-3-1): Mancinelli, D’Anna, Rinaldi, Signorini, Frascatore, La Camera (77' Kanoute), Rajcic (73' Grauso), Cia, Vacca, Pintori (73' Sy), Altinier. A disp.: Corradino, Candrina, Fogolari Wagner, Montini. All. Imbriani-Martinez.
Arbitro: Dei Giudici di Latina. Assitenti (Orsini-Carovigno)
Marcatori: 52' Valagussa (M), 80' Vacca su rigore (B), 84' autorete di Valagussa (M)
Ammoniti: D'Anna e Rajcic (B), Boscaro e Cusaro (M). Espulso Cattaneo (M) al 79' per doppia ammonizione

L'anticipo, il primo della giornata odierna, della diciassettesima giornata di andata del girone A di Prima Divisione, tra il Monza padrone di casa ed il Benevento si conclude col successo ospite per 1-2. Succede tutto nel secondo tempo, dopo una prima frazione altalenante nelle (poche) emozioni, quindi in sostanza un po' soporifera. Apre e chiude Valagusso. La prima volta nella porta avversaria ed illude il suo Monza, la seconda  nella sua, di porta. Aggiugiamoci il rigore trasformato da Vacca per un atterramento di Cia e la conseguente espulsione per il doppio cartellino giallo di Cattaneo e per i giallorossi al terzo successo consecutivo la zona playoff è sempre più vicina

Questa la classifica aggiornata: Ternana 34, Taranto 33 (-1), Pro Vercelli 29, Como 27 (-1), Carpi 26, Pisa 25, Sorrento 25 (-2), Avellino 25, Lumezzane 24, Tritium 23, Benevento 22 (-6), Foggia 18 (-1), Reggiana 16 (-2), Monza 13, Viareggio 11 (-1), Spal 10 (-2), Pavia 9, Foligno 6 (-4)

Stasera alle 20.30 (diretta su Sportitalia) l’altro anticipo tra Taranto e Avellino. Arbitrerà il signor Giorgio Peretti di Verona

Share/Bookmark

Questo il curriculum di Ruotolo

giovedì 15 dicembre 2011 0 commenti


Subito dopo la venuta a Sorrento di Gennaro Ruotolo siamo andati a spulciare negli archivi per informarci sul suo curriculum da allenatore ed ecco cosa abbiamo trovato.
Il tecnico di Santa Maria a Vico ha esordito su una panchina di un campionato professionistico a maggio del 2009 quando il presidente del Livorno esonerò Leo Acori alla vigilia dell’ultima giornata di campionato e affidò la panchina a Ruotolo che fino a quel momento era il secondo di Acori. Ruotolo andò a vincere ad Ascoli (2-3) e poi si aggiudico anche i playoff superando prima il Grosseto e poi il Brescia portando i labronici in serie A. Il bilancio di questa prima breve (e vittoriosa) avventura è di 3 successi, 1 pareggio ed 1 sconfitta.
Nel campionato seguente rimase sulla panchina del Livorno per le prime otto giornate collezionando 3 pareggi e 5 sconfitte e poi fu sostituito da Serse Cosmi. Dopo la trentaduesima ci fu la staffetta a parti invertite, e nelle ultime sei partite del torneo, il Livorno con Ruotolo in panchina ottenne 5 sconfitte ed una vittoria.
La terza esperienza lo scorso campionato sulla panchina del Savona in Seconda Divisione durò solo nove giornate nelle quali la squadra ligure ottenne 4 vittorie, 4 pareggi ed una sola sconfitta, quella ch costò l’esonero a Rotolo sul campo della Pro Vercelli la stessa squadra che battendo il Sorrento di Sarri per 4-0 gli ha restituito la possibilità di allenare una squadra professionistica.
In totale sono solo 28 incontri, meno di quelli che si giocano in una stagione intera. Troppo pochi per poter esprimere un giudizio. A difesa di Ruotolo bisogna tener conto che il Livorno della stagione 2009/10 aveva un organico non all’altezza per poter competere in serie A, anche se la sua media punti è di 0.43 mentre quella di  Cosmi 0.96.
Negli altri due spezzoni la media punti è stata: 2.00 nel torneo di B alla guida del Livorno e 1.78 con il Savona nella parte iniziale della scorsa stagione.

Di seguito tutti i risultati conseguiti da Ruotolo come allenatore

Stagione 2008/09: Livorno (serie B) 
Ascoli
-
Livorno
2 - 3
Grosseto
-
Livorno
2 - 0
Livorno
-
Grosseto
4 - 1
Brescia
-
Livorno
2 - 2
Livorno
-
Brescia
3 - 0

Stagione 2009/10: Livorno (serie A)
Livorno
-
Cagliari
0 - 0
Napoli
-
Livorno
3 - 1
Livorno
-
Milan
0 - 0
Juventus
-
Livorno
2 - 0
Bologna
-
Livorno
2 - 0
Livorno
-
Fiorentina
0 - 1
Siena
-
Livorno
0 - 0
Livorno
-
Palermo
1 - 2
Livorno
-
Udinese
0 - 2
Chievo
-
Livorno
2 - 0
Livorno
-
Catania
3 - 1
Sampdoria
-
Livorno
2 - 0
Livorno
-
Lazio
1 - 2
Parma
-
Livorno
4 - 1

