Astarita in nazionale

giovedì 30 dicembre 2010 0 commenti

Lo schiacciatore della MSC Crociere Volley Sorrento, Francesco Astarita, è stato convocato dal ct della Nazionale pre juniores, Mario Barbiero, tra i 12 azzurrini della nazionale Cadetti che sarà impegnata nelle qualificazioni ai Campionati Europei che si terranno a Parnu (Estonia) dal 5 al 9 gennaio 2011.
Il girone dell'Italia oltre ai padroni di casa dell'Estonia comprende anche le nazionali di Finlandia, Romania e Polonia.

Share/Bookmark

Lavori in corso al palazzetto dell'Atigliana

La novità più importante di fine d’anno per la pallavolo sorrentina riguarda il palazzetto dell’Atigliana. Lunedì scorso il comune di Sorrento ha iniziato i lavori di rifacimento del manto di gioco del Palasport che per il secondo anno consecutivo ospita le gare casalinghe della MSC Crociere Volley Sorrento.
L’amministrazione comunale ha infatti finalmente raccolto gli appelli del presidente Evangelista che, fin dai giorni immediatamente successivi alla promozione del 9 giugno scorso, aveva sempre chiesto la posa di una superficie di gioco idonea alla nuova categoria e che aiutasse i propri atleti a lavorare con un fondo adatto a prevenire gli infortuni più frequenti della pallavolo.
Durante l’autunno un altro impianto sportivo cittadino, la palestra del Liceo Salvemini, era stato dotato di un taraflex omologato per le gare dei campionati nazionali ed ora, in previsione del prossimo match casalingo del 16 gennaio, anche il Palasport di Sorrento disporrà del suo taraflex marcato Gerflor.
La Gerflor è un’azienda francese con sede a Villeurbanne Cedex che da anni opera nel settore della pavimentistica ad uso professionale, offrendo la migliore soluzione si possa desiderare per ospedali, scuole, negozi, uffici, hotel, case di riposo, industrie e, appunto, impianti sportivi.
I lavori di posa del manto, già presente su alcuni campi della Regione, come ad esempio nella Palestra “Meriggioli” di Napoli, permetteranno ai ragazzi di poter lavorare in condizioni ancora migliori rispetto a quelle già ottimali in cui si trovano adesso ma, soprattutto, renderanno ancora più bello il Palazzetto durante le gare interne e, come non mai, a tutti sembrerà di trovarsi in un palasport in cui si respira, ancora di più, aria di grande volley.
La Gerflor, infatti, è la stessa azienda che fornisce molti dei taraflex presenti sui campi da gioco internazionali e anche negli ultimi Mondiali maschili tenutisi in Italia ha fornito i campi per tutti i dodici campi impegnati nella manifestazione.
Raggiante, a tal proposito, il presidente Evangelista: “L’amministrazione comunale ha finalmente assecondato la nostra richiesta. Il fatto che da tempo insistessimo sulla posa del nuovo taraflex non era dovuto essenzialmente a mere motivazioni di carattere estetico o visivo. Lavorare su un campo che non crea molti problemi fisici è, per chi conosce minimamente alcune dinamiche del nostro sport, un vantaggio in più che può fare la differenza tra noi e le altre squadre. Inoltre, il fatto di avere in squadra giocatori che hanno spesso militato in Serie A ci obbliga quasi a dare loro, oltre a tutto il resto della rosa, tutti i comfort necessari al fine di facilitare l’espressione del loro miglior gioco. Adesso non nascondo che sono in trepidante attesa di vedere i miei ragazzi esprimersi sul nuovo tappeto di gioco e dopo la trasferta di Potenza sono certo che ritorneremo a giocare a Sorrento, dopo la gara disputata a Sant’Agnello prima di Natale, con ancora maggior voglia di far bene, avendo accanto a noi il nostro pubblico, sempre meraviglioso.”
Per una società ambiziosa come la MSC Crociere Volley Sorrento è giusto che ci siano tutti gli strumenti necessari affinché il livello di professionalità di tutto il sodalizio si alzi sempre di più, dando così ai giocatori tutti gli strumenti necessari per lavorare in un contesto ambientale sereno in cui non manca nulla.

Ferdinando Giacobelli – addetto stampa MSC Crociere Volley Sorrento

Share/Bookmark

Sorrento - Viribus Unitis 4 a 3

Il Sorrento ha chiuso l’anno solare con due amichevoli di ottanta minuti l’una, contro la rappresentativa campana under 18 di serie D e la Viribus Unitis. Il primo incontro è terminato con la vittoria del Sorrento per 5 reti a 0. La seconda partita si è conclusa con il punteggio di 4 a 3 per i rossoneri.
Mister Simonelli ha mandato in campo due distinte formazioni utilizzando tutti i componenti la rosa di prima squadra ad esclusione di Togni, ancora in Brasile, e di Nicodemo che si è allenato a parte in mattinata.
Nel primo incontro sono scesi in campo Mancinelli, Piscitelli, Lo Monaco, Grassi, Angeli, Erpen, Armellino, Ferrara, Tedesco (un ragazzo della berretti), Vaccaro e Paulinho.
I ragazzi della rappresentativa campana hanno cercato di mettersi in luce come meglio potevano giocando a viso aperto per tutti gli ottanta minuti ma il divario di forze era troppo ampio e i rossoneri sono passati in vantaggio dopo appena dieci minuti grazie ad una combinazione Vaccaro - Armellino che metteva il centrocampista rossonero davanti al portiere. Tiro a fil di palo e palla in rete. La seconda rete giungeva al 22’ quando Erpen mandava al tiro Paulinho che centrava il bersaglio. I due si ripetevano al 29’ quando Erpen effettuava un cross dalla linea di fondo e Paulinho anticipava tutti  mandando il pallone in rete con un preciso colpo di testa.
Al 37’ la quarta rete siglata da Vaccaro che, spalle alla porta, riceveva un pallone sul vertice dell’area piccola, aggirava il diretto marcatore con un palleggio volante e scaricava in rete con un tiro sotto la traversa.
Ad inizio secondo tempo Pratticò rilevava Mancinelli tra i pali, mentre la selezione campana effettuava nove sostituzioni. Il Sorrento andava numerose volte al tiro realizzando solo una rete al 25’ con il solito Paulinho che sugli sviluppi di un calcio d’angolo agganciava un pallone vagante e scaricava in rete di prepotenza per il 5 a 0 definitivo.

Nel pomeriggio il secondo incontro. Per il Sorrento sono scesi in campo Rossi, Vanin, Di Nunzio, Terra, De Giosa, Manco, Niang, Esposito, Corsetti, Carlini e Pignalosa. La Viribus Unitis guidata dall’ex rossonero Checco Ingenito si è presentata al campo Italia con Parisi; Maccariello, Punziano, Tartaglia, Barone; Sorrentino, Ottobre, De Rosa, Ianniello; Mascolo e Sibilli.
La squadra vesuviana, seguita da una ventina di sostenitori, si è rivelata ostacolo molto più probante dei ragazzini della selezione e ben orchestrata dagli ex rossoneri Ottobre e Sibilli ha messo più volte in difficoltà la retroguardia rossonera. Alla fine però il Sorrento l’ha spuntata nuovamente imponendosi per 4 reti a 3.
Al 10’ Sorrento in vantaggio. Angolo di De Giosa dalla sinistra del portiere sotto la nord. Parisi respingeva con i pugni mandando il pallone a rimbalzare sulla nuca di un difensore e poi in porta. La Viribus pareggiava al 29’. Pallone in profondità di Ottobre che coglieva in controtempo la difesa rossonera. De Rosa dal fondo rimetteva al centro per il liberissimo Sorrentino che batteva a rete indisturbato. Al 37’ vesuviani in vantaggio. Sibilli lanciava in profondità per De Rosa che superava Rossi.
Ad inizio ripresa il Sorrento coglieva una traversa con un colpo di testa di De Giosa su cross di manco dalla bandierina e subito dopo pareggiava grazie ad una percussione centrale di Carlini. Al 7’ Pignalosa lanciato da Esposito metteva a segno la rete del 3 a 2 con un pallonetto che superava Izzo. Tre minuti dopo pareggiava nuovamente De Rosa lanciato da Sibilli in un azione di quasi contropiede che coglieva nuovamente impreparata la retroguardia rossonera.
La rete che fissava il punteggio sul 4 a 3 finale era realizzata da Terra al 25’ con un colpo di testa a fil di palo su cross dalla bandierina di Manco.
Da rilevare che nel secondo tempo la porta rossonera è stata difesa da Casadei mentre sul versante opposto Ingenito ha operato diverse sostituzioni facendo entrare tutti gli uomini a sua disposizione. Izzo per Parisi dal 1', Fontanarosa per Sorrentino e Palumbo per Mascolo dal 12', D'Urso per Ianniello e Ramaglia per Puziano dal 22', Corace per Sibilli e Cornicelli per De Rosa dal 27', Esposito per Barone dal 31'.

