Sarri nasconde il Sorrento

sabato 8 ottobre 2011 0 commenti


Il Sorrento nel primo pomeriggio ha effettuato l’allenamento di rifinitura in vista dell’incontro di domani con la Reggiana in un campo Italia che è rimasto chiuso alla vista dei curiosi. Per formulare l’undici che scenderà in campo domani dobbiamo quindi rifarci a quanto detto dall’allenatore rossonero Maurizio Sarri nella conferenza stampa di venerdì pomeriggio.
La prima novità sarà quasi sicuramente quella dell’assenza di capitan Vanin che ha saltato gli allenamenti di giovedì e venerdì per una contrattura muscolare e che secondo Sarri si sarebbe dovuto riaggregare alla squadra oggi pomeriggio. Considerato che mercoledì dovremo affrontare il Benevento e che disponiamo di un validissimo sostituto che risponde al nome di Romeo che già nella scorsa stagione con la maglia dell’Alessandria ha dimostrato di poter ricoprire il ruolo di difensore di fascia, è molto probabile che Sarri lasci a riposo il capitano. In tal caso al centro della difesa a far coppia con Di Nunzio ci potrà essere uno tra Nocentini e Terra. Andando a sensazioni il prescelto potrebbe essere Nocentini. Sulla sinistra giocherà Bonomi.
In mediana lo stesso ragionamento fatto sopra ci porta alla conclusione che a Tognozzi sarà concesso un turno di riposo per averlo fresco a Benevento mentre a fianco di Camillucci ci sarà nuovamente Armellino.
Sugli esterni potrebbe esserci il tanto atteso esordio di Simone Basso che in settimana ha abbandonato al gomito il tutore riacquistando la piena scioltezza di movimento. L’altro esterno dovrebbe essere Daniele Croce. I due attaccanti centrali di partenza dovrebbero essere ancora una volta Carlini e Ginestra.
Questa quindi la probabile formazione. Sorrento (4-2-3-1): Rossi; Romeo, Di Nunzio, Nocentini, Bonomi; Armellino, Camillucci; Basso, Carlini, Croce; Ginestra.
L’incontro 15 sarà diretto dal signor Fabrizio Pasqua della sezione di Tivoli. Gli assistenti saranno Maurizio De Troia di Termoli e Mario Mandis di Palermo.    

Share/Bookmark

Mangone vara una Reggiana spavalda


Amedeo Mangone che ritornerà a sedersi in panchina dopo aver scontato il turno di squalifica per l’incontro di domani pomeriggio con il Sorrento al campo Italia, ha intenzione di proporre una Reggiana a trazione anteriore, grazie ad un 4-3-3 che sta a significare il desiderio di fare la partita, senza subire gli avversari. Fondamentale, in questo modulo, il ruolo di Rossi che sostituirà l’infortunato Gurma. Il mister, durante la seduta, gli ha chiesto più volte di essere il “regista” offensivo, indicando coi suoi movimenti le opzioni ai due compagni che agiranno sugli esterni ovvero, Esposito e Matteini, mentre in mezzo al campo Viapiana ed Alessi faranno gli interni spalleggiati dal rientrante Calzi, che farà anche da schermo davanti alla difesa, consentendo  maggiore equilibrio a tutto il complesso. L’ex Pro Patria, infatti, avrà l’opportunità di abbassarsi tra i centrali Aya e Mei in fase difensiva, qualora ve ne fosse la necessità, mentre quando la squadra attacca riprenderà la sua posizione naturale al comando delle operazioni.
Sul versante destro del pacchetto arretrato mancherà Zini. Il capitano granata ieri pomeriggio si è sottoposto ad una ecografia di controllo che ha evidenziato una piccola distrazione al polpaccio sinistro per cui Zini non prenderà parte alla trasferta, così come il centrocampista palermitano Francesco Ardizzone alle prese con un fastidio muscolare nella zona dell'addome.
Al posto di Zini in difesa dovrebbe essere impiegato Iraci che andrà a sistemarsi sulla destra del pacchetto difensivo, mentre a sinistra agirà Sperotto. In porta confermato Silvestri.
Dopo tre turni di assenza per problemi fisici, ritorna a disposizione dell’allenatore l’esperto Salvatore Lanna. Domani però siederà in panchina con il secondo portiere Bellucci, con Siragusa, Bovi, Fedi, Redzic e il centrocampista Doumbia, classe 1993 che ricorda, per movenze e caratteristiche, il primo Vieira, presente ieri nella rifinitura. Non faranno parte della spedizione gli infortunati Bettati, Arati, Gurma e Carlini.
Probabile formazione Reggiana: Silvestri; Siragusa, Aya, Mei, Sperotto; Viapiana, Calzi, Alessi; Esposito, Rossi, Matteini.  