Stagione 2010/11: Savona (Seconda Divisione girone A)
Savona
-
Sanremese
2 - 1
Sacilese
-
Savona
2 - 2
Savona
-
Pro Patria
2 - 0
Rodengosaiano
-
Savona
0 - 1
Savona
-
Tritium
1 - 0
Sambonifaciese
-
Savona
1 - 1
Savona
-
Valenzana
0 - 0
Renate
-
Savona
3 - 3
Pro Vercelli
-
Savona
1 - 0

Share/Bookmark

Paulinho aggredito dagli ultras, vuole lasciare il Livorno


In casa Livorno regna il caos. Nessuno dei tifosi di fede amaranto si sarebbe aspettato una stagione così tribolata. La squadra sul campo sta prendendo una brutta piega, con le ultime 4 sconfitte consecutive, i nervi dei giocatori sembrano a fior di pelle viste le quattro espulsioni nelle ultime tre gare.
Adesso, secondo quanto riporta il quotidiano ‘La Gazzetta Dello Sport’, ci sarebbe stata la dura contestazione da parte di un gruppetto di ultrà composto da 7-8 persone, che martedì sera, al termine dell’allenamento, avrebbe fatto irruzione nello spogliatoio amaranto. Qua sarebbero volate parole grosse e qualche schiaffone e i più presi di mira sarebbero stati Paulinho, Schiattarella e in parte Lambrughi. 
Dagli ambienti toscani si tende a smentire l’episodio, ma lo stesso Paulinho tramite il suo procuratore avrebbe manifestato la sua voglia di essere ceduto nel mercato di gennaio.
La notizia ha destato molta curiosità trai tifosi del Sorrento che sognano di poter riabbracciare il bomber brasiliano. Fino a pochi giorni fa le possibilità di poter rivedere Paulinho a Sorrento in veste di calciatore erano vicine allo zero, ma ora che sulla panchina si è seduto Gennaro Ruotolo, pupillo di Spinelli (presidente del Livorno) e artefice del primo approdo a Sorrento di Paulinho, i tifosi rossoneri cominciano a fantasticare e sognare che l'impossibile si avveri.

Share/Bookmark

Nove reti al Sant’Agnello


Test infrasettimanale per il Sorrento che quest’oggi ha affrontato in amichevole il Sant’Agnello di mister Guarracino superandolo per nove reti a zero.
Gennaro Ruotolo appena arrivato a Sorrento ha chiesto subito di poter organizzare questa partita da cui ha potuto trarre preziosi indicazioni in vista dell’incontro di domenica prossima con il Pisa. Il mister rossonero ha mandato in campo la stessa formazione schierata da Sarri a Vercelli, identico anche il modulo di gioco (4-2-3-1): Rossi; Vanin, Di Nunzio, Romeo, Sabato; Camillucci, Armellino; Corsetti, Carlini, Basso; Ginestra. Dopo i primi quarantacinque minuti di gioco spazio alle seconde linee che sono scese in campo nella seguente formazione: Chiodini; Breglia, Terra, Nocentini, Bonomi; Tognozzi, Niang; Bondi, Scappini, Greco; Galabinov.
Nove le reti messe a segno dai rossoneri, sette nella prima frazione e due nella seconda. Al 5’ ha aperto le marcature Claudio Corsetti con un colpo di testa in tuffo su cross di Basso dalla sinistra. Poco più di sessanta secondi dopo è arrivata la seconda rete realizzata da Ciro Ginestra con una mezza girata dall’altezza del dischetto del rigore su lancio di Camillucci dal cerchio del centrocampo. Lo stesso Ginestra al 15’ ha realizzato la terza rete approfittando di una respinta corta del portiere ospite su tiro dal limite di Carlini.
Al 28’ è arrivato il turno di Carlini, che è andato a segno con un tiro piazzato dopo essersi incuneato al centro della difesa santannellese. Di Carlini anche la quinta e la sesta rete. La prima su un assist di Corsetti, la seconda deviando in rete un colpo di testa di Basso su angolo dello stesso Corsetti. La settima rete è stata realizzata da Ginestra trasformando un calcio di rigore concesso per atterramento di Basso.
Nel secondo tempo i rossoneri sono andati in rete altre due volte. Al 18’ con un colpo di testa di Niang su cross dalla bandierina di Bondi. Al 41’ con Galabinov su assist di Greco.

Share/Bookmark

Tessera del tifoso illegittima, ma l’Osservatorio dice NO


Accolto dal Consiglio di Stato il ricorso di Codacons e Federsupporter Bocciato l'obbligo del collegamento con carte di credito. L’Osservatorio ne conferma l’obbligatorietà per poter andare in trasferta. Ora tocca al TAR del Lazio la decisione definitiva