Share/Bookmark

Sorrento, ipotesi Lazzaro

L’imminente apertura della sessione invernale del calciomercato, scatena l’ormai consueta ridda di indiscrezioni su trattative vere o presunte. Il Sorrento è cosa nota è alla ricerca di una punta di peso per completare il reparto avanzato, che sebbene sia il più prolifico del girone, manca per l’appunto di un ariete che sappia farsi valere nelle aree troppo affollate.
L’ultimo nome accostato alla squadra rossonera dopo Bonvissuto, Ginestra, Rubino e Samb è quello di Nunzio Lazzaro trentenne attaccante dello Spezia.
Lazzaro, fisicamente, risponde appieno alle caratteristiche della punta cercata dal Sorrento. Alto 182 cm per 76 kg di peso è una prima punta che ha trascorso buona parte della propria carriera nelle serie inferiori. Fino al 2005 il suo score di reti era alquanto scarno. La sua carriera in pratica è iniziata con il passaggio dal Casale al Borgomanero, squadra piemontese di serie D.
Negli ultimi 5 campionati giocati con le maglie di Borgomanero, Biellese, Rivoli e Spezia ha realizzato 96 reti. Con i suoi gol ha contribuito in modo significativo al doppio salto dello Spezia dalla serie D alla Prima Divisione. Nella scorsa stagione ha realizzato 15 reti in 28 incontri.
In questo campionato Lazzaro aveva iniziato da titolare inamovibile ma poi gli arrivi di Saudati e Vannucchi lo hanno relegato spesso in panchina. Adesso con il sempre più probabile approdo allo Spezia di Ganci dal Pescara, l'affollamento nel reparto avanzato a disposizione di Alessandro Pane rischia di diventare eccessivo, per cui Lazzaro sta seriamente valutando la possibilità di cambiare aria. Carpi e Carrarese si sono già fatte avanti per accoglierlo a braccia aperte. Poi il suo nome è stato accostato al Sorrento e questa ipotesi ha fatto passare in secondo piano tutte le altre.
La rosa di pretendenti si arricchisce quindi di un nuovo interprete. Avallone non ha nessuna voglia di affrettare i tempi e vuole valutare con calma tutte le ipotesi insieme a Simonelli e al presidente Gambardella per regalare ai propri tifosi un elemento che possa innalzare ulteriormente le potenzialità dell’attacco rossonero.

Share/Bookmark

Doppia amichevole per il Sorrento

mercoledì 29 dicembre 2010 0 commenti

Domani, giovedì 30 gennaio il Sorrento concluderà la settimana di allenamento disputando due amichevoli. La prima è in programma alle 10.30 con la rappresentativa under 18 della serie D regionale. La seconda alle 14.30 con la Viribus Unitis formazione di serie D allenata dall’ex rossonero Checo Ingenito.
Stando a quanto verificatosi in altre occasioni, Simonelli dovrebbe dividere i giocatori a disposizione in due formazioni distinti impiegando una squadra al mattino e l’altra al pomeriggio. Poi la squadra usufruirà di tre giorni di riposo per festeggiare l’arrivo del nuovo anno in famiglia. La ripresa degli allenamenti in preparazione alla partita di campionato con il Pergocrema avverrà lunedì 3 gennaio nel primo pomeriggio.

Share/Bookmark

La MSC Sorrento riprende gli allenamenti

Ricciardello e compagni tornano in palestra per preparare il match con la Medical Center Potenza del prossimo 8 gennaio.

Passato il Natale, messe da parte le abbuffate di questi giorni, torna a lavorare in palestra la MSC Crociere Volley Sorrento che, dopo alcuni giorni di relax concessi dal mister Luigi Russo, riprende la preparazione in vista della ripresa delle ostilità, prevista per il prossimo 8 gennaio, giorno in cui la squadra cara al presidente Evangelista farà visita alla Medical Center Potenza, altro team accreditato per la lotta play off e che tra le sue fila annovera calibri da novanta per questa categoria come l’opposto Nuzzo e lo schiacciatore Figliolia.
Nel frattempo l’allenatore della MSC Sorrento ha iniziato a sottoporre i suoi a dure sedute in cui si abbinano i richiami di preparazione fisica ad esercizi utili a migliorare il rendimento in alcune situazioni di gioco che spesso hanno dato qualche noia al team peninsulare.
La sosta natalizia, oltre a poter permettere di lavorare con più distensione e senza l’assillo degli impegni ufficiali di campionato, ha dato anche la possibilità a tutta la società di riflettere con calma su un anno solare che ha regalato immani soddisfazioni al sodalizio sorrentino.
Il 2010 è stato, infatti, un anno cruciale per la storia del volley sorrentino e peninsulare sin dal momento in cui, lo scorso 9 giugno, la truppa capitanata a quel tempo da Carlo Gambardella aveva centrato la promozione in B1, battendo il Ge.Ki. Paola nella finale play off dopo aver condotto un girone di ritorno a ritmi elevatissimi, caratterizzato da pochissimi passi falsi, come quello casalingo contro la corazzata Monterotondo che, a fine campionato, brindò alla promozione diretta nella terza serie nazionale.
La pausa estiva ha rappresentato per il presidente Evangelista e i suoi collaboratori un momento interminabile di lavoro in quanto tra fine giugno ed inizio settembre la dirigenza ha profuso tutti i suoi sforzi economici ed organizzativi per allestire un organico che potesse dare a mister Russo la possibilità di raggiungere traguardi importanti per una squadra come la MSC Crociere Sorrento che resta, ad ogni modo, una matricola e quindi, come tale, ha il dovere di muoversi coi piedi di piombo in un campionato molto impegnativo come la B1.
Gli arrivi estivi hanno fatto sì che la società e la tifoseria tutta, nonché i numerosi sponsor e le istituzioni politiche del Comune di Sorrento, riponessero grandi speranze nella compagine costiera sulla quale sono piovute una serie di grosse aspettative.
Il presidente Evangelista, dal canto suo, pur essendo molto ambizioso, ha sempre predicato umiltà e chiesto ai suoi atleti di dare il massimo partita per partita, sia per ripagare gli sforzi dei dirigenti sia per avvicinare ulteriormente la cittadinanza alla squadra durante le partite casalinghe.
L’inizio di campionato non è stato dei più brillanti. Il calendario ha riservato subito delle sfide quasi proibitive con Atripalda e Molfetta, entrambe ora appaiate al primo posto in classifica, che hanno inflitto due ko al Volley Sorrento. Con Reggio Calabria c’era stato qualche sussulto ma anche in quel caso si era tornati a casa con una sconfitta dura da digerire. L’inversione di rotta si è avuta col match casalingo contro la Castellana Kerakoll Catania: il 3-0 che Ricciardello e compagni hanno rifilato a Laterza e soci ha permesso a tutta la squadra di acquisire fiducia nei propri mezzi, giocando così liberi da ogni timore reverenziale. Da quel momento il campionato è diventato molto positivo, sebbene ci sia stato, seppur sporadicamente, qualche calo che ha portato a sconfitte che sembrano essere fisiologiche poiché figlie di una giornata storta e niente più.
I quattordici punti in classifica in dieci gare disputate sono comunque, secondo le aspettative della Società, un bottino positivo, ovviamente da incrementare nel 2011 in quanto il presidente, pur avendo richiesto una tranquilla salvezza, non nasconde la voglia e il sogno di vedere quanto più in alto possibile la sua squadra per divertirsi e per regalare soddisfazioni ai tifosi che mai fanno mancare il proprio apporto.
 