Share/Bookmark

Le quote di Sorrento-Reggiana


Per chi volesse provare a scommettere qualche euro sull’incontro di domani pomeriggio tra Sorrento e Reggiana ecco le quote delle  principali agenzie di scommesse:




Sorrento
vincente
pareggio
Reggiana
vincente
BetClic
1.75
3.00
4.75
Unibet
1.75
3.10
4.65
Machpoint
1.70
3.10
5.25
Betfair
1.70
3.00
4.75
Bwin
1.75
3.10
4.60
Eurobet
1.80
2.95
4.80
Snai
1.75
3.00
4.75

I rossoneri sono dati favoriti da tutte e sette le agenzie prese in considerazioni. Si va dagli 1.70 di Betfair e Bwin al 1.80 di Eurobet.
Il pareggio è quotato all’incirca a tre. Quota minima 2.95 offerta da Eurobet, massima di 3.10 offerta da Unibet, Matchpoint e Bwin.
La quota offerta per la vittoria della Reggiana va da i 4.65 di Unibet ai 4.80 di Eurobet 

Share/Bookmark

Per la Reggiana rifinitura a Iommella


(Fonte: Sportinpenisola.com) - Mentre il Sorrento prepara minuziosamente la gara contro la Reggiana sul manto erboso sintetico dello stadio Italia, la Reggiana in Emilia sta preparandosi alla gara sulla stessa superficie degli impianti nelle vicinanze di Reggio Emilia, ma la squadra di Mangone che raggiungerà la Costiera nella giornata di sabato ha deciso di svolgere la rifinitura in Penisola Sorrentina.
Non sarà né il Cerulli di Massa Lubrense, né il Massaquando di Vico Equense ad ospitare i granata per la rifinitura, ma il sintetico della struttura di via Paola Zancani.
Il FC Sant’Agnello ospiterà la società emiliana sul campo che gestiscono e dalle 18 Mei e compagni svolgeranno gli ultimi esercizi in vista del match contro i rossoneri.  Il sodalizio del presidente Negri si è reso disponibile all’ospitalità nonostante la situazione degli impianti nella cittadina santanellese non sia delle migliori con l’impianto sportivo di via dei Pini ancora oggetto di lavori.

Share/Bookmark

Sorrento-Reggiana in diretta TV su Teletricolore

venerdì 7 ottobre 2011 0 commenti


L'incontro Sorrento-Reggiana di domenica 9 ottobre 2011 al campo Italia sarà trasmesso in TV dall’emittente satellitare ETV  Teletricolore. Si comincerà alle ore 14.30 su Teletricolore e sul canale 829 del bouquet di Sky dove si potrà seguire un ampio prepartita con le ultime sulle formazioni che scenderanno in campo. Dalle ore 15,00, sempre in chiaro su Teletricolore e sul canale satellitare la telecronaca diretta della partita. Nell’intervallo i primi commenti.
Contemporaneamente, sulle frequenze di Radio Erre 95 FM, sarà trasmessa la radiocronaca. A seguire collegamento con la sala stampa per la sintesi della gara, la prima moviola e le interviste a caldo con i protagonisti. Alle 19.30 il consueto appuntamento con Domenica Gol.

Teletricolore è ricevibile anche sul web in streamingal seguente indirizzo

Share/Bookmark

Sarri “pensiamo solo al campo”


Anche questa settimana nel suo incontro con la stampa Maurizio Sarri non si è risparmiato, illustrando il proprio pensiero per una buona mezzora. Ecco alcuni dei suoi pensieri. Per tutto il resto vi rimando come sempre alla registrazione in fondo all’articolo.

Penalizzazioni - Naturalmente il primo argomento toccato è stato quello delle penalizzazioni richieste da Palazzi. Ecco cosane pensa Sarri. “Siamo l’unica società processata dalla giustizia sportiva dopo tre anni, strano poi che noi siamo sotto processo per Taranto-Sorrento mentre per il Taranto non c’è deferimento. Aspettiamo il giudizio e poi vedremo il da farsi. In questo momento non dobbiamo prestarci attenzione più di tanto. Questa è una vicenda che tra i vari gradi di giudizio può rimanere in ballo anche due o tre mesi. In questo momento abbiamo da preparare tre partite in dieci giorni per cui non abbaiamo tempo da perdere dietro a queste storie”.

Ascolta mister Sarri

Prospettive - Passando alle vicende del campo ecco come Sarri vede la squadra. “Al momento il Sorrento ha trovato modo di comportarsi come una squadra nella fase difensiva, mentre nella fase offensiva ci si affida ancora alle qualità dei singoli. Dobbiamo imparare a giocare come una squadra almeno fino al limite dell’area di rigore dopo di che conteranno sempre le qualità dei singoli e noi fino a prova contraria abbiamo il cannoniere del girone e credo possiamo avere ampi margini di miglioramento”.

Reggiana - Si passa poi a parlare dell’avversario di domenica prossima. “La Reggiana è una buona squadra che finora si è nascosta. Sono riusciti a far passare come un successo l’ottavo posto dello scorso campionato, quando invece erano una delle formazioni migliori dal punto di vista tecnico. Quest’anno hanno rinunciato a qualche vecchio ma hanno ingaggiato Paolo Rossi e Matteini giocatori che vengono dalle serie superiori. Hanno un tasso tecnico molto elevato e grandi doti di palleggio. Nell’ultima versione con due trequartisti li ho visti pericolosissimi. È una squadra che anche l’anno scorsi andava a periodi, alternando strisce di successi e strisce di insuccessi. Noi li incontreremo dopo una vittoria che potrebbe dargli morale ed entusiasmo”.

Turnover - Le tre partite in sette giorni con Reggiana, Benevento e Foligno costringeranno il Sorrento ad un tour de force ecco cosa si farà per porvi rimedio “Giocando tre partite in sette giorni il turnover viene fuori automaticamente. Io non credo alla programmazione a priori del turnover. Con la Reggiana andremo in campo con la migliore formazione possibile e rivaluteremo la situazione lunedì e martedì e successivamente anche tra giovedì e venerdì dopo la partita col Benevento. Molto probabilmente il momento critico sarà proprio quello”.