«La tessera del tifoso è illegittima» Con queste parole il Consiglio di Stato ha dichiarato potenzialmente illegittime le modalità di rilascio della tessera del tifoso, strumento di fidelizzazione del tifo calcistico voluto e introdotto dall'ex ministro dell'Interno Roberto Maroni per limitare la violenza negli stadi.
Nell'accogliere un ricorso presentato da Codacons e Federsupporter, i giudici di Palazzo Spada hanno riconosciuto le ragioni dei consumatori: «L'abbinamento inscindibile tra il rilascio della tessera e la sottoscrizione di un contratto con un partner bancario per il rilascio di una carta di credito prepagata – si legge nell'ordinanza – potrebbe condizionare indebitamente la libertà di scelta del tifoso-utente».
La posizione espressa dal Consiglio di Stato è chiara: nessun giudizio sulla tessera in quanto strumento di fidelizzazione, ma costringere il tifoso «a compiere un'operazione commerciale (sottoscrizione della carta prepagata)» per poter seguire la propria squadra del cuore in trasferta acquistando i biglietti del settore ospiti può rappresentare «una pratica commerciale scorretta». Per questo la controversia deve essere rimessa nelle mani del TAR (che aveva in precedenza respinto il ricorso) per essere «approfondita e definita nel merito».
Per ora, del resto, la tessera resterà in vigore. «Abbiamo grande rispetto per tutte le sentenze - ha osservato il ministro Cancellieri - leggeremo con attenzione la decisione del Consiglio di Stato e poi vedremo come comportarci». «La pronuncia – ha assicurato l'Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive – non influisce in alcun modo sulla legittimità delle carte in circolazione, ancora oggi necessarie per seguire la propria squadra in trasferta».
Anche l'ex ministro dell'Interno Maroni si è subito schierato a difesa della tessera: «Al di là degli aspetti commerciali - ha dichiarato l'esponente della Lega Nord - gestiti direttamente dalle società di calcio, la carta del tifoso si è rivelata uno strumento efficace contro la violenza negli stadi. Per questo mi auguro che il nuovo governo ne confermi la valenza». Più cauta la posizione di Giancarlo Abete: «Dobbiamo approfondire i contenuti della sentenza del Consiglio di Stato - ha spiegato il presidente della Federcalcio a margine del tavolo della pace convocato al Foro Italico - e capire se l'illegittimità è collegata ad aspetti specifici. La tessera serve comunque per garantire sicurezza e tutelare la fruibilità dello stadio».

Share/Bookmark

Sorrento, oggi amichevole con il Sant’Agnello


Come anticipato ieri sera durante la presentazione agli organi di informazione di Gennaro Ruotolo questo pomeriggio alle 14.30 al Campo Italia, il Sorrento sosterrà un incontro amichevole con la FC Sant’Agnello di mister Guarracino attualmente impegnata nel campionato di Promozione.
L’incontro a cui i tifosi potranno assistere gratuitamente permetterà al neo mister rossonero di conoscere meglio i propri uomini e di provare gli schemi in vista della partita con il Pisa.
Con l’approdo in costiera di Ruotolo riprende quindi la consuetudine dei test infrasettimanali contro formazioni dilettantistiche già ampiamente sperimentato da Simonelli nella passata stagione ma accantonato da Sarri. 

Share/Bookmark

Sorrento-Pisa a Marco Bellotti di Verona


L’incontro della diciassettesima giornata del campionato di Prima Divisione girone A tra Sorrento e Pisa in programma al Campo Italia di Sorrento domenica 18 dicembre 2011 con inizio alle ore 14.30 sarà diretto dal signor Marco Bellotti della sezione di Verona. Gli assistenti saranno Nicola Favia di Bari e Vittorio Emanuele Saia di Palermo.
Marco Bellotti è nato a Verona il 6 marzo 1984 ed è alla seconda stagione in Can Pro dove ha esordito il 5 settembre 2010, arbitrando l’incontro della seconda giornata del girone C della seconda divisione tra Trapani e Melfi (1-0). Quaranta giorni dopo l’esordio in Prima in Como-Sudtirol (0-0). Alla fine della prima stagione le partite dirette furono 17.
Quest’anno ha già diretto 8 incontri, 3 di Prima Divisione (Lumezzane-Ternana 0-0, Viareggio-Como 1-2, Foligno-Tritium 0-1) e 5 di Seconda (Santarcangelo-Alessandria 0-1, Valenzana-Santarcangelo 2-4, Paganese-Neapolis 1-1, Penate-Vitus Entella 0-1, Campobasso-Vigor Lamezia 0-1).
In totale, finora, ha diretto 25 incontri in Lega Pro, 8 in Prima Divisione e 17 in Seconda. Guardando l’esito delle gare da lui dirette balza subito all’occhio l’anomala prevalenza di vittorie delle viaggianti. Le sue direzioni hanno fatto registrare infatti 9 vittorie delle ospitanti (36%), 6 pareggi (24%) e 10 vittorie delle viaggianti (40%). Relativamente alto rispetto alla media anche il numero dei rigori decretati 11 (0.44 a partita). e degli espulsi 14 (0.56 a partita).
L’arbitro veneto non ha mai diretto i rossoneri. Un precedente con i toscani: Juve Stabia-Pisa del 6 febbraio 2011 (2-0).

Di seguito le altre designazioni arbitrali della diciassettesima giornata di campionato del girone A.