Ferdinando Giacobelli – addetto stampa MSC Crociere Volley Sorrento

Share/Bookmark

Sorrento a caccia di Ginestra

martedì 28 dicembre 2010 0 commenti

Tra pochi giorni avrà inizio la sessione invernale del calciomercato. In casa Sorrento già da alcuni giorni sono nell’aria voci di trattative riguardanti diversi calciatori, sia in uscita che in entrata.
Cominciando da quelli in uscita, il centrocampista Antonio Esposito è richiesto dalla Paganese di Eziolino Capuano. A Pagani danno per imminente il ritorno in azzurrostellato dell’esterno napoletano che a Sorrento in questo primo scorcio di stagione ha collezionato solo 6 presenze. Crediamo che il giocatore sarà lasciato partire solo se al suo posto arriverà un pari ruolo. Al momento però in casa rossonera non è circolata nessuna voce in merito.
Sulla lista dei partenti anche il difensore Davide Grassi e l’attaccante Angelo Vaccaro. Entrambi sono stati impiegati con il contagocce da Simonelli e stando a quel che si dice accetterebbero volentieri una diversa sistemazione che gli permettesse di scendere in campo con maggior frequenza. Per Vaccaro sembra possibile un ritorno in Germania. Per Grassi prelevato in estate dall’Aberdeen la destinazione più probabile sembra essere la Toscana. Lucchese o Pisa. Due squadre dal glorioso passato, appena riemerse dalle serie inferiori, che stanno cercando di risalire la classifica e a cui farebbero molto comodo i servigi dell’aitante difensore reggiano.
Dovessero partire entrambi, o anche uno solo dei due, occorrerebbe rimpiazzarli. Per il difensore non è circolato ancora nessun nome. Dovessimo fare un identikit del possibile acquisto, diremmo che serve un centrale dal piede mancino da poter impiegare in un’ipotetica difesa a tre al fianco di Terra e Lo Monaco. Nelle ultime due uscite del Sorrento, a Cremona e Salerno, quando Simonelli ha deciso di passare alla difesa a tre a sinistra è andato sempre Di Nunzio che sebbene si sia disimpegnato discretamente in entrambe le occasioni era chiaramente fuori ruolo.
Per l’attacco serve una punta da area di rigore dal fisico possente e abile nel gioco aereo. In questo caso i nomi dei papabili sono già parecchi e tutti di discreta levatura. Da Antonio Bonvissuto dell’Ascoli a Ciro Ginestra del Crotone. Tra i due il più appetito e senza alcun dubbio Ginestra. Napoletano di nascita, grande amico di Gegè Rossi (i due hanno giocato insieme nel Gallipoli che conquistò la promozione in B due anni fa) già più volte accostato al Sorrento in passato, Ginestra è attualmente in forza al Crotone in serie B e finora ha disputato 19 incontri su 20 mettendo a segno 4 reti (Padova, Modena, Albinoleffe e Grosseto). Nonostante ciò Ginestra è dato in partenza ed a lui si sono interessati diversi club quali il Torino e il Taranto.
Si è fatto anche il nome del barese Raffaele Rubino attualmente in forza al Novara. In questo caso però le caratteristiche del giocatore non rispondono all’identikit tracciato sopra. Rubino è alto 176 centimetri per 67 chilogrammi di peso. Tutt’altro che un corazziere quindi.  
Un altro giocatore di cui si è vociferato è il senegalese del Monza Amadou Samb. Atleta giovane (23 anni ad aprile) dal fisico  aitante (187 cm e 80 kg) in possesso di uno scatto fulminante e di una buona tecnica caratteristiche queste che hanno scrivere il suo nome sui taccuini di molti osservatori delle serie superiori. Gode anche del passaporto italiano ed è seguito dallo stesso procuratore di Niang. Attualmente è fermo per infortunio e se tutto andrà per il meglio potrà tornare in campo solo verso la fine di febbraio. Quello di Samb quindi anche se si tratta sicuramente di un ottimo giocatore non sembra essere un acquisto che possa garantire un giocatore in grado di fornire subito un rendimento accettabile.
Altri possibili movimenti in uscita potrebbero riguardare il portiere Angelo Casadei e il centrocampista Gennaro Ferrara due giovani che, causa l’alto tasso qualitativo della formazione rossonera, stentato a trovare posto finanche in panchina pur meritando di giocare. Non è difficile prevedere che possano essere dati in prestito a qualche team di seconda divisione dove sia più facile per loro trovare posto in campo.  

Share/Bookmark

Sorrento in campo

Dopo aver trascorso il Natale in famiglia, questo pomeriggio, la prima squadra del Sorrento è tornata al lavoro sostenendo una corposa seduta di allenamento al campo Italia. Unico assente il brasiliano Romulo Togni che rientrerà a disposizione del mister la prossima settimana.
Sugli spalti della nord erano presenti numerosi sostenitori, accorsi sia per constatare le condizioni di forma dei giocatori dopo quattro giorni di festa, sia per cercare di carpire qualche notizia riguardante il mercato.
La seduta odierna ha avuto tre fasi distinte dedicate rispettivamente alla parte atletica, a quella tattica ed infine ad una partitella su campo ridotto undici contro undici.
La partitella, a cui non ha preso parte capitan Nicodemo, è durata all’incirca 40 minuti e ha visto fronteggiarsi le formazioni dei verdi e dei rossi.  
Da una parte: Mancinelli; Vanin, Di Nunzio, Terra, De Giosa, Manco, Armellino Ferrara, Corsetti; Pignalosa, Paulinho. Dall’altra: Rossi; Piscitelli, Lo Monaco, Grassi, Angeli; Erpen, Esposito, Niang, Buonocore; Carlini, Vaccaro.
I ventidue in campo hanno mostrato tutti quanti una discreta condizione di forma, segno che le festività sono state trascorse in modo giudizioso. Gli occhi dei tifosi erano puntati soprattutto su Niang che si è disimpegnato egregiamente nel proprio ruolo.
Domani, mercoledì, è in programma una doppia seduta di allenamento. Dopodomani i rossoneri disputeranno una amichevole con la Viribus Unitis al campo Italia con inizio alle ora 14.30.
La squadra di Somma Vesuviana è guidata dall’ex bomber del Sorrento, Checco Ingenito e annovera tra le proprie file diversi giocatori che hanno vestito la maglia rossonera nel recente passato quali: Michele Iorio, Maurizio Maraucci, Pasquale Ottobre, Sasà Sibilli e Gennaro Fragiello. Al campo Italia mancherà sicuramente Fragiello che poche settimane fa ha riportato una lesione al menisco.

Share/Bookmark

A Santo Stefano la Corri Positano 2010

giovedì 23 dicembre 2010 0 commenti

Dopo la Maratona Coast To Coast disputata domenica scorsa da Sorrento a Maiori, la costiera amalfitana ospiterà nel prossimo fine settimana un’altra importante competizione podistica. Domenica 26 il Comune di Positano e l’ASD Napoli Nord Marathon organizzeranno infatti la terza edizione della Corsa di Santo Stefano - Corri Positano, gara regionale di corsa su strada di km. 10.
La partenza e l’arrivo della manifestazione saranno posti nella Piazza dei Mulini di Positano. La gara prenderà il via alle ore 10,00 e si svolgerà sull’ormai collaudato percorso che prevede due giri di un circuito di circa 5 chilometri lungo Via Pasitea (la strada che attraversa il paese) e Via Guglielmo Marconi (la statale amalfitana).
La società organizzatrice ha limitato la partecipazione ai primi 300 iscritti.
La premiazione avverrà in Piazza dei Mulini subito dopo la conclusione della gara.

Share/Bookmark

Pari tra Ravenna e Spal

L’incontro di recupero della 15ª giornata del campionato di Prima Divisione girone A tra Ravenna e Spal giocato questo pomeriggio allo stadio "Bruno Benelli" di Ravenna è terminato con un risultato di 1 a 1.  Spal in vantaggio già dopo cinque minuti grazie ad un tiro da fuori di Migliorini, su assist di Belleri. Nella ripresa il pari del Ravenna arriva al 61' grazie ad una bella girata in area dell'attaccante Daniele Rosso, su assist di Gerbino Polo.

Questa la classifica aggiornata: Gubbio 37, Sorrento 34, Spal 32, Alessandria 31, Reggiana 27, Lumezzane e Sudtirol 24, Spezia, Ravenna e Salernitana 23, Verona e Cremonese 21, Bassano e Como 21, Pavia 19, Pergocrema 18, Monza 14, Paganese 11.