Il sintetico questo sconosciuto - Secondo Sarri il Sorrento di quest’anno si stanca maggiormente negli incontri interni sul sintetico del campo Italia che quando gioca in trasferta sull’erba naturale. “I  martedì dopo le partite interni sono molto più sofferti di quelli dopo le partite sull’erba”. “La squadra di quest’anno per tipologia di giocatori è molto più adatta di quella dell’anno scorso a giocare sull’erba naturale e viceversa”. “Per molti di noi, me compreso, questa è la prima esperienza sul sintetico. È un’esperienza nuova. Stiamo cercando di adattarci il più in fretta possibile ma non è automatico che ci riusciremo tutti in tempi brevi”.


Share/Bookmark

Castellano si confessa, "infuriato, ma pulito"'


(Fonte: Solosorrento.it) - All’indomani della proposta di squalifica di un anno avanzata dal  Procuratore federale Stefano Palazzi a danno dell’ex presidente del Sorrento Antonino Castellano per omessa denuncia in merito al presunto tentativo di combine dell’incontro col Taranto del dicembre 2009 l’ex presidentissimo che ha guidato il Sorrrento dalla Promozione alla Prima Divisione si è confessato al telefono con Salvatore Dare di Solosorento.it. “Cado dalle nuvole, non so cosa avrei dovuto denunciare!”. Continuo a ripetere che quello che sta avvenendo è assurdo. Mi dovrebbero spiegare bene quali fatti avrei dovuto rendere noti visto che non sapevo un bel niente… Sia chiaro credo fermamente nella giustizia, anche in quella sportiva. E sono convinto che verrà fatta piena chiarezza sulla mia posizione. Certo, sono incazzato, ma con la coscienza pulita, candida”.

Share/Bookmark

Penalizzazione Sorrento. Chiacchio: “Fatto il massimo”


(Fonte: Solosorrento.it) - Ha “lottato” molto, proprio come dovrà fare la squadra in campo, a partire da domenica contro la Reggiana. “Abbiamo fatto il massimo” aggiunge Edoardo Chiacchio, reduce da un pomeriggio intenso, lungo, stressante. L’avvocato ha difeso il Sorrento nell’ambito del processo sportivo che ha visto la Procura federale richiedere ben 6 punti di penalizzazione al club costiero. Un’autentica mazzata per i sogni di gloria. “Ma – incalza Chiacchio – è una richiesta normale. Ora bisogna attendere la sentenza e capire cosa accadrà. In fase di dibattimento abbiamo chiarito le posizioni della società in merito alle circostanze contestate”. Abbottonato, equilibrato, Chiacchio non lancia nessuno slogan. “Non è il caso - chiarisce da Roma qualche minuto dopo la chiusura dell’udienza -. Comunque una cosa va detta: il processo si è snodato al meglio. Per quanto riguarda il Sorrento l’attività difensiva è stata ferma, risoluta”.
Lo studio Chiacchio, attraverso l’avvocato Cozzone, ha rappresentato anche Antonino Castellano. La “strategia” attuata dal collegio difensivo rossonero ha puntato l’attenzione soprattutto sulla partita contro il Taranto. Chiari i motivi: ottenere il proscioglimento della società e dell’ex patron Castellano. Palazzi ha richiesto 6 punti di penalizzazione facendo leva soprattutto sulla pluralità dei presunti illeciti iscritti al Sorrento (il derby con la Juve Stabia ed il pari coi pugliesi). Se la Commissione disciplinare, con la sentenza, dovesse dar ragione all’avvocato Chiacchio, la sanzione diverrebbe minore perché cadrebbero le aggravanti. “Non si possono azzardare previsioni di alcun tipo - chiarisce l’avvocato -. Attendiamo fiduciosi il giudizio della Commissione disciplinare…”.
Il Sorrento, ufficialmente, ieri non ha parlato. Probabile che nelle prossime ore possa diffondere un comunicato stampa.

Share/Bookmark

Reggiana, Mangone verso il 4-3-3


(Fonte: L’informazione.com) - Partitella in famiglia ieri pomeriggio per la Reggiana sul sintetico della Falk, accorgimento che sarà ripetuto questa mattina nell’ultimo allenamento reggiano e voluto da mister Mangone per abituarsi al terreno su cui si giocherà domenica allo Stadio Italia di Sorrento.
È stata una sfida in famiglia con i granata divisi in due squadre, una delle quali completata con cinque giocatori della Berretti, i difensori Caiumi e Faes, i centrocampisti Doumbia e Gombauld e l’attaccante Traorè. Ancora fermo capitan Zini, il fastidio al polpaccio sinistro non sembra passare e
oggi sarà sottoposto ad una ecografia, ma la sua presenza ora è in dubbio.
Mister Mangone ha provato un undici ipoteticamente titolare confermando lo schieramento difensivo come domenica scorsa con tre centrali, da destra Siragusa, Aya e Mei ed un cursore, a sinistra, Sperotto. Il centrocampo ha riproposto il terzetto di Benevento con Calzi davanti alla difesa e chiamato ad un ruolo di copertura (ha disputato tutto l’allenamento senza avvertire fastidi), Viapiana e Alessi ad agire come interni. Novità in avanti con un tridente formato da Esposito a destra, Matteini a sinistra e Rossi riferimento centrale. Una squadra molto interessante che si è mossa bene e creando diverse situazioni offensivi importanti. Per la cronaca la partita è terminata 2-0 con i gol dei soliti noti: un altro gioiello su punizione di Alessi ed un gol di Rossi.
Dalla Germania intanto giungono notizie preoccupanti sul conto di Francesco Ardizzone. Il giovane centrocampista granata, infatti non è sceso in campo nella partita che la nostra Under 20 ha giocato e perso contro la Germania (2-3) a causa di un problema muscolare alla zona addominale. Lo staff medico granata valuterà oggi le sue condizioni, ma la sua presenza a Sorrento è in forte dubbio.