Monza - Benevento: Vincenzo Soricaro di Barletta (Corsini-Carovigno)  Ven 14:30
Taranto - Avellino: Giorgio Peretti di Verona (Grispigni-Atta Alla)  Ven 20:30
Carpi - Pro Vercelli 1892: Eugenio Abbattista di Molfetta (Mondi-Toffanin)
Lumezzane - Reggiana: Stefano Giovani di Grosseto (Corso-VieIIo)
Pavia - Foggia: Edoardo Paolini di Ascoli Piceno (Messina-Manzo)
Spal - Foligno: Pasquale De Meo di Foggia (Miceli-Della Dora)
Ternana - Como: Gianluca Aureliano di Bologna (Fazio-Oliveri)
Viareggio - Tritium: Mirko Oliveri di Palermo (Zuccaro-Guarino)  Lun 20:45

Share/Bookmark

Ruotolo si presenta


E venne il giorno di Ruotolo. Poche ore dopo aver firmato il contratto che lo legherà al Sorrento fino al termine del campionato Gennaro Ruotolo è arrivato al campo Italia accompagnato dal direttore generale Diodato Scala che conosce da più di ventanni e dopo essersi presentato alla squadra e allo staff tecnico è sceso in campo per il primo allenamento sotto gli occhi di un nutrito gruppo di tifosi che ha sfidato la pioggia per dargli il benvenuto.
La prima impressione che si è potuto cogliere dalla tribuna è quella di uno che allena con la stessa grinta che aveva quando giocava. Impressione che è stata puntualmente confermata anche nella presentazione alla stampa.
Ruotolo ha subito fatto capire di credere molto nel compito che gli è stato affidato da Gambardella: “Sono caricato a mille. Darò l’anima per il Sorrento facendo il possibile per vincere e voglio che facciano lo stesso anche i giocatori. Andrà in campo chi si impegnerà”. Volendo fare un paragone almeno caratterialmente Ruotolo somiglia ad Antonio Conte il tecnico della Juventus. Qualcuno nutre dei dubbi sulla sua preparazione. Sicuramente non sarà un maniaco delle statistiche come Sarri e non avrà la stessa conoscenza delle squadre avversarie ma se riuscirà a trasmettere la sua grinta alla squadra ne vedremo delle belle.
Da quel che si è visto durante l’allenamento, almeno inizialmente Ruotolo dovrebbe ripartire dal 4-2-3-1 lo stesso modulo fin qui applicato da Sarri, ma come ha detto in conferenza stampa successivamente potrebbero esserci delle modifiche ma prima dovrà conoscere meglio i giocatori ed eventualmente intervenire sul mercato anche se ha detto che “i moduli non sono importanti conta più scendere in campo con lo spirito giusto”.
Prima delle foto di rito Diodato Scala ha voluto informare tutti della telefonata ricevuta da Jarbas Faustinho Canè l’allenatore del Sorrento che fece esordire Ruotolo in prima squadra che ha espresso i complimenti al suo successore.  Poi lo steso Ruotolo ha informato che domani pomeriggio alle 14.30 il Sorrento sosterrà un’amichevole con la formazione Sant’Agnello, che milita nel campionato di promozione.

Ascolta la registrazione della presentazione 

Share/Bookmark

Benvenuto Ruotolo

mercoledì 14 dicembre 2011 0 commenti


E venne il giorno di Ruotolo. Poche ore dopo aver firmato il contratto che lo legherà al Sorrento fino al termine del campionato Gennaro Ruotolo è arrivato al campo Italia accompagnato dal direttore generale Diodato Scala che conosce da più di ventanni e dopo essersi presentato alla squadra e allo staff tecnico è sceso in campo per il primo allenamento sotto gli occhi di un nutrito gruppo di tifosi che ha sfidato la pioggia per dargli il benvenuto.
La prima impressione che si è potuto cogliere dalla tribuna è quella di uno che allena con la stessa grinta che aveva quando giocava. Impressione che è stata puntualmente confermata anche nella presentazione alla stampa.
Ruotolo ha subito fatto capire di credere molto nel compito che gli è stato affidato da Gambardella: “Sono caricato a mille. Darò l’anima per il Sorrento facendo il possibile per vincere e voglio che facciano lo stesso anche i giocatori. Andrà in campo chi si impegnerà”. Volendo fare un paragone almeno caratterialmente Ruotolo somiglia ad Antonio Conte il tecnico della Juventus. Qualcuno nutre dei dubbi sulla sua preparazione. Sicuramente non sarà un maniaco delle statistiche come Sarri e non avrà la stessa conoscenza delle squadre avversarie ma se riuscirà a trasmettere la sua grinta alla squadra ne vedremo delle belle.
Da quel che si è visto durante l’allenamento, almeno inizialmente Ruotolo dovrebbe ripartire dal 4-2-3-1 lo stesso modulo fin qui applicato da Sarri, ma come ha detto in conferenza stampa successivamente potrebbero esserci delle modifiche ma prima dovrà conoscere meglio i giocatori ed eventualmente intervenire sul mercato anche se ha detto che “i moduli non sono importanti conta più scendere in campo con lo spirito giusto”.
Prima delle foto di rito Diodato Scala ha voluto informare tutti della telefonata ricevuta da Jarbas Faustinho Canè l’allenatore del Sorrento che fece esordire Ruotolo in prima squadra che ha espresso i complimenti al suo successore.  Poi lo steso Ruotolo ha informato che domani pomeriggio alle 14.30 il Sorrento sosterrà un’amichevole con la formazione Sant’Agnello, che milita nel campionato di promozione.