Pergocrema e Monza  recupereranno la gara rinviata domenica scorsa per impraticabilità di campo il 5 gennaio prossimo (mercoledì).

Share/Bookmark

Al Sorrento gli auguri di Aponte

mercoledì 22 dicembre 2010 0 commenti

Penisola Sport è lieta di pubblicare il seguente testo ricevuto dal dottor Gaetano Mastellone – DG Marketing Comunicazione Merchandising del Sorrento che ha per oggetto il messaggio con gli auguri di Natale inviato da Aponte al Sorrento tramite il vicepresidente Paolo Durante.

Ieri sera alla cena sociale del Sorrento Calcio uno dei Vice Presidenti, il sorrentino doc Paolo Durante, ha letto una mail ricevuta dal nostro importante mani sponsor MSC nella persona del leader e proprietario dott. Gianluigi Aponte del quali tutti noi ne siamo orgogliosi. Oggi ho chiesto a Paolo di avere quella mail per farla pubblicare sul sito del Sorrento Calcio in modo da far capite a tutti quanto sia importante il binomio Gambardella – Aponte e come quest’ultimo sia legato al territorio.
Gaetano Mastellone – DG Marketing Comunicazione Merchandising

Ecco il testo della mail ricevuta da Paolo Durante.

Carissimo Paolo,
sono a conoscenza diretta da parte del Presidente Gambardella che domani, martedì 21 dicembre, in occasione delle Feste Natalizie, è stata organizzata una Cena Aziendale per il Sorrento Calcio. Avrei avuto molto piacere di essere insieme a tutti Voi, purtroppo gli innumerevoli impegni non me lo consentono, per questo motivo ti chiedo di estendere a nome mio, a tutti i presenti, al Sorrento Calcio, in particolare al suo Presidente Gambardella, ai dirigenti, allo staff, all'allenatore ed a tutti i calciatori e le loro Famiglie i miei più sentiti Auguri di Buone Feste. Un particolare ringraziamento desidero darlo ancora all'allenatore, al suo staff tecnico, e a tutti i calciatori per gli ottimi risultati conseguiti nella prima parte del campionato. Auguro loro ed al Sorrento calcio una seconda parte di campionato ricca di tante vittorie e di tante gioie calcistiche sportive come l’ultima che ci hanno regalato a Salerno. Personalmente, da sorrentino legato alla sua terra, sono molto contento dei brillanti risultati del Sorrento Calcio, ma ancora più di me lo sono i numerosi marittimi della penisola imbarcati sulle nostre navi i quali grazie al Sorrento riescono meglio a sopportare la solitudine degli oceani. Il calcio per chi è lontano dalla sua terra è vera passione e crea un collante con il territorio. Ancora un grazie a voi tutti.

Gianluigi Aponte

Share/Bookmark

Festa natalizia per il Sorrento

Ieri sera presso il famoso Ristorante ’O Parrucchiano si è svolta la festa natalizia con cena del Sorrento Calcio. Presente tutta la rosa della prima squadra, lo staff societario, tecnico, organizzativo al gran completo. 
Al tavolo della dirigenza erano presenti i sindaci dei comuni di Sorrento (Giuseppe Cuomo), Massa Lubrense (Leone Gargiulo), Piano di Sorrento (Giovanni Ruggiero) e Sant’Agnello (Gian Michele Orlando).
Presenti anche i giornalisti e i fotografi che seguono abitualmente la squadra rossonera insieme ad una troupe TV di Canale 21 di Paolo Torino condotta da Titti Improta.
È stato un evento straordinario in quanto, dopo ben 35 anni, si sono ritrovati allo stesso tavolo sportivo i signori Sindaci della penisola sorrentina. Il Presidente Mario Gambardella è stato festeggiato, e ringraziato, da tutti per la sua straordinaria opera sportiva e per la sua straordinaria passione che riesce a trasmettere all'intero comprensorio sorrentino. Due co-sponsor del Sorrento Calcio, la DIXE Elettrodomestici e la VODAFONE Sorrento, hanno offerto due importanti premi sorteggiati fra tutti i calciatori. Marco Armellino si è aggiudicato un televisore offerto dalla DIXIE mentre Gennaro Ferrara uno smartphone offerto dalla VODAFONE Sorrento.
I due DG, Diodato Scala e Mastellone, hanno voluto festeggiare i calciatori e lo staff tecnico consegnando dei regali personali. Alla fine della serata è arrivato anche un bel messaggio da parte del Main Sponsor della società rossonera, Gianluigi Aponte, proprietario della MSC che tanto sta facendo per il Sorrento Calcio.
A metà cena un nutrito gruppo di tifosi rossoneri è entrato nella sala per consegnare al presidente Gambardella un simpatico omaggio natalizio, intonato un coro al presidente e alla squadra. 

Share/Bookmark

Troppo Brolo per la MSC Sorrento

martedì 21 dicembre 2010 0 commenti

I ragazzi di coach Russo entrano in partita solo dal secondo set ma nulla riescono a fare contro la corazzata Brolo.

Giornata da dimenticare per la MSC Sorrento che nell'ultimo turno prima della sosta natalizia lascia campo libero ad un Brolo che a tratti sembrava insuperabile e che non ha mai avuto realmente problemi nel gestire la partita per portare a casa altri tre punti che consolidano le ambizioni play off, e forse di promozione diretta, del sestetto allenato da Saravia.
La MSC Sorrento, sceso in campo con la formazione tipo composta da Panetto in cabina di regia, Scialò opposto, Costa e capitan Ricciardello a ricevere e schiacciare, Bassi e Cuccaro al centro, Benedetto libero, ha provato solo in sporadiche occasioni a tenere a bada la corazzata capitanata dall'argentino Mauro Nicolas Vega ma il divario in campo era troppo ampio e si è notato fin dall'inizio.
Nel primo set i siciliani hanno subito impresso il ritmo del proprio gioco alla partita spingendo dalla linea dei nove metri e creando molti grattacapi alla ricezione dei campani. Panetto è stato costretto a costruire un gioco molto scontato e questo ha enormemente facilitato la correlazione muro-difesa del Brolo che già ai due timeout tecnici conduceva con margini molto rassicuranti (8-3 prima e 16-5 poi). Fino alla conclusione del set la MSC Sorrento ha provato a rientrare in partita, quantomeno per ritrovare il giusto piglio in vista dei successivi parziali da giocare ma c'è stato poco da fare: la Ciesse Brolo ha chiuso sul 25-15 in proprio favore.
Nel secondo set si vede una MSC Sorrento sicuramente meglio piazzata in campo, poco decisa a fare da vittima sacrificale ai più quotati avversari. I ragazzi di Luigi Russo, infatti, riescono a tener testa a Vega e soci i quali, però, pur non scappando mai avanti nel punteggio riescono a controllare perfettamente le iniziative dei ragazzi cari al patron Evangelista. Fino a metà set c'è molto equilibrio ma nel rush finale è la maggior esperienza del Brolo che la fa da padrona: i vari Pasciuta, Francescato, Lotito e Vega sono giocatori che in questa categoria rappresentano un enorme lusso ed anche il secondo parziale, col punteggio di 25-21, prende la via della Sicilia.
Nell'ultimo parziale la musica non cambia. I messinesi spingono al servizio e Panetto fa fatica a mettere i propri attaccanti nelle migliori condizioni e ciò permette ai ragazzi di Saravia di mantenere un vantaggio costante intorno ai tre - quattro punti. La MSC Crociere Volley Sorrento non ci sta e provare a dare il tutto agganciando i siciliani a quota 18 ma in men che non si dica gli ospiti alzano il ritmo e piazzano la zampata finale che regala ai viaggianti il 25-20 finale col quale portano a casa un meritato 3-0, in realtà mai messo in discussione per tutto l'arco del match.
Per il Sorrento arriva così uno stop preventivabile ma che non getta ombre su una prima fase di torneo che fino a questo momento ha regalato comunque delle soddisfazioni e una classifica comunque positiva.
Le squadre osserveranno ora un lungo periodo di riposo dovuto alle festività natalizie: si riprenderà dopo l'Epifania e per i peninsulari c'è la trasferta di Potenza, in casa di un'altra squadra affamata di punti play off.