Share/Bookmark

Lo Stabia piange lacrime di coccodrillo


Torniamo nuovamente sul procedimento disciplinare a carico della Juve Stabia e del Sorrento per i fatti accaduti durante il derby dell’aprile 2009 il cui risultato sarebbe stato manipolato da Cristian Biancone e Vitangelo Spadavecchia in modo da far perdere il Sorrento. La società rossonera doveva rispondere anche di un tentato illecito per l’incontro Taranto-Sorrento del dicembre 2008.
Il Procuratore federale Stefano Palazzi ha usato la mano pesante e, come già anticipato ieri pomeriggio, riguardo alle due società, ha proposto 9 punti di penalizzazione  per la Juve Stabia e 6 per il Sorrento più un’ammenda di 20mila euro per la società rossonera.
Particolarmente severe anche le richieste per i tesserati coinvolti: per l’ex attaccante rossonero Cristian Biancone, Palazzi ha chiesto la radiazione, mentre per il portiere Vitangelo Spadavecchia, sono stati proposti 4 anni di squalifica.
Per  Roberto Amodio, attuale amministratore unico della Juve Stabia sono stati chiesti 3 anni e 3 mesi di squalifica, mentre per l’ex presidente del Sorrento, Antonino Castellano che evidentemente ha avuto un ruolo molto marginale nella vicenda la richiesta è stata di un solo anno di squalifica.
Un peso rilevante lo hanno giocato i verbali degli interrogatori dei due ex calciatori della Juve Stabia, Biancolino e Grieco, che Palazzi ha acquisito il mese scorso dalla DDA di Napoli che hanno aggravato pesantemente la posizione della Juve Stabia e di Roberto Amodio e che forse potrebbero alleggerire anche la posizione del Sorrento che è stato dimostrato essere stato vittima inconsapevole delle macchinazioni altrui subendo un pesante danno sportivo e di immagine.
Visto il quadro della situazione che è emerso dalle indagini della DDA la Juve Stabia dovrebbe ringraziare Palazzi per non aver calcato ulteriormente la mano. Probabilmente, se la richiesta è stata di solo 9 punti lo si deve al fatto che il campionato è già iniziato per cui è prevalsa la considerazione che una penalizzazione maggiore avrebbe potuto falsare il torneo. In un altro momento, forse, vista al gravità delle accuse le vespe avrebbero rischiato addirittura la retrocessione diretta, come accaduto all’Alessandria.
I lamenti di Giglio e Manniello apparsi su molti organi di stampa in queste ore risultano quindi del tutto fuori luogo. Meglio farebbero se andassero ad accendere un cero alla Madonna di Pompei strisciando sulle ginocchia dal Menti fino al  Santuario.
Era opinione comune che la sentenza sarebbe stata emessa subito dopo le richieste del procuratore  invece l’organo giudicante si è preso alcuni giorni per studiarsi meglio le carte presentate dall’accusa e le memorie difensive. Secondo alcuni si tratta di un buon segno perché sta a significare che i giudici non hanno ancora maturato un convincimento. Non è detto però che ci si debba aspettare delle sanzioni meno lievi di quanto richiesto. Potrebbe anche accadere il contrario, nessuno lo vieta. Probabile comunque che la decisione venga presa appena dopo il week end, lunedì o martedì al massimo. Solo dopo sarà possibile ricorrere in appello.

Share/Bookmark

Sorrento 16-0 nel galoppo con gli allievi

giovedì 6 ottobre 2011 0 commenti


Il Sorrento, in preparazione all’incontro di domenica prossima con la Reggiana, ha disputato quest’oggi, al campo Italia, un incontro amichevole con la formazione allievi che è terminato con il punteggio di 16 a 0.
Assenti Vanin, Sabato e Tognozzi per motivi precauzionali, mister Sarri ha diviso gli uomini a disposizione in due squadre che hanno giocato un tempo per una. La formazione del primo tempo era composta da: Rossi; Romeo, Nocentini, Terra, Bonomi; Camillucci, Niang; Corsetti, Ginestra, Basso; Scappini. Quella del secondo tempo da: Chiodini; Vollono, Di Nunzio, Terra, Breglia; Greco, Armellino; Bondi, Carlini, Croce; Galabinov.
Mattatore il bulgaro Andrey Galabinov (nella foto a lato) autore di 4 reti, triplette di Carlini e Croce, doppiette di Ginestra, Scappini. Applauditissima la prima rete di Ginestra che ricevuta palla ai 40 metri ha visto il portiere fuori dai pali beffandolo con un tiro che ha terminato la propria corsa all’incrocio dei pali.

Questa la successione delle reti:
Primo tempo
1-0; Romeo con un incursione in area dopo triangolazione con Corsetti.
2-0; Ginestra di prima intenzione dai 40 metri all’incrocio dei pali.
3-0; Ginestra su punizione dal limite.
4-0; Scappini su assist di Corsetti.
5-0; Scappini su ribattuta della difesa dopo angolo.
6-0; Camillucci, azione personale

Secondo tempo
7-0; Carlini su assist di Bondi.
8-0; Croce su azione d’angolo.
9-0; Carlini su assist di Bondi.
10-0; Galabinov su rigore.
11-0; Croce su assist di Carlini.
12-0; Galabinov su assist di Carlini.
13-0; Croce su assist di Bondi.
14-0; Carlini su rigore.
15-0; Galabinov su ribattuta della difesa.
16-0; Galabinov su assist di Greco.     