Ascolta la registrazione della presentazione 

Share/Bookmark

Fumata bianca il Sorrento a Gennaro Ruotolo


Il presidente Gambardella ha deciso il nuovo allenatore del Sorrento in sostituzione dell’esonerato Maurizio Sarri è Gennaro Ruotolo vecchia conoscenza degli sportivi rossoneri che lo hanno visto crescere da giocatore nel Sorrento di Canè lanciandolo verso il calcio che conta.
Già ieri si era diffusa la voce del possibile arrivo di Gennarino, ma il presidente ha voluto fare le cose con la dovuta e ieri sera si è incontrato anche con Salvatore Campilongo riservandosi però di prendere una decisione in mattinata dopo aver incontrato Ruotolo.
Detto fatto Ruotolo si è visto con Gambardella ed ha subito trovato l’accordo per assumere le redini del Sorrento ed oggi pomeriggio sarà al campo Italia per dirigere il primo allenamento. Il tecnico  ha sottoscritto un accordo che lo lega al sodalizio costiero fino al 30 giugno 2012. In serata alle 18.30 nella sala stampa del campo Italia, la presentazione di Ruotolo alla stampa
Il nuovo mister rossonero è nato a Santa Maria a Vico il 20 marzo 1967 ed ha come biglietto da visita la promozione in A con il Livorno nel 2008-2009 subentrando a d Acori e più di mezza stagione alla guida dei labronici in serie A nella stagione successiva quando per al cune partite fu sostituito da Serse Cosmi. Il tecnico casertano predilige il 4-4-2

Share/Bookmark

Il dubbio: Ruotolo o Campilongo


Per la panchina del Sorrento è corsa a due tra Salvatore Campilongo e Gennaro Ruotolo.
Il primo ha incontrato il presidente Mario Gambardella ieri pomeriggio a Pagani. L’ex mister di Cavese, Foggia, Avellino, Empoli e Frosinone si è detto pronto ad assumere la guida dei rossoneri ed ha rivolto molto apprezzamenti a Gambardella e alla società ed è sicuro di poter far bene con l’organico a disposizione. A suo dire mancherebbe soltanto da raggiungere l’accordo dal punto di vista economico.
Prima di concludere però il presidente Gambardella vuole vedersi anche con Gennarino Ruotolo che è arrivato a Sorrento ieri pomeriggio. L’incontro con Ruotolo è in programma nella mattinata di oggi sempre a Pagani.
Probabile che dopo questo incontro Mario Gambardella deciderà a chi affidare il timone della caravella rossonera che intanto continuerà ad allenarsi anche oggi agli ordini del preparatore atletico Raffaele La Penna. Il nome del nuovo allenatore potrebbe essere reso noto già in tarda mattinata e non è escluso che il prescelto possa essere al campo Italia per prendere contatto con la squadra già oggi pomeriggio.

Share/Bookmark

Folgore a Battipaglia successo sudato

martedì 13 dicembre 2011 0 commenti


Pallavolo Battipaglia-Folgore Massa 2-3 
(24-26, 24-26, 25-23, 25-21, 13-15) 

A quarantotto ore di distanza dall’incontro torniamo ad analizzare in maniera più approfondita il sudato successo della Folgore Massa sulla Pallavolo Battipaglia.
L’ottavo centro stagionale sporca minimamente il percorso netto fino ad oggi segnato dalla Folgore Massa. La squadra di mister Paolo Russo domenica sera ha dovuto affrontare una vera e propria battaglia sportiva sul campo della prestigiosa Pallavolo Battipaglia. I salernitani hanno fatto trovare alla Folgore una vera tana con un tifo da stadio a fare da cornice ad un match vietato ai deboli di cuore.
La Folgore scende in campo senza la “fame” delle occasioni migliori. Anniballi è nuovamente preferito ad Arpino nel ruolo di libero di ricezione. Per il resto, sestetto base in casa Folgore. Nei primi due parziali sono proprio le bocche di fuoco costiere a non incidere. Schiavone e Coppola vanno a corrente alternata, Cuccaro non incide, Armidoro è in giornata no. La somma di questi fattori porta ad un risultato bugiardo di 2 a 0 per la Folgore, conquistato sempre ai vantaggi e con fatica. Complice anche qualche grossolano errore dei padroni di casa nei momenti clou.
Nel terzo set i nodi vengono al pettine. Sul 22-22 è il Battipaglia, infatti, a piazzare la zampata e vincere il set 25-23. La capolista accusa il colpo e torna in campo irriconoscibile. Pronti via e Coppola paga ben tre errori punti, Schiavone barcolla in ricezione, Armidoro viaggia a percentuali d’attacco sotto il 50%. Il Battipaglia ne approfitta e stacca il biglietto per il tie-break.
Mister Russo mescola le carte e schiera titolari Fabio Cuccaro in regia al posto di un Esposito meno lucido e preciso del solito e Soldatini al posto di Cinque. Ma la Folgore non cambia marcia. Sembra finita sul 10-5 per i padroni di casa. Ed invece sull’incisivo turno di battuta di Coppola, il match cambia volto. La Folgore gioca da capolista e grazie ai cugini Fabio e Roberto Cuccaro (autore dell’Ace finale) chiude per 15-13 un lungo e difficile match.
Tanti applausi a fine gara e per la Folgore bicchiere mezzo pieno e mezzo vuoto. I limiti emersi a Battipaglia sono quelli di una squadra che in trasferta aveva già zoppicato sia a Nola che a Casalnuovo riuscendo, però, a trovare per tempo il bandolo della matassa. Ora in vista dell’ultimo impegno pre-natalizio, ancora in trasferta, contro l’Olimpo Napoli è fondamentale ritrovare rabbia e voglia di far propria tutta la posta in palio senza eccessivi patemi.