Ferdinando Giacobelli (addetto stampa MSC Crociere Volley Sorrento) 

Share/Bookmark

Maratona Coast To Coast a Nicodemus Biwott

Nicodemus Biwott, atleta keniano trentunenne si è aggiudicato la seconda edizione della Maratona Coast To Coast da Sorrento a Maiori con il tempo di 2:25:59. Secondo posto per l'italiano Emanuele Zenucchi in 2:26:43, terzo e primo dei campani Gianluca Piermatteo in 2:38:59. Rispettati i pronostici anche se nel finale Biwott ha abbassato il ritmo permettendo a Zenucchi di rimontare.
La progressione dell'italiano però è partita troppo tardi e Biwott, forte del vantaggio accumulato nella prima parte, ha potuto controllare la gara e vincere indisturbato. Tra le donne vittoria di Monica Carlin in 2:57:26 davanti a Marija Vrajic che ha chiuso in 3:05:24. Sul podio sale anche Monica Casiraghi con il tempo di 3:10:13.
472 gli atleti che hanno tagliato il traguardo sul lungomare di Maiori, una delle perle della Costiera Amalfitana, per l'occasione stracolmo di spettatori assiepati dietro le transenne del rettilineo finale. Peccato per le numerose rinunce provocate dal gelo che spezzato in due l'Italia impedendo ad atleti del Nord Italia di raggiungere Sorrento in tempo per la partenza.
Curiosità: anche la Maratona Coast To Coast ha il suo Abele Bikila. Non ha vinto, come riuscì a fare alle Olimpiadi di Roma il celebre atleta etiope, ma come lui ha gareggiato scalzo! Francesco Arone, 34enne della Podistica Vinovo, ha tagliato il traguardo dopo 3:39:07 percorsi tutti a piedi nudi! “È una sfida con me stesso – ha dichiarato a chi gli ha chesto il perché corresse senza scarpe -, con oggi ho completato la mia diciannovesima maratona”.
Il serpentone di podisti dopo il via dato dal Sindaco Giuseppe Cuomo in Piazza Tasso, dove campeggia un gigantesco albero di Natale, ha attraversato i centri di Sant'Agnello, Piano di Sorrento, Meta, Positano, Praiano (dove era possibile ammirare il tradizionale e splendido presepe incastonato nella roccia), Conca dei Marini, Furore, Amalfi, Ravello, Atrani e Minori. Ad ogni passaggio, applausi, incitamenti e rifornimenti. A Positano un arco gonfiabile dava il “benvenuto ai podisti”. Uno scenario e una accoglienza da favola per una Maratona da incorniciare.

Le dichiarazioni degli atleti protagonisti:

Nicodemus Biwott: “Sono partito molto bene ed ho preso un vantaggio che mi ha permesso di gestire la gara quando i saliscendi finali mi hanno creato qualche difficoltà”.

Emanuele Zenucchi: “Se la gara fosse durata un chilometro in più lo avrei preso... Scherzi a parte, Biwott è molto più giovane ed ha un personale di 2:13. Sono comunque soddisfatto, la gara è bellissima, il percorso è stupendo. Peccato che correndo sia impossibile soffermarsi a contemplare le bellezze naturali del posto. Certamente correre qui offre spunti di distrazione che sono importanti nelle gare di resistenza soprattutto nei momenti di maggiore fatica”.

Monica Carlin: “Sono andata molto bene in salita, del resto ci sono abituata essendo trentina. Purtroppo il rovescio della medaglia è che in discesa non riesco ad esprimermi al meglio”.

Le dichiarazioni degli organizzatori:

Antonio Esposito, presidente del comitato organizzatore: “La decisione di invertire il percorso è risultata vincente perché dal punto di vista tecnico la gara è stata più scorrevole. Devo ancora una volta ringraziare le istituzioni che ci hanno permesso di realizzare questa seconda edizione della maratona e tutti i collaboratori. Puntiamo a raggiungere e superare in futuro i 1000 iscritti”.

Andrea Fontanella: “Siamo orgogliosi della buona riuscita della manifestazione. Siamo consapevoli che si può migliorare e da stasera inizieremo già a pensare alla prossima edizione. Intanto ci godiamo il sorriso dei podisti che tagliato il traguardo, pur stanchi per la fatica accumulata, ci dimostrano di aver goduto delle straordinarie bellezze di questo impareggiabile scorcio delle nostre terre”.

Giuseppe De Novellis: “La Coast To Coast è una maratona particolare ma oggi molti atleti sono riusciti ad ottenere i record personali, questo vuol dire che il percorso pur essendo caratterizzato da saliscendi è in grado di offrire le condizioni per esprimersi al meglio”.

Francesco Pezzella (Ufficio Stampa Maratona Coast To Coast)

Share/Bookmark

Sorrento al lavoro anche nella settimana natalizia.

Dopo lo strepitoso successo sulla Salernitana i rossoneri si sono ritrovati nel pomeriggio al campo Italia per la ripresa degli allenamenti. La squadra al suo ingresso in campo è stata accolta dagli applausi del solito gruppetto di aficionados. Il gruppo era costituito da 21 unità. Mancava Togni partito già sabato scorso per il Brasile per potersi preparare nel migliore dei modi alle nozze in programma dopodomani. Assenti anche Niang, Nicodemo e Pratticò.
Il gruppo ha svolto una breve seduta atletica di defaticamento, dopodiché si è passati ad una partitella a tocco libero su una solo metà campo undici contro dieci. Con la maglia rossa, c’erano: Rossi, Vanin, Piscitelli, Terra, Casadei, Armellino, Esposito, Manco, Erpen, Pignalosa e Vaccaro. Con quella verde: Mancinelli, Di Nunzio, Grassi, Angeli, Lo Monaco, De Giosa, Ferrara, Corsetti, Carlini e Paulinho.
Il programma di allenamento di questa settimana, proseguirà nella giornata di domani con una doppia seduta e si concluderà con un ulteriore seduta nella mattinata di giovedì.
Analogo anche il programma della settimana tra Natale e Capodanno in cui i rossoneri si alleneranno martedì 28 (pomeriggio), mercoledì 29 (doppia seduta) e giovedì 30 (mattina).
Stamattina, intanto, il giudice sportivo della Lega Pro, Pasquale Marino, ha emanato le sanzioni disciplinari relative alla scorsa giornata di campionato. Nella lista degli squalificati non è presente nessun rossonero. Entrano a far parte dell’elenco dei diffidati, Terra e Nicodemo ammoniti durante l’incontro con la Salernitana.   

Share/Bookmark

Salernitana - Sorrento 1 a 4: I filmati della grande impresa (5)

lunedì 20 dicembre 2010 0 commenti

Share/Bookmark

Salernitana - Sorrento 1 a 4: I filmati della grande impresa (4)

Share/Bookmark

Salernitana - Sorrento 1 a 4: I filmati della grande impresa (3)

Share/Bookmark

Salernitana - Sorrento 1 a 4
Parlano Nicodemo e Attilio Gambardella

Qui sotto puoi ascoltare le interviste rilasciate dal capitano del Sorrento Attilio Nicodemo e dal vicepresidente Attilio Gambardella nella sala stampa dello stadio Arechi al termine dell'incontro tra la Salernitana e il Sorrento terminato con la vitoria dei rossoneri per 4 reti ad 1.

Ascolta l'intervista ad Attilio Nicodemo (capitano del Sorrento)


Ascolta l'intervista ad Attilio Gambardella (vice presidente del Sorrento)

Share/Bookmark

Vota il miglior rossonero in Salernitana-Sorrento












Rossi
Di Nunzio
Terra
Lo Monaco
Angeli
Erpen
Armellino
Nicodemo
Manco
Carlini
Paulinho
Vanin
Pignalosa
Esposito


  
pollcode.com free polls

Share/Bookmark

Salernitana - Sorrento 1 a 4: I filmati della grande impresa (2)

Sintesi dell’incontro Salernitana - Sorrento 1 a 4 del 19/12/2010 trasmessa dall’emittente televisiva LIRA TV e tratta dal sito web http://1919salernitana1919.blogspot.com/


Share/Bookmark

Salernitana - Sorrento 1 a 4: I filmati della grande impresa (1)

Share/Bookmark

Salernitana - Sorrento 1 a 4: Parla Simonelli

Qui sotto potete ascoltare l'audio degli interventi di mister Gianni Simonelli nella sala stampa dello Stadio Arechi nel dopopartita di Salernitana Sorrento


Share/Bookmark

FANTASORRENTO

domenica 19 dicembre 2010 0 commenti

Salernitana - Sorrento 1 a 4.  
I rossoneri chiudono l’anno solare in bellezza rifilando un poker di reti ad una nervosa Salernitana. Continua la caccia al Gubbio.