Share/Bookmark

Palazzi: 9 punti allo Stabia, 6 al Sorrento


Si è appena conclusa la prima udienza  del processo a Juve Stabia e Sorrento per il derby truccato del 4 aprile 2009. Il procuratore federale Stefano Palazzi ha richiesto alla Commissione Disciplinare di penalizzare di 9 punti la Juve Stabia e di 6 il Sorrento. 
Ora spetterà alla giustizia sportiva decidere se accogliere totalmente o parzialmente le richieste pervenute questo pomeriggio.

A breve gli approfondimenti

Share/Bookmark

Gambardella: "Sarri mi ricorda Del Neri..."


(Fonte: Gianni Siniscalchi - "Il Mattino") -  Nella scorsa settimana il patron del Sorrento, Mario Gambardella (foto a lato) si sfogò chiedendo a Sarri la vittoria con l’Avellino anche a costo di correre più rischi. Oggi il suo atteggiamento è solo parzialmente cambiato. "Perché – spiega – mi aspetto il massimo dopo avere allestito una squadra per la B. Il mio rapporto con Sarri? È buono. Anche perché, forse più di Simonelli, è disponibile a prendere nella giusta considerazione le impressioni della dirigenza. L’ho scelto io ed ha la mia fiducia. Mi sembra normale pungolare lui e la squadra".
Simonelli è il passato e Sarri il presente, Gambardella lo evidenzia in maniera incisiva: "Io e i tifosi dobbiamo abituarci alle strategie del nuovo allenatore. Simonelli cercava la vittoria segnando un gol in più e nella scorsa stagione abbiamo visto un Sorrento che dava spettacolo, specie nel girone d’andata. Sarri, prima di tutto, chiede alla squadra di interpretare con particolare applicazione la fase difensiva. Posso fare paragoni? Simonelli ricorda Zeman e Sarri somiglia a Del Neri come l’ho conosciuto io, quando nella stagione 1997-1998 portò la Ternana in serie B battendo la mia Nocerina nella finale playoff".
Gambardella precisa fino in fondo le sue impressioni tra ieri e oggi: "Sto parlando di due bravi allenatori e Sarri, curando attentamente la fase difensiva, potrebbe fare meglio di Simonelli. Io ci credo e i tifosi devono avere la mia stessa fiducia. Nelle ultime due partite, tra l’altro, non abbiamo incassato gol e la circostanza si è rivelata decisiva per vincere ad Avellino. In trasferta, oltre a vincere due partite, abbiamo giocato meglio rispetto alle partite casalinghe. Nella scorsa stagione, invece, la squadra subiva parecchi gol e vinceva poco fuori casa".

Share/Bookmark

Reggiana, fermo Zini, si blocca anche Redzic


Non ancora certo il pieno recupero di Calzi

(Fonte: L’Informazione.com) - Continua la preparazione della Reggiana in vista dell’incontro di domenica prossima che la vedrà opposta al Sorrento. Per la gara con i rossoneri, mister Mangone conta di poter disporre del centrocampista Giampaolo   Calzi, il cui ritorno al momento è molto probabile, ma non ancora certo. Per il ritorno del centrocampista, giocatore fondamentale per trovare il giusto equilibrio, potrebbe essere decisivo il test odierno che la Reggiana sosterrà, a ranghi contrapposti, sul campo sintetico della Falk. Un accorgimento voluto da mister Mangone per preparare la squadra al terreno dello stadio Italia di Sorrento e che verrà ripetuto anche per l’allenamento di domani mattina.
Sempre oggi verranno valutate meglio le condizioni di capitan Danilo Zini (difensore), fermo ieri per un dolore al polpaccio e dell'attacante sloveno Ajdin Redzic fermatosi nel corso dell’allenamento per un risentimento alla coscia destra.
Per quanto riguarda la formazione il recupero o meno di Calzi sarà fondamentale per la scelta della squadra: il dubbio potrebbe essere tra un centrocampo più solido con Ardizzone e due soli attaccanti, Alessi e Rossi o puntare sullo stesso schieramento di domenica con Alessi, Esposito e Rossi in avanti.
Da considerare anche che l’impegno infrasettimanale di mercoledì prossimo con la Pro Vercelli potrebbe costringere Mangone ad una sorta di turnover che potrebbe quindi indirizzare le sue scelte.