Ufficio Stampa Folgore Massa

Share/Bookmark

Sorrento armistizio tra squadra e tifosi


Dopo l’esonero del tecnico Maurizio Sarri e del suo secondo Francesco Calzona avvenuto in mattinata, il Sorrento, questo pomeriggio, ha ripreso la preparazione in vista del prossimo incontro con il Pisa sotto la guida del preparatore atletico Raffaele La Penna. Per l’occasione la squadra è scesa in campo al completo; erano infatti presenti anche gli infortunati Tognozzi, Croce e Bondi.
L’attesa contestazione non ci è stata. I numerosi tifosi presenti hanno assistito all’allenamento dalla tribuna nord senza disturbare l’allenamento, discorrendo tra di loro sui molti nomi circolati per la sostituzione di Sarri.
A fine allenamento e con il permesso del direttore generale Diodato Scala una delegazioni di tifosi è stata fatta entrare nella zona degli spogliatoi ed ha avuto un colloquio franco e sereno con la squadra. I tifosi hanno avanzato le proprie rimostranze e i giocatori hanno dato la propria spiegazione sul momento negativo che stanno attraversando, promettendo che faranno di tutto per riportare il Sorrento in una migliore posizione di classifica.
Al momento in cui scriviamo non si conosce ancora il nome del nuovo allenatore. I nomi più gettonati sono quelli di Gennaro Ruotolo, Mario Somma e Nello Di Costanzo. Corre voce che Eziolino Capuano si sia proposto lui stesso a Gambardella.

Share/Bookmark

Tutti pazzi per Andrea


Dopo la conquista del titolo europeo della 4x50 stile libero Andrea Rolla e tornato a Piano di Sorrento per trascorrere un paio di giorni in famiglia e per abbracciare gli amici più stretti.
Già domani raggiungerà Riccione dove nel fine settimana sono in programma i Campionati Italiani assoluti di inverno dove parteciperà alle gare dei 100 (venerdì pomeriggio) e dei 50 stile libero (sabato pomeriggio).
La prossima settimana ritornerà a Piano dove sarà festeggiato per i successi ottenuti dagli amici del Nuoto Club Penisola Sorrentina.
Intanto gli amici lo hanno accolto con uno striscione celebrativo che è stato appeso all’ingresso della piscina che lo ha visto compiere le prime bracciate.
Questo il testo dello striscione CHAMPION GRANDE ANDREA ORO EUROPEO !!!


Share/Bookmark

Arriva Ruotolo


Secondo alcune indiscrezioni potrebbe essere Gennaro Ruotolo l’allenatore che prenderà il posto di Maurizio Sarri sulla panchina rossonera. Nato a Santa Maria a Vico in provincia di Caserta il 20 marzo del 1967 Ruotolo iniziò la carriera di calciatore proprio con la maglia del Sorrento da cui fu ceduto all’Arezzo vestendo successivamente le maglie del Genoa e del Livorno collezionando anche una presenza in nazionale.
Terminata la carriera da giocatore sempre con il Sorrento nel 2008 iniziò quella da allenatore a Livorno dove gli fu affidata quasi subito la guida della prima squadra ottenendo la promozione in A attraverso i playoff. L’anno dopo purtroppo fu esonerato e sostituito da Serse Cosmi.
Lo scorso anno venne ingaggiato dal Savona, neopromosso in Lega Pro Seconda Divisione ma il 2 novembre fu esonerato per gli scarsi risultati ottenuti.

Share/Bookmark

Ufficiale, Sarri Esonerato


Le indiscrezioni di stamattina hanno trovato anche una ulteriore conferma. Il Sorrento, infatti, ha sollevato dall'incarico il tecnico Maurizio Sarri. Saluta la costiera anche il vice, Francesco Calzona. A render nota la decisione del presidente Mario Gambardella un comunicato stampa diffuso dalla società costiera. Fatale l'umiliante sconfitta subita domenica scorsa, contro la Pro Vercelli.

“Il Sorrento calcio srl comunica che è stato interrotto il rapporto tecnico con l'allenatore Maurizio Sarri ed il suo secondo Francesco Calzona. La società ringrazia mister Sarri per l’impegno ed il lavoro profuso, augurandogli le migliori fortune professionali”.

Si attendono ulteriori comunicati per conoscere il nome del successore

Share/Bookmark

Il Baiano rovina la festa al San Vito


San Vito Positano-Baiano 0-1

San Vito Positano: Palumbo, D’alesio, Gargiulo, De Luca, Santaniello, Guitto, Ricco (70’ Alfano), De Rosa, Esposito, Giordano (Chierchia), D’Auria. A disp.: Oliva, Falanga, Fusco, Cuccurullo,
Stulmo. All. Foggia.
Baiano: Graziano, Rastiello, Fernandez, Prevete, Sgambati E., Notaro, Lippiello I, (72’ Addeo), Fornaro, (75’ D’Apolito), Sgambati G., ( 80’ Lippiello II), Ferrante. All. Minichini.
Arbitro. Castiglione di Frattamaggiore
Rete: Fornaro 36’
Ammoniti: Santaniello, D’Alesio, Gargiulo, Graziano, Fernandez, Sgambati.