Salernitana (4-3-3): Polito; Balestri, Murolo, Peccarisi, Legittimo; Szatmari (67’ Litteri), Pestrin, Carrus (86' Franco); Ragusa, Fava, Merino (34' Altobello). A disposizione: Iuliano, Tricarico, Pepe, Falzerano. Allenatore: Breda.
Sorrento (4-4-2): Rossi; Di Nunzio, Terra, Lo Monaco, Angeli; Erpen (60’ Vanin), Nicodemo, Armellino, Manco (86' Esposito); Carlini (72’ Pignalosa), Paulinho. A disposizione: Mancinelli, De Giosa, Vaccaro, Corsetti. Allenatore: Simonelli.
Arbitro: Irrati di Pistoia. Assistenti: Paiusco e Gava.
Marcatori: 16' Carlini (So), 19' Ragusa (Sa), 30' Paulinho (So) rigore; 25´ Pignalosa (So), 85´ Paulinho (So).
Ammoniti Balestri (Sa), Nicodemo (So), Angeli (So), Lo Monaco (So), Terra (So), Murolo (Sa). Espulso Legittimo (Sa).

Il Sorrento fa il regalo più atteso ai propri tifosi. Espugna l’Arechi rifilando quattro reti alla Salernitana e prosegue nella caccia al primo posto. Lo fa disputando una partita di carattere contro una squadra incattivita da troppe disavventure e perciò molto temuta alla vigilia. I rossoneri però hanno fatto capire subito di essere venuti all’Arechi per conquistare i tre punti andando al tiro già al primo minuto con Paulinho che impegna Polito. Il terreno di gioco è molto allentano. Fortuna che nelle ultime 24 ore non è piovuto altrimenti avremmo trovato una palude. La Salernitana cerca di rispondere con un tiro da lontano del peruviano Merino che Rossi blocca a terra in presa. Al primo vero affondo il Sorrento va in vantaggio. Manco imbeccato da Armellino all’altezza della linea laterale sulla trequarti sinistra punta Balestri costringendolo a indietreggiare. Entrato in area scocca un tiro rasoterra verso la porta granata. Sulla traiettoria si inserisce Carlini che al volo fa secco Polito.
Il vantaggio però dura solo tre minuti. Carrus conquista un pallone nella propria trequarti e coglie impreparata la difesa rossonera lanciando Ragusa che supera in velocità Di Nunzio e insacca malgrado l’uscita disperata di Rossi. Il gol carica la Salernitana. Di Nunzio commette un fallo al limite dell’area su Carrus, ma fortunatamente Merino colpisce la barriera e riesce solo ad ottenere un angolo.
Passato il momento di disorientamento il Sorrento riprende ad attaccare. Manco e Angeli duettano sulla fascia sinistra creando lo scompiglio nella retroguardia granata. Il pallone giunge Carlini che lo fa filtrare per Erpen a centro area. Legittimo si lascia anticipare e nel tentativo di fermarlo lo atterra con un intervento scomposto. Rigore ed espulsione del difensore. Paulinho sistema la palla sul dischetto e trafigge Polito.
Breda per risistemare la difesa toglie Merino e manda in campo Altobello. La Salernitana seppure in dieci tenta di reagire e riesce a procurarsi un calcio di punizione dal limite che Carrus calcia sulla barriera. Il Sorrento non si limita a difendere il vantaggio ma continua a macinare gioco. Manco inverte la posizione con Erpen e continua il duello con Balestri che dopo l’ingresso di Altobello si è spostato a sinistra mettendo al centro un pallone filtrante. Paulinho fa velo lasciando la palla ad Armellino che allarga per l’accorrente Carlini. Max va al tiro di prima intenzione sfiorando il palo alla sinistra di Polito. Il primo tempo si chiude qui.
Al ritorno in campo i rossoneri cambiano modulo schierandosi con il 3-5-2. In difesa Terra si sistema a destra, Lo Monaco al centro e Di Nunzio a sinistra. La linea di mezzo vede da destra a sinistra, Manco, Armellino, Nicodemo, Erpen e Angeli. Il primo quarto d’ora non fa registrare nessuna azione degna di nota. Poi Simonelli toglie Erpen e manda in campo Vanin che si sistema nel suo ruolo preferito mandando Manco sul centrosinistra. Poco dopo entra pure Pignalosa al posto di Carlini
Vanin sfrutta subito le proprie doti di velocità stantuffando sulla fascia destra e mettendo in grande difficoltà il povero Balestri. In una di queste incursioni il brasiliano si accentra e giunto al limite dell’area tira in porta. Sulla traiettoria si inserisce Pignalosa che in scivolata tocca il pallone di quel tanto che basta a mettere fuori causa Polito. Tre a uno per il Sorrento.
A questo punto la Salernitana molla definitivamente la presa. Vanin però vuole darsi da fare e ce la mette tutta lottando su ogni pallone. Sull’ennesimo cross Paulinho ci mette la testa ottenendo la quarta rete con un pallonetto che scavalca Polito e si insacca a fil di palo.
L’incontro finisce tra gli olé dei sostenitori rossoneri e le contestazioni di quelli granata inviperiti contro Breda e Lombardi. Poi Rossi e compagni vanno ad omaggiare i propri tifosi.
Il Sorrento mette definitivamente alle spalle il ciclo terribile che lo ha costretto a scendere in campo cinque volte in quindici giorni affrontando poi tre trasferte di fila e va alla pausa natalizia in seconda posizione restando a tre punti dal Gubbio che ha ottenuto la settima vittoria consecutiva.
Adesso si riapre anche il mercato e il presidente Gambardella ha promesso che consegnerà a Simonelli almeno un paio di rinforzi. A cui bisognerà aggiungere anche Niang che pare essere finalmente vicino al ritorno in campo.

Share/Bookmark

Salernitana-Sorrento ultime dai ritiri e probabili formazioni

sabato 18 dicembre 2010 0 commenti

Vigilia di Salernitana-Sorrento derby della prima giornata di ritorno ma anche ultimo incontro  dell’anno solare prima della pausa natalizia. In mattinata il Sorrento ha ultimato la preparazione con l’allenamento di rifinitura al campo Italia. All’allenamento odierno erano presenti tutti e 25 i componenti la rosa di prima squadra. Domani però Simonelli dovrà fare a meno del brasiliano Togni che deve scontare un turno di squalifica.
In settimana il tecnico rossonero, temendo forse di essere spiato, ha mischiato più volte le carte in tavola non dando alcuna possibilità di intuire la formazione che ha in mente. Mettendo insieme gli indizi raccolti la formazione da opporre ai granata dovrebbe essere composta da Rossi; Di Nunzio, Terra, Lo Monaco, Angeli; Vanin, Nicodemo, Armellino, Erpen; Carlini, Paulinho. In difesa ci sarebbe quindi la riconferma di Francesco Di Nunzio a destra, a sinistra invece Angeli riprenderebbe il posto che a Cremona ha occupato De Giosa. La coppia centrale di centrocampo dovrebbe essere costituita da Nicodemo e Armellino, mentre sulle due fasce agiranno Vanin a destra ed Erpen a sinistra. In attacco Carlini sembra essere in vantaggio su Pignalosa per affiancare Paulinho. Con questi uomini è facile prevedere che nel corso del match il Sorrento possa passare al 3-5-2 o più esattamente ad un 3-4-1-2 con Erpen in posizione di rifinitore protetto alle spalle da Nicodemo e Armellino.
sorrento 1
All’Arechi il Sorrento troverà una Salernitana che sta attraversando un periodo non molto felice. Non passa giorno senza che i media locali riportino notizie di contrasti tra il presidente dimissionario Lombardi, la società, l’allenatore Breda, il DS Salerno, i senatori della squadra, la tifoseria e per ultimo anche il presidente di Lega Macalli. Un tutti contro tutti che la dice lunga sulla serenità dell’ambiente. Malgrado tutto ciò i granata restano una compagine da non sottovalutare.
Mister Breda per l’incontro con il Sorrento dovrà fare a meno di diversi infortunati quali Accursi, Altobello, Montalto, Montella e Sedivec e degli squalificati Montervino e Carcuro. Rispetto alla sfida di domenica scorsa a Gubbio rientra il difensore Murolo.
Dopo la rifinitura svolta stamattina sul sintetico dell’impianto di Casignano, il tecnico granata ha convocato i seguenti venti giocatori: Polito, Iuliano, Altobello, Balestri, Legittimo, Murolo, Peccarisi, Pepe E., Pippa, Carrus, Franco, Pestrin, Szatmari, Tricarico, Falzerano, Fava, Ragusa, Litteri, Merino, Pepe V.
Per domani Breda sembra intenzionato a schierare la seguente formazione: Polito in porta; difesa a quattro composta da Balestri, Peccarisi, Murolo e Legittimo. Centrocampo con Pestrin al centro, affiancato da Szatmari e Carrus; attacco con Merino, Fava e Ragusa.
salernitana
La gara sarà diretta dal signor Massimiliano Irrati della sezione Aia di Pistoia, coadiuvato dagli assistenti di linea Valentino Paiusco della sezione di Vicenza e Omar Gava della sezione di Conegliano.