Share/Bookmark

I precedenti con la Reggiana

mercoledì 5 ottobre 2011 0 commenti


Quello di domenica prossima sarà il quinto incontro in assoluto tra Reggiana e Sorrento. Le due squadre infatti finora anno militato nello steso campionato solo nell’annata 71/72 quella in cui il Sorrento disputò il campionato di serie B e nello scorso campionato.  Finora a livello di punti il bilancio è in parità con due vittorie del Sorrento e due della Reggiana. Il Sorrento però è leggermente in ritardo per quanto riguarda le segnature: sette le reti rossonere contro le nove dei granata
Curioso rilevare che nei quattro precedenti fin qui disputati si è sempre giocato su campi diversi.  Nel campionato di serie B 71/72 l’andata a Reggio fu disputata al vecchio Mazza il 23 gennaio 1972 e terminò con la vittoria della Reggiana per 3 reti a 0 (marcatori: 17' Zandoli, 45' Rizzati, 63' Spagnolo).
Il ritorno si giocò al San Paolo di Napoli l'undici giugno 1972 con la vittoria dei rossoneri per 2 reti a 0 (marcatori: 69' Scarpa, 82' Franzoni).
L’anno scorso la partita di andata giocata al campo Italia il 5 settembre fu vinta dal Sorrento per 4 reti a 3. Questa la successione delle reti: Sorrento in vantaggio con un tiro da fuori area di Togni al 10’. Raddoppio di Erpen al 19’ con un altro tiro da fuori area. Prima della fine del primo tempo la Reggiana riuscì prima a rimontare il doppio svantaggio e poi a passare in vantaggio con le reti di Guidetti 23’, Temelin 30’e ancora Guidetti 41’. Nella ripresa il pareggio rossonero ottenuto con un colpo di testa di De Giosa al, 68’ e la rete del successo siglata da Paulinho al 69’. Nella foto a lato l’esultanza dei rossoneri sotto la curva a fine partita.
Il ritorno al Giglio il 16 gennaio di quest’anno vide l’affermazione della Reggiana per 3 reti ad 1. Nel primo tempo i granata andarono in gol con Alessi al 21’ e Viapiana al 39’. Il Sorrento accorciò le distanze con Paulinho al 69’ fallendo il pareggio in diverse occasioni: tiro di Paulinho salvato sulla linea da D’Alessandro; paratissima di Manfredini su tiro dello stesso Paulinho; fallo di mano in area di Zini non visto dall’arbitro. Alla fine, in contropiede, la rete del 3-1 di Temelin. 

Share/Bookmark

Per la Reggiana allenamenti sul sintetico


(Fonte: L’Informazione.com) - Ieri pomeriggio la Reggiana si è ritrovata agli ordini del tecnico Amedeo Mangone (nella foto a lato) presso il campo di via Agosti per la ripresa degli allenamenti in vista della partita con il Sorrento. Sono ritornati nuovamente abili ed arruolabili il centrocampista Giampaolo Calzi (26) e il difensore Salvatore Lanna (35), mentre si è avuta conferma dell’annunciato forfait di Mario Gurma: l’ecografia cui si è sottoposto ieri mattina l’attaccante granata ha evidenziato una lesione di primo grado all’adduttore lungo della coscia sinistra con conseguente stop di un paio di settimane. La prossima settimana è previsto il turno infrasettimanale (mercoledì al Giglio con la Pro Vercelli) e questo costringerà Gurma ad un forfait di tre partite. Ancora lavoro differenziato sul campo per il difensore Simone Bettati (19), mentre il centrocampista Matteo Arati è rimasto in palestra.
Oggi è prevista una seduta mattutina in via Agosti, mentre la consueta partitella in famiglia del giovedì pomeriggio così come l’allenamento di venerdì mattina si svolgeranno sul campo in sintetico della Falk per adattarsi al terreno che si troverà domenica a Sorrento. 
Sabato mattina è prevista la partenza per la Campania da dove la comitiva granata ripartirà subito dopo la gara per sostare a Fiano Romano per la notte. Il ritorno a Reggio è previsto per lunedì mattina e nel pomeriggio la squadra si allenerà in via Agosti.

Share/Bookmark

La Folgore centra il poker con Cuccaro sugli scudi

martedì 4 ottobre 2011 0 commenti


Vittoria doveva essere e vittoria è stata. La Folgore Massa bagna nel migliore dei modi l’esordio della sua punta di diamante Fabio Cuccaro. Nella prima partita delle fasi finali di Coppa Campania la Folgore asfalta letteralmente l’Arzano ed in poco più di un’ora di gioco, in tre parziali conquista tre punti e comincia nel migliore dei modi il cammino verso l’ambita finalissima. Nello starting six, Esposito in regia può godere di quattro terminali offensivi che l’anno scorso militavano in campionati nazionali: Cuccaro, Cinque, Armidoro e Schiavone. Completano il roaster di partenza il libero Arpino ed il sempreverde Coppola. Per tre set è un monologo. Ottima la prova di Cuccaro, devastante in attacco ed imponente a muro. Ma è il collettivo che comincia a lanciare segnali davvero incoraggianti. Nel corso del match coach Russo lascia spazio a tutti ed a fine gara sono tanti gli applausi del folto pubblico presente. Un buon viatico in preparazione della più delicata delle sfide. Giovedì sera, infatti, la qualificazione si deciderà in terra partenopea, ai Colli Aminei, contro l’AGCA. La squadra di mister Guerra, anch’essa a punteggio pieno, è la contendente alla vittoria del girone e dunque alla finale. Forza Folgore!


Ufficio Stampa Folgore Massa

Share/Bookmark

Tognozzi ai box, Carlini a mezzo servizio


Il Sorrento, rinfrancato dalla vittoria nel derby con l’Avellino, si è ritrovato nel pomeriggio al campo Italia per riprendere la preparazione in vista del match interno della sesta di campionato con la Reggiana.
Erano presenti tutti i 26 componenti la rosa di prima squadra, ma il centrocampista Luca Tognozzi che domenica scorsa si era fermato durante il riscaldamento per il riacutizzarsi di un fastidio al tendine di Achille è rimasto precauzionalmente a riposo. L’attaccante Massimiliano Carlini si è invece allenato in disparte corricchiando lentamente con un vistoso cerotto fisioterapico sul polpaccio destro.
Il lavoro svolto dalla squadra è stato quello tipico di tutti i martedì: esercizi di corsa, alcuni esercizi con il pallone per il miglioramento della tecnica individuale e partitella finale su campo ridotto a cui hanno partecipato solo i giocatori che non erano compresi nella formazione di partenza nel match con l’Avellino.
Da notare anche che Simone Basso si è allenato senza il tutore al gomito, mentre Ciro Ginestra ha compiuto solo gli esercizi di corsa saltando la parte dedicata alla tecnica. Diversi giocatori hanno svolto l'allenamento con il cardiofrequenzimetro al braccio.