Sconfitta interna per il San Vito Positano. Sotto una fitta pioggia il Baiano espugna il De Sica con una rete di Fornaro al 36’, abile ad approfittare di un’indecisione della difesa positanese. Vani i tentativi di pareggiare del San Vito. 
Il San Vito ha giocato l’incontro con una maglietta che celebrava le 250 presenze di Gigi Esposito.

Share/Bookmark

Clamoroso, Sarri verso l’esonero


Secondo il sito Resport.it (Salvatore Dare) l’avventura di Maurizio Sarri sula panchina del Sorrento sarebbe prossima a concludersi, o addirittura si sarebbe già conclusa.
Il presidente Gambardella che ieri aveva accordato al tecnico toscano una fiducia a tempo, dopo una notte di ripensamenti, è tornato sui propri passi decidendo di dare una svolta radicale alla situazione.
Oggi pomeriggio al campo Italia per la ripresa degli allenamenti la seduta sarà guidata, con ogni probabilità, dal preparatore atletico Raffaele La Penna. Probabile che i tifosi, indipendentemente dalla vicenda Sarri, possano ricontestare la squadra come già successo a Vercelli.
Per la successione bisognerà attendere almeno domani mattina. In pole position c’è l’ex Cavese Salvatore Campilongo, seguono a ruota Eziolino Capuano, Fofò Ammirata, Ruotolo e la new entry, Mario Somma.  

Share/Bookmark

Sorrento tifosi sul piede di guerra


In casa rossonera si attende con trepidazione la ripresa della preparazione in vista dell’incontro di domenica prossima con il Pisa. Cosa succederà questo pomeriggio al Campo Italia quando la squadra si presenterà sul campo per riprendere ad allenarsi?
Quindici giorni fa dopo il pareggio di Foggia una trentina di giovani sostenitori contestarono aspramente la squadra e ci fu anche un breve momento di tensione. C’è il fondato timore che la situazione possa ripetersi anche questo pomeriggio. Si spera che i personaggi più in vista della curva rossonera riescano a tenere a bada i più esagitati riportandoli su posizioni meno estremiste evitando anche che possano compiere azioni di cui poi potrebbero essere chiamati a rispondere.
Visti i precedenti di due settimane fa è molto probabile la presenza delle forze dell’ordine alla ripresa degli allenamenti.

Share/Bookmark

Sarri col Pisa ultima spiaggia?

lunedì 12 dicembre 2011 0 commenti


Stamani presso gli uffici della Gambardella Cash di Pagani si è svolta una riunione a cui hanno partecipato i massimi dirigenti del Sorrento. Argomento del contendere i provvedimenti da prendere all’indomani della sconcertante sconfitta subita dai rossoneri a Vercelli.
Alla fine si è deciso di continuare con Maurizio Sarri in panchina anche se la partita che il Sorrento giocherà domenica prossima, al campo Italia contro il Pisa potrebbe rappresentare l’ultima spiaggia per l’allenatore fiorentino.
Intanto la società sta già pensando alle mosse da attuare all’apertura del mercato. Probabile che venga data via libera agli scontenti cercando di rimpiazzarli in modo da ovviare alle lacune che si sono evidenziate nel corso del girone di andata.
È sotto gli occhi di tutti che la squadra rossonera manchi di un giocatore dai piedi buoni a centrocampo. Tognozzi è venuto a mancare per problemi fisici e, ne Camillucci, ne Armellino, per quanto bravi, hanno caratteristiche tali da poterlo surrogare. L'obiettivo dei playoff è ancora alla portata dei rossoneri. Se la squadra saprà ricompattarsi e ritroverà la fiducia perduta tutto è ancora possibile.

Share/Bookmark

Gegè chiede scusa su facebook, confortato dai tifosi


Dopo la sconfitta di ieri con la Pro Vercelli, Rossi e Vanin prima di uscire dal campo hanno chiesto scusa ai tifosi per la deludente prestazione.
Una volta tornato a casa il portierone rossonero ha pensato bene di ripetere le proprie scuse anche attraverso il social network Facebook: 
quando si prendono 4 gol è colpa del portiere... chiedo scusa per la figura........solo colpa mia......

I tifosi hanno capito, ed i loro commenti sono stati tutti di approvazione per Gegè scaricandolo dall’assumersi tutte le colpe su di se e invitandolo a guardare avanti. 

Share/Bookmark

Sorrento sconfitto con quattro gol di scarto dopo 17 anni


L’ultima volta che il Sorrento aveva subito una sconfitta con quattro reti di scarto in un incontro di campionato risale ad oltre 17 anni fa, annata 1994-95, Campionato di Eccellenza Campana girone B quando il 30 ottobre 1994 (settima giornata) furono sconfitti dal Solofra per 4-0 con Enrico Vendittelli in panchina.
Questa la formazione scesa in campo: Garofalo, Criscuolo, Attardi, Russo L, Cacace, Fiodo, Esposito (16’ st Russo G), Guarracino, Punzo, Cuomo (16’ st Siano), Vitale. A disposizone: Gargiulo, Govetto C., Zedda. Allenatore: Vendittelli.
Dopo quella partita Vendittelli guidò il Sorrento per otto giornate venendo poi esonerato durante le feste natalizie. Alla ripresa la squadra fu affidata a Bruno Govetto che fino ad allora aveva svolto le funzioni di direttore sportivo.
A conti fatti il cambio di guida tecnica ebbe scarso giovamento infatti sia Vendittelli che Govetto guidarono la squadra per 15 partite collezionando entrambi 17 punti. 6 successi, 5 pareggi e 4 sconfitti per Venditelli. 5 vittorie, 7 pareggi e 2 sconfitte per Govetto.
L’unico miglioramento lo si ebbe riguardo alla differenza reti. 14 fatti e 15 subiti con Vendittelli. 20 fatti e 16 subiti con Govetto. 