Share/Bookmark

MSC Sorrento - Ciesse Brolo: tre punti per sognare

A Sant’Agnello arriva una corazzata candidata al salto in A2: serve una prova maiuscola del collettivo.
In ogni campionato ci sono partite che, almeno sulla carta, sembrano avere pronostici non facilmente stravolgibili. La gara che la MSC Crociere Sorrento disputerà domani contro il Brolo sembra essere proprio una di queste: il valore del prossimo avversario, reduce tra l’altro da una brillante vittoria intera contro la capolista Atripalda, è noto ai più.
Ricciardello e compagni, però, ben guidati da mister Russo venderanno cara la pelle e, ne siamo certi, daranno più del massimo per mettere lo sgambetto ad una squadra che in estate è stata costruita per sbaragliare la concorrenza e puntare alla zona play off, se non alla promozione diretta in A2, traguardo ora più vicino dopo aver sconfitto Atripalda ed aver ridotto ad una sola lunghezza il distacco dalla vetta.
La squadra siciliana, affidata alle cure degli allenatori Gustavo Saravia e Omar Pelillo, vanta nella propria rosa giocatori di tutto rispetto. Il capitano è Nicolas Vega, schiacciatore argentino di 30 anni, che a Brolo ha passato praticamente una carriera intera, con un solo anno lontano dalla cittadina messinese per provare l’esperienza in A2 con la maglia della Carilo Esseti Loreto, squadra con la quale ottenne anche la promozione nel massimo Campionato di A1. Oltre a Vega, troviamo anche Marco Lotito, schiacciatore potentino che vanta un biennio in A2 con la maglia dell’ormai decaduta Schio e che molti ricorderanno pochi anni fa a Sora, nel vittorioso anno che condusse il team laziale in A2. L’opposto è Ivan Francescato che, dopo le esperienze nel settore giovanile della Sisley Treviso, ha iniziato il suo peregrinare per l’Italia giocando, tra le varie, anche ad Olbia in B1 e a Spoleto in A2, anche se per una sola stagione.
Come si può ben vedere, la squadra della Ciesse Volley Brolo ha al suo interno elementi che in questa categoria rappresentano un lusso per molti e che alle spalle hanno tanta esperienza e un bagaglio tecnico non indifferente, accumulato nelle loro diverse esperienze sportive.

La MSC, dal canto suo, ha una rosa che, per compattezza, grinta e valori tecnici, non ha nulla da invidiare al team messinese. Gli elementi esperti non mancano nemmeno a mister Russo che avendo a disposizione i vari Costa, Ricciardello, Panetto, Bassi e Benedetto può annoverare giocatori che hanno già fatto, e con buoni risultati, tanti campionati in questa categoria. Il campo rimane però l’unico giudice insindacabile che darà il suo responso dopo una partita che, c’è da aspettarselo, sarà molto combattuta proprio per la voglia dei ragazzi del presidente Evangelista di fare una sorta di miracolo e candidarsi ad autentica sorpresa del campionato.
Stando a guardare la classifica, infatti, il distacco dallo stesso Brolo è di otto punti, una distanza importante ma non siderale. Vincere, oltre a regalare uno stupendo Natale a tutta la Società e al caloroso pubblico che sempre segue Ricciardello e compagni, potrebbe valere un netto avvicinamento a quelle zone di classifica in cui si respira aria d’alta quota. Non bisogna però fare voli pindarici, il Brolo è una squadra che merita rispetto e che verrà in Campania desiderosa di dar continuità alla grande vittoria interna ottenuta per 3-1 contro la Sidigas Atripalda che, nonostante il ko, continua a condividere il primato con Molfetta.
A differenza degli altri turni casalinghi, il match contro Vega e compagni si giocherà alla Tendostruttura Comunale di Sant’Agnello di viale dei Pini. Con lo spostamento di questa gara in uno dei comuni limitrofi, la Società ha voluto dimostrare il suo ringraziamento agli sponsor di tutta la Penisola che hanno sposato la causa del Volley Sorrento ma, soprattutto, ha voluto testimoniare quanto tutto il progetto della MSC Sorrento sia un bene di tutti e non solo della cittadina di Sorrento. La gara inizierà alle 18, l’ingresso sarà ancora una volta gratuito e gli arbitri dell’incontro saranno i signori Giovanni Notarnicola e Bruno Montanelli.

Ferdinando Giacobelli (addetto stampa MSC Crociere Volley Sorrento)

Share/Bookmark

Sorrento, prove tecniche per il derby

giovedì 16 dicembre 2010 0 commenti

Prosegue la preparazione del Sorrento in vista del match di domenica prossima con la Salernitana all’Arechi. Quest’oggi i rossoneri hanno sostenuto una seduta di allenamento pomeridiana presso il campo Italia divisi in due gruppi distinti disputando alcune esercitazioni tecnico tattiche a cui sono seguite due partitelle di 45 minuti l’una contro gli allievi nazionali.
Nella prima partitella Simonelli ha schierato la seguente formazione: Pratticò; Di Nunzio, Togni, Lo Monaco, Angeli; Erpen, Esposito, Armellino, Corsetti; Pignalosa, Paulinho. La porta degli allievi era difesa da Generoso Rossi.  
Nella seconda partitella sono invece scesi in campo: Casadei; Piscitelli, Terra, Grassi, De Giosa; Vanin, Niang, Nicodemo, Manco; Carlini, Vaccaro. La porta degli allievi era difesa da Mancinelli.   Ha lavorato a parte il solo Gennaro Ferrara.
In prospettiva derby conforta notevolmente lo stato di salute di Niang che, considerata la squalifica di Togni, potrebbe essere convocato come primo rincalzo della coppia Nicodemo - Armellino. Oggi il gigante rossonero ha preso parte alla seconda partitella impossessandosi del ruolo di playmaker e deliziando gli infreddoliti spettatori con le sue calibratissime aperture a lunga gittata.  
Domani nuova seduta di allenamento mattutina. I rossoneri concluderanno la fase di preparazione al derby con l’allenamento di rifinitura in programma sabato mattina. Al termine dello stesso il tecnico Gianni Simonelli terrà la consueta conferenza stampa settimanale.

Domenica all’Arechi ci sarà una folta rappresentanza del tifo rossonero stimabile in almeno 300 unità. Sarebbero potuti essere molti di più ma, analogamente all’incontro di andata, il prefetto di Salerno ha disposto il divieto di vendita dei tagliandi di accesso ai residenti nella provincia di Napoli limitando la possibilità di assistere all’incontro ai soli possessori della tessera del tifoso.
I tagliandi  di accesso per il settore ospiti dello stadio Arechi sono acquistabili presso i punti vendita del canale nazionale Lottomatica, al costo di 10 euro più diritti di prevendita.
Questo l'elenco dei punti vendita Lotttomatica per la penisola sorrentina: Miccio sali e tabacchi - Corso Italia 139 Sorrento; Bar Capo - Piazzetta Capo 102 Sorrento; Tabaccheria Del Giudice - Via Degli Aranci 69 Sorrento; Tabacchi Pentangelo - Corso Italia 163 Piano Di Sorrento. 