Share/Bookmark

Sorrento-Reggiana a Fabrizio Pasqua di Tivoli


L’incontro della sesta giornata del campionato di Prima Divisione girone A tra Sorrento e Reggiana in programma al Campo Italia di Sorrento domenica 9 ottobre 2011 con inizio alle ore 15 sarà diretto dal signor Fabrizio Pasqua della sezione di Tivoli. Gli assistenti saranno Maurizio De Troia di Termoli e Mario Mandis di Palermo.
L´arbitro Fabrizio Pasqua è nato a Nocera Inferiore 7 novembre 1982 nella vita svolge la professione di assistente di volo ed è alla sua quarta stagione in CAN PRO.
Avete letto bene, non c’è nessun errore. L’arbitro di domenica prossima è nativo di Nocera Inferiore ma per lavoro risiede a Tivoli. Se vi sembra strano che ad arbitrare il Sorrento sia stato mandato un arbitro campano, allora dovete sapere che nella scorsa stagione il signor Pasqua ha già diretto Gubbio-Salernitana e, udite udite, Nocerina-Viareggio e Nocerina-Carpi semifinale di Coppa Italia.  
Fabrizio Pasqua finora ha diretto 23 incontri in Prima Divisione e 21 in Seconda per un totale di 44 presenze in Lega Pro.
Le sue direzioni hanno fatto registrare 22 vittorie delle ospitanti (50%), 13 pareggi (29.55%) e 9 vittorie delle viaggianti (20.45%). 17 i rigori decretati (0.38 a partita), 134 ammoniti (3.04 a partita) 9 espulsi (0.20 a partita). Nei match da lui diretti il risultato più ricorrente è quello di 1-0 a favore dei padroni di casa.
In questa stagione ha già diretto due incontri in Prima Divisione (Virtus Lanciano-Triestina 3-2, Cremonese-Carrarese 3-0) e uno in Seconda (L’Aquila-Chieti 1-1).
Nelle sue 23 apparizioni in Prima Divisione ha diretto una sola volta i rossoneri, il 25 ottobre 2009 quando si giocò Foligno-Sorrento terminata 1-0 (Cavagna 38’) con Novelli all’esordio sulla panchina rossonera.
Due i precedenti con gli emiliani: Spezia-Reggiana del 9 gennaio 2001 (2-0) e Reggiana-Ravenna del 10 aprile 2011 (3-0).

Di seguito le altre designazioni arbitrali della sesta giornata di campionato del girone A.

Carpi - Taranto: Fabio Maresca di Napoli (Liturco - Gualtieri)
Como - Spal: Massimiliano De Benedictis di Bari (Calò - Boz)
Foggia - Viareggio: Simone Aversano di Treviso (D'Amato - Orsini)
Lumezzane - Pisa: Gian Luca Benassi di Bologna (Albani - Iorizzo)
Monza - Tritium: Michael Fabbri di Ravenna (Fazio - Oliveri)
Pavia - Foligno: Alessandro Caso di Verona (Pellegrini - Vigo)
Pro Vercelli 1892 - Avellino: Stefano Bellutti di Trento (Manzo - Regazzo)
Ternana - Benevento: Diego Roca di Foggia (Liberti - Palazzoni)

Share/Bookmark

Giovedì il processo per Juve Stabia-Sorrento


Inizierà dopodomani, giovedì 6 ottobre,  il procedimento della commissione disciplinare della FIGC a carico di Sorrento e Juve Stabia e dei tesserati Biancone, Spadavecchia e Amodio per l’ormai famoso derby del 4 aprile 2009.
Il processo sarebbe dovuto iniziare lo scorso 9 settembre ma in quella data il procuratore federale Stefano Palazzi, (nella foto a lato) produsse in giudizio nuovi elementi probatori (le dichiarazioni rilasciate alla DDA di Napoli da Biancolino e Grieco all’epoca calciatori della Juve Stabia) a carico dei club deferiti e dei tesserati coinvolti ragion per cui, le parti in causa ottennero un mese di tempo per poter prendere visione di questi elementi di prova.
L’avvocato Edoardo Chiacchio che in qualità di difensore del Sorrento ha avuto modo di visionare i nuovi documenti in un intervista rilasciata alcuni giorni fa ha detto che “Da una prima e sommaria analisi mi pare che si sia aggravata la posizione della Juve Stabia. Mi vien da pensare che qualche terzo interessato a quest’ora potrebbe anche mordersi le mani (il riferimento sibillino è all’Atletico Roma, ndr). Per il Sorrento non mi sembra che sia cambiato granchè”.