Share/Bookmark

Andrea Rolla orgoglio carottese



L’Italnuoto si conferma campione d'Europa con la staffetta veloce, raccogliendo la terza medaglia di squadra dopo l'oro nella 4x50 mista maschile e il bronzo con la 4x50 stile libero femminile. E nel quartetto che conquista il titolo c’è anche il carottese Andrea Rolla, campioncino cresciuto a pane e acqua presso la piscina sita all’interno del Camping dei Pini, che chiude così la sua esperienza agli Europei in vasca corta di Stettino con un oro dopo il quinto posto nei 100 e il sesto miglior tempo nelle qualificazioni dei 50 che non gli è valso la presenza in finale solo perché due italiani (Dotto e Orsi) hanno fatto meglio di lui negandogli una finale meritatissima.
Nel giorno della rinascita di Pippo Magnini, l’Italia chiude con un bilancio confortante: 3 ori, 2 argenti e 4 bronzi, 5 record italiani, di cui 3 col costume in tessuto, e ben 36 primati personali migliorati. Numeri che danno la dimensione di come il processo di ringiovanimento, di rafforzamento delle seconde linee stia procedendo positivamente.
Proprio la cerimonia di premiazione della 4x50 stile libero ha chiuso gli euro indoor di Stettino. Sul gradino più alto del podio, a cantare l'Inno di Mameli, Luca Dotto (21"55), Marco Orsi (20"57), Federico Bocchia (21"28) e Andrea Rolla (21"42) per l'1'24"82 che vale la medaglia d'oro. Per l'Italia è il quarto podio consecutivo nella specialità dopo l'argento di Rijeka 2008, il bronzo di Istanbul 2009, l'oro di Eindhoven.
Il quartetto azzurro disputa una finale coinvolgente: apre Dotto che resta dietro al russo Fesikov per 34/100 (21"55 contro 21"21). Ricuce lo svantaggio Orsi che brucia Lagunov con una frazione da 20"57 (contro 21"14) - la più veloce tra quelle lanciate - e dà al duo Bocchia-Rolla 23/100 da gestire. Gli esordienti non risentono dell'enorme responsabilità, ma la onorano come meglio potrebbero con frazioni da 21"28 e 21"42 alimentando il vantaggio sui russi sino a 29/100. L'Italia si conferma campione d'Europa.
“Siamo i più forti”, grida un entusiasta Orsi, sul gradino più alto del podio anche con la mista, “e dobbiamo fare i complimenti soprattutto agli esordienti. Abbiamo disputato una gara spumeggiate”. “Volevamo difendere il titolo”, ammette Dotto. “Ci siamo riusciti, nonostante una Russia pericolosissima”.
Raggiante anche Andrea Rolla che torna sul gradino più alto del podio in una manifestazione di alto livello dopo i successi nelle Universiadi di Pescara. “Sapevo di avere un compito difficile, ma non potevo deludere i compagni. È stata una finale da emozioni forti”.

Se volete rivedere la gara e la cerimonia di premiazione li trovate qui 

Share/Bookmark

Folgore vincente al tie break

domenica 11 dicembre 2011 0 commenti


Ottava vittoria per la Folgore Massa su otto incontri disputati. Le furie verdi si sono imposte al quinto set nell’incontro esterno con Pallavolo Battipaglia.
Con questa vittoria la Folgore sale a quota 24 dove è raggiunta dalla Tya Marigliano che ha battuto l’ASD Pallavolo 2000 per 3-0. Il Marigliano però non ha ancora osservato il turno di riposo ed ha giocato un incontro in più della Folgore Massa.
La prossima settimana le due squadre giocheranno entrambe in trasferta. La Folgore con l’Olimpo Napoli e il Tya Marigliano con la Volleyball Aversa squadra che attualmente occupa la terza posizione con 19 punti in 8 partite.  

Share/Bookmark

Pro Vercelli-Sorrento 4-0 (Highlights)

Prima di concludere la serata ecco le immagini della disfatta del Sorrento sul campo della Pro Vercelli.
Il filmato è quello del TG  regionale del Piemonte.

Share/Bookmark

Il filmato dell’impresa di Adrea Rolla


A tempo di record ecco il filmato della finale della staffetta 4x50 stile libero ai Campionati Europei in vasca corta di nuoto di Stettino (Polonia) vinta dall’Italia in 1.24.82 (Dotto, Orsi, Bocchia, Rolla) davanti alla Russia e al Belgio.

Qui la cerimonia di premiazione

Share/Bookmark

DISCLAIMER - Penisola Sport è un blog d’informazione senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento. La testata ambisce ad essere una piena espressione dell'art. 21 della costituzione italiana. Pur essendo normalmente aggiornato più volte quotidianamente, non ha una periodicità predefinita e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'autore si riserva, tuttavia, la facoltà di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contrario al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.