Share/Bookmark

MSC Sorrento-Volley Brolo alla tendostruttura di Sant’Agnello

mercoledì 15 dicembre 2010 0 commenti

Nell’ultima gara prima della sosta natalizia la MSC Sorrento attende la visita del Brolo alla tendostruttura di Viale dei Pini a Sant'Agnello per regalarsi un Natale da sogno.

Le due recenti vittorie con il Club Italia e il Giotto Casoria hanno riportato il sereno in casa MSC Crociere Volley Sorrento e con il morale alle stelle, rigenerato dopo il ko di Matera, Ricciardello e compagni si preparano alla sfida casalinga contro la Ciesse Volley Brolo, squadra messinese, che lo scorso week end ha mandato al tappeto la capolista Atripalda.
Col successo sugli irpini e col concomitante ko dell’altra battistrada Molfetta in quel di Corigliano, la squadra siciliana è ora ad un solo punto dalla vetta e arriverà in Campania desiderosa di mettere a segno un altro colpo pesante per legittimare le sue ambizioni di promozione diretta.
In casa Sorrento, allo stesso tempo, la voglia di mettere a segno una vittoria pronosticata da pochi è tanta. La classifica al momento fa registrare per la squadra del presidente Evangelista un ottavo posto a quota 14 punti, figli di cinque vittorie e quattro sconfitte, di cui tre nelle prime tre partite di campionato. Il distacco dalla terza piazza, occupata proprio dal Brolo, è di otto punti, un distacco importante ma sicuramente non incolmabile, specie se si pensa che mancano ben diciassette giornate al termine della regular season.
Alle spalle del Brolo c’è un nutrito gruppo di ben sette squadre racchiuse in appena cinque punti, chiaro sintomo che in questo girone partite facili non ne esistono e ogni week end bisogna vender cara la pelle per portare a casa un successo o anche un solo punto, fondamentale a scalare posizioni.
L’obiettivo stagionale del team allenato da Luigi e Paolo Russo resta sempre quello di una salvezza tranquilla, che passi attraverso il bel gioco ed il divertimento da assicurare al pubblico di tutta la Penisola che, sempre numeroso, segue le gare casalinghe del team caro al presidente Evangelista.
Fin dai momenti successivi alla vittoria nel derby contro il Giotto Casoria proprio il patron sorrentino ha chiesto ai suoi di fare un grande sforzo nell’ultimo turno del 2010.
L’arrivo in Penisola della squadra siciliana deve rappresentare uno sprone, un motivo in più per fare bene e togliersi altre soddisfazioni, come già capitato in questa e nella passata stagione contro squadre molto ben attrezzate.
A sentire gli addetti ai lavori e gli esperti di questo girone il pronostico sembra chiuso ma tutti i componenti della rosa stanno dimostrando, nelle varie sedute di allenamento, di avere tutta l’intenzione e la voglia per provare a fare uno sgambetto ad una squadra lanciata verso un campionato d’alto livello.
Battere il Brolo, magari conquistando anche il bottino pieno, avvicinerebbe la truppa targata MSC Crociere alla terza piazza, con un distacco ridotto a cinque punti, un gap facilmente colmabile con un 2011 da condurre, poi, sempre a ritmi molto elevati.
Per l’occasione, la Società ha deciso di spostare la gara (fischio d’inizio previsto sempre per domenica 19 alle 18) nel comune limitrofo di Sant’Agnello. Ad ospitare Ricciardello e compagni sarà la Tendostruttura comunale di Viale dei Pini, messa a disposizione, oltre che dalla locale società di volley del Carotenuto Sant’Agnello, anche dall’amministrazione comunale della stessa località peninsulare.
Con la presenza della MSC Crociere Volley Sorrento a Sant’Agnello, la dirigenza vuole così ricambiare la disponibilità con la quale l’amministrazione comunale si è sempre interessata alle vicende societarie e sportive del sodalizio del presidente Evangelista, offrendo spesso la struttura quando c’erano problemi col Palasport di via Atigliana.
Il presidente crede che il pubblico sarà ugualmente numeroso, più caldo che mai per dare un supporto ai ragazzi fungendo da settimo uomo in campo.
Contro Brolo servirà la partita della vita e per far sì che il sogno diventi realtà c’è bisogno di tanto calore dagli spalti.

Ferdinando Giacobelli (addetto stampa MSC Crociere Volley Sorrento)

Share/Bookmark

Quando c'era Scarpa

martedì 14 dicembre 2010 0 commenti

1975/76  Salernitana-Sorrento 1 - 2 

Il 29 febbraio 1976 la Salernitana ospita il Sorrento. All’andata il Sorrento ha vinto per 2 reti ad 1: vantaggio rossonero con un eurogol di Scarpa al 29', pareggio di Abbondanza su rigore al 55', rete della vittoria di Petta all’ 85'. Quel risultato costò la panchina a Rinaldo Settembrino che venne sostituito da Massimo Giacomini a sua volta sostituito da Ottavio Bugatti dopo altre 10 partite.
Si gioca al vecchio Vestuti situato al centro di Salerno. Dopo 23 giornate il Sorrento è al comando della classifica con 33 punti. La Salernitana ha 24 punti e una gran voglia di riscatto. Gli spettatori sono 11000 circa di cui almeno 500 provenienti da Sorrento.
Granata subito in attacco. L’inizio scoppiettante si concretizza con la rete del vantaggio al 18’ grazie ad un’autorete di Carlet che devia nella propria rete un tiro su calcio di punizione di Antonio Capone. Il portiere Corti riesce solo a sfiorare il pallone che inesorabilmente si insacca.
Il vantaggio granata dura soltanto sei minuti. Al 24’ l’arbitro Pieri di Genova  comanda una punizione dal limite per fallo su Scarpa di Guerrato e Bonora. Scarpa si impossessa del pallone lo sistema con cura sul luogo di battuta e poi disegna una delle sue magiche traiettorie scavalcando la barriera e mandando il pallone ad infilarsi nell’angolino alto alla destra di Brustenga lato curva sud. Sul finire del primo tempo punizione bomba di Vitulano che lambisce il palo.
Nella ripresa il Sorrento assume il controllo delle oeprazioni. Scarpa fa impazzire Guerrato. Dall'altro lato Vitulano e Capone sono troppo soli in avanti. Al 31’ l’episodio che decide il match. Scarpa vince un contrasto sulla trequarti di campo sulla fascia sinistra, converge verso il centro e tira da oltre trentacinque metri. Brustenga è sul pallone, si tuffa, ma il pallone gli scivola di mano e si infila sotto le gambe entrando in porta lentamente, lato curva nord tra lo sconcerto dei tifosi salernitani e la gioia di quelli sorrentini.
Sommerso dai fischi e da ogni tipo di oggetti quali radioline, accendini e pure qualche scarpa il portiere granata viene sostituito da Filadi e abbandona il campo a capo chino. La gara finisce praticamente su questa azione con i granata incapaci di reagire.
Il Sorrento resta solo in testa alla classifica con 35 punti lasciandosi alle spalle il Lecce sconfitto a Bari con 33 punti, e Benevento e Bari a quota 32. La Salernitana resta bloccata a metà classifica con 24 punti. Scarpa si conferma in testa alla classifica dei marcatori con 12 reti

Tabellino: 
Salernitana: Brustenga, Bonora, Marchi, Zoff, Guerrato, Petraz, Tinaglia, Arienti, Capone, Abbondanza, Vitulano. In panchina: Filadi, Veracini, e Stevan. Allenatore: Bugatti.
Sorrento: Corti, Buccilli, Carlet, Borchiellini, Famiglietti, Facchinello, Petta, Ceccaroni, Scarpa, Zannoni, Capitani. In panchina: Di Millia, Silvestri, Marchio. Allenatore: Raffin
Arbitro:  Pieri di Genova.
Reti: Nel primo tempo 18’ autorete di Carlet su tiro di Capone; al 24’ Scarpa. Nella ripresa al 31’ Scarpa

Da notare che per il regolamento dell'epoca in panchina andavano solo tre giocatori. 

L'articolo è tratto dal sito natialvestuti.it. Il biglietto è un ricordo personale. 


Share/Bookmark

DISCLAIMER - Penisola Sport è un blog d’informazione senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento. La testata ambisce ad essere una piena espressione dell'art. 21 della costituzione italiana. Pur essendo normalmente aggiornato più volte quotidianamente, non ha una periodicità predefinita e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'autore si riserva, tuttavia, la facoltà di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contrario al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.