Share/Bookmark

Monza, Taioli fa peggio di Rocchi


(Fonte: Sportmediaset) - Espulsione sbagliata e poi camuffata

Nella domenica degli errori arbitrali in Serie A, il premio al peggior direttore di gara della giornata è andato in Prima Divisione, girone A. Al 32' della ripresa di Monza-Pavia, l'arbitro (Francesco Taioli di Cesena) ha estratto il secondo cartellino giallo, e poi quello rosso, per Fiuzzi che però non aveva ammonito precedentemente. Inutili le proteste dei biancorossi. Anzi, l'allenatore Motta è stato espulso. In seguito per i padroni di casa, oltre al danno, è arrivata anche la beffa. Nel referto di fine gara Taioli non ha ammesso l'errore e ha scritto di avere espulso Fiuzzi con un cartellino rosso diretto: così il Monza non potrà fare ricorso per errore tecnico e ottenere il replay della partita.
Fino a quel momento il Monza conduceva 2-1 e il gol del pareggio, risultato finale, è arrivato proprio sugli sviluppi della punizione fischiata per ammonire (ed espellere) il difensore Fiuzzi. "Come si fa a stare concentrati dopo aver vissuto quei 5 minuti incredibili, in cui ci siamo trovati con un giocatore in meno che non andava espulso?", ha spiegato l'allenatore del Monza Gianfranco Motta dopo la partita. Aggiungendo: "Sono stato espulso, ma giuro che non ho detto mezza parola fuori luogo. Volevo solo comunicare all'arbitro cosa era successo veramente, di modo da evitargli l'errore tecnico e quindi i problemi che ne potevano derivare". Fiuzzi, secondo Taioli, era stato ammonito nel primo tempo in occasione di un fallo da rigore, in realtà commesso da Cattaneo. Inoltre, per i dirigenti del Monza, Taioli a fine gara avrebbe cancellato l'ammonizione a Fiuzzi, segnalando l'espulsione diretta per rimediare allo sbaglio. In questo modo, visto che la Federcalcio non accetta la prova tv (a Monza giurano che alcune emittenti televisive locali possono testimoniare l'accaduto), non c'è possibilità di fare ricorso.
Un episodio molto simile a quello accaduto in Palermo-Siena, dove l'arbitro Romeo ha prima espulso Vitiello per doppia ammonizione ma poco dopo si è accorto dell'errore, annullando il cartellino rosso. Romeo aveva scambiato Vitiello con Rossettini, effettivamente ammonito nel primo tempo: in questo caso il "misunderstanding" non ha prodotto effetti, per fortuna del Siena.

Share/Bookmark

Ciro il grande si riprende lo scettro


Nella quinta giornata del girone A del campionato di Prima Divisione l’attaccante rossonero Ciro Ginestra, (nella foto a lato di Lugi Penna) autore del gol che ha regalato la vittoria al Sorrento nel derby con l’Avellino, allunga nuovamente sulla concorrenza e si porta a quota 5.
Fermi Filippini e Cia a quota 4,  e Chiaretti a 3 si affacciano nelle parti alte della graduatoria il francese del taranto Julien Rantier, autore di una doppietta e i tre realizzatori di Reggiana-Foligno, gli emiliani Alessi e Rossi e il folignate Eusepi.


Questa la classifica completa 

Giocatore
Goal
Squadra
Partite
Media Goal
Ginestra Ciro
5
Sorrento
5
1.00
Cia Michael
4
Benevento
5
0.80
Filippini Alberto
4
Como
5
0.80
Rantier Julien
3
Taranto
4
0.75
Chiaretti Lucas Cossenzio
3
Taranto
5
0.60
Alessi Giuseppe
3
Reggiana
5
0.60
Rossi Paolo
3
Reggiana
5
0.60
Eusepi Umberto
3
Carpi
5
0.60
Vacca Antonio Junior
2
Benevento
4
0.50
De Angelis Gianluca
2
Avellino
4
0.50
Tavares Diogo Felipe 
2
Como
4
0.50
Falco Filippo
2
Pavia
5
0.40
Iacopino Vincenzo
2
Monza
5
0.40
Nolè Angelo Raffaele
2
Ternana
5
0.40
Dionisi Alessio
2
Tritium
5
0.40
Carparelli Marco
2
Pisa
5
0.40
Coresi Matteo
2
Foligno
5
0.40
Lanteri Laurent
2
Foggia
5
0.40
Arma Rachid
2
Spal
5
0.40
Gotti Massimo
2
Ternana
5
0.40
Gurma Mario
2
Reggiana
5
0.40
Bortolotto Enrico
2
Tritium
5
0.40
Defrel Gregoire
1
Foggia
2
0.50
Perna Raffaele
1
Pisa
2
0.50
Campinoti Paolo
1
Monza
2
0.50
Espinal Vinicio Edwards
1
Pro Vercelli 
2
0.50
Testa Davide
1
Foligno
3
0.33
Russo Nicola
1
Taranto
3
0.33
D'errico Andrea
1
Pavia
3
0.33
Toledo Robson Machado
1
Como
3
0.33
Cardarelli Alessio
1
Foligno
3
0.33
Potenza Francesco
1
Carpi
3
0.33
Scappini Stefano
1
Sorrento
3
0.33
Zigoni Gianmarco
1
Avellino
4
0.25
Galabinov Andrej
1
Sorrento
4
0.25
Floriano Roberto
1
Tritium
4
0.25
Gasparetto Mirco
1
Lumezzane
5
0.20
Guidone Marco
1
Foligno
5
0.20
Meza Colli Derlis David
1
Pavia
5
0.20

Share/Bookmark

DISCLAIMER - Penisola Sport è un blog d’informazione senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento. La testata ambisce ad essere una piena espressione dell'art. 21 della costituzione italiana. Pur essendo normalmente aggiornato più volte quotidianamente, non ha una periodicità predefinita e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'autore si riserva, tuttavia, la facoltà di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contrario al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.